La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunic/ AZIONE Modulo B La comunicazione interpersonale Classe 2AQ ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE C. PESENTI - BERGAMO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunic/ AZIONE Modulo B La comunicazione interpersonale Classe 2AQ ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE C. PESENTI - BERGAMO."— Transcript della presentazione:

1 comunic/ AZIONE Modulo B La comunicazione interpersonale Classe 2AQ ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE C. PESENTI - BERGAMO

2 comunic/ AZIONE Finalità: Arricchire le strategie di intervento dellallievo nella propria esperienza quotidiana. Unità di lavoro N. 2 LA COMUNICAZIONE NON VERBALE

3 comunic/ AZIONE Pre-requisiti: brevi cenni sulla comunicazione (argomento già svolto nella classe prima) REFERENTE Ciò a cui si riferisce il messaggio EMITTENTE Chi invia il messaggio CANALE Il mezzo fisico che permette al messaggio di passare MESSAGGIO Ciò che si comunica CODICE Linsieme dei segni convenzionali in cui è formulato il messaggio CANALE Il mezzo fisico che permette al messaggio di passare DESTINATARIO Chi riceve il messaggio

4 comunic/ AZIONE Confronto con gli uditori sulla comunicazione non verbale Pre-requisiti: brevi cenni sulla comunicazione (argomento già svolto nella classe prima) LINGUAGGI NON VERBALI Linguaggi fonico-acustici Linguaggi fonico-acustici Linguaggi visivi Linguaggi visivi Linguaggi tattili Linguaggi tattili Linguaggi gustativi Linguaggi gustativi Linguaggi olfattivi Linguaggi olfattivi

5 comunic/ AZIONE Obiettivo: Riconoscere limportanza del feedback per migliorare la comunicazione Attività di gruppo ( 6 allievi attori) Compilazione scheda Compilazione scheda Aula Aula Tempi 120 minuti UNITÀ DI LAVORO Mimare le emozioni Scheda descrittiva: Mod. B UL 2 Scheda descrittiva: Mod. B UL 2 Informazione preliminare Informazione preliminare Proposta stimolo (mimare le emozioni) Proposta stimolo (mimare le emozioni) Proposta stimolo (recita lemozione) Proposta stimolo (recita lemozione) Proposta stimolo (recita lemozione - osservatori) Proposta stimolo (recita lemozione - osservatori)

6 comunic/ AZIONE Osservazioni degli alunni Si è riscontrata qualche difficoltà nellindividuare latteggiamento di interesse. Osservazioni dellinsegnante Si è riscontrata qualche difficoltà nellindividuare latteggiamento di interesse. Osservazioni dellinsegnante Alcuni cambiamenti nella postura del corpo durante linformazione preliminare. Alcuni cambiamenti nella postura del corpo durante linformazione preliminare. Massima partecipazione durante la proposta stimolo. Massima partecipazione durante la proposta stimolo. Un allievo invitato a mimare, ha partecipato in modo serio, collaborativo e costruttivo allattività, dopo mesi di apatia e disinteresse. Un allievo invitato a mimare, ha partecipato in modo serio, collaborativo e costruttivo allattività, dopo mesi di apatia e disinteresse. UNITÀ DI LAVORO Mimare le emozioni

7 comunic/ AZIONE Lunità è stata divisa in due momenti che si sono svolti nellaula di informatica, dove il supporto del tecnico è stato indispensabile. 1 a fase Attività individuale Analisi del grafico allegato Analisi del grafico allegato Proiezione del lucido della scheda Messaggi non verbali (Espressioni) Proiezione del lucido della scheda Messaggi non verbali (Espressioni)scheda Proiezione delle immagini (alcune tratte dal CD allegato, altre trovate su internet) Proiezione delle immagini (alcune tratte dal CD allegato, altre trovate su internet) Compilazione scheda Tempi 100 min Compilazione scheda Tempi 100 minscheda Osservazioni Dibattito acceso, supportato anche da quanto appreso nella fase della sistematizzazione. Non è stata attuata la fase dellintergruppo, perché, visto il coinvolgimento di ogni allievo, si è preferito dare spazio alle osservazioni dei singoli. UNITÀ DI LAVORO Mimare le emozioni

8 comunic/ AZIONE 2 a fase Attività individuale Laboratorio di informatica Laboratorio di informatica Proiezione del lucido della scheda La comunicazione vocale Proiezione del lucido della scheda La comunicazione vocalescheda Confronto con gli uditori Confronto con gli uditori Scheda di approfondimento (compito da svolgere a casa) Scheda di approfondimento (compito da svolgere a casa) Scheda di approfondimento Scheda di approfondimento Tempi: 40 minuti Osservazioni È prevalso in questa fase laspetto ludico. UNITÀ DI LAVORO Mimare le emozioni

