La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FastiOnLine www.fastionline.org Tra il 1946 e il 1987 l'Associazione Internazionale di Archeologia Classica (AIAC) ha pubblicato i Fasti Archeologici,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FastiOnLine www.fastionline.org Tra il 1946 e il 1987 l'Associazione Internazionale di Archeologia Classica (AIAC) ha pubblicato i Fasti Archeologici,"— Transcript della presentazione:

1 FastiOnLine Tra il 1946 e il 1987 l'Associazione Internazionale di Archeologia Classica (AIAC) ha pubblicato i Fasti Archeologici, una rivista che dava notizie brevi sugli scavi riguardanti l'area dell'impero romano, coinvolgendo soprintendenze, università e accademie in Italia e nel resto del Mediterraneo. Nel tempo, costi crescenti, ritardi nella pubblicazione e la creazione di moderni strumenti bibliografici si sono sommati fino a rendere sempre meno utile la loro edizione. Il consiglio direttivo dell'AIAC ha quindi deciso nel 1998 di abbandonare la pubblicazione cartacea dei Fasti e di passare a quella on-line, forma di comunicazione più agile e maggiormente adatta alla registrazione e diffusione dei risultati delle indagini archeologiche recenti inerenti ogni periodo storico.

2 Il database Grazie al generoso finanziamento del Packard Humanities Institute e alla collaborazione fattiva con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con l'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione è stata istituita una banca dati per la copertura sistematica degli scavi archeologici in corso in Italia e in altri paesi del Mediterraneo che man mano si stanno aggiungendo alliniziativa: Albania, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Malta, Romania, Serbia, Slovenia. La ricerca sulla mappa La mappa con la localizzazione degli scavi in corso è dotata di uno zoom ed è navigabile. E possibile interrogarla cliccando sui singoli punti ed entrando nella scheda corrispondente. Attualmente il database contiene scavi condotti dal 2000 ad oggi. La ricerca Il database può essere consultato seguendo varie strade.

3 La scheda La scheda contiene informazioni anagrafiche sul sito archeologico in corso di scavo, un breve sommario e la periodizzazione principale del sito. Direttori dindagine, team di scavo, enti di ricerca e finanziatori hanno visibilità nel sito. Dove possibile vengono forniti links ad altri web site sul progetto in corso. Le singole schede sono aggiornabili ad ogni nuova campagna di scavo in modo da mostrare levoluzione della ricerca. continua

4 Il sommario Il sommario ( parole) contiene un breve inquadramento dei risultati raggiunti durante la ricerca. Esso va firmato dagli autori in modo che possa essere citato come una qualunque altra fonte bibliografica. Poiché il sito è bilingue, ogni sommario viene tradotto in inglese a cura dei fasti. La bibliografia La bibliografia riguarda le pubblicazioni edite e in stampa sul sito archeologico in corso di scavo. Anchessa è aggiornabile.

5 La ricerca nel database La ricerca in FastOnLine può essere effettuata oltre che sulla mappa anche in modo libero, digitando il nome del sito (o qualunque altra cosa) nel box bianco in alto a destra: i risultati vengono visualizzati sia sulla mappa, sia in un elenco. Entrando quindi nella scheda, o nelle schede ottenute, si visualizzeranno tutte le altre informazioni. continua

6 Un altro esempio: Pompei

7 La ricerca avanzata Il database è interrogabile anche attraverso una serie di motori di ricerca, come il tipo di evidenza (villa, chiesa, ecc.), le regioni italiane, i paesi ecc. Esempio: Se facciamo una ricerca per tipo di evidenza e scegliamo nel vocabolario disponibile, ad esempio fornace, otteniamo 51 risultati, ovvero 51 scavi presenti nel database che hanno restituito fornaci.

8 Fasti On Line Documents & Research Per soddisfare le esigenze di approfondimento su uno scavo specifico è nata la rivista on-line FOLD&R, che accoglie relazioni di scavo, ampie sintesi, studi tematici ecc. Questi testi vengono referati da due membri del comitato di redazione, impaginati con immagini a colori e in bianco e nero e pubblicati on-line in formato pdf. FOLD&R è stato regolarmente registrato (ISSN ) ed è coperto da copyright come il resto del sito. Inoltre, ognuno di questi documenti viene registrato nella banca dati SOLAR appositamente creata per le pubblicazioni on-line dalla Biblioteca centrale G. Marconi del CNR. Il certificato di avvenuto deposito rilasciato dal CNR garantisce ulteriormente lautore e la conservazione della sua opera nel tempo.

9 FOLD&R - serie italiana Con il 2008 FOLD&R è arrivato alla sua quinta annata e contiene attualmente 101 contributi relativi ad approfondimenti di scavi in corso in Italia. I curatori e il comitato di redazione FOLD&R è regolato dal sistema del peer-review, per cui si avvale di due curatori (Elizabeth Fentress e Stefano De Caro) e di un comitato di redazione composto da specialisti di varie materie e da rappresentanti delle istituzioni che stanno favorendo la diffusione dei FastiOnline, invitando gli archeologi alla partecipazione.

10 Esempio di FOLD&R

11 Come si partecipa Scheda: per partecipare basta entrare in contatto, scaricare la scheda dal sito con relative norme, compilarla e mandarla via mail al project manager Helga Di Giuseppe. FOLD&R: La condizione per pubblicare un FOLD&R è compilare prima la scheda base. Quindi basta mandare allo stesso indirizzo un testo in word, un elenco di didascalie e immagini a colori o in bianco e nero (formato jpg, risoluzione 300 dpi). Limpaginazione è a cura della redazione. Le norme redazionali vanno richieste al project manager. La redazione garantisce la pubblicazione entro un mese dalla spedizione del materiale.

12 Lo staff dei FastiOnLine Elizabeth Fentress direttore Andrew Wallace-Hadrill direttore del Helga Di Giuseppe Project Guy Hunt e Stuart Eve - L - P : Archaeology responsabili del disegno e della manutenzione tecnica del Web Sally Cann: responsabile delle traduzioni Ringrazia per lattenzione e vi invita a partecipare Project Manager: Helga Di Giuseppe Direttore scientifico: Elizabeth Fentress Direttore del progetto: Andrew Wallace-Hadrill Web Site Design: Guy Hunt e Stuart Eve, LP Archaeology Project Manager: Helga Di Giuseppe Direttore scientifico: Elizabeth Fentress Direttore del progetto: Andrew Wallace-Hadrill Web Site Design: Guy Hunt e Stuart Eve, LP Archaeology Project Manager: Helga Di Giuseppe Direttore scientifico: Elizabeth Fentress Direttore del progetto: Andrew Wallace-Hadrill Web Site Design: Guy Hunt e Stuart Eve, LP Archaeology Project Manager: Helga Di Giuseppe Direttore scientifico: Elizabeth Fentress Direttore del progetto: Andrew Wallace-Hadrill Web Site Design: Guy Hunt e Stuart Eve, LP Archaeology


Scaricare ppt "FastiOnLine www.fastionline.org Tra il 1946 e il 1987 l'Associazione Internazionale di Archeologia Classica (AIAC) ha pubblicato i Fasti Archeologici,"

Presentazioni simili


Annunci Google