La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Luso di strumenti compensativi nei DSA Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (Trento) Centralmente Neurops. Clinica dello Sviluppo (Ascoli Piceno)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Luso di strumenti compensativi nei DSA Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (Trento) Centralmente Neurops. Clinica dello Sviluppo (Ascoli Piceno)"— Transcript della presentazione:

1 Luso di strumenti compensativi nei DSA Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (Trento) Centralmente Neurops. Clinica dello Sviluppo (Ascoli Piceno) Associazione It. Dislessia Latina, 23 Novembre 2011

2 Argomenti - Strumenti e tecnologie compensative per la Dislessia e i DSA - ALFa READER (caratteristiche e funzionalità) - IperMappe (Funzionalità)

3 Tipologie di intervento Preventivi Riabilitativi Compensativi e Dispensativi La tipologia dellintervento varia in relazione alleterogeneità dei profili funzionali e della fase di sviluppo/scolarizzazione. Di conseguenza gli interventi possono essere:

4 Interventi Compensativi Sono tutti quegli interventi che si attuano in fasi più avanzate del percorso scolastico (5° elem., scuola media e oltre), nelle situazioni in cui il disturbo è più severo e ormai poco modificabile, per cui non è più ragionevole ipotizzare un ripristino della funzione, e diventa invece necessario individuare le modalità più efficaci per vicariarla.

5 ….. gli strumenti compensativi (tecnologie) Esistono strumenti compensativi estremamente differenti per funzione, efficacia, flessibilità e difficoltà duso: tabella dei mesi, dellalfabeto calcolatrice computer (dotato con programmi di sintesi vocale, per costruire mappe concettuali e con word-processor dotati di correttore ortografico)

6 Risorse per compensare la DE e gli altri DSA Compensare i Disturbi Specifici dellApprendimento Compensare i Disturbi Specifici dellApprendimento Didattica compensativa Strategie compensative Tecnologie compensative Competenze compensative

7 Le strategie compensative Insieme di procedure, espedienti, stili di lavoro o apprendimento in grado di ridurre i limiti della disabilità o del disturbo. Fogarolo, F., Scapin, C. (2010), Competenze compensative, tecnologie e strategie per lautonomia degli alunni con Dislessia e altri DSA, Ed. Erickson AUTONOMEGENERALI Oggetto: verifiche-interrogazioni Obiettivo: risultato positivo Incidono sullefficacia dei processi cognitivi, di comprensione e di memorizzazione

8 Le Tecnologie Compensative Computer (flessibilità, molteplicità duso, applicatore di regole) Sistemi di registrazione/riproduzione della voce Da Introdurre quando la diagnosi e i bisogni sono stati ben accettati Necessità di un percorso di formazione e addestramento guidato di autonomia in cui il ruolo degli adulti è indispensabile Convenienti in caso di disturbo serio

9 Competenze Compensative Padronanza duso del computer con programmi compensativi per le proprie esigenze Integrazione tra strategie e tecnologie compensative

10 Compensare i Disturbi di Scrittura Due aspetti: EfficienzaEfficacia Impostazione Dattilografica

11 Come apprendere ad utilizzare correttamente la tastiera Apprendere a utilizzare correttamente la tastiera è una competenza basata su automatismi molto semplici e quindi non risulta difficile con un apposito metodo guidare i ragazzi a raggiungere una buona e corretta abilità di scrittura Fogarolo, F., Scapin, C. (2010), Competenze compensative, tecnologie e strategie per lautonomia degli alunni con Dislessia e altri DSA, Ed. Erickson Un metodo Utilizzando un programma Tutor Ingredienti

12 Progettato per guidare alladdestramento della tastiera i bambini ciechi e ipovedenti (oggi molto usato anche in caso di DSA) E un sistema di addestramento strutturato in 61 lezioni a difficoltà crescente (prima vengono presentati i 5 tasti dellalfabeto italiano che si trovano sotto le dita nella posizione dei riferimento: ASDFL e la barra spaziatrice). Nella seconda lezione si introduce il tasto G e poi via via gli altri. Il programma permette di visualizzare la velocità media (in battute al minuto) e il totale degli errori commessi. 10dita Il software 10dita è gratuito. Si può effettuare il download da internet in numerosi siti tra cui

13 Programma che si presenta come evoluzione del software 10dita Il percorso prevede 10 tappe (con una seppur ridotta comunque supervisione delladulto) Il programma si basa sul riconoscimento dellevoluzione delle competenze di scrittura (non su un sistema di autovalutazione) ed i parametri presi in considerazione sono la velocità (numero di battute in un minuto) e la correttezza (Numero di errori) attribuendo più importanza alla riduzione degli errori di battuta che non alla rapidità di scrittura. Scrivere veloci con la tastiera

