La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna 25.10.2005 Area Tutela.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna 25.10.2005 Area Tutela."— Transcript della presentazione:

1 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Sostegno e promozione della cultura del non fumo

2 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Da: COME CREARE UN AMBIENTE DI LAVOROLIBERO DA FUMO Documento elaborato da un gruppo di esperti, sotto l egida della Associazione Interdisciplinare per lo studio delle Malattie Respiratorie (AIMAR- Milano) e dell Istituto Superiore di Sanità (Roma).

3 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Da: COME CREARE UN AMBIENTE DI LAVOROLIBERO DA FUMO Documento elaborato da un gruppo di esperti, sotto l egida della Associazione Interdisciplinare per lo studio delle Malattie Respiratorie (AIMAR- Milano) e dell Istituto Superiore di Sanità (Roma). Malattia del comportamento

4 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani

5 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani La individuazione del rischio

6 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Il rischio da incendio 1.Il DM 10 Marzo La Regola tecnica… del settembre 2002

7 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Dal rischio da incendio al rischio da tumore professionale

8 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Fumo attivo e fumo passivo Fumo passivo è un cancerogeno appartenente al gruppo 1 della classificazione IARC E il più importante inquinante dellaria interna indoor pollution

9 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Danni da fumo in Italia Più di 300 morti lanno per tumore polmonare Più di 200 morti per malattie di cuore Più di bambini nati sottopeso Da: COME CREARE UN AMBIENTE DI LAVOROLIBERO DA FUMO Documento elaborato da un gruppo di esperti, sotto l egida della Associazione Interdisciplinare per lo studio delle Malattie Respiratorie (AIMAR- Milano) e dell Istituto Superiore di Sanità (Roma).

10 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Effetti del fumo attivo e passivo sulla salute Malattie polmonari Bronchiti Enfisema Tumori Polmoni Cavo orale Laringe Esofago e stomaco Pancreas Rene e vescica Malattie cardiache e vascolari Angina ed infarto Ictus Malattie delle arterie periferiche

11 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Il fumo non è una sostanza o un preparato usato/necessario al processo di lavoro aziendaleIl fumo non è una sostanza o un preparato usato/necessario al processo di lavoro aziendale Lesposizione indebita ad un tossico è comunque vietata dalla legge italianaLesposizione indebita ad un tossico è comunque vietata dalla legge italiana

12 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Riferimenti normativi Legge 11 novembre 1975, n. 584Legge 11 novembre 1975, n. 584 (in G.U. 5 dicembre 1975, n. 322) - Direttiva del Presidente Consiglio Ministri 14 dicembre 1995 (in G.U. 15 gennaio 1996, n. 11) - Art. 52 comma 20 della Legge 28 dicembre 2001, n. 448 (in G.U. 29 dicembre 2001, n. 301) - Art. 51 della Legge 16 gennaio 2003 n. 3 (in G.U. 20 gennaio 2003, n. 15) - Accordo Stato-Regioni del 24 luglio 2003 (in G.U. 1 ottobre 2003, n. 228) - Decreto del Presidente Consiglio Ministri 23 dicembre 2003 (in G.U. 29 dicembre 2003, n. 300) - Art. 19 del Decreto legge 9 novembre 2004, n. 266 (in G.U. 10 novembre 2004, n. 264) - Accordo Stato-Regioni del 16 dicembre Artt. 189, 190, 191 della Legge 30 dicembre 2004, n. 311 (in G.U. 31 dicembre 2004, n. 306)Direttiva del Presidente Consiglio Ministri 14 dicembre 1995Art. 52 comma 20 della Legge 28 dicembre 2001, n. 448Art. 51 della Legge 16 gennaio 2003 n. 3Accordo Stato-Regioni del 24 luglio 2003Decreto del Presidente Consiglio Ministri 23 dicembre 2003Art. 19 del Decreto legge 9 novembre 2004, n. 266Accordo Stato-Regioni del 16 dicembre 2004Artt. 189, 190, 191 della Legge 30 dicembre 2004, n. 311

13 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Che cosa comporta lapplicazione della nuova legislazione in materia di fumo nei locali chiusi Art. 51 della L 3 del 16 gennaio 2003 estensione del divieto di fumo a tutti i locali chiusi, pubblici e privati e quindi anche nei luoghi di lavoro

14 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Obblighi del datore di lavoro a) vigilanza - peraltro delegabile a soggetti formalmente incaricati - sull'effettivo rispetto del divieto; b) apposizione di specifica cartellonistica negli ambienti di lavoro; c) richiamo dei lavoratori inosservanti e segnalazione degli episodi ai pubblici ufficiali competenti per la contestazione delle infrazioni.

