La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana PRESIDENZA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana PRESIDENZA."— Transcript della presentazione:

1 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana PRESIDENZA DELLA REGIONE SICILIANA Office of evaluation policies and Strategic audit Knowledge intelligence and innovation for a susteinable growth Strategic planning of Sicilian Region Palermo, november 30, 2010

2 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana POWER IS NOTHING WITHOUT CONTROL

3 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana Dal government allagovernance Palermo, november 30, 2010 adozione di scelte concretamente attuabili che costituiscono il fondamento della democrazia e del principio di legalità

4 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana La governance regionale messa a sistema del complesso delle attività della Regione messa a sistema di modelli, metodologie e strumenti tendenti a favorire la cooperazione e la convergenza degli obiettivi delle politiche pubbliche perseguite nei vari ambiti territoriali messa a sistema di modelli, metodologie e strumenti tendenti ad orientare le decisioni degli enti strumentali e delle società partecipate verso gli obiettivi di risultato posti dal Governo messa a sistema di modelli, metodologie e strumenti orientati al risultato, attraverso un idoneo percorso di pianificazione, programmazione, valutazione e controllo Governance Interna Governance Esterna Governance Interistituzionale Obiettivi Palermo, november 30, 2010

5 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana La centralità delle priorità politiche e degli obiettivi strategici Sfide Obiettivi strategici Esauriscono le priorità politiche dellintera legislatura Contengono tutti gli obiettivi dellintera programmazione regionale Parola dordine: S E M P L I F I C A R E !!! Palermo, november 30, 2010

6 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana indicazioni programmatiche Essere ispirati a senso di realismo, concretezza, attualità, rigore, legalità e senso di appartenenza ad una regione autonoma Essere ispirati a senso di realismo, concretezza, attualità, rigore, legalità e senso di appartenenza ad una regione autonoma regioni non debbono reclamare ma competere nella geografia dei territori e per competere con chance di vittoria ogni corpo, istituzionale e sociale non può seguire modelli altrui aventi storia, tradizione, cultura, abitudini e risorse diverse, ma disegnare nuovi modelli anche di comportamento che tengano conto proprio delle caratteristiche intrinseche di un territorio regioni non debbono reclamare ma competere nella geografia dei territori e per competere con chance di vittoria ogni corpo, istituzionale e sociale non può seguire modelli altrui aventi storia, tradizione, cultura, abitudini e risorse diverse, ma disegnare nuovi modelli anche di comportamento che tengano conto proprio delle caratteristiche intrinseche di un territorio affidare alla razionalità e non ai sentimenti, i punti di forza e di debolezza. affidare alla razionalità e non ai sentimenti, i punti di forza e di debolezza. Palermo, november 30, 2010

7 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana Il dilemma fra dichiarazione e azione Rispetto di un efficace sistema di regole, non ridondante e non pervasivo, che potenzia e amplifica lazione e le capacità amministrative e istituzionali. Rispetto di un efficace sistema di regole, non ridondante e non pervasivo, che potenzia e amplifica lazione e le capacità amministrative e istituzionali. Le regole credibili, condivise e diffuse incidono sui sistemi in termini di economie di scala, condivisione di metodi, uniformità di comportamenti, credibilità ed efficacia dellazione amministrativa. Le regole credibili, condivise e diffuse incidono sui sistemi in termini di economie di scala, condivisione di metodi, uniformità di comportamenti, credibilità ed efficacia dellazione amministrativa. Le regole rafforzano i legami collettivi, migliorano il benessere dei cittadini, diminuiscono i costi, rendono chiara lofferta di servizi, non tradiscono le aspettative, rendono accessibile, in ugual modo, i sistemi di fornitura di beni e servizi pubblici per tutti. Le regole rafforzano i legami collettivi, migliorano il benessere dei cittadini, diminuiscono i costi, rendono chiara lofferta di servizi, non tradiscono le aspettative, rendono accessibile, in ugual modo, i sistemi di fornitura di beni e servizi pubblici per tutti. Palermo, november 30, 2010

