La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

© Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 1 Fondi STRUTTURALI Politiche per listruzione e la formazione 2007 2013 Ana Maria Nogueira DG EMPL A4 Coordinamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "© Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 1 Fondi STRUTTURALI Politiche per listruzione e la formazione 2007 2013 Ana Maria Nogueira DG EMPL A4 Coordinamento."— Transcript della presentazione:

1 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 1 Fondi STRUTTURALI Politiche per listruzione e la formazione Ana Maria Nogueira DG EMPL A4 Coordinamento FSE, impiego e sviluppo locale

2 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 2 Obiettivi raggiunti Il rinforzo della coesione economica e sociale è uno dei tre obiettivi dellUnione garantiti dal dallarticolo 2 del Trattato Il rinforzo della coesione economica e sociale è uno dei tre obiettivi dellUnione garantiti dal dallarticolo 2 del Trattato La Politica di coesione è uno dei pilastri della promozione di uno sviluppo armonioso dellintera Comunità (Articolo 158 del Trattato) La Politica di coesione è uno dei pilastri della promozione di uno sviluppo armonioso dellintera Comunità (Articolo 158 del Trattato)

3 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 3 Politica di Coesione La politica di Coesione ha lobiettivo di ridurre le disparità regionali, economiche e sociali fra gli Stati Membri, le regioni ei cittadini La politica di Coesione ha lobiettivo di ridurre le disparità regionali, economiche e sociali fra gli Stati Membri, le regioni ei cittadini

4 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 4 Le Proposte legislative Il Regolamento Generale che stabilisce gli obiettivi principali e le regole di eligibilità per gli interventi, la programmazione e la gestione dei fondi Il Regolamento Generale che stabilisce gli obiettivi principali e le regole di eligibilità per gli interventi, la programmazione e la gestione dei fondi Le Regole dei tre Fondi, il Fondo Europeo, il Fondo Sociale Europeo per lo Sviluppo Regionale e il Fondo di Coesione, che stipulano le regole specifiche di ciascun fondo Le Regole dei tre Fondi, il Fondo Europeo, il Fondo Sociale Europeo per lo Sviluppo Regionale e il Fondo di Coesione, che stipulano le regole specifiche di ciascun fondo Un regolamento che stabilisce un raggruppamento europeo per la cooperazione transfrontaliera Un regolamento che stabilisce un raggruppamento europeo per la cooperazione transfrontaliera Un Regolamento di implementazione per la Commissione Un Regolamento di implementazione per la Commissione

5 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 5 I bisogni del cambiamento Per rispondere alle sfide dellallargamento Per rispondere alle sfide dellallargamento Per concentrasi sulle agende di Lisbona e Goteborg Per concentrasi sulle agende di Lisbona e Goteborg Per dare più visibilità ai risultati della politica di coesione Per dare più visibilità ai risultati della politica di coesione Per rispondere alle difficoltà incontrate nellimplementazione del corrente programma Per rispondere alle difficoltà incontrate nellimplementazione del corrente programma

6 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 6 Riorientamento della politica di coesione basato sulle priorità dellUnione Lisbona e Goteborg Articolazione basata sui tre pilastri dello sviluppo sostenibile Competitività >> innovazione e ricerca, istruzione e accessibilità Competitività >> innovazione e ricerca, istruzione e accessibilità Impiego e inclusione sociale Impiego e inclusione sociale Ambiente e prevenzione dei rischi Ambiente e prevenzione dei rischi

7 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 7 Impatto dellallargamento Dai 380 a 454 milioni (Europa dei 25) e poi a 485 milioni ( Europa dei 27) Dai 380 a 454 milioni (Europa dei 25) e poi a 485 milioni ( Europa dei 27) PIL pro capite diminuisce (-12.5% nellEuropa dei 25: -18% nellEuropa dei 27) PIL pro capite diminuisce (-12.5% nellEuropa dei 25: -18% nellEuropa dei 27) Ma i NMS ( Non Member states) portano crescita dinamica (4% allanno contro il 2.5% nellEuropa dei 25) Ma i NMS ( Non Member states) portano crescita dinamica (4% allanno contro il 2.5% nellEuropa dei 25)