15 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Ricapitolando datore di lavoro pubblico: il divieto totale di fumo nei locali delle pubbliche amministrazioni si estende anche al personale che opera all'interno degli uffici datore di lavoro privato: il divieto di fumo scatta per tutti quelli che si vengono a trovare in azienda, ma il datore di lavoro può attrezzare appositamente, a norma di legge (D.P.C.M. 23 dicembre 2003), locali idonei per i lavoratori e/o clienti fumatori il datore di lavoro, in proprio o mediante preposti o collaboratori appositamente designati, deve procedere a richiamare i trasgressori, contestualmente informando delle infrazioni commesse la polizia municipale ovvero ufficiali o agenti di polizia giudiziaria in servizio nel territorio di competenza il datore di lavoro può avvalersi dello strumento disciplinare, almeno per quanto concerne i dipendenti.

16 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Alcuni buoni motivi per avviare un percorso di controllo del fumo negli ambienti di lavoro La normativa vigente Le richieste dei lavoratori non fumatori Miglioramento delligiene degli ambienti di lavoro Promuovere unimmagine positiva dellazienda

17 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Aspetti socio/economici del fumo Risorse umane Giorni di assenza per malattie a causa del fumo (6,5 gg) Ridotta produttività (8%) Turnover maggiore (morte, invalidità) Ricoveri, convalescenze più lunghe Maggior Costi Attrezzature Danneggiamento alle apparecchiature: informatiche elettroniche mobili ed arredi in genere

18 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani FACCIAMO UN PO DI CONTI Quanto costano allazienda i dipendenti fumatori? Supponiamo che, in media, un fumatore fumi 6 sigarette al giorno. Una pausa per fumare una sigaretta dura in media 5 minuti Quindi ogni fumatore perde circa mezzora di lavoro al giorno per fumare Un lavoratore da 8,64 allora costa perciò alla azienda all anno Moltiplicando questa cifra per il n° dei fumatori si ha il costo che ogni azienda deve sostenere per questa abitudine

19 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani VANTAGGI di un ambiente di lavoro libero da fumo per il lavoratore Miglioramento della salute Miglioramento dellambiente di lavoro Miglioramento delle relazioni lavorative Ridotti livelli di stress Miglioramento del tono dell umore Aumento del livello di soddisfazione Miglioramento del benessere personale per lazienda Minore assenteismo Maggiore produttività Miglioramento delle relazioni con i lavoratori Sviluppo di un ambiente amichevole Miglioramento del morale dello staff Sviluppo di una immagine aziendale positiva Migliore attrattività dellazienda Ridotto turnover dello staff

20 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Cosa deve fare unazienda? Proteggere i non fumatori Favorire la cessazione del fumo Prevenire lacquisizione dellabitudine al fumo

21 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Come? Garantendo il rispetto del divieto Favorendo la disassuefazione Cercando di ridurre il n. delle sigarette fumate ricorrendo a supporti che facilitino il rispetto delle regole

22 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Strategie dintervento CHI DDirigenti PPreposti SPPSPP MCMC RRLS LLavoratori COME Percorso partecipato Valori condivisi Obiettivi realistici Strumenti diversi secondo i contesti e le possibilità Tutti verso un OBT comune (Politica dinsieme, organica)

23 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Come attuare il controllo del fumo nellambiente di lavoro Dotarsi di un gruppo di lavoro Nominare il responsabile del gruppo col compito di: –definire un progetto e realizzarlo coinvolgendo tutte le figure professionali e tutte le categorie di lavoratori (fumatori, ex fumatori e non fumatori) –definire una mission da comunicare a tutti i lavoratori La direzione deve pubblicizzare e sostenere lattività del gruppo in tutta lAzienda evidenziando i risultati ottenuti Fornire un supporto efficace ed evidente al gruppo di lavoro

24 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani LE FASI PER UN EFFICACE PIANO Valutare la situazione presente Stabilire una nuova politica contro il fumo passivo e sviluppare relativo piano di attuazione Comunicare la politica ai dipendenti e alla direzione Pubblicizzare e gestire il piano dazione

25 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Come valutare la situazione corrente Al momento è concesso fumare ai dipendenti, ai clienti, ospiti (allaperto, sul terrazzo…) I fumatori fumano abitualmente… Indagine epidemiologica (questionari…)

26 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Due opzioni possibili Separazione completa fra fumatori e non fumatori Con obbligo di realizzare impianti idonei e separati con adeguati ricambi di aria a norma con il DPCM Completa abolizione del fumo in tutti gli Ambienti dellAzienda Non si fuma in nessun posto allinterno dellAzienda

