La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I progetti individuali UN APPROCCIO BASATO SUI DIRITTI UMANI di Pietro Barbieri Presidente Federazione italiana per il superamento dellhandicap - FISH.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I progetti individuali UN APPROCCIO BASATO SUI DIRITTI UMANI di Pietro Barbieri Presidente Federazione italiana per il superamento dellhandicap - FISH."— Transcript della presentazione:

1 I progetti individuali UN APPROCCIO BASATO SUI DIRITTI UMANI di Pietro Barbieri Presidente Federazione italiana per il superamento dellhandicap - FISH

2 Progetti individuali (PI) Strumento tecnico innovativo per riformulare le politiche sulla disabilità e la presa in carico a livello territoriale Qualsiasi intervento sulle persone con disabilità deve basarsi sullelaborazione di un progetto individuale

3 Presa in carico Concetti tradizionali Interventi di assistenza e sostegno alle persone con disabilità Risposte a diversi bisogni e diritti Offerta di servizi

4 Presa in carico La legislazione prevede strumentazioni tecniche analoghe (piani individualizzati) nellambito valutativo e nellambito sociale: -medico-tecnico della riabilitazione medica (piani terapeutico-riabilitativi) -educativo (profilo dinamico-funzionale, piani educativi personalizzati, PEP o piani educativi individualizzati, PEI) -lavorativo (profilo socio-lavorativo e diagnosi funzionale) -della vita indipendente (piani personalizzati)

5 Presa in carico Limiti della presa in carico odierna: -Valutazione medica basata sulla soglia oggettiva per godere di un beneficio o diritto -Separazione e frammentazione degli interventi -Mancanza di coordinamento tra le istituzioni competenti

6 Presa in carico Concetti innovativi Rimozione di discriminazioni e mancanza di pari opportunità Sostegno allautonomia e allautodeterminazione Offerta di servizi centrati sul beneficiario

7 Progetti individuali (PI) Art. 14 della L. 328/ Per realizzare la piena integrazione delle persone disabili di cui allarticolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, nellambito della vita familiare e sociale, nonché nei percorsi dellistruzione scolastica o professionale e del lavoro, i comuni, dintesa con le aziende unità sanitarie locali, predispongono, su richiesta dellinteressato, un progetto individuale, secondo quanto stabilito al comma Nellambito delle risorse disponibili in base ai piani di cui agli articoli 18 e 19, il progetto individuale comprende, oltre alla valutazione diagnostico-funzionale, le prestazioni di cura e di riabilitazione a carico del Servizio sanitario nazionale, i servizi alla persona a cui provvede il comune in forma diretta o accreditata, con particolare riferimento al recupero e allintegrazione sociale, nonché le misure economiche necessarie per il superamento di condizioni di povertà, emarginazione ed esclusione sociale. Nel progetto individuale sono definiti le potenzialità e gli eventuali sostegni per il nucleo familiare

8 Progetti individuali (PI) Art. 1 comma 1 L. 328/2000 : 1. La Repubblica assicura alle persone e alle famiglie un sistema integrato di interventi e servizi sociali, promuove interventi per garantire la qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione e diritti di cittadinanza, previene, elimina o riduce le condizioni di disabilità, di bisogno e di disagio individuale e familiare, derivanti da inadeguatezza di reddito, difficoltà sociali e condizioni di non autonomia, in coerenza con gli articoli 2, 3 e 38 della Costituzione.

9 Progetti individuali (PI) Lart. 3 comma 2 della legge 104/92 : 2. La persona handicappata ha diritto alle prestazioni stabilite in suo favore in relazione alla natura e alla consistenza della minorazione, alla capacità complessiva individuale residua e alla efficacia delle terapie riabilitative.

10 Elementi innovativi Progetti e non piani Approccio olistico ed ecologico Centrati sulla persona e la sua condizione Collegati ad un sistema integrato di interventi e servizi territoriali

11 PI nella legge sono indirizzati alle persone ed alle famiglie a cui assicurano un sistema integrato di interventi e servizi sociali per promuovere interventi atti a garantire la qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione e diritti di cittadinanza realizzano la piena integrazione delle persone disabili di cui allarticolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, nellambito della vita familiare e sociale, nonché nei percorsi dellistruzione scolastica o professionale e del lavoro danno diritto alle prestazioni stabilite in favore della persone con disabilità

12 Progetti individuali (PI) Approccio globale alla condizione della persona con disabilità Accertamento e valutazione di tutti gli elementi che concorrono alla sua qualità della vita

13 Progetti individuali (PI) - PROCEDURE A richiesti dai soggetti interessati nellelaborazione dei progetti è necessaria la partecipazione diretta ed il consenso consapevole delle persone interessate

14 Progetti individuali (PI) - PROCEDURE Il titolare dellelaborazione del PI è il comune, che predispone i progetti, dintesa con le aziende unità sanitarie locali ed altre istituzioni competenti Il PI si configura come un contratto tra enti pubblici competenti e beneficiari (sottoscritto sia da chi è responsabile di erogare servizi e provvidenze sia dai beneficiari) Nella definizione dei PI va garantita il rispetto della privacy.

