La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO. LEX AEBUTIA II sec. a.C. LEX IULIA IUDICIORUM PRIVATORUM 17 a.C. IUDICIUM LEGITIMUM IUDICIUM IMPERIO CONTINENTIUM.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO. LEX AEBUTIA II sec. a.C. LEX IULIA IUDICIORUM PRIVATORUM 17 a.C. IUDICIUM LEGITIMUM IUDICIUM IMPERIO CONTINENTIUM."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO

2 LEX AEBUTIA II sec. a.C. LEX IULIA IUDICIORUM PRIVATORUM 17 a.C. IUDICIUM LEGITIMUM IUDICIUM IMPERIO CONTINENTIUM

3 Vindicatio rei C. Aquilius iudex esto. Si paret fundum quo de agitur ex iure Quiritium A. Agerit esse neque is fundus arbitrio C. Aquilii A. Agerio restituetur, quanti ea res erit, tantam pecuniam C. Aquilius iudex N. Negidium A. Agerio condemnato; si non paret absolvito. Sia giudice Caio Aquilio. Se risulta che il fondo di cui si tratta è di Aulo Agerio e quel fondo non sar à restituito ad A.A. in conformit à alla valutazione arbitrale del giudice Caio Aquilio, il giudice C.A. condanni Numerio Negidio nei confronti di A.A. per una somma pari al valore che la cosa avr à, se non risulta lo assolva.

4 Actio certae pecuniae C. Aquilius iudex esto. Si paret N. Negidium A. Agerio sestertios XXV nummos dare oportere, qua de re agitur, C. Aquilius iudex N. Negidium A. Agerio sestertios XXV nummos condemnato; si non paret absolvito. Sia giudice Caio Aquilio. Se risulta che Numerio Negidio deve dare ad Aulo Agerio 25 sesterzi – materia del contendere – il giudice C. Aquilio condanni N.N. nei confronti di A.A. per 25 sesterzi

5 Actio depositi in ius concepta C. Aquilius iudex esto. Quod A. Agerius apud N. Negidium mensam argenteam deposuit, qua de re agitur, quidquid ob eam rem N. Negidium A. Agerio dare facere oportet ex fide bona, eius C. Aquilius iudex N. Negidium A. Agerio condemnato; si non paret absolvito. Sia giudice Caio Aquilio. Poich é Aulo Agerio ha depositato presso Numerio Negidio un tavolo d argento – materia del contendere – con riguardo a tutto ciò che, per tale causa, Numerio Negidio deve dare o fare in favore di A.A. secondo buona fede, il giudice C.A. condanni N.N. nei confronti di A.A.; se non risulta lo assolva.

6 Actio Publiciana C. Aquilius iudex esto. Si quem hominem A. Agerius emit et is ei traditus est anno possedisset, tum si eum hominem de quo agitur ex iure Quiritium eius esse pareret, si ea res arbitrio C. Aquilii iudicis A. Agerio non restituetur quanti ea res erit tantam pecuniam C. Aquilius iudex N. Negidium A. Agerio condemnato, si non paret absolvito. Sia giudice C.A. Se qualora A.A. avesse posseduto per un anno lo schiavo che ha comperato e gli è stato consegnato, risultasse che lo schiavo di cui si tratta è suo in base al diritto dei Quiriti e la cosa non sar à restituita ad A.A. in conformit à alla valutazione arbitrale del giudice C.A., il giudice C.A. condanni N.N. nei confronti di A.A. per una somma pari al valore che avr à la cosa, se non risulta lo assolva