8 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana Il partenariato e la centralità della strategia Revisione semantica e di partecipazione Revisione semantica e di partecipazione Rivolgersi ad un partenariato economico-sociale attento, coinvolto e convinto, agli Enti locali quali soggetti attori e non spettatori che rafforzano e rendono credibile, indirizzandola e supportandola, lazione di Governo Rivolgersi ad un partenariato economico-sociale attento, coinvolto e convinto, agli Enti locali quali soggetti attori e non spettatori che rafforzano e rendono credibile, indirizzandola e supportandola, lazione di Governo far operare in concerto ed in armonia, ascoltando partenariato ed enti, collaborando attraverso i percorsi formali ed informali, ricercando tutte le forme di semplificazione che conducano a tempi certi e rapidi e ad operare ad esclusivo interesse dei giovani, delle donne, degli uomini e delle imprese siciliani far operare in concerto ed in armonia, ascoltando partenariato ed enti, collaborando attraverso i percorsi formali ed informali, ricercando tutte le forme di semplificazione che conducano a tempi certi e rapidi e ad operare ad esclusivo interesse dei giovani, delle donne, degli uomini e delle imprese siciliani Palermo, november 30, 2010

9 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana Le risorse anteporre le pari opportunità fra donne e uomini, il merito, la competenza, la professionalità, ladeguatezza e la non discriminazione delle risorse umane a qualsiasi altro sistema di coinvolgimento, selezione e valutazione è prima condizione necessaria per lo sviluppo di una società e di una amministrazione moderna. anteporre le pari opportunità fra donne e uomini, il merito, la competenza, la professionalità, ladeguatezza e la non discriminazione delle risorse umane a qualsiasi altro sistema di coinvolgimento, selezione e valutazione è prima condizione necessaria per lo sviluppo di una società e di una amministrazione moderna. guardare con attenzione ai contributi che provengono dalla valorizzazione del cosiddetto diversity management: la componente proveniente da paesi differenti rappresenta una preziosa risorsa di ulteriori competenze e abilità che arricchiscono il nostro tessuto economico e sociale. guardare con attenzione ai contributi che provengono dalla valorizzazione del cosiddetto diversity management: la componente proveniente da paesi differenti rappresenta una preziosa risorsa di ulteriori competenze e abilità che arricchiscono il nostro tessuto economico e sociale. Palermo, november 30, 2010

10 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana Credere nei giovani E infine, finalmente, credere ad una Sicilia giovane, che crede nei giovani e da loro opportunità e spazio, coinvolgendo, motivando, soddisfacendo e rendendo orgogliosi i giovani di poter trovare la loro strada in Sicilia, contribuendo con il loro entusiasmo e la loro voglia di fare ad un vero cambiamento. Mortificare le aspettative dei Giovani, soprattutto di quelli più qualificati che hanno ricevuto formazione e vissuto esperienze anche lontane dalla nostra terra ma che vogliono scommettere sulla Sicilia è un crimine che ipoteca il sano sviluppo della Sicilia E infine, finalmente, credere ad una Sicilia giovane, che crede nei giovani e da loro opportunità e spazio, coinvolgendo, motivando, soddisfacendo e rendendo orgogliosi i giovani di poter trovare la loro strada in Sicilia, contribuendo con il loro entusiasmo e la loro voglia di fare ad un vero cambiamento. Mortificare le aspettative dei Giovani, soprattutto di quelli più qualificati che hanno ricevuto formazione e vissuto esperienze anche lontane dalla nostra terra ma che vogliono scommettere sulla Sicilia è un crimine che ipoteca il sano sviluppo della Sicilia Palermo, november 30, 2010

