La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CRISI È SOLO ECONOMICA? Sr Alessandra Smerilli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CRISI È SOLO ECONOMICA? Sr Alessandra Smerilli."— Transcript della presentazione:

1 LA CRISI È SOLO ECONOMICA? Sr Alessandra Smerilli

2 4 crisi una dentro laltra La crisi finanziaria innescata dai mutui subprime americani La crisi economica che ne è conseguita, frenata dallintervento pubblico La crisi della finanza pubblica, destabilizzata da quellintervento La crisi del sistema bancario europeo, indotta dal rischio di insolvenza del debito pubblico dei paesi PIIGS

3 USA: prezzi delle case in rapporto al reddito delle famiglie:

4 Le parole magiche Espansione Avidità Esclusione

5 Erano giunti più che a mezza strada, quando la Volpe, fermandosi di punto in bianco, disse al burattino: Vuoi raddoppiare le tue monete doro? Cioè? Vuoi tu, di cinque miserabili zecchini, farne cento, mille, duemila? Magari! E la maniera? La maniera è facilissima. Invece di tornartene a casa tua, dovresti venire con noi. E dove mi volete condurre? Nel paese dei Barbagianni. Pinocchio

6 Il reddito torna a concentrarsi in poche mani

7 CRISI DI SISTEMA crisi di sistema perché mette in discussione il modello di sviluppo che abbiamo creato: negli anni con la globalizzazione è iniziata una fase nuova, si è fermata la crescita tradizionale ed abbiamo risposto con la finanza; fine anni 90 terrorismo 2008 / 2011 siamo in un momento di cambiamento epocale e dobbiamo inventarci un nuovo modo di fare economia: quale? Quale modello di sviluppo abbiamo in mente e dovremo costruire?

8 CHE FARE? Gli aspetti della crisi e delle sue soluzioni… richiedono nuovi sforzi di comprensione unitaria e una nuova sintesi umanistica. … dobbiamo assumere con realismo, fiducia e speranza le nuove responsabilità a cui ci chiama lo scenario di un mondo che ha bisogno di un profondo rinnovamento culturale e della riscoperta di valori di fondo su cui costruire un futuro migliore. [CiV, 21]

9 Davvero serve una nuova economia! Nessuno sa come sia fatta, ma occorre provarci Ma la chiave per poterci riuscire, prima che tecnica, è antropologica Questa intuizione è confermata dalla recente letteratura su economia e felicità

10 Fonte: Easterlin, 2001 Pil pro capite % molto felice Reddito e felicità (USA, serie temporali)

11

12 Reddito pro capite ($) Indice di felicità Fonte: Inglehart e Klingemann (2000) Reddito e felicità (cross-section tra paesi)

13 Altri risultati empirici Lavoro Perdita del posto di lavoro Insicurezza del posto di lavoro Aumento del tasso di disoccupazione di 10 punti percentuali Aumento del tasso di inflazione di 10 punti percentuali Situazione famigliare Divorzio Separazione Vedovanza diminuzione dellindice di felicità Reddito Reddito del 33% inferiore rispetto alla media1 Fonte: Layard (2005) Salute Riduzione dello stato di salute soggettivo (di un punto su una scala da 1 a 5) 3

14 Un aumento nellintensità delle relazioni sociali equivale - in termini di life satisfaction - ad un aumento di reddito di varie decine di migliaia di sterline lanno (fino a ) per dei soggetti con un reddito di circa sterline lanno (Nattavudh Powdthavee, University of London, 2006)

15

16 Spiegazioni Gli individui non sono in grado di percepire che, a causa delladattamento edonico e del confronto sociale, le aspirazioni nel dominio monetario si modificano in base alle circostanze effettive. Di conseguenza una quantità di tempo spropositata è destinata al perseguimento di obiettivi monetari a spese della vita familiare e della salute, e il benessere soggettivo si riduce… (Easterlin)

17 PERCHE SIAMO SPINTI A CONSUMARE PIU BENI VISTOSI? Competizione posizionale Robert Frank (1985): Choosing the Right Pond Effetto di assuefazione Daniel Kahneman (2003): Hedonic trademill Satisfaction treadmill

