La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Salerno Assessorato alle Politiche Sociali e Pari Opportunità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Salerno Assessorato alle Politiche Sociali e Pari Opportunità"— Transcript della presentazione:

1 Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Salerno Assessorato alle Politiche Sociali e Pari Opportunità

2 Regolamento per listituzione della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità tra uomo e donna

3 Istituzione ART. 1 E istituita presso lAmministrazione Provinciale di Salerno la Commissione Provinciale per le Pari Opportunità tra uomo e donna; Essa è unorganismo permanente, che si propone di contribuire alla effettiva attuazione dei principi di uguaglianza e di parità tra i cittadini, sanciti dallart. 3 della Costituzione, anche mediante lattuazione di azioni positiveai sensi delle Leggi 164 /90 e 125/91.

4 Art. 2 Finalità della Commissione sono la promozione e la realizzazione di Pari Opportunità tra uomo e donna nelleducazione e nella formazione, nella cultura e nei comportamenti, nella partecipazione alla vita politica, sociale ed economica, nelle istituzioni, nella vita familiare e professionale e per rimuovere gli ostacoli che, di fatto impediscono la piena parità di lavoro e nel lavoro. Finalità

5 la composizione e la nomina avvengono secondo l Art. 4 dello Statuto così come integrato al punto 2 e ex novo punto 7 con delibera del Consiglio Provinciale del , n.ro 14. Composizione e Nomina

6 La Commissione Provinciale per le Pari Opportunità consiliatura Il Presidente della Provincia dott. Angelo Villani Tropiano Mariassunta Truda Giovanna Viscusi Rosmina Marinari Marina Buonocore Carmela Ferraioli Luigia Corvino Marilinda Stoia Rosalba Vairo Giuseppa Gallo Filomena Presidente Commissione P.O. Orlando Maria Rosaria Vice Presidente Antonini Alberta Casella Giuseppina Carbone Roberta Telese Giuseppina MEMBRO DI DIRITTO – La Consigliera Di Parità (Integr. punto 2, delib. N.ro 14) Componenti:

7 Partecipano ai lavori della Commissione con voto consuntivo : lAssessore alle Politiche Sociali e Pari Opportunità Dr. Guerrino Terrone lAssessore gestione risorse Umane Dott. ssa Maddalena Arcella il Presidente III Commissione Consiliare Consigliere dott. Luigi Crispino

8 PARI OPPORTUNITÀ normativa fondamentale

9 Il principio di parità nella Costituzione ARTICOLO 3

10 uguaglianzaformale Tutti i cittadini hanno pari dignità e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua,di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. ARTICOLO 3

11 uguaglianzasostanziale. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitando di fatto la libertà e luguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e leffettiva partecipazione di tutti i lavoratori allorganizzazione politica, economica e sociale del Paese ARTICOLO 3

12 FAMIGLIA Articoli 29 e 30 In particolare, lart. 29 co. 2 sancisce che il matrimonio è fondato sulleguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dellunità familiare

13 LAVORO E RETRIBUZIONE art. 4- co. 1 La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto art. 37- co. 1 La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire ladempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione.

14 DIRITTI POLITICI art. 48 Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età.

15 ACCESSO AI PUBBLICI UFFICI E ALLE CARICHE ELETTIVE art. 51 co. 1 Tutti i cittadini delluno e dellaltro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove le pari opportunità tra donne e uomini.

16 Art. 117, co. 7 Le leggi regionali rimuovono ogni ostacolo che impedisce la piena parità degli uomini e delle donne nella vita sociale, culturale ed economica e promuovono la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive ACCESSO AI PUBBLICI UFFICI E ALLE CARICHE ELETTIVE

17 La semplice enunciazione del principio deve ora concretarsi nella specifica necessità di una oggettiva sostanzialità di condizioni che permettano alla modifica costituzionale leffettiva applicazione. ACCESSO AI PUBBLICI UFFICI E ALLE CARICHE ELETTIVE

18 Leggi elettorali Quote rosa

19 Legge 860/50 PROTEZIONE DELLE LAVORATRICI MADRI Segna un netto progresso nellimpostazione politica del rapporto maternità-lavoro: la legge afferma il principio per cui la maternità non deve essere ritenuta una causa di minor rendimento della lavoratrice, ma piuttosto un fatto di positiva rilevanza sociale.

20 Anni 60 caratterizzati dalla netta ripresa economica del dopoguerra. Prendono forma definitiva alcuni principi fondamentali per lattuazione dellart. 37 della Costituzione: la prima strutturazione dei salari in funzione della parità retributiva; il divieto delle clausole di nubilato nei contratti della lavoratrice; 1963 laccesso senza limiti a tutti gli uffici e professioni; 1967 la ratifica della Convenzione di New York sui diritti politici delle donne;

21 Anni 70 donna-famiglia e famiglia- lavoro lavoro occasionale part-time determina una situazione discriminata e di inferiorità di carriera e di trattamento salariale sono una componente sistematica del pattern femminile di partecipazione al mercato del lavoro il lavoro domestico il lavoro extradomestico

22 MOVIMENTO FEMMINISTA La donna non riesce a mediare lo squilibrio risorse-bisogni Emergono tensioni soggettive, ma anche una presa di coscienza collettiva: una volontà di rifiuto della propria condizione personale, ma anche forme di organizzazione e di lotta, sulle quali si sviluppa il movimento femminista.

23 Riforma del diritto di famiglia artt. 143 e 144 sancisce luguaglianza di diritti e doveri tra coniugi art. 147 la loro identica responsabilità nei confronti dei figli

24 Anni 80 Dibattito vasto e articolato in sede comunitaria Superamento del concetto di parità formale Assunzione del concetto di parità sostanziale

25 parità sostanziale Eliminazione di situazioni discriminatorie uguaglianza delle opportunità Attraverso AZIONI POSITIVE

26 Legge n. 125/1991 segna il salto dalla Cultura della Parità a quello della Pari Opportunità

27 Legge 164/90 Commissione Nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra Uomo e Donna presso la Presidenza del Consiglio Dei Ministri promuove luguaglianza tra i sessi rimuovendo ogni discriminazione diretta e indiretta nei confronti delle donne e ogni ostacolo di fatto limitativo della parità in conformità allarticolo 3 della Costituzione

28 Organismi di parità LEGGI ISTITUTIVE DEGLI ORGANISMI DI PARITÀ La legge 164/90 istituisce la Commissione Nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra uomo e donna presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. La legge 125/91 istituisce il Comitato Nazionale di Parità operante presso il Ministero del Lavoro. La legge 215/92 istituisce il Comitato per l'imprenditoria femminile, operante presso il Ministero dell'Industria.

29 con decreto del Presidente del Consiglio 28 ottobre 1997, n. 405, è stato istituito il Dipartimento per le Pari Opportunità, che costituisce la struttura amministrativa di supporto per il lavoro della Ministra per le Pari Opportunità.

30 Carta dei diritti fondamentali dellUnione Europea testo approvato nel Consiglio Europeo di Nizza, 7-9 dicembre 2000 art. 23 – parità tra uomini e donne La parità tra uomini e donne deve essere assicurata in tutti i campi, compreso in materia di occupazione, di lavoro e di retribuzione. Il principio della parità non osta al mantenimento o alladozione di misure che prevedono vantaggi specifici a favore del sesso sottorappresentato.


Scaricare ppt "Commissione per le Pari Opportunità della Provincia di Salerno Assessorato alle Politiche Sociali e Pari Opportunità"

Presentazioni simili


Annunci Google