La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

By Apogeo S.r.l. Simulazioni fiscali Infrannuali - SIM Modulo di analisi che costituisce un importante ed immediato strumento di controllo fiscale da utilizzare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "By Apogeo S.r.l. Simulazioni fiscali Infrannuali - SIM Modulo di analisi che costituisce un importante ed immediato strumento di controllo fiscale da utilizzare."— Transcript della presentazione:

1 By Apogeo S.r.l. Simulazioni fiscali Infrannuali - SIM Modulo di analisi che costituisce un importante ed immediato strumento di controllo fiscale da utilizzare in corso danno per la verifica dei dati di congruità e coerenza utilizzando i più recenti motori di calcolo ministeriale disponibili.

2 Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati supporti all'uso del programma sono forniti nelle note di release unitamente allo stesso. Per eventuali problemi o suggerimenti all'uso del software l'utente potrà contare sul servizio del proprio rivenditore. Simulazioni fiscali Infrannuali - SIM

3 Sommario Cliccare sul paragrafo interessato per visualizzare direttamente largomento Presentazione Esempio di simulazione con SDS Esempio di simulazione con Parametri Stampe di utilità Simulazioni fiscali Infrannuali - SIM

4 Simulazioni fiscali infrannuali Simulazioni fiscali infrannuali (in seguito SIM) congruitàcoerenza costituisce un importante ed immediato strumento di controllo che, attraverso laggiornamento automatico dei dati contabili, dei cespiti, del leasing, dei ratei e risconti e dei movimenti temporanei, il calcolo automatico delle rimanenze finali, permette la verifica dei dati di congruità e coerenza utilizzando i più recenti motori di calcolo ministeriale disponibili. Le risultanze dei calcoli vengono associate alle singole simulazioni, per consentire all'operatore di avere una verifica della "posizione fiscale" del contribuente e di conservare nel tempo tutte le informazioni analitiche relative ai calcoli. Presentazione

5 Ad ogni elaborazione è possibile ottenere una proiezione dei valori a fine esercizio con applicazione dei due diversi criteri: mensilemensile storico.storico. Con il primo metodo si ottiene una proiezione aritmetica semplice a fine esercizio come media annuale dei dati periodici (importo proiettato = importo del periodo / numero mesi periodo * numero mesi esercizio). Il secondo metodo proietta annualmente i dati riferiti al periodo,utilizzando una proporzione logica sulla base dei dati contabili riferiti all'anno precedente (importo proiettato = importo del periodo * importo intero esercizio anno precedente / importo del periodo anno precedente). Per quanto concerne infine gli studi di settore, si precisa che i dati extracontabili impostati per le simulazioni, potranno essere recuperati in automatico negli studi di settore delle dichiarazioni fiscali. Presentazione

6 Simulazione con Studi di settore Creazione anagrafica Costituisce la fase iniziale del flusso di lavoro relativo alle simulazioni, durante la quale loperatore memorizza, distintamente per anno, le posizioni anagrafiche dei soggetti che intende gestire. Per ogni soggetto vengono definite una serie di informazioni che consentono al programma di collegare le corrette elaborazioni. Laccesso a questa gestione avviene in modo non frequente, ma solo quando si intende definire o modificare le caratteristiche generali del soggetto; trattandosi appunto di caratteristiche generali, le stesse non sono soggette a frequenti modifiche. Anzi, spesso si ripetono invariate nel tempo, ragion per cui è prevista una specifica funzione di utilità (pulsante Aggiornamento da a.p.) che consente di recuperare le informazioni anagrafiche generali dall'archivio simulazioni dell'anno precedente.

7 Simulazione con Studi di settore Creazione anagrafica

8 Anno : inserire lanno di imposta a cui si riferisce la simulazione. Tipo quadro :la gestione simulazioni prevede tre differenti tipologie di posizioni, variabili in base al tipo quadro. Attività : in caso di più attività è possibile generare posizioni multiple con riferimento allo stesso soggetto/anno, agendo sul campo in argomento. Identificativo contabilità : consente di definire gli elementi identificativi del collegamento alla contabilità (codice soggetto / Progressivo attività) Metodologia di controllo applicabile: linformazione consente di collegare alla successiva gestione della simulazione, il controllo riferito agli studi di settore o ai parametri. Codice studio di settore e numero progressivo unità produttiva: campi gestibili ed obbligatori solo se la metodologia di controllo applicabile è costituita dagli studi di settore. Rapporto presunto tra ricavi e costo venduto e presunta incidenza % prodotti finiti su rimanenze totali: campi facoltativi, gestibili solo se tipo quadro RF o RG, influenzano i conteggi allinterno della funzione "Presuntivo rimanenze simulazioni periodiche. Il primo campo rappresenta il rapporto tra le vendite ed il costo del venduto e, se impostato, consente di determinare in automatico lammontare delle rimanenze finali del periodo; il secondo campo, se impostato, consente di determinare in automatico lammontare delle rimanenze finali di prodotti finiti del periodo. Pulsante Gestione dati soci e collaboratori, consente di impostare alcune informazioni relative ai collaboratori familiari, agli associati in partecipazione ed ai soci, utili ai fini del calcolo dei parametri Simulazione con Studi di settore Creazione anagrafica

