La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tecnica Amministrativa Modulo IV Lezione n.6 del 25/01/2010 Sistema Previdenziale ed Assistenziale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tecnica Amministrativa Modulo IV Lezione n.6 del 25/01/2010 Sistema Previdenziale ed Assistenziale."— Transcript della presentazione:

1 Tecnica Amministrativa Modulo IV Lezione n.6 del 25/01/2010 Sistema Previdenziale ed Assistenziale

2 SICUREZZA SOCIALE La sicurezza sociale consiste in interventi pubblici con obiettivo di garantire ai cittadini un livello minimo di reddito per tutelarli rispetto ai rischi più gravi INTERVENTI DELLO STATO Emanazione di norme giuridiche (Legislazione sociale) Erogazione di prestazioni tramite Enti Pubblici

3 SOGGETTI La Costituzione italiana fissa la solidarietà sociale come principio fondamentale dellordinamento giuridico italiano. SOGGETTI ATTIVI: organi che emanano le norme giuridiche e ne verificano il rispetto SOGGETTI PASSIVI: i cittadini che sono tenuto al rispetto delle norme giuridiche

4 CLASSIFICAZIONE DEI SOGGETTI ATTIVI IN BASE ALLAMBITO TERRITORIALE DI COMPETENZA 1)ORGANI STATALI con competenza su tutto il territorio nazionale (es. Consiglio Nazionale dellEconomia e del Lavoro – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) 2)ORGANI STATALI LOCALI con competenza circoscritta ad un ambito territoriale (es. Direzioni Provinciali del lavoro e Direzioni Regionali del lavoro) 3)ENTI PUBBLICI TERRITORIALI (es. Regioni, Province e Comuni) 4)ISTITUTI DI ASSICURAZIONE SOCIALE (es. INPS, INAIL, INPDAP) 5)SOGGETTI PRIVATI ( es. Organizzazioni Sindacali, Istitui di Patronato e di Assistenza, Organizzazioni Internazionali)

5 SOGGETTI PASSIVI Sono rappresentati dai Datori di Lavoro, dai Lavoratori Subordinati, dai Lavoratori Autonomi e Piccoli Imprenditori Art c.c.: datore di lavoro è colui che riceve una prestazione di lavoro in un rapporto di lavoro Art c.c. : lavoratore subordinato è colui che svolge unattività lavorativa alle dipendenze e sotto la direzione di un altro soggetto e dietro il corrispettivo di una retribuzione (dirigenti, quadri, impiegati ed operai) Art c.c.: lavoratore autonomo colui che si obbliga a compiere dietro corrispettivo unopera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio e senza vincolo di subordinazione Art c.c.: piccolo imprenditore sono i coltivatori diretti dei fondo, gli artigiani ed i piccoli commercianti ossia coloro che esercitano unattività professionale organizzata prevalentemente col lavoro proprio e dei componenti della propria famiglia

6 SICUREZZA E SALUTE Rischi del lavoratore L'art c.c. detta un principio generale: L'imprenditore è tenuto ad adottare, nell'esercizio dell'impresa, le misure che, secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrità fisica e la personalità morale dei prestatori di lavoro. Norme nazionali e internazionali che impongono obblighi al datore di lavoro per tutelare la sicurezza del lavoratore. D.Lvo 626/94: Normativa più recente introdotta in Italia che ha reso applicativo le misure che riguardano il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro previsto dal Consiglio della Comunità Europea.

7 OBBLIGHI PER IL DATORE DI LAVORO Obblighi in materia di sicurezza e salute: 1)Valutare rischi connesso allattività aziendale 2)Predisporre documento che deve contenere: a)Relazione sulla valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute; b)Individuazione delle misure di prevenzione di protezione c)Il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento dei livelli di sicurezza d)Designare il responsabile al servizio di prevenzione e protezione

8 Previdenza sociale E costituita dallinsieme di interventi che lo Stato pone in essere per tutelare il lavoratore e i familiari a carico che si trovano in situazioni inevitabili (es. malattia, invalidità, disoccupazione involontaria, vecchiaia). Il sistema previdenziale italiano assume la forma di una assicurazione sociale che ricava dai lavoratori i mezzi necessari per erogare le prestazioni ai cittadini. Presenta qualche caratteristica distintiva rispetto a quelle private:OBBLIGATORIA (versamento dei contributi sociali) ed ha FINALITA di Benessere Collettivo. SOGGETTI EROGATORI: INPS e INAIL SOGGETTI OBBLIGATI al versamento dei contributi: datori di lavoro

9 ASSISTENZA SOCIALE Art. 38 Costituzione: ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e all'assistenza. OMISSIS Consiste nellinsieme di Interventi Pubblici a tutela del cittadino. Modifiche temporali: Legge quadro per la realizzazione del sistema di interventi e servizi sociali. Tale legge assicura alle persone una serie di servizi sociali, promuove interventi per garantire la qualità della vita, riduce le condizioni di disabilità, bisogno e disagio familiare ed individuale. Le REGIONI assumono un ruolo preminente in materia sanitaria e socio-sanitaria. Per valutare la effettiva necessità dei soggetti richiedenti: Indicatore della Situazione Economica

10 SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO Basato su 3 pilastri Previdenza di base: destinata a perdere peso nel tempo progressivamente per effetto dellinnalzamento delletà pensionabile e per effetto delle modifiche introdotte alle modalità di calcolo delle pensioni Previdenza complementare: serie di interventi per istituire i fondi pensione per accumulare il TFR. Servono a rafforzare la previdenza di base garantendo alle famiglie una copertura pensionistica adeguata alle loro aspettative Previdenza Individuale: resta affidata alle possibilità economiche dei singoli e delle famiglie.


Scaricare ppt "Tecnica Amministrativa Modulo IV Lezione n.6 del 25/01/2010 Sistema Previdenziale ed Assistenziale."

Presentazioni simili


Annunci Google