La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gruppo di lavoro Salute, disabilità e disagio psichico CURA E INCLUSIONE a cura di Fausto Giancaterina e Aldo Morrone 1 COMMISSIONE DI PIANO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gruppo di lavoro Salute, disabilità e disagio psichico CURA E INCLUSIONE a cura di Fausto Giancaterina e Aldo Morrone 1 COMMISSIONE DI PIANO."— Transcript della presentazione:

1 Gruppo di lavoro Salute, disabilità e disagio psichico CURA E INCLUSIONE a cura di Fausto Giancaterina e Aldo Morrone 1 COMMISSIONE DI PIANO

2 CONTENUTI DEL DOCUMENTO informazioni e dati sulla popolazione normativa di riferimento un panorama generale dei servizi e degli interventi dati relativi ai soggetti che ne usufruiscono alcuni spunti e proposte per successivi approfondimenti alcuni allegati con ulteriori dati e analisi La tematica è stata articolata in tre ambiti specifici: 1. le condizioni di salute 2. la disabilità 3. il disagio mentale Il tema delle condizioni di salute è stato circoscritto solo ad alcuni settori che influenzano il sistema dei servizi sociali informazioni e dati sulla popolazione normativa di riferimento un panorama generale dei servizi e degli interventi dati relativi ai soggetti che ne usufruiscono alcuni spunti e proposte per successivi approfondimenti alcuni allegati con ulteriori dati e analisi La tematica è stata articolata in tre ambiti specifici: 1. le condizioni di salute 2. la disabilità 3. il disagio mentale Il tema delle condizioni di salute è stato circoscritto solo ad alcuni settori che influenzano il sistema dei servizi sociali 2 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

3 PROMOZIONE DELLA SALUTE I servizi e gli interventi attualmente promossi dallAmministrazione comunale sono erogati da più soggetti, tra loro integrati e coordinati dal Dipartimento alle Politiche Sociali e Promozione della Salute In particolare: tutela della salute - promozione e sostegno alla cura delle persone con disabilità o con disagio mentale progetto Città sane interventi per le persone malate di AIDS Interventi per le persone ristrette in carcere questi interventi evidenziano la scelta di favorire lintegrazione dei servizi sanitari e sociali I servizi e gli interventi attualmente promossi dallAmministrazione comunale sono erogati da più soggetti, tra loro integrati e coordinati dal Dipartimento alle Politiche Sociali e Promozione della Salute In particolare: tutela della salute - promozione e sostegno alla cura delle persone con disabilità o con disagio mentale progetto Città sane interventi per le persone malate di AIDS Interventi per le persone ristrette in carcere questi interventi evidenziano la scelta di favorire lintegrazione dei servizi sanitari e sociali 3 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

4 PISTE DI LAVORO (1/5) Salute percorsi educativi sul valore della salute, sulla necessità di prevenire alcune malattie croniche (HIV) e sulla importanza della lotta alla obesità, alla bulimia e alla anoressia; promozione della salute a tutti i livelli con campagne di sensibilizzazione sia scolastiche che cittadine; supporto e sollievo alle famiglie con pazienti gravi attraverso la creazione di micro strutture di ospitalità transitoria (3-6 mesi) che permettano alle famiglie di attrezzare la casa per ospitare il paziente cronico e assumere le nozioni base per la gestione domestica di un paziente cronicizzato; protocolli con Enti e Associazioni di rappresentanza per promuovere iniziative finalizzate alla sicurezza sui luoghi di lavoro percorsi educativi sul valore della salute, sulla necessità di prevenire alcune malattie croniche (HIV) e sulla importanza della lotta alla obesità, alla bulimia e alla anoressia; promozione della salute a tutti i livelli con campagne di sensibilizzazione sia scolastiche che cittadine; supporto e sollievo alle famiglie con pazienti gravi attraverso la creazione di micro strutture di ospitalità transitoria (3-6 mesi) che permettano alle famiglie di attrezzare la casa per ospitare il paziente cronico e assumere le nozioni base per la gestione domestica di un paziente cronicizzato; protocolli con Enti e Associazioni di rappresentanza per promuovere iniziative finalizzate alla sicurezza sui luoghi di lavoro 4 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