8 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 8 Impatto dellallargamento Il gap di sviluppo fra le regioni raddoppia: la media del PIL nellObiettivo 1 è 69% : nei NMS il 46% Il gap di sviluppo fra le regioni raddoppia: la media del PIL nellObiettivo 1 è 69% : nei NMS il 46% Il tasso di occupazione = 64% -NMS = 56% Il tasso di occupazione = 64% -NMS = 56% Il numero dei disoccupati raggiunge i 18 milioni Il numero dei disoccupati raggiunge i 18 milioni tasso: 15% nei NMS – 8% nellEuropa tasso: 15% nei NMS – 8% nellEuropa dei 15 dei 15

9 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 9 Altre scelte per il futuro Globalizzazione e progresso tecnologico Globalizzazione e progresso tecnologico Adattamento al cambiamento Adattamento al cambiamento Trend demografici Trend demografici Crescita dellaumento nellEU Crescita dellaumento nellEU Perdita di un milione di lavoratori allanno Perdita di un milione di lavoratori allanno

10 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 10 Principi della Riforma del fondo sociale Concentrazione: un approccio più strategico geografico e tematico Concentrazione: un approccio più strategico geografico e tematico Semplificazione: Semplificazione: 1. Meno obiettivi – meno fondi 2. Programma più snello 3. Gestione più flessibile Decentralizzazione: ruolo più forte per le regioni e gli attori locali Decentralizzazione: ruolo più forte per le regioni e gli attori locali

11 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 11 Un approccio più strategico e in linea con il principio di sussidiarietà per le tre aree del programma Le linee Guida Strategiche della Comunità (livello Europeo) che collegano gli obiettivi di coesione con lagenda di Lisbona Le linee Guida Strategiche della Comunità (livello Europeo) che collegano gli obiettivi di coesione con lagenda di Lisbona Il quadro di riferimento strategico ( livello nazionale): organizzazione coerente con le priorità della Comunità, nazionali e regionali Il quadro di riferimento strategico ( livello nazionale): organizzazione coerente con le priorità della Comunità, nazionali e regionali I Programmi operativi I Programmi operativi Tematici/geografici: analisi, strategia priorità Tematici/geografici: analisi, strategia priorità

12 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 12 La nuova architettura: 3 obiettivi – 3 fondi Convergenza FESR, FSE, CG Convergenza FESR, FSE, CG Regioni (PIL regionale pro capite <75% della media Regioni (PIL regionale pro capite <75% della media Regioni interessate dalleffetto statistico del phasing out Regioni interessate dalleffetto statistico del phasing out CF (PIL pro capite <90% della media CF (PIL pro capite <90% della media Competitività regionale e impiego FESR FSE Competitività regionale e impiego FESR FSE Regioni in phasing out Regioni in phasing out Le altre parti dellUnione Le altre parti dellUnione Cooperazione territoriale europea FESR Cooperazione territoriale europea FESR nessuna iniziativa della comunità nessuna iniziativa della comunità

13 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 13 Le priorità politiche Convergenza : sostenere la crescita la creazione di lavori negli stati membri e nelle regioni meno sviluppati Convergenza : sostenere la crescita la creazione di lavori negli stati membri e nelle regioni meno sviluppati Competitività e impiego regionale: aiutare le regioni e le persone ad anticipare e a rispondere al cambiamento Competitività e impiego regionale: aiutare le regioni e le persone ad anticipare e a rispondere al cambiamento Cooperazione territoriale: promuovere unintegrazione bilanciata del territorio europeo Cooperazione territoriale: promuovere unintegrazione bilanciata del territorio europeo

14 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 14 Trattamento speciale Regioni che hanno subito gli effetti statistici dellallargamento Regioni che hanno subito gli effetti statistici dellallargamento Le regioni più periferiche Le regioni più periferiche Le regioni con handicap geografici Le regioni con handicap geografici Alcune isole Alcune isole Aree di montagna Aree di montagna Regioni sparsamente popolate nel nord Europa Regioni sparsamente popolate nel nord Europa

15 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 15 Semplificazioni significative 3 fondi al posto di 6: FESR, Fondo di coesione, il FSE 3 fondi al posto di 6: FESR, Fondo di coesione, il FSE Programmi monofondo Programmi monofondo Integrazione dei progetti del Fondo di Coesione in un programma pluriennale Integrazione dei progetti del Fondo di Coesione in un programma pluriennale Programmi e gestione finanziaria a secondo della priorità e non della misura Programmi e gestione finanziaria a secondo della priorità e non della misura Regole di eligibilità per la spesa e non più regole comunitarie Regole di eligibilità per la spesa e non più regole comunitarie