18 Teoria delladattamento laumento di piacere è legato alla novità: solo transitori, poiché tendiamo a spendere il reddito in comfort che porta presto alladattamento e alla noia (Scitovsky, 1976) laumento di reddito ha effetti sulla felicità solo transitori, poiché tendiamo a spendere il reddito in comfort che porta presto alladattamento e alla noia (Scitovsky, 1976) Lhedonic treadmill (Kahneman): quando abbiamo un reddito basso utilizziamo unautomobile utilitaria, la quale ci dà un livello di benessere pari a 5; quando il nostro reddito aumenta acquistiamo una nuova auto berlina, la quale, dopo aver provocato un miglioramento di benessere per qualche mese (poniamo pari a 7), presto ci ridarà lo stesso benessere dellutilitaria (5), perché opera un meccanismo psicologico di adattamento

19 Aspirazioni laumento del reddito porta con sé laumento delle aspirazioni. Il satisfaction treadmill dipende dal livello di aspirazione, che segna il confine fra i risultati soddisfacenti e quelli insoddisfacenti. Quando aumenta il reddito, accade che questo miglioramento delle condizioni materiali induce la gente a richiedere continui e più intensi piaceri per mantenere lo stesso livello di soddisfazione.

20 Il rullo delle aspirazioni – che di solito si somma a quello edonico – opera in modo che la felicità soggettiva (lauto-valutazione della propria felicità) rimanga costante nonostante la felicità oggettiva possa migliorare

21 Teoria del confronto posizionale la felicità è un rapporto tra il mio reddito e quello degli altri: se il mio reddito aumenta meno di quello del vicino o del collega, posso avere più ricchezza ma minor felicità Il consumo degli altri rappresenta unesternalità negativa sul mio consumo.

22 … quale delle due situazioni scegliereste? la Società A, i cui abitanti possiedono case di 400 metri quadrati a unora di automobile, in condizioni di traffico intenso, dal luogo di lavoro. la Società B, i cui residenti possiedono abitazioni di 300 metri quadrati a 15 minuti di trasporto veloce dal luogo di lavoro.

23

24

25 Esempio: CASO DEGLI AUTISTI Malattie legate allo stress; Disturbi gastrointestinali; Mal di testa; Senso di ansia; Esposizione prolungata ai gas di scarico = tumori vari Rischio di morte o lesione per incidenti; Assenteismo sul luogo di lavoro; Pensione prematura.

26 Ma… … sebbene un individuo razionale dovrebbe avere ragioni a sufficienza per scegliere la Società B, e nessun motivo adeguato per rifiutarla, gli USA sembrano avvicinarsi sempre di più ad una Società A. Perché?

27 Proviamo ora a scegliere tra società che offrono combinazioni diverse di beni materiali e tempo libero da dedicare ad altre attività.

28 Quale delle due situazione scegliereste? la Società A, i cui abitanti vivono in case di 400 metri quadrati e non hanno tempo durante il giorno per svolgere attività fisica. la Società B, i cui residenti vivono in case di 300 metri quadrati e hanno a disposizione 45 minuti al giorno da dedicare allattività fisica.

29 Di nuovo ci troviamo di fronte a due società caratterizzate da panieri diversi provenienti dello stesso insieme di opportunità. Immaginiamo di essere persone che considerano lattività fisica né più né meno intrinsecamente piacevole dellattività lavorativa.

30 Osserviamo che… … coloro che praticano lattività fisica registrano, con una frequenza più elevata, sentimenti positivi e tendono ad avere un sistema immunitario che funziona meglio. Essi hanno una speranza di vita più elevata e meno probabilità di soffrire di problemi cardiaci, ictus, diabete, ipertensione, e altri molteplici disturbi.

31 Ma… Nonostante ciò alcune persone continuano a concepire la Società B come capace solo di mettere a disposizione maggior tempo da destinare a qualunque attività quotidiana o insieme di attività che a loro piacerebbe intraprendere. Si continua quindi a preferire la Società A. Perché?

32 Proviamo ora a scegliere tra società che offrono combinazioni diverse di beni materiali e beni relazionali.

33 Quale delle due alternative scegliereste? la Società A, i cui abitanti possiedono case di 400 metri quadrati e una sera al mese incontrano gli amici. la Società B, i cui residenti possiedono case di 300 metri quadrati e incontrano gli amici quattro sere al mese.