7 Actio depositi de peculio et in rem verso C. Aquilius iudex esto. Quod A. Agerius apud Stichum servum, qui in N. Negidii potestate est, mensam argenteam deposuit, qua de re agitur, quidquid ob eam rem Stichum servum si liber esset ex iure Quiritium A. Agerio dare facere oporteret ex fide bona, eius C. Aquilius iudex N. Negidium A. Agerio dumtaxat de peculio et si quid dolo malo N. Negidii factum est quo minus peculii esset vel si quid in rem N. Negidii inde versum est condemnato, si non paret absolvito Sia giudice C.A. Poiché A.A. ha depositato un tavolo dargento presso lo schiavo Stico, che è nella potestà di N.N. – materia del contendere – con riguardo a tutto ciò che, per tale causa, lo schiavo Stico, se fosse liber in base al diritto dei Quiriti, dovrebbe dare o fare a favore di A.A., secondo buona fede, il giudice C.A. condanni N.N. nei confronti di A.A., nei limiti del peculio, ivi incluso quanto per dolo di N.N. è stato eventualmente fatto sì che non si trovasse nel peculio oppure nei limiti di quanto da ciò sia stato eventualmente rivolto a profitto di N.N., se non risulta lo assolva.

8 Actio furti nec manifesti noxalis C. Aquilius iudex esto. Si paret A. Agerio a Sticho servo opeve consilio Stichi furtum factum esse paterae aureae sestertium X milium plurisve quam ob rem N. Negidium pro fure damnum decidere aut Stichum servum noxae dedere oportet quanti ea res fuit cum furtum factum est tantae pecuniae duplum aut Stichum servum noxae dedere C. Aquilius iudex N. Negidium A. Agerio condemnato, si non paret absolvito. Sia giudice C.A. Se risulta che ai danni di A.A. è stato commesso furto di una coppa d oro del valore di sesterzi o superiore, ad opera dello schiavo Stico o con l aiuto o su istigazione dello schiavo Stico, per la qual cosa N.N. deve pagare la composizione legale in quanto ladro oppure dare in espiazione lo schiavo Stico, il giudice C.A. condanni N.N. nei confronti di A.A. per una somma pari al doppio del valore che aveva la cosa al momento in cui è stato commesso il furto oppure a dare in espiazione lo schiavo Stico, se non risulta lo assolva

9 Exceptio doli Si in ea re nihil dolo malo A. Agerii factum sit neque fiat. Se nella questione nulla sia avvenuto o avvenga per dolo di A.A. Exceptio metus Si in ae re nihil metus causa factum est Se nella questione nulla è avvenuto a causa di timore (= violenza) Exceptio pacti conventi Si inter A. Agerium et N. Negidium non convenit, ne ea pecunia peteretur Se non è stato convenuto tra A.A. e N.N. che quel denaro non fosse richiesto Praescriptio Ea res agatur cuius rei dies fuit L azione verta sulla prestazione il cui termine è scaduto

10 FORMULA (CONCEPTA VERBA) PARTES FORMULARUM INTENTIO - DEMONSTRATIO - CONDEMNATIO - ADIUDICATIO CLAUSOLE ACCESSORIE EXCEPTIO - PRAESCRIPTIO (PRO ACTORE - PRO REO)

11 PARTICOLARITA ALCUNE ACTIONES CLAUSOLA ARBITRARIA (O RESTITUTORIA) FICTIO TRASPOSIZIONE DI SOGGETTI NOSSALITA

12 SVOLGIMENTO PROCESSO In ius vocatio (o vadimonium) - editio actionis IN IURE (postulatio actionis - eventuale confessio - altrimenti litis contestatio) Effetti litis contestatio: conservativo - preclusivo (ipso iure o ope exceptionis rei iudicatae vel in iudicium deductae) Problema adempimento convenuto durante fase apud iudicem (contrasto Sabiniani - Proculiani)

13 INDEFENSIO Actiones in rem (cosa mobile presente in iure - cosa mobile non presente in iure - cosa immobile) Actiones in personam (esecuzione personale o patrimoniale)

14 Processo apud iudicem Estinzione: 18 mesi (i. legitimum) Entro lanno di carica del pretore (i. imperio continens) Assenza di una parte (solis occasus) Assunzione mezzi di prova (testimoniale, documentale)