27 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Opzioni a confronto Aree separateAzienda senza fumo Caratteristiche Si fuma solo nelle aree prestabilite e debitamente attrezzate Non si fuma in nessun ambiente allinterno dellAzienda, chi non può fare a meno di fumare deve uscire Pro A norma Tutela dei non fumatori I fumatori non sono costretti ad uscire A norma, Tutela dei non fumatori, stimolo a smettere di fumare per i fumatori No spese per impianti di aspirazione Contro I fumatori non stimolati a smettere, costi per impianti, cattivo esempio per i giovani Possibile malcontento, fumatori costretti ad uscire, pause, immagine Azienda

28 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Segnalazioni e cartellonistica Sono obbligatori per legge Hanno lo scopo di: –Indicare chiaramente lintendimento aziendale –Mettere la direzione al riparo da future contestazioni –Servire da promemoria per fumatori volenterosi Nei punti di accesso delle Aziende saranno collocati idonei cartelli, adeguatamente visibili, che evidenzino il divieto totale di fumo in tutta la struttura Nei punti di accesso delle Aziende saranno collocati idonei cartelli, adeguatamente visibili, chiari con messaggi persuasori in formula positiva che evidenzino il divieto totale di fumo in tutta la struttura

29 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Il cartello relativo al divieto deve: essere esposto in modo chiaro e visibile in ogni locale o area deve contenere l'indicazione espressa del divieto di fumo, contenere la normativa di riferimento, presentare le sanzioni irrogabili e i soggetti ai quali spetta la vigilanza in concreto.

30 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani I problemi allimmagine derivanti da comportamenti non conformi, e in specifico: diffusione dellidea che lAzienda non sia sicuradiffusione dellidea che lAzienda non sia sicura reclami e lamentele di lavoratori e visitatori per il mancato rispetto delle norme sul fumo da parte dei dipendenti (o di fornitori e lavoratori esterni)reclami e lamentele di lavoratori e visitatori per il mancato rispetto delle norme sul fumo da parte dei dipendenti (o di fornitori e lavoratori esterni) (ricordiamo inoltre che i fumatori sono una minoranza, circa il 70% degli italiani non fuma…) Il programma dovrà affrontare inoltre:

31 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Formazione informazione quale arma migliore per modificare un comportamento? Tanto più è incisiva se è: capillare ripetuta interessante Argomenti da trattare: Diritti e doveri (626/94) Legislazione specifica sul fumo Danni da fumo Benefici da cessazione Possibilità di aiuti e sostegni offerti dallAzienda

32 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Aiuti ai fumatori Rapporto amichevole non punitivo e ghetizzante, quasi tutti desiderano smettere Lotta contro il fumo non contro i fumatori Il fumatore deve essere aiutato ad adeguarsi alla nuove regole Molti fumatori sono dipendenti da nicotina dalla quale non è facile liberarsi

33 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Approccio globale Cooperazione multisettoriale e multidisciplinare Favorire la motivazione e la responsabilità di tutti i dipendenti Il comportamento nei confronti del fumo è fortemente influenzato dalla cultura del gruppo Un ambiente di lavoro libero da fumo induce una riduzione nella prevalenza dellabitudine al fumo del 3,8%

34 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Strategie specifiche Intervento mirato per ogni tipo di fumatore Autogestione Approccio completo Con agevolazione

35 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Benefici nello smettere di fumare Si avvertono miglioramenti su: Pressione e circolazione del sangue Battito cardiaco Apparato respiratorio Gusto Olfatto Graduale abbassamento del rischio tumore

36 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Altri benefici Miglioramento: igiene orale, (prevenzione malattie dentali, piorrea, alito da fumatore) forza fisica e voglia di fare autostima

37 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Verifica dei risultati A breve tempo (1 – 3 mesi A lungo tempo (2 –3 anni) Diffusione e socializzazione dei risultati Il successo è contagioso

38 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Apparato sanzionatorio La repressione non sortisce gli effetti migliori è lultimo metodo a cui ricorrere Qualche dipendente zelante può farvi ricorso

39 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Apparato sanzionatorio Divieto ex: L.11/11/1975 n° 584 D.lgs 626/94 L.16/01/2003 n°3

40 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Sanzioni Sanzione amministrativa che va da 27,50 a 275; doppia (da 55 a 550) in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o a lattanti o a bambini fino a dodici anni di età. Per i soggetti chiamati a vigilare da 220 a Anche in questo caso vi è un'ipotesi in cui la violazione è aggravata: la sanzione, infatti, va da 330 a quando gli impianti presenti nel locale in cui il divieto di fumo è stato trasgredito non sono a norma di legge (art. 5, comma 1, lett. b), legge n. 584/1975).