14 Compensare la Disortografia (componente linguistica della scrittura) Vantaggi: Presente in tutti i più comuni programmi di video-scrittura (ad es. Word) Evidenzia visivamente gli errori ortografici commessi Svantaggi e Limiti: Il correttore ortografico permette unanalisi della struttura ortografica della parola (con un confronto con le parole contenute nel dizionario interno) ma non può offrire nessuna garanzia sullefficacia del controllo Correttore Ortografico Sintesi Vocale come correttore ortografico Correttore Ortografico

15 Lautomabile di papà, quella verdi, ha sete posti: ci staimo tute (ance il cono di Laura)

16 Sintesi vocale come correttore ortografico Leggere i propri testi con la sintesi vocale è un sistema molto efficiente per scoprire errori ortografici e di battuta Vantaggi: Riscontro immediato di quanto scritto (per parola oppure per frase) I processi di accomodamento (disponibili nella lettura con decodifica del testo scritto per lutilizzo di meccanismi di anticipazione lessicale) non funzionano bene con lascolto di un testo; rende evidente la differenza tra ciò che si voleva scrivere e ciò che si è scritto Svantaggi e Limiti: riconoscere che una parola è errata non significa saperla correggere (per questo è utile utilizzare questo sistema insieme al correttore ortografico)

17 Compensare il Disturbo della decodifica di lettura (Dislessia Evolutiva) 17 Deficit dei processi di decodifica (Dislessia Evolutiva) Apprendimento concettuale può avere ricadute Inteso come Comprensione del Testo decodificato autonomamente Lentezza e accuratezza nella decodifica Caratteristiche strutturali e sintattiche del testo scritto a causa Sforzo cognitivo ed attentivo

18 Assenza di deficit di comprensione del linguaggio orale (Aaron e Philips, 1986; Gough e Tunmer, 1986) Abilità di performance superiori a quelle verbali (Kim, Vaughn, Wanzek e Wei, 2004) Gli strumenti dovrebbero integrare queste due modalità, uditiva e visiva, per bypassare le difficoltà di decodifica in lettura. Compensare il Disturbo della decodifica di lettura (Dislessia Evolutiva) 18

19 Leggere con la sintesi vocale Leggere con la sintesi vocale è a tutto gli effetti una terza modalità di lettura cioè un terzo sistema di accesso al testo scritto (oltre allaccesso diretto al testo scritto -lettura autonoma- e allaccesso al testo letto da un lettore umano) Accesso diretto al testo Necessita di efficienza nelle abilità di decodifica Accesso al testo mediato da un lettore umano o registrazione Presenza fisica di una persona Accesso al testo con la sintesi vocale Permette una discreta autonomia nello studio

20 Per compensare efficacemente le difficoltà di decodifica in lettura? 1- Verificare le abilità di comprensione da ascolto 2- Usare i libri di testo in formato digitale.pdf (in alternativa ) 3- Software di lettura che consenta di mantenere il riferimento visivo su quello che la sintesi sta leggendo 4- Saper bilanciare con le informazioni visive la scarsa capacità espressiva della sintesi vocale 5- Saper passare dallascolto alla lettura intergrata (gestione della sintesi in base alle proprie esigenze)

21 Alcuni utili consigli pratici….. Quando introdurre la lettura con la sintesi vocale? Verso il 4°/ 5° anno della Scuola Primaria Come introdurre la lettura con la sintesi vocale? Procurarsi i libri digitali, usare la sintesi vocale in abbinamento al libro cartaceo, abbinare la sintesi a brevi brani di testo

22

23 Libro Digitale Formato digitalizzato del libro cartaceo Vantaggi: evita la fase di scannerizzazione ed è quindi possibile utilizzare direttamente il software di gestione della sintesi vocale e la sintesi vocale Libroaid: è un servizio dellAID che permette di ottenere libri di testo scolastico in formato digitale (.pdf)

24 ALFa READER Vers. 2.0 (Ausilio per la Lettura Facilitata) www2.erickson.it/lettorevocale Non è necessario installarlo in quanto presente su una chiavetta usb (portabilità) con capacità 4 GB (utili per memorizzare i propri documenti di studio) Apertura file PDF: Pulsante PDF Drag and Drop del file sul pulsante PDF (consente di non dover selezionare il file PDF da menù) Integrazione della sintesi vocale con i programmi più comuni e diffusi (Word e Writer) e le pagine internet Funzioni di base