16 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 16 Concentrazione Le risorse finanziarie sono concentrate su chi ne ha più bisogno (concentrazione finanziaria) Le risorse finanziarie sono concentrate su chi ne ha più bisogno (concentrazione finanziaria) 78,54% in favore della convergenza: 78,54% in favore della convergenza: Regioni in ritardo si sviluppo Regioni in ritardo si sviluppo Paesi in ritardo di sviluppo Paesi in ritardo di sviluppo Regioni che hanno subito leffetto statistico determinato dallallargamento (diminuzione del PIL pro capite) Regioni che hanno subito leffetto statistico determinato dallallargamento (diminuzione del PIL pro capite) 17,22 in favore della Competitività e dellImpiego regionali 17,22 in favore della Competitività e dellImpiego regionali 3,94 per la cooperazione transfrontaliera e transnazionale 3,94 per la cooperazione transfrontaliera e transnazionale I Programmi si concentreranno sulle priorità di Lisbona e Goteborg (concentrazione tematica) I Programmi si concentreranno sulle priorità di Lisbona e Goteborg (concentrazione tematica)

17 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 17 Un approccio decentralizzato territoriale ciascuna regione può beneficiare di un programma da implementare Si tengono in considerazione le specificità: Si tengono in considerazione le specificità: Integrazione della dimensione urbana con la possibilità di sub delega agli enti locali Particolare attenzione alle zone con svantaggi geografici o naturali: isole, montagne, zone rurali con bassa densità di popolazione, ex aree di confine possono beneficiare di un maggioretasso di cofinanziamento Zone nordiche: zone con bassa densità di popolazione verranno prese in considerazione per lallocazione finale Regioni ultra-periferiche: coperte da unallocazione specifica che compenserà costi extra

18 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 18 Fondi strutturali Ciclo di programmazione Ciclo di programmazione Guide linea di coesione strategica adottate dal Consiglio Guide linea di coesione strategica adottate dal Consiglio Quadro di riferimento strategico nazionale Quadro di riferimento strategico nazionale Programma operativo Programma operativo (livello di alta priorità, azioni più importanti) (livello di alta priorità, azioni più importanti)

19 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 19 Report Europeo dellimpiego La crescita economica di per sé non aumenta limpiego La crescita economica di per sé non aumenta limpiego Il giusto mix di impiego e politiche di mercato per limpiego attivo è critica per incrementare i tassi di occupazione Il giusto mix di impiego e politiche di mercato per limpiego attivo è critica per incrementare i tassi di occupazione Il tasso europeo di crescita delloccupazione è raddoppiato dello 0.6% e il tasso di disoccupazione si è stabilizzato intorno al 9% nel 2004….Le politiche attive del lavoro includono il LLL educazione lunga tutto larco della vita, linvestimento in abilità, formazione e sviluppo a una carriera personale Il tasso europeo di crescita delloccupazione è raddoppiato dello 0.6% e il tasso di disoccupazione si è stabilizzato intorno al 9% nel 2004….Le politiche attive del lavoro includono il LLL educazione lunga tutto larco della vita, linvestimento in abilità, formazione e sviluppo a una carriera personale

20 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 20 Situazione occupazionale dei giovani Sforzi maggiori sono necessari per integrare i giovani nel mercato del lavoro e per sostenerli nella realizzazione di carriere non lineari che si alternino fra impiego, studio, non occupazione e riqualificazione o aggiornamento delle competenze. E con questo in mente che il Consiglio Europeo ha recentemente adottato un Patto per la Giobentù dEuropa per consentire ai giovani di beneficiare di un insieme di azioni politiche e misure pienamente integrate nella nuova strategia di Lisbona rivisitata ( Impiego in Europa 2005) Sforzi maggiori sono necessari per integrare i giovani nel mercato del lavoro e per sostenerli nella realizzazione di carriere non lineari che si alternino fra impiego, studio, non occupazione e riqualificazione o aggiornamento delle competenze. E con questo in mente che il Consiglio Europeo ha recentemente adottato un Patto per la Giobentù dEuropa per consentire ai giovani di beneficiare di un insieme di azioni politiche e misure pienamente integrate nella nuova strategia di Lisbona rivisitata ( Impiego in Europa 2005)

