La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1-Legislazione 2-Patologie correlate 3-Sorveglianza Sanitaria4-PREVENZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1-Legislazione 2-Patologie correlate 3-Sorveglianza Sanitaria4-PREVENZIONE."— Transcript della presentazione:

1 1-Legislazione 2-Patologie correlate 3-Sorveglianza Sanitaria4-PREVENZIONE

2 Legge 977/67 e succ. modifiche Tutela del lavoro dei minori Tutela del Lavoro femminile Legge 635/34 D.lgs. n. 151/2001: Tutela delle lavoratrici madri D.Lgs 626/94 Titolo V articolo 47,48 e 49, allegato VI Il minore non può essere adibito al trasporto di pesi per più di 4 ore durante la giornata, compreso il ritorno a vuoto. Prima la stessa normativa prevedeva < 15 anni 10 Kg 5 Kg > 15 anni 20 Kg 15 Kg le donne in gestazione e fino a sette mesi dopo il parto non devono essere adibite al trasporto e sollevamento dei pesi la 626 stabilisce le caratteristiche dei carichi, es. 30 Kg, un carico è troppo pesante LEGISLAZIONE

3 Azione della MMC e danni sulluomo Spalla,Arti superiori periartrite tendiniti Cuore, Pressione aumento dei battiti del cuore e della pressione arteriosa Muscoli lombalgie acute mialgie colonna vertebrale (rachide) ernia discale - artrosi

4 La MMC determina un possibile sovraccarico biomeccanico a livello di: PATOLOGIE CORRELATE rachide (colonna vertebrale) lombalgie acute, artrosi ernia al disco arti superiori CTD (Cumulative Trauma Disorders, malattie definite work related deseases dove lambiente di lavoro e le modalità esecutive dello stesso possono contribuire in maniera significativa al manifestarsi della patologia

5 PATOLOGIA COLONNA VERTEBRALE

6 Cenni di anatomia

7 LA COLONNA VERTEBRALE è formata da una serie di ossa sovrapposte mobili fra di loro, separate dai dischi intervertebrali

8 Sollecitazione dei dischi intervertebrali Alterazione del trofismo e struttura del disco degenerazione progressiva diminuzione altezza Sollecitazione delle articolazioni alterazioni del carico sulle faccette articolari interapofisarie degenerazione artrosica instabilità del segmento mobile dolore

9 Erniazione del disco sciatica

10 SORVEGLIANZA SANITARIA individuazione di situazioni patologiche allassunzione controlli periodici (art 48 c. 4 lettera c)

11 STRATEGIE PREVENTIVE Valutare se il rischio è presente quindi: organizzazione del personale frazionamento dei pesi ausili al sollevamento, ecc. formazione e training del personale

12 Nella valutazione del rischio derivato dalla MMC il datore di lavoro considera i fattori che influiscono sul carico del disco vertebrale altezza presa sollevamento verticale torsione busto distanza orizzontale dal baricentro facilità presa PESO RACCOMANDATO (FR) in quella determinata situazione lavorativa, per il quale il rischio di lesioni dorso-lombari è limitato per la maggior parte della popolazione sana Metodo NIOSH

13 Articolo 49: Il datore di lavoro è obbligato ai provvedere allinformazione e formazione dei lavoratori, in particolare per quanto riguarda: il peso del carico; le caratteristiche del carico (centro di gravità, lato più pesante); le modalità di corretto svolgimento delle specifiche manovre di movimentazione manuale, tenuto conto degli elementi di cui allallegato VI. INFORMAZIONE E FORMAZIONE

14 Formazione e training del personale sulle modalità di sollevamento sulle posture statiche e dinamiche in relazione al peso

15 100 kg 75 kg kg 35 kg 150 kg 20Kg 650 kg 140 kg La pressione allinterno del disco intervertebrale varia in relazione allattività svolta e postura

16 Forza che agisce sul disco intervertebrale ESEMPI

17

18

19 Progettazione ambientale CUOCI PASTA con valvola manuale per il riempimento e il ripristino del livello dell'acqua. movimentazione con manovella; coperchio bilanciato a molle in tutte le posizioni di apertura, BRASIERE Pentola ribaltabile


Scaricare ppt "1-Legislazione 2-Patologie correlate 3-Sorveglianza Sanitaria4-PREVENZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google