La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le risorse economiche della scuola pubblica e il contributo volontario delle famiglie ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Pacinotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le risorse economiche della scuola pubblica e il contributo volontario delle famiglie ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Pacinotti."— Transcript della presentazione:

1 Le risorse economiche della scuola pubblica e il contributo volontario delle famiglie ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Pacinotti

2 Il finanziamento statale erogato allistituto Pacinotti nellEsercizio Finanziario 2012 per il funzionamento ordinario ammonta a Euro ,25 Il finanziamento erogato dalla Provincia nel 2012 per le spese di funzionamento ammonta a Euro ,47 La funzionalità della scuola pubblica è garantita dallo Stato: 1)con finanziamenti alle singole scuole; 2)con la retribuzione del personale necessario per le supplenze brevi, gli esami di stato, limpresa di pulizie e altre attività obbligatorie e dagli Enti locali: Gli Enti Territoriali (per gli Istituti Secondari Superiori la Provincia), provvedono a integrare le spese di funzionamento e devono garantire il riscaldamento e la manutenzione degli edifici scolastici, che sono di loro proprietà. Chi paga il funzionamento della scuola pubblica?

3 Altri fondi dallo Stato Per lanno scolastico 2012/2013 lo Stato ha assegnato allIstituto Pacinotti per il Miglioramento dellOfferta Formativa Euro ,13 Per lEsercizio Finanziario 2012 sono stati erogati Euro ,04 La realizzazione dei progetti e delle attività deliberate dagli Organi Collegiali dellistituto (Piano dellOfferta Formativa) è finanziata dallo Stato con il «Fondo per il Miglioramento dellOfferta Formativa» che permette la retribuzione del personale docente e ATA coinvolto in queste attività. Altri finanziamenti statali possono essere erogati per determinate attività o singole iniziative decise a livello nazionale o regionale

4 Altre fonti di finanziamento per lIstituto derivano: Altre entrate e loro utilizzo da versamenti effettuati da altre istituzioni (scuole) per il servizio fornito da nostri docenti in materia di sicurezza retribuito il personale impiegato, come da delibera del Consiglio di Istituto, una parte degli introiti viene utilizzata per sostenere le spese per la sicurezza dellIstituto dal contributo per lutilizzo dei locali da parte di terzi la quota parte deliberata dal Consiglio di Istituto viene utilizzata per integrare le risorse disponibili per il funzionamento amministrativo dal contributo del servizio ristorazioneil contributo del servizio ristorazione viene utilizzato per retribuire gli esperti esterni previsti dai progetti o per lacquisto di beni di investimento dal contributo della Fondazione Coinle risorse sono destinate alla liquidazione delle borse di studio e allacquisto del materiale e dei servizi necessari per la realizzazione della attività di simulazione aziendale Il totale di queste somme, nellEsercizio Finanziario 2012, ammonta a Euro ,42

5 Il finanziamento dalle famiglie Dalle famiglie arrivano alla scuola: Versamenti finalizzati a particolari attività opzionali (per esempio Certificazioni linguistiche; patentino ECDL CAD; Viaggi di istruzione e uscite didattiche), il cui utilizzo è vincolato. Per il 2012 questi versamenti risultano pari a Euro ,20 Il contributo volontario, che per lanno 2012 è stato pari a Euro ,23 In pratica, si paga unattività solo se si vuole che il proprio figlio/a vi partecipi In questo caso, invece, si contribuisce alla qualità dellofferta dellintera scuola

6 Cosa fate con i miei soldi? Una piccola parte del contributo volontario serve a pagare lassicurazione obbligatoria degli studenti. Con il rimanente, la scuola: 1)garantisce la funzionalità dei laboratori acquistando il materiale di consumo necessario alle esercitazioni; 2)provvede alla manutenzione dei macchinari in dotazione, 3)acquista le licenze software necessarie; 4)sostituisce i macchinari e le strumentazioni obsolete, fornisce il servizio della sala stampa; 5)assicura a prezzi vantaggiosi le fotocopie per gli studenti; 6)acquista beni per lattività sportiva. La scuola, certo, può funzionare anche senza tutto questo, riducendo al minimo la sua offerta formativa. Il contributo è appunto «volontario» in quanto esprime la volontà che la scuola dei propri figli offra più del minimo, e limpegno a collaborare nel prendersi cura di un «bene comune» come listruzione. Nel caso dellistruzione tecnica il contributo volontario è particolarmente importante, visto che il finanziamento dello Stato è calcolato (*) senza tener conto dei costi dei laboratori, costo che in un istituto come il nostro è molto elevato (* D.M. 21/2007)

7 Riepilogo delle entrate (anno 2012) Il contributo volontario delle famiglie è quindi una voce di bilancio molto significativa. Va sottolineato come nel grafico non compaiano né linvestimento statale più oneroso, cioè le spese ordinarie per gli stipendi del personale, né il più oneroso a carico della Provincia: riscaldamento, energia elettrica, manutenzione

8 In sintesi, il contributo delle famiglie è volontario e serve: 1. per linnovazione tecnologica; 2. per lampliamento dellofferta formativa 3. per mantenere in efficienza macchinari e strumenti NellEsercizio finanziario 2013, come contributo volontario delle famiglie sono stati versati ,86: ,37 in meno rispetto al precedente anno. Questo inevitabilmente comporta meno possibilità di acquisto di materiali per le esercitazioni tecniche nei laboratori, meno disponibilità di acquisto di attrezzature e strumentazioni, meno capacità di spesa per la manutenzione delle apparecchiature. E interesse di tutti riuscire invece a raccogliere nel 2014 contributi sufficienti a permettere allIstituto di offrire innovazione tecnologica avanzata, laboratori efficienti, strumenti e materiali adeguati allattività didattica di laboratorio. Il versamento è detraibile/deducibile: basta richiedere allistituto lapposita certificazione


Scaricare ppt "Le risorse economiche della scuola pubblica e il contributo volontario delle famiglie ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Pacinotti."

Presentazioni simili


Annunci Google