11 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana La classe dirigente La classe dirigente è tale se decide di decidere in autonomia, osando, rischiando, non presidiando e tutelando interessi particolari ma servendo la collettività, lavorando per progetti, con tempi, obiettivi, metodi e processi chiari e regolati. La classe dirigente è tale se decide di decidere in autonomia, osando, rischiando, non presidiando e tutelando interessi particolari ma servendo la collettività, lavorando per progetti, con tempi, obiettivi, metodi e processi chiari e regolati. Alla classe dirigente è richiesta maturità, consapevolezza dei propri doveri e responsabilità che riesce a guardare al di là di logiche corporative, superando individualismo, inazione e autoreferenzialità, credendo intimamente di essere un agente di sviluppo, non avendo paura del confronto, aperto, schietto e franco. Alla classe dirigente è richiesta maturità, consapevolezza dei propri doveri e responsabilità che riesce a guardare al di là di logiche corporative, superando individualismo, inazione e autoreferenzialità, credendo intimamente di essere un agente di sviluppo, non avendo paura del confronto, aperto, schietto e franco. Palermo, november 30, 2010

12 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana Il ruolo della P.A. Alla pubblica Amministrazione è affidato il compito arduo di indirizzare e regolare i sistemi deputati allo sviluppo, estendendo anche al sistema delle Autonomie Locali quanto recentemente dal Censis (Resint, 2008) che è evidente che il sistema dellimpresa da solo non può essere portatore di sviluppo. La crescita di un territorio è il frutto di una azione corale che spesso, in Sicilia, appare solo enunciata, ma poco praticata. Forti restano i condizionamenti di tipo ambientale, molte le criticità che caratterizzano il sistema delle infrastrutture materiali e molto complessa si rivela, nei fatti, la possibilità di fare rete, mettendo in comune servizi e strategie, sebbene da questo punto di vista alcuni tentativi siano in atto. Alla pubblica Amministrazione è affidato il compito arduo di indirizzare e regolare i sistemi deputati allo sviluppo, estendendo anche al sistema delle Autonomie Locali quanto recentemente dal Censis (Resint, 2008) che è evidente che il sistema dellimpresa da solo non può essere portatore di sviluppo. La crescita di un territorio è il frutto di una azione corale che spesso, in Sicilia, appare solo enunciata, ma poco praticata. Forti restano i condizionamenti di tipo ambientale, molte le criticità che caratterizzano il sistema delle infrastrutture materiali e molto complessa si rivela, nei fatti, la possibilità di fare rete, mettendo in comune servizi e strategie, sebbene da questo punto di vista alcuni tentativi siano in atto. Palermo, november 30, 2010

13 Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana UFFICIO DI DIRETTA COLLABORAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE SERVIZIO DI VALUTAZIONE E CONTROLLO STRATEGICO Il Servizio di Valutazione e Controllo strategico del Presidente della Regione è uno dei tre uffici di diretta collaborazione del Presidente della Regione previsti dallarticolo 2 del Decreto Presidenziale 10 maggio 2001, n. 8 per il supporto allesercizio delle proprie competenze e per il raccordo con gli uffici dellAmministrazione. LUfficio è stato costituito con il Decreto Presidenziale n. 105/Gab del 5 giugno 2002 ed ha il compito di redigere appositi piani strategici distinti per Dipartimenti riferiti al Presidente, per i Suoi Uffici di diretta collaborazione, per gli Uffici Speciali alle sue dipendenze e per gli Uffici alle Sue dirette dipendenze individuando altresì il complesso degli indicatori per la valutazione della Dirigenza Generale di riferimento e di tutta la dirigenza direttamente dipendente dal Presidente. Via G. Magliocco, Palermo Telefono: 091 – – Fax Palermo, november 30, 2010


Scaricare ppt "Ing. Virgilio Bellomo Palermo, 27/10/2005 Villa Malfitano Presidenza della Regione Siciliana PRESIDENZA."

Presentazioni simili


Annunci Google