La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure Palliative e di Terapia del Dolore Regione Calabria Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure Palliative e di Terapia del Dolore Regione Calabria Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure."— Transcript della presentazione:

1 Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure Palliative e di Terapia del Dolore Regione Calabria Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure Palliative e di Terapia del Dolore Regione Calabria Le Reti assistenziali della Regione Calabria

2 Lo scenario nazionale: federalismo e sanità … L applicazione delle modifiche al titolo V della Costituzione ha portato la piena responsabilizzazione delle regioni sulle materie sanitarie … La responsabilità si estrinseca in due versanti fondamentali: 1)compito di assicurare i livelli di assistenza ai propri cittadini 2)piena responsabilità finanziaria Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

3 Lo scenario nazionale : federalismo e sanità I cambiamenti avvenuti negli ultimi anni nel SSN, hanno richiesto rilevanti interventi di adeguamento dellorganizzazione gestionale, al fine di identificare soluzioni e scelte operative che consentano di recuperare: – efficienza in termini di produttività, onde poter alimentare e supportare sotto laspetto finanziario i problemi di bilancio, in contesti sempre più esasperati e finalizzati ad inseguire e ottenere ove possibile economie di scala – efficacia nellassicurare le prestazioni, cercando di non trascurare la qualità percepita dellassistenza alla persona Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

4 La maggior parte delle Aziende Ospedaliere hanno intrapreso Percorsi di cambiamento ed aggiornamento organizzativo, tutto ciò ha influenzato in modo pregnante le abitudini comportamentali in campo sanitario. Le Aziende Sanitarie e Ospedaliere hanno sviluppato un approccio integrato al cambiamento organizzativo, da intendersi come processo da governare e presidiare con continuità e consapevolezza nel tempo, con unazione permanente di Governance dellintero Sistema produttivo. Governo clinico e Processi di Sviluppo Organizzativo Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

5 Occorre non fare delle semplici disamine tecnico descrittive dei disagi organizzativo/gestionali delle Aziende Sanitarie, ma bisogna vicariare e presidiare costantemente la ricerca e lo sviluppo di nuove forme organizzative degli Ospedali, curando scrupolosamente tutte le varie fasi del percorso, provvedendo a: – fare progettazione organizzativa mutuandone limplementazione e la realizzazione; – pensare il cambiamento organizzativo, definendo le caratteristiche processuali (tempi, modi, attori); – gestire il cambiamento, accompagnando gli attori coinvolti a fronteggiare le eventuali emergenze che richiedono continui adattamenti e aggiustamenti dei percorsi assistenziali. Governo clinico e Processi di Sviluppo Organizzativo Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

6 1)Collegare coerentemente strategie e interventi organizzativi, modulando i cambiamenti secondo un percorso graduale che allinei le scelte strategiche ad una costante azione di rinforzo della cultura organizzativa; 2)Monitorare in modo permanente lemergere di nuovi fabbisogni organizzativi o di incoerenze nellorganizzazione, onde poter attivare tempestivamente i processi di riaggiustamento e di riprogettazione; Processi di Sviluppo Organizzativo Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

7 3)Presidiare con le scelte organizzative lo sviluppo delle competenze (professionali, manageriali e relazionali) e del Sistema delle Responsabilità; 4)Gestire i processi di cambiamento organizzativo per renderli efficaci, per consentire di ottenere possibilmente sia adeguati miglioramenti delle performance organizzative che riscontri positivi dei bilanci Aziendali. Processi di Sviluppo Organizzativo Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

8 Stato dei Servizi Sanitari nella Regione Calabria : Principali criticità : Programmazione Sanitaria, Organizzazione del lavoro, Offerta di Servizi e prestazioni inappropriate, elevato Rischio Clinico ……………. LOGISTICA: Condizione degli Edifici destinati alle attività Ospedaliere e Territoriali; INVESTIMENTI: Insufficiente disponibilità Tecnologiche e obsolescenza di quelle esistenti; ORGANIZZAZIONE: Distribuzione del personale tra le Aziende Sanitarie, in alcuni casi disallineato rispetto a razionali parametri di dimensionamento degli organici; ZONE GRIGIE : Cronica divisione delle attività Territoriali rispetto a quelle Ospedaliere. Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