21 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 21 Raccomandazioni per la strategia delImpiego in Italia Aumentare ladattabilità dei lavoratori e delle imprese Aumentare ladattabilità dei lavoratori e delle imprese Attirare più persone nel mercato del lavoro e rendere il lavoro una vera opportunità per tutti. Attirare più persone nel mercato del lavoro e rendere il lavoro una vera opportunità per tutti. Fare investimenti più forti sul capitale umano e sulleducazione lunga tutto larco della vita Fare investimenti più forti sul capitale umano e sulleducazione lunga tutto larco della vita

22 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 22 Investire di più sul capitale umano e sul LLL Monitorare le riforme recenti per assicurare che innalzino il livello scolastico e culturale dei lavoratori, ridurre gli abbandoni precoci e aumentare limportanza delleducazione superiore nel mercato del lavoro per aiutare la transizione la lavoro Monitorare le riforme recenti per assicurare che innalzino il livello scolastico e culturale dei lavoratori, ridurre gli abbandoni precoci e aumentare limportanza delleducazione superiore nel mercato del lavoro per aiutare la transizione la lavoro assicurare incentivi efficaci per il LLL insieme con i partner sociali, aumentare la partecipazione alla formazione, in particolare per quelli che hanno basse qualifiche assicurare incentivi efficaci per il LLL insieme con i partner sociali, aumentare la partecipazione alla formazione, in particolare per quelli che hanno basse qualifiche

23 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 23 Il fondo sociale europeo Lavori e nuove opportunità per tutti

24 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 24 Base legale LArticolo 146 del Trattato stabilisce che il FSE ha lobiettivo di facilitare limpiego dei lavoratori, aumentare la loro mobilità geografica e occupazionale nella comunità, facilitare la loro adattabilità alle trasformazioni dellindustria e ai cambiamenti dei sistemi di produzione, in particolare attraverso al formazione professionale e la riqualificazione LArticolo 146 del Trattato stabilisce che il FSE ha lobiettivo di facilitare limpiego dei lavoratori, aumentare la loro mobilità geografica e occupazionale nella comunità, facilitare la loro adattabilità alle trasformazioni dellindustria e ai cambiamenti dei sistemi di produzione, in particolare attraverso al formazione professionale e la riqualificazione Le regole del FSE traducono lart. 146 del Trattato in concrete definizioni dei compiti del FSE, in priorità e attività elegibili Le regole del FSE traducono lart. 146 del Trattato in concrete definizioni dei compiti del FSE, in priorità e attività elegibili

25 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 25 IL nuovo FSE Rafforzamento dei vincoli con limpiego eu le priorità dellinclusione sociale. Rafforzamento dei vincoli con limpiego eu le priorità dellinclusione sociale. Contributi alla Convergenza e alla competitività regionale e allimpiego Contributi alla Convergenza e alla competitività regionale e allimpiego Mainstreaming delle azioni innovative della cooperazione transnazionale Mainstreaming delle azioni innovative della cooperazione transnazionale Priorità per lo sviluppo di capacità amministrativa Priorità per lo sviluppo di capacità amministrativa Promozione di buona governance e partnernariato Promozione di buona governance e partnernariato

26 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 26 Vincoli rinforzati con la strategia europea dellOccupazione Rinforzare i legami e la coesione sociale sostenendo le politiche degli Stati membri che hanno come obiettivo: Rinforzare i legami e la coesione sociale sostenendo le politiche degli Stati membri che hanno come obiettivo: Piena occupazione Piena occupazione Qualità e produttività al lavoro Qualità e produttività al lavoro Inclusione sociale e Inclusione sociale e Riduzione delle disparità dellimpiego regionali Riduzione delle disparità dellimpiego regionali Considerare gli obiettivi europei nel campo dellinclusione sociale e delle pari opportunità Considerare gli obiettivi europei nel campo dellinclusione sociale e delle pari opportunità Concentrarsi sulle arccomndazioni per locupazione Concentrarsi sulle arccomndazioni per locupazione

