La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Descrizione Semantica ad Alto Livello di Ambienti Virtuali in X3D Laureando: De Faveri Alessandro Relatore: Chia.mo Prof. Fabio Pittarello.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Descrizione Semantica ad Alto Livello di Ambienti Virtuali in X3D Laureando: De Faveri Alessandro Relatore: Chia.mo Prof. Fabio Pittarello."— Transcript della presentazione:

1 Descrizione Semantica ad Alto Livello di Ambienti Virtuali in X3D Laureando: De Faveri Alessandro Relatore: Chia.mo Prof. Fabio Pittarello

2 Obiettivi Il numero di ambienti virtuali sul web è in continuo aumento. Questo fattore, induce problemi di gestione, ricerca ed uso delle informazioni. Non esiste ad oggi, un metodo per la descrizione ad alto livello di mondi tridimensionali (descrizione degli oggetti e delle relazioni che intercorrono tra loro). Questo metodo dovrebbe permettere laggiunta di informazioni semantiche in maniera semplice e veloce, senza modificare la struttura del documento.

3 Il 3D per il Web Il nuovo linguaggio standard per il 3D sul Web è X3D, derivato da VRML. Promosso dal Web3D Consortium. Standard ISO/IEC 19775:2004. X3D utilizza XML per definire la sintassi. Sono presenti dei nodi metadata per aggiungere informazioni ai vari nodi.

4 Lo standard MPEG-7 Nato per descrivere i contenuti dei documenti multimediali. Può essere utilizzato per diversi tipi di documenti: immagini, audio, video, ecc… In alcuni lavori, è stato utilizzato per descrivere ambienti virtuali. La descrizione è indipendente dal medium preso in esame. Per ogni elemento presente, si possono rappresentare diverse features, sia a basso livello (dimensioni, colori, ecc..) sia ad alto livello (relazioni spaziali con gli altri elementi, ecc.).

5 Utilizzo di MPEG7 – un esempio Lavoro di P. Halabala per la descrizione di ambienti virtuali in X3D. MPEG-7 permette di descrivere relazioni non presenti nello schema ad albero di X3D come la possibilità di utilizzare elementi condivisi. Il lavoro prevede luso di unontologia esterna (dipendente dalla scena).

6 Il Web Semantico La ricerca di informazioni nel web è spesso imprecisa e presenta falsi positivi. È necessario arricchire le informazioni presenti con dati che ne descrivano la semantica e possano essere interpretati da una macchina o da un utente. Il Web Semantico, un progetto del W3C, è un insieme di regole, linguaggi e tools per ottenere questo scopo. Nato per descrivere documenti ipertestuali. "The Semantic Web is an extension of the current web in which information is given well-defined meaning, better enabling computers and people to work in cooperation." -- Tim Berners-Lee, James Hendler, Ora Lassila, The Semantic Web, Scientific American, May 2001

7 Oggetti Geometrici e Oggetti Semantici Un Oggetto Geometrico è una forma geometrica di basso livello presente in un ambiente virtuale come un cilindro o una mesh. Uno o più oggetti geometrici possono formare un Oggetto Semantico aggiungendo dei metadati che descrivano loggetto. Più Oggetti Semantici possono formare nuovi Oggetti Semantici, formando una struttura gerarchica.

8 Spazi Semantici: Interaction Loci Al fine di avere una descrizione più completa e precisa, alcuni oggetti semantici vengono associati ad uno spazio. Questo spazio è detto Interaction Locus. Si tratta di porzioni di spazio delimitate che hanno proprietà o significati specifici. Individualità morfologica. Sono tipicamente associati a categorie di azioni permesse e/o proibite allinterno di essi.

9 Le informazioni semantiche Le informazioni relative agli oggetti e agli spazi semantici sono rappresentate in parte nel file X3D e in parte nellontologia. X3D ontologia Oggetti Semantici Spazi Semantici

10 Lontologia Unontologia esterna in RDF/OWL è stata creata e utilizzata nella descrizione degli ambienti virtuali. Lontologia è indipendente dalla scena e più documenti diversi possono riferirsi alla stessa. Viene utilizzata per specificare quali classi di oggetti possono essere presenti e quali relazioni possono intercorrere tra essi. Può essere utilizzata per determinare la validità delle informazioni semantiche presenti nel file X3D. Permette di specificare molte relazioni, tra le quali la quella di condivisione di un oggetto tra due oggetti di livello superiore. Altre relazioni permettono di definire dei sinonimi per gli oggetti e informazioni addizionali.

11 Associare una semantica agli oggetti nel file X3D Per completare la descrizione semantica nello specifico file X3D, gli oggetti geometrici vengono posti in relazione con le classi semantiche descritte nellontologia attraverso luso dei nodi metadata. Per descrivere lambiente, è stata utilizzata una struttura bottom-up. La descrizione include la specifica delle relazioni tra gli oggetti, ad esempio contenutoDa e condivisoDa. Oltre agli oggetti presenti nella scena, sono stati descritti anche degli oggetti detti virtuali composti da aggregazioni di oggetti semantici di livello inferiore....

12 Associare una semantica agli Spazi nel file X3D Gli spazi sono stati delimitati utilizzando i nodi ProximitySensor. Loggetto semantico viene legato allo spazio dalla relazione delimitatoDa.

13 Scenari dUso Motori di ricerca per mondi tridimensionali. Scomposizione di ambienti virtuali e creazione di librerie di oggetti. Maggiore interazione con lambiente. Estrazione e visualizzazione automatica della struttura di un ambiente. Creazione di descrizioni ad alto livello di percorsi definiti allinterno di ambienti virtuali. Laggiunta di informazioni semantiche ad alto livello alle forme geometriche grezze permette di semplificare e automatizzare alcune operazioni sugli ambienti virtuali.

14 Il prototipo File X3D con le informazioni semantiche Ontologia indipendente dalla scena in OWL File XML che contiene i punti del percorso. Componente java che estrae i metadati dal file X3D Componente Java che estrae gli oggetti e le relazioni dallontologia Componente java che estrae la posizione dellutente nellambiente e gli spazi attraversati. Componente principale di coordinamento. X3 D OWL Informazioni di posizione Estrazione metadati Estrazione Struttura Processo Principale XML

15 Caso di Studio … …

16 Conclusioni La proposta utilizza due standard del web: X3D e il Web Semantico. Lintroduzione dei metadati nei documenti X3D avviene senza sostanziali modifiche al file permettendo di aggiornare velocemente i documenti esistenti. Luso di unontologia esterna in OWL permette di utilizzare gli strumenti già disponibili per il web semantico. Il caso di studio considerato permette di fornire una descrizione gerarchica ad alto livello in XML di un percorso allinterno di un ambiente virtuale complesso.


Scaricare ppt "Descrizione Semantica ad Alto Livello di Ambienti Virtuali in X3D Laureando: De Faveri Alessandro Relatore: Chia.mo Prof. Fabio Pittarello."

Presentazioni simili


Annunci Google