34 Poiché gli abitanti della Società A lavorano per un numero di ore superiore rispetto agli abitanti della Società B, essi possono permettersi di costruire case più grandi ma hanno meno tempo da dedicare al rapporto con i loro amici..

35 Deduciamo che… …il beneficio di coloro che possiedono una casa più grande risulta contenuto e passeggero, mentre i piaceri che derivano dalle relazioni sociali più profonde sono più intensi e duraturi.

36 Esempio: CASO PAZIENTI AFFETTI DA LEUCEMIA Esiste un legame sorprendente tra le relazioni personali strette e il benessere fisico. I pazienti affetti da tale malattia e sottoposti al trapianto di midollo osseo,che hanno ricevuto un sostegno affettivo maggiore da parte della famiglia o degli amici, hanno registrato un tasso di sopravvivenza oltre i due anni del 54 per cento. Coloro che mancano di questi rapporti tendono ad essere fisicamente meno sani, e incontrano un rischio di morte più elevato in ogni singola fascia di età.

37 Ma… … benchè i legami più stretti promuovono sia la salute del corpo sia i benefici soggettivi, le relazioni sociali richiedono tempo e il tempo è denaro. Denaro stavolta utilizzato bene. Anche in questo caso lindividuo avrebbe motivi a sufficienza per scegliere la Società B. Eppure persegue ancora una volta la direzione esattamente opposta. Perché?

38 è preferibile la società A, i cui residenti possiedono case di 400 metri quadrati e una settimana di vacanze allanno; o la Società B, i cui abitanti possiedono case di 300 metri quadrati e quattro settimane di vacanze allanno? oppure… Potremmo continuare a sottoporci altri quesiti, ad esempio:

39 …ancora… è preferibile la Società A, i cui residenti possiedono case di 400 metri quadrati e un margine di autonomia sul luogo di lavoro relativamente contenuto; o la Società B, i cui abitanti possiedono case di 300 metri quadrati e un margine di autonomia relativamente ampio?

40 Anche in questi casi, probabilmente si favorisce la scelta della Società B nei confronti della Società A.

41 Eppure… … nella realtà, la combinazione di alternative proposte dalla Società B rappresenta proprio quanto sembriamo più disposti a scartare!!!

42 BENI RELAZIONALI Il concetto di bene relazionale ci offre nuovi elementi per risolvere il paradosso della felicità. Supponiamo che la felicità di una persona dipende dal suo reddito e dai rapporti genuini con gli altri.

43

44 Importanza del matrimonio Percentage Very Happy

45 Certamente laumento del Reddito ha un effetto positivo sulla felicità Aumento del set di alternative e Della libertà di scelta

46 Ma esiste un secondo effetto indiretto del Reddito sulla felicità attraverso i beni relazionali. Il segno di questo effetto è incerto Un segno che cambia quando si supera una soglia critica

47 Quando il reddito è basso Laumento del reddito produce effetti positivi sulla felicità sia direttamente sia indirettamente

48 Quando le relazioni diventano scarse E il reddito abbondante Un ulteriore aumento di reddito viene pagato con un peggioramento della vita relazionale

49 Degrado e crescita Degrado relazionale Crescita economica

50 Il peccato originale di Adam Smith Non è dalla benevolenza del macellaio, o da quella del birraio o del fornaio che noi ci attendiamo il nostro pranzo, ma dal loro interesse personale. Ci rivolgiamo non al loro senso di umanità ma al loro interesse [self-love], e non parliamo mai loro delle nostre necessità ma dei loro vantaggi (Smith 1976[1776], p. 26).

51 indipendenza Il messaggio nascosto in questo brano è il voler sottolineare lindipendenza dalla benevolenza dei nostri concittadini come una virtù positiva associata alla nuova forma di socialità introdotta dalleconomia di mercato. Le relazioni di mercato ci permettono di soddisfare i nostri bisogni senza dover dipendere dallamore degli altri, poiché dipendendo tutti impersonalmente e anonimamente dalla mano invisibile del Mercato (con la M grande), non dipendiamo personalmente da alcuno, non dobbiamo incontrarci in modo personale (e potenzialmente doloroso) con nessuno

52 Invece, qualunque azione che si proponga come scopo diretto quello di promuovere il bene comune produrrà effetti perversi per limpresa e per la società. Da questo teorema scaturisce poi anche un corollario: Non ho mai visto fare qualcosa di buono da chi pretendeva di commerciare per il bene comune (La ricchezza delle nazioni, 1776, p. 456).

