La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGRAMMAZIONE TRA AZIENDA SANITARIA E COMUNI Dott. Andrea Rossi DIRETTORE DISTRETTO AZIENDA USL DI IMOLA 37° CONGRESSO NAZIONALE ANMDO, Bologna, 9 giugno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGRAMMAZIONE TRA AZIENDA SANITARIA E COMUNI Dott. Andrea Rossi DIRETTORE DISTRETTO AZIENDA USL DI IMOLA 37° CONGRESSO NAZIONALE ANMDO, Bologna, 9 giugno."— Transcript della presentazione:

1 PROGRAMMAZIONE TRA AZIENDA SANITARIA E COMUNI Dott. Andrea Rossi DIRETTORE DISTRETTO AZIENDA USL DI IMOLA 37° CONGRESSO NAZIONALE ANMDO, Bologna, 9 giugno

2 02 TUTELA PROGRAMMAZIONE COMMITTENZA LE FUNZIONI DEL DISTRETTO Piano Strategico e Attuativo Locale Azienda USL di Imola, 2011

3 03 LA PROGRAMMAZIONE E UN METODO DI LAVORO CHE PERMETTE DI OPERARE DELLE SCELTE SECONDO CRITERI PREDEFINITI UNA DEFINIZIONE Porter, 1997

4 04 FRA LA STRATEGIA (CONTENUTI E SCELTE DI TIPO POLITICO)… LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA …E LA TATTICA (CONTENUTI E SCELTE DI TIPO TECNICO) DAlessandro, 2004

5 05 DALLA DEFINIZIONE DELLE POLITICHE DI SERVIZIO E DI ASSISTENZA SANITARIA … UNA DIVERSA PROSPETTIVA … ALLA DEFINIZIONE DELLE POLITICHE INTERSETTORIALI DI SALUTE DELLA COMUNITA Health of the Nation, UK, 1992

6 06 DETERMINANTI DI SALUTE

7 07 IL GRAFICO DI DEVER

8 08 IL NUOVO SISTEMA DI GOVERNANCE ALLARGATA IN EMILIA ROMAGNA GLI ENTI LOCALI DEVONO ASSICURARE, IN MODO UNITARIO E INTEGRATO, LA FUNZIONE DI GOVERNO (PROGRAMMAZIONE, REGOLAZIONE E VERIFICA DEI RISULTATI) DEL SISTEMA SOCIO-SANITARIO LE CONFERENZE TERRITORIALI SOCIALI E SANITARIE E COMITATI DI DISTRETTO SONO GLI STRUMENTI DI RACCORDO ISTITUZIONALE FRA ENTI LOCALI E AZIENDE SANITARIE Piano Sociale e Sanitario Regionale

9 09 I PRINCIPI (1) DELLA GOVERNANCE ALLARGATA SEPARARE LE FUNZIONI PUBBLICHE DI GOVERNO DALLE FUNZIONI DI PRODUZIONE DEI SERVIZI E DELLE PRESTAZIONI Piano Sociale e Sanitario Regionale FAVORIRE LINTEGRAZIONE DELLE STRATEGIE DI GOVERNO PER PRODURRE NUOVE OPPORTUNITA E ALLEANZE DERIVANTI DALLA SINERGIA DELLE POLITICHE PER LA SALUTE (AMBIENTALI, URBANISTICHE, EDUCATIVE, LAVORO, ECC.) CON UN DISEGNO CONDIVISO CHE ORIENTI LE AZIONI VERSO OBIETTIVI COMUNI

10 10 I PRINCIPI (2) DELLA GOVERNANCE ALLARGATA SUPERARE VISIONI SETTORIALI PER DARE RISPOSTE A BISOGNI COMPLESSI CON STRUMENTI ED AZIONI SINCRONE (PROGRAMMAZIONE INTEGRATA SOCIALE E SANITARIA) Piano Sociale e Sanitario Regionale FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ED IL COINVOLGIMENTO DEI PROFESSIONISTI NELLE SCELTE: DARE VOCE AGLI UTENTI ED AGLI OPERATORI ACCRESCE LA COESIONE E LA FIDUCIA NEL SISTEMA

11 11 I PRINCIPI (3) DELLA GOVERNANCE ALLARGATA RECEPIRE IL CONTRIBUTO DEL VOLONTARIATO E DEL TERZO SETTORE PER DIFFONDERE LE RETI DI PROTEZIONE SOCIALE E DI COLLABORAZIONE Piano Sociale e Sanitario Regionale INDIVIDUARE IL DISTRETTO QUALE AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE PER PORTARE A SINTESI QUESTE ISTANZE DI PROGRAMMAZIONE

12 12 GLI STRUMENTI DELLA PROGRAMMAZIONE ATTO (PROVINCIALE) DI INDIRIZZO E COORDINAMENTO Piano Sociale e Sanitario Regionale PIANO STRATEGICO (AZIENDALE) E ATTUATIVO LOCALE PIANO (DISTRETTUALE) PER LA SALUTE ED IL BENESSERE SOCIALE

13 13 LE NUOVE SEDI DELLA PROGRAMMAZIONE UFFICIO DI SUPPORTO DELLA CONFERENZA TERRITORIALE SOCIALE E SANITARIA (CTSS) Piano Sociale e Sanitario Regionale NUOVO UFFICIO DI PIANO (DISTRETTUALE)

14 14 LE FASI DELLA PROGRAMMAZIONE ANALISI DEL CONTESTO (PROFILO DI COMUNITA) DEFINIZIONE OBIETTIVI E AZIONI MONITORAGGIO DEL PROGRAMMA VALUTAZIONE DEI RISULTATI AZIONI CORRETTIVE

15 15 OPPORTUNITA (TEORICHE) COORDINAMENTO, EFFICACIA ED EFFICIENZA DEGLI INTERVENTI VALORIZZAZIONE DEL PROTAGONISMO DI TUTTI I SOGGETTI COMUNITARI SUPERAMENTO DEI RISCHI DI SETTORIALITA E DI AUTOREFERENZIALITA

16 16 RISCHI (PRATICI) COMPLESSITA E CONFUSIONE DEI RUOLI DEI DIVERSI SOGGETTI ENFASI SUL PROCESSO E SULLA TEORIA PIUTTOSTO CHE SUI CONTENUTI OPERATIVI DELLA PROGRAMMAZIONE DIFETTO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI ESITI DEGLI INTERVENTI

17 17 DEFINIRE GLI OBIETTIVI SE NON SI E CERTI DI DOVE SI VUOLE ANDARE, SI RISCHIA, SENZA VOLERLO, DI FINIRE ALTROVE. Confucio

18 18 TRACCIARE LA ROTTA VISION SENZA AZIONE E SOLO SOGNO. AZIONE SENZA VISION E SOLO AGITARSI. VISION E AZIONE POSSONO CAMBIARE IL MONDO. Joel Barker

19 19 VERIFICARE E RENDICONTARE ACCOUNTABILITY E UNA PAROLA CHIAVE NELLE DEMOCRAZIE ANGLOSASSONI. IN ITALIA NON E STATA ANCORA TRADOTTA. Indro Montanelli


Scaricare ppt "PROGRAMMAZIONE TRA AZIENDA SANITARIA E COMUNI Dott. Andrea Rossi DIRETTORE DISTRETTO AZIENDA USL DI IMOLA 37° CONGRESSO NAZIONALE ANMDO, Bologna, 9 giugno."

Presentazioni simili


Annunci Google