9 Stato dei Servizi Sanitari nella Regione Calabria : Principali criticità : Programmazione Sanitaria, Organizzazione del lavoro, Offerta di Servizi e prestazioni inappropriate, elevato Rischio Clinico ……………. OFFERTA DEI SERVIZI: Scarsa diffusione del criterio della presa in carico del cittadino e non adeguata trattazione delle sue problematiche attraverso Percorsi Assistenziali definiti e ancorati a Linee Guida e Protocolli appropriati; DISFUNZIONI E RISCHI: Presidi Ospedalieri di bassa assistenza, spesso con tasso ridotto di posti letto, irrazionale articolazione e distribuzione delle specialità. RICADUTE SUL SISTEMA: Elevata migrazione Sanitaria per ricoveri e prestazioni specialistiche prevalentemente di medio e basso peso assistenziale. Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

10 PRINCIPALI provvedimenti Normativi che hanno caratterizzato il Nuovo corso della Sanità in CALABRIA: Delibera C.D.M. del 30/7/ Nomina Commissario ad Acta Determine Regionali 2010 Decreto D.P.G.R. n°18 / 2010 Approvazione delle tre reti assistenziali: Ospedaliera, Territoriale, Emergenza – Urgenza Determine Regionali 2011 Decreto D.P.G.R. n° 106 / 2011 Riordino rete ospedaliera ex DPGR n. 18/2010. Determinazione dei posti letto per acuzie e post acuzie pubblici e privati. Decreto D.P.G.R. n° 136 / 2011 Riordino rete ospedaliera ex- DPGR 18/10 tra azienda ospedaliera Pugliese- Ciaccio e Policlinico Universitario Mater Domini per la Città di Catanzaro. Determine regionali 2012 Decreto D.P.G.R. n°26 / 2012 Riordino rete ospedaliera ex DPGR n. 18/2010. Determinazione posti letto per acuzie dei soggetti erogatori privati. Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

11 RETI ASSISTENZIALI PER INTENSITÀ DI CURE La Regione, a seguito del DPGR 18/10, ha ridisegnato in ottica Hub & Spoke la Struttura di Assistenza Ospedaliera Regionale Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

12 RETI ASSISTENZIALI PER INTENSITÀ DI CURE Triennio Completare lattuazione e lo sviluppo delle Reti di Assistenza degli Ospedali OBIETTIVO Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

13 OBIETTIVI Portare lattuale proporzione di 2,5 posti letto per mille abitanti a 2,7 Definire uno specifico piano attuativo che regoli lattuazione dei PPI in linea con lattuale normativa Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

14 OBIETTIVI emergenze strettamente tempo dipendenti ospedaliere hub & spoke per percorsi di cura a forte integrazione ospedale- territorio emergenze strettamente tempo dipendenti ospedaliere hub & spoke per percorsi di cura a forte integrazione ospedale- territorio Definire tre categorie di reti Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

15 Perché le Reti per Specialità Lavvio di un sistema di Reti di assistenza per specialità è possibile e realistico Conseguire un sensibile miglioramento dellofferta di assistenza ai cittadini, correlata alla diminuzione dei Presidi Sanitari Territoriali, impone la necessità di adottare alcune misure di immediata progettazione, attivazione e realizzazione Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Le scelte del riordino delle Reti Ospedaliere richiedono fasi di attuazione progressiva in rapporto alla complessità delle scelte strategiche

16 Le Nuove strategie Organizzative per le Reti La cooperazione multi-professionale è condizione obbligata per migliorare la qualità dellofferta e incentivare lo sviluppo Sono fattibili per le contenute dimensioni della densità abitativa della Regione Calabria La costruzione delle Reti di Assistenza favorirà lo sviluppo di un Modello gestionale di sistemi aziendali non in competizione tra loro, ma integrate e cooperanti Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Implicano corrette modalità di presa in carico e lindividuazione di Percorsi per la continuità assistenziale integrata Territorio-Ospedale-Territorio