53 Linsidia La gratuità è meno essenziale della giustizia per lesistenza della società. La società può sussistere senza gratuità La società civile può esistere tra persone diverse…sulla base della considerazione dellutilità individuale, senza alcuna forma di amore o di reciproco affetto

54

55 Cosa dice la Chiesa …l'appiattimento delle culture sulla dimensione tecnologica, se nel breve periodo può favorire l'ottenimento di profitti, nel lungo periodo ostacola l'arricchimento reciproco e le dinamiche collaborative. Ciò richiede una nuova e approfondita riflessione sul senso dell'economia e dei suoi fini, nonché una revisione profonda e lungimirante del modello di sviluppo, per correggerne le disfunzioni e le distorsioni. Solo con la carità, illuminata dalla luce della ragione e della fede, è possibile conseguire obiettivi di sviluppo dotati di una valenza più umana e umanizzante (CiV n.9)

56 La sfida Da limoncello al modo di preparare il pranzo alle relazioni, all'etica, alla qualità del cibo, a ciò che faccio in cucina quando nessuno mi vede... La grande sfida che abbiamo davanti a noi… è di mostrare, a livello sia di pensiero che di comportamenti, che …nei rapporti mercantili il principio di gratuità e la logica del dono come espressione della fraternità possono e devono trovare posto entro la normale attività economica. (CV 36)

57 dono sinonimo di gratuità Non è gratis Non è il regalo Non è filantropia

58 «Ma ad Auschwitz ho notato spesso un fenomeno curioso: il bisogno del lavoro ben fatto è talmente radicato da spingere a far bene anche il lavoro imposto, schiavistico. Il muratore italiano che mi ha salvato la vita, portandomi cibo di nascosto per sei mesi, detestava i tedeschi, il loro cibo, la loro lingua, la loro guerra; ma quando lo mettevano a tirar su muri, li faceva dritti e solidi, non per obbedienza ma per dignità»

59 Dalle crisi si esce con le innovazioni MacIntyre, dopo aver riconosciuto a Benedetto un ruolo decisivo nella salvezza della cultura europea dopo la crisi dellimpero romano (letà oscura), così commenta: «Se la tradizione delle virtù è stata in grado di sopravvivere agli orrori dellultima età oscura, non siamo del tutto privi di fondamenti per la speranza. Questa volta, però, i barbari non aspettano di là dalle frontiere: ci hanno già governato per parecchio tempo. Ed è la nostra inconsapevolezza di questo fatto a costituire parte delle nostre difficoltà. Stiamo aspettando: non Godot, ma un altro san Benedetto» (MacIntyre,2007, p. 313)

60 la parola-chiave del nostro umanesimo è Economia civile, cioè uneconomia che nasce dalla comunità e una comunità che fa impresa (si pensi al made in Italy, alle imprese familiari, o alle cooperative sociali che sono un gioiello dellItalia di oggi). Il modello economico italiano è stato ed è ancora un meticciato tra famiglia, impresa, stato, comunità. Questo modello ha portato frutti straordinari in passato, ma nella modernità si è ammalato dando vita alle varie mafie e ai familismi amorali, che sono una sorta di nevrosi del nostro corpo sociale

61 Nelle nevrosi, però, la malattia nasce spesso da una patologia di una parte buona della persona, a volte la migliore (ad esempio: il genio che diventa narcisismo); e se la terapia uccide questa parte buona, la cura si mangia la persona. Usciremo allora da questa crisi guardando in faccia le nostre malattie, capendo il nostro genius loci, stimandolo, accogliendo e trasformando le nostre nevrosi collettive, e non imitando altri modelli di capitalismo. Se non daremo vita ad un nuovo Umanesimo civile, insieme allEuropa ed al Mediterraneo, gli spread aumenteranno, e non solo quelli tra i titoli ma quelli tra le civiltà.


Scaricare ppt "LA CRISI È SOLO ECONOMICA? Sr Alessandra Smerilli."

Presentazioni simili


Annunci Google