La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Iso Italia La Normativa Europea Benvenuti. La Normativa Europea EN 60335-2-27 - norma particolare di sicurezza di apparecchi per il trattamento della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Iso Italia La Normativa Europea Benvenuti. La Normativa Europea EN 60335-2-27 - norma particolare di sicurezza di apparecchi per il trattamento della."— Transcript della presentazione:

1 Iso Italia La Normativa Europea Benvenuti

2 La Normativa Europea EN norma particolare di sicurezza di apparecchi per il trattamento della pelle con raggi UV.

3 Iso Italia La Normativa Europea Alta o Bassa Pressione La Melanina, la sostanza che abbronza la pelle, può essere prodotta geneticamente oppure in seguito ad una esposizione ai raggi UV (abbronzatura). Essa riduce la penetrazione dei raggi solari UVA ( nm) e UVB ( nm) Inoltre essa ripara i danni causati dai radicali liberi generati di raggi UV. Labbronzatura costituisce quindi un sistema di protezione della pelle. Essa genera peraltro molti effetti collaterali di natura positiva,fra i quali il più importante è la produzione di vitamina D. I raggi solari sono ancora la fonte principale di vitamina D per la maggior parte delle popolazioni nel mondo

4 Iso Italia La Normativa Europea I raggi UVB hanno una lunghezza donda nm. Essi non penetrano la pelle in profondità (0,1mm) ma hanno molta energia ed attivano la sintesi della vitamina D e lassorbimento di Calcio. Sono anche il fattore principale di Eritema e potenzialmente I più pericolosi per linsorgenza di carcinomi della pelle. I raggi UVA hanno una lunghezza donda di nm. Essi rappresentano il 90-95% della luce ultravioletta che raggiunge la terra. I raggi UVA penetrano più in profondità nella pelle e rappresentano il fattore principale per indurre labbronzatura Il meccanismo fisiologico di abbronzatura è costituito da due fasi: nella prima i raggi UVB stimolano la sintesi della vitamina D3 e i processi di metabolismo cutaneo e formano così i pigmenti (granuli di melanina), nella successiva i raggi UVA rendono scuri tali pigmenti, producendo così labbronzatura. Il sole ad alta pressione

5 Iso Italia La Normativa Europea Le Norme sullabbronzatura Di norma la sola esposizione a UV-A non ha come conseguenza leritema a meno di valori di esposizione molto elevati (>10 J/cm2). Una esposizione allUV-A prima di quella allUV-B può rendere la cute più sensibile. Tale sinergia di due bande spettrali è nota come Fotoaccrescimento Il Fotoaccrescimento è la combinazione in termini percentuali di UVB ed UVA che determina il livello di abbronzatura e/o il livello di rischio Sulle apparecchiature abbronzanti, Quando è possibile utilizzare una grande quantità di UVA, la quantità di UVB necessaria a stimolare labbronzatura (ossidare la Melanina) è minima ( anche sotto 1%). Questa condizione di solito si verifica nelle apparecchiature ad Alta Pressione. Leffetto di tale tipologia di Fotoaccrescimento consente una forte riduzione dei rischi insiti nellabbronzatura, ed in genere una più intensa e duratura colorazione, soprattutto per i fototipi centro e sud Europei

6 Iso Italia La Normativa Europea La Normativa europea Al contrario, quando lenergia disponibile non consente lutilizzo di grandi quantità di UVA, al fine di garantire un effetto abbronzante, è necessario utilizzare quantità maggiori di UVB, con maggiori rischi di arrossamenti ed eritemi. Si può notare nei solarum a Bassa pressione una quantità di UVB che raramente scende sotto 1,5%. Tali concentrazioni di UVB aumentano i rischi dellabbronzatura artificiale, impongono un severo rispetto dei tempi di esposizione e offrono un colorito meno intenso e duraturo nel tempo, anche se più immediato. Laffermazione che, nellabbronzatura artificiale, i rischi maggiori siano associati ad eccessive percentuali di UVB emessi dai solarium non è propria della Iso Italia ma è facilmente desumibile dalla normativa europea EN norma particolare di sicurezza di apparecchi per il trattamento della pelle con raggi UV. Esistono, allo studio, varianti della normativa vigente che rappresentano la richiesta dellassociazione Europea dei Fabbricanti di solarium di aumentare il limite minimo consentito di UVB irradiato. Ad oggi e per i prossimi due anni non è lecito attendersi nessuna modifica delle disposizioni europee di legge

7 Iso Italia La Normativa Europea RAPPRESENTAZIONE GRAFICA CLASSIFICAZIONE DEI TIPI UV PREVISTI DALLA NORMATIVA EUROPEA

8 Iso Italia La Normativa Europea La Normativa Scarica la normativa dal sito web I.SO Italia Scarica la normativa dal sito web I.SO Italia

9 Iso Italia La Normativa Europea Iso Italia Leader in Alta Pressione Perchè I sistemi di abbronzatura Alta pressione sono più performanti e meno pericolosi La soddisfazione degli utenti è più elevata. E una tecnologia più consona al tipologia di pelle più diffusa nel centro e sud Europa Tutte le normative nazionali ed europee sono orientate alla diminuzione della % di UVB. Il prezzo di vendita medio delle sedute abbronzanti ad Alta Pressione è più elevato ed è conseguentemente più elevata la redditività delle apparecchiature

10 Iso Italia La Normativa Europea Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Iso Italia La Normativa Europea Benvenuti. La Normativa Europea EN 60335-2-27 - norma particolare di sicurezza di apparecchi per il trattamento della."

Presentazioni simili


Annunci Google