La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Eschilo Tragediografo greco, iniziò la sua attività drammatica tra il 499-496 partecipando agli agoni. La sua prima vittoria risale al 484 a.C.agoni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Eschilo Tragediografo greco, iniziò la sua attività drammatica tra il 499-496 partecipando agli agoni. La sua prima vittoria risale al 484 a.C.agoni."— Transcript della presentazione:

1 Eschilo Tragediografo greco, iniziò la sua attività drammatica tra il partecipando agli agoni. La sua prima vittoria risale al 484 a.C.agoni

2 ORESTEA TRILOGIA CONCATENATA Lunica che ci sia pervenuta intera con il dramma satiresco Proteo Agamennone Coefore Eumenidi

3 Agamennone E ambientata ad Argo Davanti il palazzo degli Atridi

4 Dopo i dieci anni trascorsi da quando Agamennone partì per Troia per vendicare lonore del fratello Menelao, al quale Paride aveva rapito la moglie, la bellissima Elena.Elena Paride Non si hanno più notizie del risultato della spedizione. finalmente, dopo una lunga attesa, si vede splendere da lontano il segnale di fuoco che annuncia larrivo del re.

5 La sola ad attendere il ritorno di Agamennone fu la moglie Clitemnestra, la quale era spinta non dalla gioia di vedere il marito, ma da un forte desiderio di vendetta.

6 Infatti allinizio della spedizione, quando la flotta era rimasta bloccata nel porto di Aulide, perché la collera di Artemide aveva fatto cadere i venti. Agamennone non aveva esitato a calmare lira della dea sacrificando la figlia Ifigenia.

7 Nel frattempo, la regina si era scelta come amante il più grande nemico di Agamennone, suo cugino Egisto, figlio di Tieste, lodiatissimo fratello di Atreo. Egisto Tieste Figlio Atreo Agamennone Figlio Fratelli Cugini

8 Prima che Agamennone sia giunto alla reggia, un araldo ne preannuncia larrivo…...Preannuncia che di Troia resta solo pietra su pietraanche i templi degli dei sono stati abbattuti dalle fondamenta. I re achei sopravvissuti hanno poi preso il mare, la flotta è stata dispersa da una tempesta,segno evidente di collera degli dei.

9 Appena laraldo ha terminato il suo racconto, appare su un carro da guerra Agamennone, insieme a CassandraCassandra La vista della principessa troiana inasprisce ancora di più il rancore di Clitemnestra Odio per luccisione della figlia La gelosia per la nuova donna di Agamennone

10 Tuttavia la regina nasconde abilmente i suoi sentimenti ed accoglie il re, con un lungo discorso e lo invita ad entrare in casa. Per rendergli onore la donna fece stendere per terra, dei tappeti di porpora, ma questo gesto degno di un dio, suscita perplessità ad Agamennone, timoroso di camminarvi sopra, timoroso di compiere un atto di arroganza e avere una una punizione divina s Tracotanza. Luomo la commette ogni volta che vuole andare oltre i propri limiti, e andare contro agli dei e contro luniverso

11 Non appena varca la porta dellingresso, Cassandra, rimasta fuori sul carro, viene invasa dalla potenza di Apollo, che la spinge a profetizzare. E predisse lassassinio del re per mano della moglie ed anche la propria fine.

12 La principessa pur sapendo di dover morire, entra nella reggia e nello stesso momento sente lurlo di morte di Agamennone che la regina aveva colpito con unascia. E nellebbrezza della vendetta, la regina vanta lassoluto dominio nella casa del re.

13 Baldanza Jacopo & Buonocore Ilenia

14 La veggente, figlia di Priamo, che gli Achei gli hanno assegnato come parte scelta della preda di guerra.

15 Elena, figlia di Leda e di Zeus è, secondo il mito greco, la donna più bella del mondo. Fu predestinata da Afrodite a sposare il troiano Paride perché costui aveva scelto nel suo famoso giudizio proprio Afrodite come la più bella fra le dee. Elena fu allevata in casa di Tindaro, marito della madre Leda, e ancora giovinetta fu al centro di numerosi miti di seduzione: Teseo la rapì che era ancora fanciulla. Quando fu in età da marito, tutti i capi Greci pretesero la sua mano. Siccome la loro rivalità rischiava di generare un conflitto, su suggerimento di Ulisse, Tindaro sacrificò un cavallo sulla cui pelle fece salire i pretendenti per farli giurare che chiunque fosse stato il fortunato sposo, tutti avrebbero dovuto accorrere in suo aiuto nel caso qualcuno avesse tentato di rapirgli la sposa. La scelta cadde su Menelao, ma poco dopo il matrimonio Elena venne rapita dal principe troiano Paride e il patto di solidarietà stipulato tra i pretendenti alla sua mano spinse gli stessi, con a capo Agamennone, determinò la dichiarazione di guerra a Troia Elena, figlia di Leda e di Zeus è, secondo il mito greco, la donna più bella del mondo. Fu predestinata da Afrodite a sposare il troiano Paride perché costui aveva scelto nel suo famoso giudizio proprio Afrodite come la più bella fra le dee. Elena fu allevata in casa di Tindaro, marito della madre Leda, e ancora giovinetta fu al centro di numerosi miti di seduzione: Teseo la rapì che era ancora fanciulla. Quando fu in età da marito, tutti i capi Greci pretesero la sua mano. Siccome la loro rivalità rischiava di generare un conflitto, su suggerimento di Ulisse, Tindaro sacrificò un cavallo sulla cui pelle fece salire i pretendenti per farli giurare che chiunque fosse stato il fortunato sposo, tutti avrebbero dovuto accorrere in suo aiuto nel caso qualcuno avesse tentato di rapirgli la sposa. La scelta cadde su Menelao, ma poco dopo il matrimonio Elena venne rapita dal principe troiano Paride e il patto di solidarietà stipulato tra i pretendenti alla sua mano spinse gli stessi, con a capo Agamennone, determinò la dichiarazione di guerra a Troia

16 Manifestazione pubblica consistente in gare e giochi organizzati in occasione di celebrazioni religiose presso un santuario. Gli agoni drammatici si svolsero invece in occasione delle feste in onore di Dioniso (Dionisie e Lenee).

17 I primi autori di tragedie componevano trilogie concatenate Il termine trilogia (dal greco τριλογία) venne coniato nella Grecia antica per indicare l'insieme di tre tragedie di uno stesso autore riferite ad uno stesso mito. A partire da Eschilo fu consuetudine presentare agli agoni tre tragedie di ambito analogo, che svolgessero diversi aspetti di un medesimo ciclo narrativo; ad esse era poi d'uso aggiungere un dramma satiresco, il che veniva complessivamente chiamato tetralogia.


Scaricare ppt "Eschilo Tragediografo greco, iniziò la sua attività drammatica tra il 499-496 partecipando agli agoni. La sua prima vittoria risale al 484 a.C.agoni."

Presentazioni simili


Annunci Google