15 PROCESSO ESECUTIVO Manus iniectio Bonorum venditio Sentenza di condanna - obligatio iudicati - 30 gg. iusti - actio iudicati (in duplum) - sentenza di condanna (= titolo esecutivo) Missio in bona - proscriptio (30 o 15 gg., procedura concorsuale) - curator bonorum - infamia debitore - magister bonorum (lex venditionis) - bonorum emptor Bonorum distractio - cessio bonorum

16 MEZZI AUSILIARI DEL PROCESSO FORMULARE INTERDICTUM STIPULATIO RESTITUTIO IN INTEGRUM MISSIO IN BONA

17 INTERDICTA Restitutori Esibitori Proibitori A) adempimento spontaneo B) giudizio volto ad accertare la fondatezza dellinterdetto - formula arbitraria - procedimento per sponsionem

18 FATTI GIURIDICI (atti giuridici) (fatti giuridici in senso stretto) ATTI GIURIDICI (leciti) (illeciti) ATTI GIURIDICI LECITI (negozi giuridici) (atti giuridici in senso stretto)

19 ELEMENTI COSTITUTIVI DEL NEGOZIO GIURIDICO (Essenziali) (accidentali) LE PARTI (unilaterali, bilaterali, plurilaterali) NEGOZIO GIURIDICO BILATERALE (o PLURILATERALE) (CONTRATTO)

20 MANIFESTAZIONE DI VOLONTA TRA LE PARTI Negozi dichiarativi Negozi non dichiarativi (art , 2937 c.c.) FORMA DICHIARAZIONE NEGOZIALE Vincolata - libera 8art c.c.) CONTENUTO (possibili, determinato, lecito) CAUSA (negozi causali - negozi astratti) (artt. 1325, 1343 c.c.)

21 VALIDITA - INVALIDITA NEGOZIO NULLITA (art c.c.) ANNULLABILITA (art c.c.) Assenza forma vincolata Divergenza tra volontà e menifestazione (inconsapevole: errore ostativo, art c.c. - consapevole: riserva mentale - simulazione, art c.c) Incapacità delle parti Vizi della volontà (errore vizio, art c.c. - dolo, art ss. c.c. - violenza, art c.c.)

22 ELEMENTI ACCIDENTALI NEGOZIO GIURIDICO Condizione (art c.c.) Termine Modus

23 OBBLIGAZIONI Nozione I. 3.13pr.: Obligatio est iuris vinculum, quo necessitate adstringimur solvendae rei secundum nostrae civitatis iura Lobbligazione è un rapporto giuridico vincolante in base al quale siamo tenuti a prestare una cosa secondo il diritto della nostra città D pr.: obligationum substantia non in eo consistit, ut aliquod corpus nostrum aut servitutem nostram faciat, sed ut alium nobis obstringat ad dandum vel faciendum vel praestandum Lessenza delle obbligazioni non si trova nella circostanza che ci rendano titolari di un diritto di proprietà o di servitù ì, bensì che vincolino taluno ad eseguire nei nostri confronti una prestazione in dando, in faciendo, in praestando

24 Prestazione e suoi requisiti Dare, facere, praestare Determinata o determinabile, possibile, lecita Obbligazioni alternative Obbligazioni generiche Obbligazioni solidali Obbligazioni naturali (solutio retentio)

25 Fonti delle obbligazioni Gai Contratto - delitto D pr. (Res cottidianae) Contratto - delitto - da una serie di altre singole fattispecie (ex variis causarum figuris) Inst Contratto - quasi da contratto - delitto - quasi da delitto


Scaricare ppt "ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO. LEX AEBUTIA II sec. a.C. LEX IULIA IUDICIORUM PRIVATORUM 17 a.C. IUDICIUM LEGITIMUM IUDICIUM IMPERIO CONTINENTIUM."

Presentazioni simili


Annunci Google