9 comunic/ AZIONE Obiettivo: Imparare a gestire lazione comunicativa in modo coerente allo scopo Attività individuale - Lezione dialogata Lezione dialogataLezione dialogata Laboratorio di informatica Laboratorio di informatica Scheda descrittiva Scheda descrittiva Scheda descrittiva Scheda descrittiva Visione dei quattro filmati (sul CD Allegato) Visione dei quattro filmati (sul CD Allegato) Compilazione della scheda Compilazione della schedascheda Osservazioni individuali e non di gruppo (scelta dei ragazzi) Osservazioni individuali e non di gruppo (scelta dei ragazzi) Tempi: 90 minuti UNITÀ DI LAVORO Gli stili comunicativi Osservazioni È stato presentato lo schema prima della scheda descrittiva Pag. 61

10 comunic/ AZIONE Lezione frontale in aula (stili comunicativi) stili comunicativistili comunicativi Presentazione scheda descrittiva Presentazione scheda descrittivascheda descrittivascheda descrittiva Esercitazione individuale Esercitazione individuale Esercitazione individuale Esercitazione individuale Confronto dei risultati (lavoro di gruppo) Confronto dei risultati (lavoro di gruppo) Lezione dialogata: la comunicazione e il contesto (interpersonale informale e formale) Lezione dialogata: la comunicazione e il contesto (interpersonale informale e formale)comunicazione Tempi: 100 minuti Osservazioni Si è tralasciato di affrontare Il contesto del gruppo da inserire nel modulo C. UNITÀ DI LAVORO Gli stili comunicativi

11 comunic/ AZIONE Obiettivo: Sviluppare la capacità di ascolto attivo Attività del gruppo classe Aula Aula Lezione dialogata: saper ascoltare Lezione dialogata: saper ascoltare Tempi: 80 minuti UNITÀ DI LAVORO Lascolto Osservazioni Non si è fatto uso del registratore al fine di spingere gli allievi a prendere in modo preciso e responsabile appunti; i ragazzi sono stati puntuali nel cogliere gli elementi fondamentali. Informazione preliminare (come ascoltare) Informazione preliminare (come ascoltare) Scheda descrittiva: Mod. B UL 4 Scheda descrittiva: Mod. B UL 4 Proposta stimolo (le dicerie) Proposta stimolo (le dicerie) Sistematizzazione (sapere ascoltare) Sistematizzazione (sapere ascoltare)

12 comunic/ AZIONE Attività del gruppo classe Aula Aula Larte di porre domande (osservazioni) Larte di porre domande (osservazioni) Lettura e commento: larte di tacere Lettura e commento: larte di tacere Tempi: 80 minuti Osservazioni Poco spazio è stato dato alle osservazioni degli alunni per mancanza di tempo. Scheda descrittiva: Mod. B UL 4.2 Scheda descrittiva: Mod. B UL 4.2 Proposta stimolo (ricostruisci lavventura) Proposta stimolo (ricostruisci lavventura) Sistematizzazione (larte di porre domande) Sistematizzazione (larte di porre domande) Scheda di approfondimento (larte di tacere) Scheda di approfondimento (larte di tacere) UNITÀ DI LAVORO Lascolto

13 comunic/ AZIONE PUNTI DI FORZA Partecipazione attiva di ogni singolo allievo. Partecipazione attiva di ogni singolo allievo. Allievo attore-spettatore. Allievo attore-spettatore. Superamento delle abituali timidezze individuali degli allievi. Superamento delle abituali timidezze individuali degli allievi. Maggiore interazione con il docente. Maggiore interazione con il docente.LIMITI Non corrispondenza tra i tempi indicati nel progetto e quelli di attuazione. Non corrispondenza tra i tempi indicati nel progetto e quelli di attuazione. Non funzionalità di alcuni materiali Non funzionalità di alcuni materiali Non è stato attuato il momento di verifica previsto per mancanza di tempo. Non è stato attuato il momento di verifica previsto per mancanza di tempo. Conclusioni

14 Relatori Prof.ssa Carmen De Giorgi Prof.ssa Carmen De Giorgi Prof.ssa Giusy Zoncheddu Prof.ssa Giusy Zoncheddu Si ringrazia il prof. Salvatore Macaluso per la collaborazione. Si ringrazia il prof. Salvatore Macaluso per la collaborazione.

15 comunic/ AZIONE Varie espressioni facciali o del corpo

16 comunic/ AZIONE Varie espressioni facciali o del corpo

17 comunic/ AZIONE Tipologia di messaggi non verbali

18 comunic/ AZIONE Stili comunicativi


Scaricare ppt "Comunic/ AZIONE Modulo B La comunicazione interpersonale Classe 2AQ ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE C. PESENTI - BERGAMO."

Presentazioni simili


Annunci Google