17 Principali Obiettivi delle Reti assistenziali Miglioramento dellOfferta Assistenziale Migliori pratiche clinico-assistenziali con i PDTA Aggiornamento professionale Informazione ai cittadini Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Linee Guida Impostare politiche di contenimento della Mobilità Intra ed Extraregionale

18 Le Reti che la Regione intende sviluppare nel triennio Rete Cardiologica Rete Neurologica Rete Oncologica Rete Cardiologica Rete Neurologica Rete Oncologica Percorso nascita Rete Diabetologia Rete della nutrizione artificiale Rete Riabilitazione Lungodegenza Rete pediatrica Reti fra specialisti Percorso nascita Rete Diabetologia Rete della nutrizione artificiale Rete Riabilitazione Lungodegenza Rete pediatrica Reti fra specialisti Reti di cure palliative e di terapia del dolore Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

19 La Rete – organizzazione col territorio MMG Popolazione Specialisti Farmacista Dipartimento Regionale alla Salute Organismo centrale di coordinamento scientifico, organizzativo e di comunicazione Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

20 Disegno Modelli di Reti per Specialità Dipartimento Regionale alla Salute Direzione Generale Rete Oncologica Integrata Terapie del Dolore Cronico e Cure Palliative Sub - articolazione Rete Cefalea Rete Malattie Cardio - Cerebrovascolare Sub - articolazione Rete Stroke Ictus e Rete Cardiologica Rete Nefro – Dialitica Rete Materno – Infantile Rete del Trauma Rete dei Servizi Rete Emergenza-Urgenza S. U. Em 118 Continuità Assistenziale Rete delle Cure Primarie con MMG e PLS Dott. Antonino Orlando, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

21 Esperienze di Rete in Calabria Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013

22 Programma Operativo 2013/15 Reti di Cure Palliative e di Terapia del Dolore

23 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Contestualizzazione Fare una fotografia dellesistente con riscontro nei flussi Conoscere le risorse umane, tecnologiche e strutturali Conoscere lofferta dei Servizi e/o delle prestazioni Conoscere la Domanda ed i Bisogni

24 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Obiettivi Devono essere coerenti con le risorse disponibili integrati con eventuali investimenti. Tra gli obiettivi bisogna individuare lentità e i costi di tutte le prestazioni che ad oggi vengono assicurate in forma non appropriate sia dal punto di vista dellafferenza nosologica del prestatore dopera che dal punto di vista prescrittivo.

25 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Azioni Riorganizzazione dellofferta quali- quantitativa Acquisto di servizi (terzo settore e altro) e tecnologie (ammodernamento della qualità dellofferta) Individuazione di azioni per lappropriatezza prescrittiva e prestazionale.

26 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Output Decreto di riordino dellofferta sanitaria Decreto sulla tariffazione delle prestazioni Regolamento per la verifica ed il controllo dellappropriatezza prescrittiva e prestazionale.

27 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Indicatori di processo Adozione del Decreto di riordino dellofferta sanitaria Adozione del Decreto sulla tariffazione delle prestazioni Emanazione del Regolamento per la verifica ed il controllo dellappropriatezza prescrittiva e prestazionale.

28 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Indicatori di risultato Monitoraggio attività Aziendali; Monotoraggio quali- quantitativo tramite i flussi informativi; Implementazione del Regolamento per la verifica ed il controllo dellappropriatezza prescrittiva e prestazionale.

29 Dott. Antonino Iaria, Le Reti Assistenziali della Regione Calabria, Convegno Alcmeone Project, Università della Calabria, 26/10/2013 Grazie per lattenzione !


Scaricare ppt "Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure Palliative e di Terapia del Dolore Regione Calabria Antonino Iaria Coordinatore Regionale Reti di Cure."

Presentazioni simili


Annunci Google