5 PISTE DI LAVORO (2/5) Un nuovo approccio alla disabilità 2 avvenimenti e unesigenza 1- La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (13 dicembre 2006, ratificata dallItalia con legge n. 18/09 forte cambiamento culturale di approccio al problema: abbandono della la vecchia logica adozione inequivocabilmente di un approccio basato sui diritti, per cui i diritti della persona con disabilità sono semplicemente i diritti di tutte le persone un approccio che sancisce luniversalità, lindividualità, linterdipendenza e interrelazione di tutti i diritti umani e libertà fondamentali e la necessità di garantirne il pieno godimento da parte delle persone con disabilità senza discriminazioni (Preambolo lett. c) 2 avvenimenti e unesigenza 1- La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità (13 dicembre 2006, ratificata dallItalia con legge n. 18/09 forte cambiamento culturale di approccio al problema: abbandono della la vecchia logica adozione inequivocabilmente di un approccio basato sui diritti, per cui i diritti della persona con disabilità sono semplicemente i diritti di tutte le persone un approccio che sancisce luniversalità, lindividualità, linterdipendenza e interrelazione di tutti i diritti umani e libertà fondamentali e la necessità di garantirne il pieno godimento da parte delle persone con disabilità senza discriminazioni (Preambolo lett. c) 5 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

6 PISTE DI LAVORO (3/5) Un nuovo approccio alla disabilità 2 - La nuova classificazione dellOMS: lICF lo stato di disabilità è il risultato di uninterazione tra menomazione, limitazioni e restrizioni delle attività e barriere ambientali condizione multidimensionale attraverso la triplice declinazione fisica, sociale e ambientale riconoscimento della condizione di disabilità secondo criteri nuovi ed unitari 2 - La nuova classificazione dellOMS: lICF lo stato di disabilità è il risultato di uninterazione tra menomazione, limitazioni e restrizioni delle attività e barriere ambientali condizione multidimensionale attraverso la triplice declinazione fisica, sociale e ambientale riconoscimento della condizione di disabilità secondo criteri nuovi ed unitari 3. unesigenza: lintegrazione tra i diversi servizi Integrazione sociosanitaria – integrazione con le altre agenzie: scuola – formazione – lavoro – ausili – provvidenze… ricomporre la molteplicità delle risorse attivabili, integrando le risorse oggi frammentate in tanti rivoli in un sistema di welfare 3. unesigenza: lintegrazione tra i diversi servizi Integrazione sociosanitaria – integrazione con le altre agenzie: scuola – formazione – lavoro – ausili – provvidenze… ricomporre la molteplicità delle risorse attivabili, integrando le risorse oggi frammentate in tanti rivoli in un sistema di welfare 6 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

7 PISTE DI LAVORO (4/5) Alcuni percorsi di miglioramento e proposte MINORI CON DISABILITÀ promuovere intese per unazione integrata tra ospedale e servizi territoriali socio-sanitari al momento della nascita di un bambino con disabilità corretta comunicazione della diagnosi definire protocolli operativi tra ospedale e servizio territoriale per: un primo progetto di presa in carico che affianchi concretamente la famiglia riduzione del disagio psichico dei familiari un diverso esito per il futuro del bambino e per la famiglia MINORI CON DISABILITÀ promuovere intese per unazione integrata tra ospedale e servizi territoriali socio-sanitari al momento della nascita di un bambino con disabilità corretta comunicazione della diagnosi definire protocolli operativi tra ospedale e servizio territoriale per: un primo progetto di presa in carico che affianchi concretamente la famiglia riduzione del disagio psichico dei familiari un diverso esito per il futuro del bambino e per la famiglia 7 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

8 PISTE DI LAVORO (5/5) Disagio mentale realizzare nuove residenze stabilire una riserva per alloggi di edilizia residenziale pubblica realizzare interventi a sostegno della persona con disagio con una rete di sostegno sociale e sanitario incremento del fondo specifico comunale per il sostegno economico allabitare reintrodurre e/o istituire ex novo risorse a supporto delle persone ristrette in carcere che presentino problematiche mentali realizzare nuove residenze stabilire una riserva per alloggi di edilizia residenziale pubblica realizzare interventi a sostegno della persona con disagio con una rete di sostegno sociale e sanitario incremento del fondo specifico comunale per il sostegno economico allabitare reintrodurre e/o istituire ex novo risorse a supporto delle persone ristrette in carcere che presentino problematiche mentali 8 SALUTE, DISABILITÀ E DISAGIO PSICHICO

9 9 Conclusione dellintervento Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Gruppo di lavoro Salute, disabilità e disagio psichico CURA E INCLUSIONE a cura di Fausto Giancaterina e Aldo Morrone 1 COMMISSIONE DI PIANO."

Presentazioni simili


Annunci Google