La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI."— Transcript della presentazione:

1 LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI

2 Movimentazione manuale dei carichi Sintendono per : -movimentazione manuale dei carichi: le operazioni di trasporto o di sostegno di un carico per opera di uno o più lavoratori, comprese le azioni del sollevare, deporre, spingere, tirare, portare o spostare un carico, che per le sue caratteristiche o in conseguenza a delle condizioni ergonomiche sfavorevoli, comportano tra laltro il rischio di lesioni dorso lombari -Lesioni dorso-lombari: lesioni a carico delle strutture osteomiotendinee e nervovascolari a livello del dorso lombare

3 ART. 48:OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO -Il datore di lavoro adotta le misure organizzative necessarie o ricorre a mezzi appropriati, in particolare attrezzature meccaniche, per evitare la necessità di una movimentazione manuale dei carichi da parte dei lavoratori. -Qualora non sia possibile evitare la MMC per opera dei lavoratori, il datore di lavoro adotta le misure organizzative necessarie, ricorre ai mezzi appropriati o fornisce ai lavoratori stessi i mezzi adeguati, allo scopo di ridurre il rischio che comporta la MMC, in base allall. VI

4 Art. 48: obblighi del datore di lavoro -Nel caso in cui la necessità di una MMC ad opera del lavoratore non possa essere evitata, il datore organizza i posti di lavoro in modo che detta movimentazione sia quanto più possibile sana e sicura. -Sottopone alla sorveglianza sanitaria gli addetti alle attività di movimentazione manuale dei carichi.

5 ART. 49: Informazione e formazione Il datore di lavoro deve fornire ai lavoratori informazioni, in particolare per quanto riguarda: - Il peso di un carico - Il centro di gravità o il lato più pesante nel caso in cui il contenuto di un imballaggio abbia collocazione eccentrica - La movimentazione corretta dei carichi e i rischi che i lavoratori corrono se queste attività non vengono eseguite in maniera corretta

6 Caratteristiche del carico La MMC può costituire un rischio, anche dorso- lombare nei seguenti casi: -il carico è troppo pesante (30 kg) -è ingombrante o difficile da afferrare -il suo contenuto rischia di spostarsi -è collocato in una posizione tale per cui deve essere tenuto o maneggiato ad una certa distanza dal tronco o con una torsione o inclinazione del tronco

7 Sforzo fisico richiesto Può presentare un rischio nei seguenti casi: -è eccessivo -può essere effettuato soltanto con un movimento di torsione del tronco - può comportare un movimento brusco del carico - è compiuto con il corpo in posizione instabile

8 Caratteristiche dellambiente di lavoro Possono aumentare le possibilità di rischio nei seguenti casi: -lo spazio libero, in particolare verticale, è insufficiente per lo svolgimento dellattività richiesta -il pavimento è ineguale, quindi presenta rischi di inciampo o scivolamento -il posto o lambiente di lavoro non consentono al lavoratore la MMC a unaltezza di sicurezza o in una buona posizione -il pavimento o il punto di appoggio sono instabili La temperatura, lumidità o la circolazione dellaria sono inadeguate

9 Rischio dorso-lombare Lattività di MMC può comportare, tra laltro, rischio dorso-lombare se sono presenti le seguenti condizioni: -sforzi fisici che sollecitano in particolare la colonna vertebrale, troppo frequenti e prolungati -periodo di riposo fisiologico o di recupero insufficienti -distanze troppo grandi di sollevamento, di abbassamento o di trasporto -un ritmo imposto da un processo che non può essere modulato dal lavoratore

10 Fattori individuali di rischio Il lavoratore può correre un rischio nei seguenti casi: -inidoneità fisica al compito in questione -indumenti, calzature o altri effetti personale inadeguati -insufficienza o inadeguatezza delle conoscenze o della formazione

11 Fattori che rendono vulnerabile la schiena Diretti: -carico del peso troppo eccessivo -movimenti di torsione del corpo -posizioni instabili del corpo Indiretti: -scarsa attività fisica -alimentazione inadeguata -sovrappeso

12 Come deve essere movimentato un peso A schiena eretta, flettendo le ginocchia invece della colonna vertebrale. Le flessioni ripetute della colonna sono da evitare, è opportuno che il peso da movimentare non sia afferrato al suolo, ma vengo offerto alla presa del lavoratore a cm da terra.

13 Effetti dannosi Al fine di ridurre i rischi di lesioni dorso- lombari loperatore o gli operatori addetti alla movimentazione manuale dei carichi devono essere a conoscenza delle caratteristiche del carico e del corretto modo di sollevare il carico. Al fine di ridurre i rischi di lesioni dorso- lombari loperatore o gli operatori addetti alla movimentazione manuale dei carichi devono essere a conoscenza delle caratteristiche del carico e del corretto modo di sollevare il carico.

14 Peso stabilito Il carico da movimentare secondo la normativa, non deve avere peso superiore ai 30 Kg per gli uomini e 20 Kg per le donne. Il peso raccomandato diminuisce se sono presenti fattori aggravanti come: sollevamento con torsione del dorso; sollevamento con forte inclinazione della schiena; frequenza del sollevamento; distanza del carico dal corpo durante il sollevamento. Il carico da movimentare secondo la normativa, non deve avere peso superiore ai 30 Kg per gli uomini e 20 Kg per le donne. Il peso raccomandato diminuisce se sono presenti fattori aggravanti come: sollevamento con torsione del dorso; sollevamento con forte inclinazione della schiena; frequenza del sollevamento; distanza del carico dal corpo durante il sollevamento.

15 La colonna vertebrale La colonna vertebrale è composta da una serie di snodi posti l'uno sull'altro, le vertebre ed i dischi. La colonna vertebrale La colonna vertebrale è composta da una serie di snodi posti l'uno sull'altro, le vertebre ed i dischi. La pila di snodi, con i muscoli, sostiene il corpo e permette i movimenti della schiena: piegarsi in avanti, indietro, sul fianco e ruotare. La pila di snodi, con i muscoli, sostiene il corpo e permette i movimenti della schiena: piegarsi in avanti, indietro, sul fianco e ruotare.

16 MMC non corretta

17 MMC corretta

18 Consigli per il trasporto e il sollevamento dei carichi


Scaricare ppt "LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DI CARICHI."

Presentazioni simili


Annunci Google