27 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 27 Priorità del FSE: Convergenza e Competitività regionali I Adattabilità dei lavoratori e delle imprese Adattabilità dei lavoratori e delle imprese Come: Come: Per esempio promuovendo il LLL, disseminazione delle TIC, e Learning Per esempio promuovendo il LLL, disseminazione delle TIC, e Learning

28 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 28 Priorità del FSE: Convergenza e Competitività regionali I Promuovere laccesso allimpiego e allinclusione sostenibile nel mercato del lavoro delle persone in cerca di lavoro o inattive, prevenendo la disoccupazione in particolare a lungo termine e giovanile, incoraggiando linvecchiamento attivo e prolungando la vita lavorativa e aumentando la partecipazione nel mercato del lavoro Promuovere laccesso allimpiego e allinclusione sostenibile nel mercato del lavoro delle persone in cerca di lavoro o inattive, prevenendo la disoccupazione in particolare a lungo termine e giovanile, incoraggiando linvecchiamento attivo e prolungando la vita lavorativa e aumentando la partecipazione nel mercato del lavoro

29 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 29 Priorità FSE Convergenza e competitività regionali III Favorire laccesso allimpiego e allinclusione sostenibile nel mercato del lavoro per favorire le persone in cerca di occupazione o non occupate, prevenendo la disoccupazione, in particolare la disoccupazione a lungo termine, Favorire laccesso allimpiego e allinclusione sostenibile nel mercato del lavoro per favorire le persone in cerca di occupazione o non occupate, prevenendo la disoccupazione, in particolare la disoccupazione a lungo termine, Incoraggiando linvecchiamento attivo e prolungando la vita lavorativa e aumentando la partecipazione nel mercato del lavoro Incoraggiando linvecchiamento attivo e prolungando la vita lavorativa e aumentando la partecipazione nel mercato del lavoro

30 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 30 Priorità del FSE convergenza e Competenze regionali IV Valorizzando il capitale umano Valorizzando il capitale umano Come: Come: Promuovendo lo studio e lintroduzione di riforme nellistruzione e nei sistemi di formazione per sviluppare loccupabilità, migliorare la rilevanza per il mercato del lavoro dellistruzione iniziale e professionale e laggiornamento continuo delle competenze del personale con attenzione alleconomia basata sulla conoscenza Promuovendo lo studio e lintroduzione di riforme nellistruzione e nei sistemi di formazione per sviluppare loccupabilità, migliorare la rilevanza per il mercato del lavoro dellistruzione iniziale e professionale e laggiornamento continuo delle competenze del personale con attenzione alleconomia basata sulla conoscenza Promuovendo attività di network fra leducazione superiore, gli enti di ricerca, i centri tecnologici e l eimprese Promuovendo attività di network fra leducazione superiore, gli enti di ricerca, i centri tecnologici e l eimprese

31 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 31 Priorità del FSE convergenza e Competenze regionali Mobilitando le riforme per limpiego e linclusione. Mobilitando le riforme per limpiego e linclusione. Sviluppo di partnership e patti attraverso la creazioni di reti a livello nazionale, regionale e locale Sviluppo di partnership e patti attraverso la creazioni di reti a livello nazionale, regionale e locale

32 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 32 Priorità del FSE convergenza I Espandere e migliorare linvestimento in capitale umano Espandere e migliorare linvestimento in capitale umano Come: Come: Promuovere limplementazione delle riforme nellistruzione e nei sistemi di formazione Promuovere limplementazione delle riforme nellistruzione e nei sistemi di formazione Promuovere la partecipazione allistruzione e alla formazione in tutto il ciclo di vita, azioni per ridurre labbandono scolastico e aumentare laccesso e la qualità dellistruzione e della formazione iniziale, professionale e superiore Promuovere la partecipazione allistruzione e alla formazione in tutto il ciclo di vita, azioni per ridurre labbandono scolastico e aumentare laccesso e la qualità dellistruzione e della formazione iniziale, professionale e superiore Sostenendo la ricerca e linnovazione, specialmente gli studi post laurea e la formazione dei ricercatori Sostenendo la ricerca e linnovazione, specialmente gli studi post laurea e la formazione dei ricercatori