25 Ambiente di studio PDF (gestione attiva della pagina) - Inserimento note - Inserimento di altri elementi grafici; - Funzione Timbri: utile ad es. per questionari a risposta multipla chiusa - Commenti vocali e allegati Integrazione con programmi di video-scrittura: - La funzione ECO in scrittura permette di avere un feedback tra ciò che si voleva scrivere e ciò che si è scritto (utile a compensare i disturbi di scrittura). Permette un monitoraggio costante dei processi di produzione del testo. Funzioni Avanzate

26 ALFa READER e i DSA Affrontare la Dislessia Evolutiva Art. 1 Comma 2 della Legge 170 del 8 Ottobre/2010 Ai fini della presente legge si intende per dislessia un disturbo specifico che si manifesta con una difficoltà nellimparare a leggere, in particolare nella decifrazione dei segni linguistici, ovvero nella correttezza e nella rapidità di lettura ALFa READER permette una gestione attiva della pagina durante la modalità di lettura e levidenziazione del testo sincrono alla lettura permette di seguire a video il testo e non perdere il segno ALFa READER consente di potenziare le capacità di comprensione in ascolto preservate nei ragazzi con DSA

27 ALFa READER e i DSA Affrontare la Disortografia Evolutiva Art. 1 Comma 4 della Legge 170 del 8 Ottobre/2010 Ai fini della presente legge si intende per disortografia un disturbo specifico di scrittura che si manifesta in difficotà nei processi linguistici di transcodifica ALFa READER attraverso la funzione ECO in scrittura (attivabile dal pannello opzioni) consente di controllare ortograficamente quanto si sta scrivendo (parole) o quanto si è scritto (frase) permettendo unitamente al correttore ortografico integrato di correggere gli errori commessi. Inoltre consente una revisione (in ascolto) del testo prodotto.

28 ALFa READER e i DSA Affrontare la Discalculia Evolutiva Art. 1 Comma 4 della Legge 170 del 8 Ottobre/2010 Ai fini della presente legge si intende per discalculia un disturbo specifico che si manifesta con una difficoltà negli automatismi del calcolo e dellelaborazione dei numeri ALFa READER attraverso la funzione Calcolatrice disponibile nella barra alfa reader consente di leggere numeri (durante la digitazione) ed operazioni permettendo di evitare errori di costruzione delloperazione e di calcolo mentale.

29 Utilizzo di ALFa READER Art. 5 Comma 1 della Legge 170 del 8 Ottobre/2010 Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari Al seguente link sono presenti video guide che spiegano nel dettaglio le funzioni di interattività di ALFa READER

30 In conclusione Leggere un testo scritto vuol dire poter contare su tracce stabili, che rimangono a disposizione il tempo necessario per interpretarle, che possono essere riviste tante volte quante ne richiede lutilizzo deciso dal lettore. […] La stessa decodifica può essere ripetuta a distanza di tempo senza cambiare. Questi vantaggi offerti dal testo scritto non sono a portata di tutti. […] I dislessici non rileggono mai un testo perché la rilettura non apporta necessariamente dei benefici. [..] Insomma, per i dislessici la lettura non è un vantaggio ma una minaccia sempre in agguato. Presentazione di G. Stella in Fogarolo, F., Scapin, C. Competenze compensative. Tecnologie e strategie per lautonomia scolastica degli alunni con dislessia e altri DSA, Ed. Erickson, Trento

31 Strategia compensativa Due processi di adattamento: Didattica Informatica Presentazione di G. Stella in Fogarolo, F., Scapin, C. Competenze compensative. Tecnologie e strategie per lautonomia scolastica degli alunni con dislessia e altri DSA, Ed. Erickson, Trento

32 IperMAPPE Un Software per la creazione e la gestione di mappe concettuali ipertestuali.

33 Simulazione della traccia per unattività di studio 1- Apertura del libro digitale (file pdf con drag and drop) 2- Impostazione della modalità di lettura Click and Play 3- Individuazione del paragrafo da studiare 4- Lettura del paragrafo con Click and Play (con letture ripetute) 5- Evidenziazione dei concetti significativi con funzione Evidenziatore 6- Esportazione in Word con funzione Esporta Riassunto (consente di esportare Box di testo, Note, parti evidenziate) 7- Lesportazione in word consente di ri-ascoltare iconcetti individuati come significativi 8- Costruzione mappa con IperMAPPE


Scaricare ppt "Luso di strumenti compensativi nei DSA Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (Trento) Centralmente Neurops. Clinica dello Sviluppo (Ascoli Piceno)"

Presentazioni simili


Annunci Google