41 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Sanzioni Il lavoratore che si veda irrogate le sanzioni amministrative pecuniarie su cui interviene l'art. 1, comma 189 della legge n. 311/2004, può procedere (entro 60 giorni), a norma dell'art. 16 della legge 24 novembre 1981, n. 689, al pagamento della sanzione in misura ridotta ( 55 oppure 110 se aggravata, pari al doppio del minimo previsto). Se intende contestare l'addebito, ai sensi dell'art. 18 della medesima legge n. 689/1981, il lavoratore trasgressore può presentare le proprie difese a mezzo di scritti difensivi all'autorità che ha irrogato la sanzione emettendo la contestazione dell'illecito o notificando la violazione. L'autorità competente, valutando gli scritti difensivi, può poi procedere all'emissione di una ordinanza di archiviazione o d'ingiunzione annullando o confermando il provvedimento sanzionatorio contestato.

42 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani LAzienda è lambiente ideale per smettere di fumare Smette con la sola forza di volontà il 5-6% Smette con laiuto combinato il 30-40% Desidererebbero smettere di fumare il 40-70% unazienda con un corretto approccio al fumo può servire da stimolo per tradurre il desiderio in realtà

43 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani

44 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Test di verifica Vero Falso

45 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Domanda 1 Con il termine utente si comprende anche il lavoratore?

46 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Vero, nella circolare del i lavoratori sono stati definiti utenti dei locali nellambito dei quali prestano la loro attività Risposta 1

47 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Il cartello che informa sul divieto di fumo deve riportare la scritta anche in inglese? Domanda 2

48 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Falso, il DPCM 23 dicembre 2003 non lo prevede Risposta 2

49 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Sul cartello deve essere indicato chi è il responsabile dellosservanza del divieto? Domanda 3

50 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Vero, sul cartello deve esserci sempre la scritta VIETATO FUMARE, integrata da: la prescrizione di legge (art. 51 della Legge 3/2003) le sanzioni applicabili ai contravventori i soggetti a cui spetta vigilare sullosservanza del divieto e quelli cui compete accertare le infrazioni Risposta 3

51 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Il cartello di divieto deve riportare sempre il simbolo del divieto di fumo, altrimenti non è regolamentare? Domanda 4

52 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Falso, il DPCM 23 dicembre 2003 non lo specifica. Risposta 4

53 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Unazienda che allestisce una sala per fumatori deve chiedere lautorizzazione del sindaco? Domanda 5

54 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Falso. Lart. 51 della legge 16 gennaio 2003, n. 3 non prevede più la possibilità di attrezzare locali nei quali sia prevista la presenza contemporanea di fumatori e non fumatori, ad eccezione degli eventuali locali riservati ai fumatori e come tali contrassegnati rispondenti ai requisiti tecnici previsti dal DPCM 23 dicembre Pertanto listanza per lattivazione di aree idonee al fumo da presentare al Sindaco, secondo quanto previsto dallart. 3 della legge n. 584/75, non ha più ragione dessere. Risposta 5

55 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Nellascensore e nellandrone dellingresso dellAzienda posso fumare ? Domanda 6

56 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Risposta 6 Falso, il divieto di fumo interessa tutti i locali chiusi, quindi anche lascensore, landrone, e tutti i locali comuni aperti al pubblico. Non possono essere equiparati ad unabitazione privata in quanto frequentati dai lavoratori e da altri soggetti, utenti dei locali nello svolgimento dellattività lavorativa

57 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Il direttore dellazienda può fumare nel suo ufficio? Domanda 7

58 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Falso, il divieto di fumo si applica in tutti i locali chiusi sia pubblici che privati, compresi gli uffici Risposta 7

59 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Domanda 8 Lesposizione a fumo passivo dei non fumatori aumenta sensibilmente la loro probabilità di ammalare di cancro del polmone?

60 Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna Area Tutela della Salute in Ambiente di Lavoro e Sicurezza Martina Magnani Risposta 8 Vero, il lavoratore, non fumatore, esposto a fumo passivo ha un rischio tra il 16% e il 19% in più di ammalare di cancro del polmone rispetto a chi non è esposto


Scaricare ppt "Luoghi di lavoro liberi da fumo Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Ravenna 25.10.2005 Area Tutela."

Presentazioni simili


Annunci Google