La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corrado Calvi Calvi Sistemi Andrea Mesturini Consorzio Comuni Acquedotto Monferrato Lanalisi dei dati raccolti dal sistema di supervisione come strumento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corrado Calvi Calvi Sistemi Andrea Mesturini Consorzio Comuni Acquedotto Monferrato Lanalisi dei dati raccolti dal sistema di supervisione come strumento."— Transcript della presentazione:

1 Corrado Calvi Calvi Sistemi Andrea Mesturini Consorzio Comuni Acquedotto Monferrato Lanalisi dei dati raccolti dal sistema di supervisione come strumento per la riduzione dei costi gestionali della rete San Sebastiano al Palatino – Roma, 16 aprile 2013

2 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Commissione nazionale per la vigilanza sulle risorse idriche (ConViRI) Relazione al Parlamento : «...la quota di investimenti è capace solo di mantenere lattuale stato di conservazione delle infrastrutture idrauliche e non di incidere positivamente sulla funzionalità delle stesse.» Dove reperire i fondi? aumenti tariffari e finanziamenti pubblici oppure recupero delle inefficienze insite in ogni sistema idraulico?

3 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Consorzio Comuni Acquedotto Monferrato Servizio idrico integrato: acquedotto, fognatura, depurazione 101 comuni nelle provincie di Asti, Alessandria e Torino 2000 km di rete idrica

4 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Gli Indicatori dellefficienza idraulica permettono il confronto tra la situazione di fatto e leccellenza Infrastructure Leakage Index (I.L.I.) e Litri / Presa / Giorno

5 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 CCAM ha elaborato il parametro di efficienza economica viene calcolato il costo dellinefficienza espresso come costo per Km di rete rispetto ai parametri ottimali di riferimento Costo dellacqua dispersa oltre allinevitabile Costo delle riparazioni oltre allinevitabile …………..

6 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Elaborazione del piano industriale – 1 Ottimizzazione degli investimenti da realizzare sulla base della simulazione dei costi e benefici delle varie attività La ripartizione suggerita è funzione dello stato della rete e delle disponibilità finanziarie e dei risultati che si intendono conseguire

7 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Elaborazione del piano industriale – 2 Dettaglio della quota «interventi finalizzati alla riduzione delle perdite» della slide precedente

8 Calvi Sistemi ha realizzato per CCAM il sistema di monitoraggio automatico delle dispersioni Funzioni: valutare quotidianamente lentità delle dispersioni sulle reti di adduzione valutare quotidianamente lentità delle dispersioni sulle reti di distribuzione, utilizzando metodologia IWA ricevere uninformazione chiara e tempestiva sulle reti che presentano anomalie valutare levoluzione della situazione nel corso del tempo San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

9 Architettura Processo di analisi Sensori in campo Acquisizione dati Scada Database Scada Presentazione dei risultati San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

10 Controllo reti di Adduzione Ramo Alfiano 1 punto di alimentazione 13 derivazioni misurate 5 derivazioni stimate 43 Km di rete San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

11 Controllo reti di Adduzione Validazione IntegrazioneElaborazione Report Anomalie Report di dettaglio Dati allo Scada San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

12 Controllo reti di Adduzione Validazione IntegrazioneElaborazione Report Anomalie Report di dettaglio Dati allo Scada San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

13 Controllo reti di Adduzione Validazione IntegrazioneElaborazione Report Anomalie Report di dettaglio Dati allo Scada San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

14 Reti di distribuzione: Misuriamo quanto è stato immesso nella rete Abitato di Moriondo Portata minima ottimale = 0,33 l/s Perdita inevitabile (UARL) = 0,27 l/s Volume giornaliero ottimale per il giorno analizzato = 175 m3 8 km di rete 800 abitanti serviti 340 allacciamenti 5 bar di pressione media Consumo minimo ottimale = 0,33 l/s Perdite inevitabili = 0,27 l/s Perdita oltre linevitabile 1,15 l/s = 76 m 3 /giorno..e lo confrontiamo con dei parametri San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

15 Controllo reti di Distribuzione Validazione Elaborazione Report Anomalie Report di dettaglio Dati allo Scada San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

16 Controllo reti di Distribuzione Validazione Elaborazione Report Anomalie Report di dettaglio Dati allo Scada Dettaglio informazioni Report del periodo Confronto anni scorsi San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

17 Controllo reti di Distribuzione Validazione Elaborazione Report Anomalie Report di dettaglio Dati allo Scada San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

18 Livelli di accesso alle informazioni Report e grafici specifici per 24 reti di adduzione e 78 reti di distribuzione. Accesso ai dati ricevuti dal sistema di supervisione per lanalisi di dettaglio. Report delle anomalie reti di adduzione e reti di distribuzione San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013

19 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Sistema di monitoraggio: ripercussioni sullefficienza idraulica 2011 vs m vs m3 ___________ 2012 vs m3

20 San Sebastiano al Palatino Roma, 16 aprile 2013 Sistema di monitoraggio: ripercussioni sullefficienza economica 2010/2011: aumento causato dai costi di ricerca e riparazione delle perdite occulte evidenziate dal sistema 2012/2013 Abbattimento del costo dellinefficienza

21 Corrado Calvi Andrea Mesturini San Sebastiano al Palatino - Roma, 16 aprile 2013 Acqua 2.0 Rilancio industriale del sistema idrico: Sogno o possibile realtà?


Scaricare ppt "Corrado Calvi Calvi Sistemi Andrea Mesturini Consorzio Comuni Acquedotto Monferrato Lanalisi dei dati raccolti dal sistema di supervisione come strumento."

Presentazioni simili


Annunci Google