33 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 33 Priorità del FSE convergenza II Rinforzare la capacità istituzionale e lefficienza delle amministrazioni pubbliche e dei servizi pubblici a livello nazionale, regionale e locale Rinforzare la capacità istituzionale e lefficienza delle amministrazioni pubbliche e dei servizi pubblici a livello nazionale, regionale e locale 1. Sostenendo riforme e modernizzazione 2. Sostenendo le regione della Convergenza e gli Stati Membri della Coesione Con speciale riguardo a: Con speciale riguardo a: Sviluppo e studio di politiche e programmi Sviluppo e studio di politiche e programmi Attuare e implementare politiche, programmi e legislazione Attuare e implementare politiche, programmi e legislazione

34 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 34 Innovazione mainstreaming e trasnazionalità Promozione e mainstreaming di azioni innovative e trasnazionali allinterno di ogni programma Promozione e mainstreaming di azioni innovative e trasnazionali allinterno di ogni programma Ogni ente deputato alla gestione sceglierà i temi per linnovazione Ogni ente deputato alla gestione sceglierà i temi per linnovazione La cooperazione transnazionale >> specifico asse o programma La cooperazione transnazionale >> specifico asse o programma Gli Stati Membri assicurano complementarietà e coerenza con gli altri programmi comunitari Gli Stati Membri assicurano complementarietà e coerenza con gli altri programmi comunitari

35 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 35 Promozione di buona governance e partneriato Il FSE sarà implementato al livello territoriale appropriato secondo le specificità degli SM Il FSE sarà implementato al livello territoriale appropriato secondo le specificità degli SM Un più ampio coinvolgimento dei Partner sociali e consultazione degli stakeholders non governativi nei programmi, nellimplementazione e nel monitoraggio del FSE Un più ampio coinvolgimento dei Partner sociali e consultazione degli stakeholders non governativi nei programmi, nellimplementazione e nel monitoraggio del FSE Assegnazione del 2% delle risorse della Convergenza per la costruzione di risorse e attività intraprese dai Partner sociali Assegnazione del 2% delle risorse della Convergenza per la costruzione di risorse e attività intraprese dai Partner sociali Adeguato accesso delle ONG alle attività finanziate Adeguato accesso delle ONG alle attività finanziate

36 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 36 Eligibilità Spese non eligibili per il sostegno FSE Spese non eligibili per il sostegno FSE IVA rimborsabile IVA rimborsabile Interessi sui debiti (interessi passivi) Interessi sui debiti (interessi passivi) Acquisito di infrastrutture, beni deprezzabili, immobili o terre Acquisito di infrastrutture, beni deprezzabili, immobili o terre Il FESR e il FSE possono finanziare in modo complementare e soggetto a un limite del 10% di ciascun asse prioritario di un programma operativo, le azioni che ricadono nellobiettivo sostenuto da un altro Fondo, alla condizione che siano necessari per limplementazione delle operazioni che sono strettamente collegate ad esso (art 33.2 GR) Il FESR e il FSE possono finanziare in modo complementare e soggetto a un limite del 10% di ciascun asse prioritario di un programma operativo, le azioni che ricadono nellobiettivo sostenuto da un altro Fondo, alla condizione che siano necessari per limplementazione delle operazioni che sono strettamente collegate ad esso (art 33.2 GR)

37 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 37 I passaggi Luglio 2004: la Commissione adotta la proposta legislativa Luglio 2004: la Commissione adotta la proposta legislativa Dicembre 2005: Decisione delle prospettive finanziarie Dicembre 2005: Decisione delle prospettive finanziarie Metà 2006: decisione del Consiglio e del Parlamento Europeo sui nuovi regolamenti Metà 2006: decisione del Consiglio e del Parlamento Europeo sui nuovi regolamenti 1-3 mesi più tardi: linee strategiche sulla coesione 1-3 mesi più tardi: linee strategiche sulla coesione : preparazione e negoziati per NSRF e programmi operativi : preparazione e negoziati per NSRF e programmi operativi 1 gennaio 2007: limplementazione ha inizio 1 gennaio 2007: limplementazione ha inizio

38 © Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 38 Grazie per la vostra attenzione ymenthttp://europa.eu.int/comm/emplo ymentsocial/esf2000/index-en.htm yment


Scaricare ppt "© Commissione Europea- traduzione L.Cucciarelli 1 Fondi STRUTTURALI Politiche per listruzione e la formazione 2007 2013 Ana Maria Nogueira DG EMPL A4 Coordinamento."

Presentazioni simili


Annunci Google