La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dal PIL al BIL: dal ben-avere al ben-essere Stefano Bartolini Università di Siena Terra Futura- Firenze Fortezza da Basso, 24 Maggio 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dal PIL al BIL: dal ben-avere al ben-essere Stefano Bartolini Università di Siena Terra Futura- Firenze Fortezza da Basso, 24 Maggio 2008."— Transcript della presentazione:

1 Dal PIL al BIL: dal ben-avere al ben-essere Stefano Bartolini Università di Siena Terra Futura- Firenze Fortezza da Basso, 24 Maggio 2008

2 Il paradosso della felicità: Lesempio degli USA la felicità non aumenta con il PIL

3 Salute

4 Telecomunicazioni

5 Viaggi

6 Però...

7 ... ! Maggior ricchezza non significa maggior benessere: La promessa delleconomia viene meno

8 Gli americani lavorano sempre di più Gli orari di lavoro sono aumentati negli ultimi 30 anni in USA In molti paesi europei gli orari di lavoro sono diminuiti (tranne che in GB) Adesso gli americani lavorano di più degli europei. Hanno orari di lavoro più lunghi, fanno meno ferie. Fino agli anni 70 era lopposto

9

10 Tendenze degli orari di lavoro (ore annuali medie) b Francia Germania c Italia Stati Uniti

11 Il paradosso della felicità si complica Perchè gli americani lavorano sempre più se più denaro non sembra portare più benessere? Due studi cercano di rispondere usando dati del trentennio

12 La tendenza della felicità in USA è spiegata da quattro forze che agiscono in direzioni contrastanti: Laumento del reddito Il declino dei beni relazionali Il declino della fiducia nelle istituzioni I paragoni sociali Perchè gli americani sono sempre più infelici?

13 I vari indicatori segnalano: un aumento della solitudine, delle difficoltà comunicative, della paura, del senso di isolamento, della diffidenza, della instabilità delle famiglie, delle fratture generazionali; una diminuzione della solidarietà e della onestà; un peggioramento del clima sociale. Il declino dei beni relazionali

14

15 Oltre il 10% ! È il tasso di crescita annuo del PIL per famiglia necessario a compensare la perdita di felicità dovuta al declino delle relazioni ( ) Le relazioni contano per il benessere Se non fossero peggiorate dal 1975 la felicità americana sarebbe cresciuta sostanzialmente

16 Dal ben-avere al ben-essere Il possesso materiale – misurato dal PIL – è una componente del benessere ma ha una importanza limitata Un indice credibile di benessere deve tener conto anche dellandamento di ciò che non possiamo comprare. Possedere non esaurisce la capacità umana di desiderare. Ci sono cose che non si possono comprare e che sono importanti per il benessere

17 Perchè gli americani lavorano sempre più? Gli individui cercano nel lavoro e nel denaro una compensazione al peggioramento delle loro condizioni relazionali. I poveri di relazioni lavorano di più I poveri di tempo sviluppano relazioni peggiori Dunque laumento degli orari di lavoro negli ultimi 30 anni è stato influenzato dal peggioramento delle relazioni

18 USA: un modello da non imitare? Gli americani sono sempre più poveri di tempo e di relazioni, di fiducia nelle loro istituzioni, di benessere. Questi dati sono il sintomo di una profonda crisi sociale Rimane il fascino della prosperità economica. Il tasso di crescita del PIL USA è stato più elevato negli ultimi 25 anni rispetto ai grandi paesi europei (tranne la GB). CONTRO: PRO:

19 Ma laumento del PIL è necessariamente un vantaggio? La crescita NEG Possiamo difenderci dal degrado dei beni relazionali ed ambientali sostenendo delle spese. Per sostenerle dobbiamo lavorare e produrre di più. Dobbiamo cioè aumentare il PIL. Ma la crescita economica degrada i beni relazionali ed ambientali. La crescita NEG è un circolo vizioso: il degrado ambientale e relazionale alimenta la crescita economica e questa alimenta il degrado. La crescita NEG è indesiderabile dal punto di vista del benessere. La ricchezza di ciò che è privato è alimentata dal degrado di ciò che è comune

20 Ricchezza privata

21 Povertà comune

22 La crescita USA è di tipo NEG? Conclusione: è un quadro compatibile con la crescita NEG Riassumendo, Usa e GB in confronto allEuropa: Crescono di più Lavorano di più Hanno una tendenza peggiore della felicità. Hanno tendenze peggiori dei beni relazionali

23 Perchè può crescere il PIL? Guard labor Guard labor senza disoccupazione Percentuale di guard labor sul totale del lavoro, Stati Uniti,

24 Guard labor: confronti internazionali Fonte: Bowles e Jayadev, 2006

25 PIL e modelli sociali La GB sembra un monito di ciò che potrebbe succedere a coloro che con troppo entusiasmo adottassero modelli simili. Mettere in discussione il PIL significa mettere in discussione un modello economico e sociale che da molti viene indicato come lesempio da seguire: gli USA.


Scaricare ppt "Dal PIL al BIL: dal ben-avere al ben-essere Stefano Bartolini Università di Siena Terra Futura- Firenze Fortezza da Basso, 24 Maggio 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google