9 In presenza di stesso codice di SDS da un anno all'altro, il programma in fase di salvataggio dell'anagrafica chiede se si intende recuperare le informazioni (dati extra-contabili) dell'anno precedente Simulazione con Studi di settore Creazione anagrafica

10 Non esistono limiti sul numero di simulazioni effettuabili nel periodo di imposta; è possibile gestire, per ogni anno, sino a 365 differenti simulazioni. Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

11 Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

12 Per gestire la simulazione occorre definire la data di riferimento della stessa. Successivamente è possibile attivare laggiornamento dalla contabilità, che può avvenire secondo differenti modalità: 0 - Nessuno; 1 - Proiezione su base mensile: aggiorna i dati della prima colonna (dati effettivi) sulla base delle risultanze contabili, e quelli della seconda colonna (importi proiettati) sulla base della seguente formula: importo proiettato = importo del periodo / numero mesi periodo * numero mesi esercizio; 2 - Proiezione su base anno precedente (utilizzata nellesempio che segue): aggiorna i dati della prima colonna (dati effettivi) sulla base delle risultanze contabili, e quelli della seconda colonna (importi proiettati) sulla base della seguente formula: importo proiettato = importo del periodo * importo intero esercizio anno precedente / importo del periodo anno precedente 3 - Nessuna proiezione : aggiorna i dati della prima colonna (dati effettivi) sulla base delle risultanze contabili, senza aggiornare alcun campo della seconda colonna. Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

13 Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

14 Durante la fase di trasferimento da contabilità, viene eseguito un controllo formale dell'elaborazione che evidenzia eventuali anomalie riscontrate (ad ex., collegamenti contabili mancanti o incompleti per cespiti e/o ratei e risconti, etc.). Queste anomalie vengono raggruppate su specifico file errori, visualizzabile dall'operatore. Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

15 Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

16 Per ogni trasferimento da contabilità effettuato, il programma elabora in automatico una stampa di collegamento, sempre visualizzabile o stampabile dall'operatore in quanto associata alla singola simulazione, che consente di avere traccia dei dati che sono stati recuperati dalla contabilità e trasferiti all'interno della colonna "Dati effettivi" della videata di simulazione, verificando nel dettaglio gli importi che sono stati totalizzati all'interno dei singoli campi del prospetto di simulazione. Questo significa che per ogni campo del prospetto di simulazione, vengono riportate le voci di accumulo ad esso riferentisi; quindi per ogni voce logica vengono riportati i conti ad essa riferentisi. Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

17 L'aggiornamento da contabilità a simulazioni si basa sulle stesse logiche che sovrintendono ai trasferimenti verso i quadri delle dichiarazioni fiscali. L'aggiornamento da contabilità viene realizzato considerando sempre le risultanze degli ammortamenti, dei ratei e dei risconti sino alla data di riferimento della simulazione, al fine di fornire una rappresentazione il più possibile completa della situazione economica del contribuente. In tale ottica vengono considerati anche eventuali movimenti temporanei riferibili al periodo considerato. Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

18 Ogni simulazione si sviluppa su due livelli informativi: dati effettivi alla data di riferimento della simulazione e dati proiettati alla fine dell'esercizio. Questi ultimi (dati proiettati alla fine dell'esercizio) sono quelli che vengono dati in pasto ai motori di calcolo propri della metodologia di controllo applicabile. I dati proiettati alla fine dell'esercizio possono essere determinati in vari modi: - in occasione del trasferimento da contabilità, applicando o il metodo della proiezione mensile o quello della proiezione su base anno precedente. - direttamente in fase di gestione della simulazione, o imputando manualmente i dati presunti o richiedendo l'aggiornamento automatico in base alla proiezione mensile. Simulazione con Studi di settore Gestione simulazioni Gestione simulazioni