15 Progetti individuali (PI) - PROCEDURE -procedura per la richiesta dei PI al comune - modalità per costruire il rapporto dintesa tra comuni ed ASL - modalità per coinvolgere le altre istituzioni competenti - individuazione del responsabile di procedimento - schema di definizione del PI come contratto - garanzia della privacy sui dati sensibili

16 Progetti individuali (PI) - PROCEDURE è elaborato indipendentemente dai costi viene costruito attraverso visite, colloqui e raccolta di documentazioni è realizzato superando i criteri percentuali e definendo griglie valutative dinamico- funzionali sui bisogni

17 Progetti individuali – ELEMENTI TECNICI una valutazione diagnostico-funzionale le prestazioni di cura e di riabilitazione a carico del Servizio sanitario nazionale i servizi alla persona con particolare riferimento al recupero e allintegrazione sociale le misure economiche necessarie per il superamento di condizioni di povertà, emarginazione ed esclusione sociale la definizione delle potenzialità e degli eventuali sostegni per il nucleo familiare

18 Progetti individuali – ELEMENTI TECNICI valutare correttamente i bisogni e le necessità da un lato e le capacità e le potenzialità riconoscere i diritti sanciti dalle leggi individuare le risorse presenti nel territorio di vita dei beneficiari utili al godimento di diritti e alla rimozione di ostacoli

19 Progetti individuali – ELEMENTI TECNICI definire un percorso condiviso di empowerment definire un calendario di azioni e servizi da mettere progressivamente in atto assegnare le provvidenze ed i servizi disponibili e avviare le azioni di empowerment possibili

20 Progetti individuali – ELEMENTI TECNICI coordinare ed impegnare le istituzioni ed enti pubblici e privati competenti verso il conseguimento degli obiettivi, attivare i servizi e le risorse economiche destinate a conseguire gli obiettivi del progetto individuale

21 Progetti individuali – ELEMENTI TECNICI dossier unico per ogni persona con disabilità in cui raccogliere tutte le documentazioni delle prese in carico precedenti o in corso utilizzare un parametro valutativo unico e efficace

22 Progetti individuali – ORGANIZZAZIONE ISTITUZIONALE definire ununità valutativa unica o integrata, di cui facciano parte operatori dei comuni, delle ASL (per la parte di competenza) e di altre agenzie coinvolte nella presa in carico in corso omogenizzare le valutazioni e gli accertamenti delle varie commissioni competenti incardinare lunità valutativa unica o integrata allinterno del distretto socio-sanitario

23 Progetti individuali – MONITORAGGIO verifiche periodiche dellattuazione del PI, legate alla specificità degli obiettivi strumenti di rilevazione del livello di soddisfazione dei beneficiari

24 Progetti individuali – CONTENUTI a) storie di vita b) documentazioni delle prese in carico passate e presenti; c) valutazione delle capacità ed abilità d) valutazione delle autonomie e del godimento dei diritti (valutazione ed accertamento delle discriminazioni e delle mancanza di pari opportunità) e) individuazione degli ausili utili e delle necessità di adattamenti dei luoghi di vita e relazione f) elenco delle azioni positive e soluzione dei problemi connessi con lautonomia e lautodeterminazione, lacquisizione di competenze ed abilità, lo sviluppo di relazioni sociali ed interpersonali, il godimento di diritti (empowerment individuale e servizi e provvidenze) g) calendario degli impegni nellerogazione di provvidenze, servizi, azioni ed interventi

25 Progetti individuali – CONTENUTI il bilancio globale delle competenze della persona con disabilità il quadro delle discriminazioni e delle pari opportunità, misurate sullautonomia ed auto determinazione dei beneficiari e sulla possibilità di scelta gli interventi necessari con le loro priorità gli interventi che possono erogare gli enti competenti, con gli impegni di spesa e le modalità di erogazione ed il periodo in cui verranno erogati

26 Progetti individuali Strumento per la tutela dei diritti umani delle persone con disabilità Strumento per la conoscenza dei bisogni del territorio (censimento dei bisogni per le politiche territoriali) Strumento di crescita professionale degli operatori


Scaricare ppt "I progetti individuali UN APPROCCIO BASATO SUI DIRITTI UMANI di Pietro Barbieri Presidente Federazione italiana per il superamento dellhandicap - FISH."

Presentazioni simili


Annunci Google