19 La simulazione delle rimanenze finali, attiva solo per attività di impresa (tipo quadro "RF" o "RG"), consente di determinare il valore presumibile delle rimanenze, sulla base di valori teorici predefiniti dall'operatore. Per ogni attività svolta dai contribuenti è possibile individuare un rapporto tra ricavi e costo del venduto. Detto rapporto è variabile in relazione alla tipologia di attività ed alle caratteristiche peculiari del contribuente. Simulazione con Studi di settore Calcolo Rimanenze Calcolo Rimanenze

20 Simulazione con Studi di settore Calcolo Rimanenze Calcolo Rimanenze

21 Simulazione con Studi di settore Calcolo Rimanenze Calcolo Rimanenze

22 - Ricavi per vendita: doppio campo gestibile manualmente dall'operatore, che può essere aggiornato in automatico dal prospetto importi simulazione. - Rimanenze iniziali di materie prime, semilavorati e prodotti finiti: doppio campo gestibile manualmente dall'operatore, che può essere aggiornato in automatico da prospetto importi simulazione. Per le rimanenze iniziali, l'importo effettivo e l'importo proiettato sono coincidenti. - Acquisti beni destinati alla rivendita o alla produzione: doppio campo gestibile manualmente dall'operatore, che può essere aggiornato in automatico da prospetto importi simulazione. - Costo del venduto al lordo delle rimanenze finali (B + C): doppio campo non gestibile manualmente dall'operatore, calcolato in automatico dal programma come : B + C - Rapporto presunto tra ricavi e costo del venduto: campo singolo gestibile manualmente dall'operatore, che può essere aggiornato in automatico sulla base di quanto memorizzato nell'anagrafica delle simulazioni. - Rimanenze finali materie prime, semilavorati, prodotti finiti: doppio campo non gestibile manualmente dall'operatore, calcolato in automatico dal programma come: D - (A / E). Nel caso in cui il risultato sia negativo, viene ritornata a video l'evidenziazione della presumibile anomalia. - Presunta incidenza % prodotti finiti su rimanenze totali : campo singolo gestibile manualmente dall'operatore, che può essere aggiornato in automatico sulla base di quanto memorizzato nell'anagrafica delle simulazioni. - Rimanenze finali di prodotti finiti: campo non gestibile manualmente dall'operatore, calcolato in automatico dal programma come : ((F * G) / 100). Nel caso in cui il campo F sia negativo, il campo H viene valorizzato a zero. Simulazione con Studi di settore Calcolo Rimanenze Calcolo Rimanenze

23 Simulazione con Studi di settore Calcolo Rimanenze Calcolo Rimanenze

24 Gestione che consente di pervenire alla determinazione del totale valore beni strumentali da utilizzare ai fini della metodologia di calcolo applicabile. E possibile recuperare i dati richiesti dal modulo Cespiti e Leasing. I dati recuperati dal dettaglio beni strumentali, vengono portati sia nella colonna dati effettivi che nella colonna dati proiettati. Simulazione con Studi di settore Calcolo beni strumentali Calcolo beni strumentali

25 Simulazione con Studi di settore Calcolo beni strumentali Calcolo beni strumentali

26 - Data esecuzione calcolo beni strumentali: campo che viene aggiornato in automatico in ritorno dall'esecuzione del programma calcolo modulo cespiti. - Valore lordo beni strumentali: campo gestibile manualmente o aggiornabile in automatico dalla specifica funzione di calcolo. - Valore beni strumentali di costo unitario inferiore a 516 euro: impostare manualmente il valore dei beni di costo unitario inferiore a 516 euro, non gestiti sul libro cespiti. - Valore beni strumentali in comodato: e abilitato il tasto F7 (bottone Aggiornamento) che permette di riportare, nei campi sottostanti alla griglia Beni in comodato/locaz., i valori ripresi dalla Gestione Leasing di Magix Valore beni strumentali in leasing: e abilitato il tasto F7 (bottone Aggiornamento) che permette di riportare, nei campi sottostanti alla griglia Beni in leasing, i valori ripresi dalla Gestione Leasing di Magix Totale valore beni strumentali: campo calcolato in automatico dal programma come somma dei quattro precedenti importi. -...di cui valore macchine ufficio, elettr..: campo gestibile manualmente o aggiornabile in automatico dalla specifica funzione di calcolo. Sul campo è attivo un controllo tale per cui la somma dei due campi "di cui …" non può eccedere il totale valore beni strumentali. -… di cui valore per autoveicoli per attività part. (int.,aut....): campo gestibile manualmente o aggiornabile in automatico dalla specifica funzione di calcolo. Sul campo è attivo lo stesso controllo di cui al campo precedente. Simulazione con Studi di settore Calcolo beni strumentali Calcolo beni strumentali

27 Simulazione con Studi di settore Calcolo beni strumentali Calcolo beni strumentali

28 Simulazione con Studi di settore Calcolo beni strumentali Calcolo beni strumentali

29 Dopo aver aggiornato e compilato la struttura dati è possibile aggiornare e compilare il relativo SDS ed eseguire i calcoli di congruità ed eventualmente di coerenza. I calcoli dei parametri e degli studi di settore sono effettuati utilizzando i motori di calcolo ministeriali disponibili, riferiti quindi all'annualità precedente alla simulazione. Le risultanze dei calcoli vengono associate alle singole simulazioni, per consentire all'operatore di avere una verifica della posizione del contribuente e di conservare nel tempo tutte le informazioni analitiche relative ai calcoli. Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

30 Ad ogni simulazione è associata una pagina contenente il riepilogo dei principali dati riferiti al calcolo eseguito ai fini della metodologia di controllo applicabile. Queste sintetiche informazioni consentono all'operatore di avere un'immediata visione di come il contribuente in esame sia posizionato nei confronti degli esiti della metodologia di controllo applicabile. Qualora l'operatore desiderasse disporre di maggiori dettagli relativamente all'esito del calcolo, può richiamare in visualizzazione il dettaglio calcolo. Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

31 Nel caso in cui la simulazione sia stata generata originariamente mediante la funzione di aggiornamento da contabilità, l'operatore può sempre disporre del dettaglio di collegamento, che mostra la composizione analitica delle righe importo, evidenziando per ognuna di esse i conti che l'hanno valorizzata, mostrandone anche i relativi ammontari. Quanto sopra è visualizzabile digitando il bottone di dettaglio trasferimento da contabilità, presente nella pagina dati calcolo, nell'area riservato all'aggiornamento da contabilità. Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

32 Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

33 In gestione simulazione è sempre possibile verificare la situazione fiscale del contribuente dal pulsante Dati calcolo Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

34 Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

35 In uscita dalla pagina dati è presente un riepilogo della situazione del contribuente sulla base delle diverse simulazioni effettuate Simulazione con Studi di settore Aggiornamento SDS Aggiornamento SDS

36 Proiezione mensile Proiezione mensile

37 La funzione in oggetto è richiamabile in un qualsiasi momento e indipendentemente dal tipo di proiezione selezionata in ingresso. La proiezione mensile consente di valorizzare in automatico la colonna 2 (dati proiettati a fine esercizio) utilizzando il metodo aritmetico della proiezione mensile, che generalmente risponde alla seguente formula : importo effettivo / numero mesi riferimento * 12 NB: La proiezione mensile non opera su tutte le voci, ma solo su quelle in cui una proiezione alla fine esercizio è significativa (l'esclusione riguarda, ad esempio, il valore dei beni strumentali, le plusvalenze, le rimanenze iniziali e finali). Proiezione mensile Proiezione mensile

38 La simulazione con metodologia di calcolo Parametri differisce dalla simulazione con SDS solo con riferimento al modello di controllo da aggiornare (Parametri piuttosto che SDS). Simulazione con Parametri

39

40 Stampe di utilità

41 1 - Stampa anagrafiche attività Questa stampa consente di disporre delle informazioni memorizzate nell'archivio anagrafico generale delle simulazioni (anagrafica contribuente, struttura soci ed altre informazioni di carattere generale). E' disponibile in versione estesa o in versione lista. 2 - Stampa dati simulazioni Questa stampa consente di elaborare tutte le informazioni relative alle specifiche simulazioni infrannuali memorizzate nell'archivio delle simulazioni infrannuali. Nell'accettazione limiti l'operatore ha la possibilità di definire : - il Tipo stampa (1 - Analitica; 2 - Sintetica). Di default il programma propone stampa analitica. - se limitare l'elaborazione solo all'ultima simulazione. Di default il programma propone di limitare la stampa solo all'ultima simulazione. - se includere nella stampa anche il Memo eventualmente associato ad ogni simulazione. Sono inoltre presenti: - la stampa dei memo; - la stampa del prospetto valutazione accertamento aut. SDS Stampe di utilità


Scaricare ppt "By Apogeo S.r.l. Simulazioni fiscali Infrannuali - SIM Modulo di analisi che costituisce un importante ed immediato strumento di controllo fiscale da utilizzare."

Presentazioni simili


Annunci Google