La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La promozione delle minoranze linguistiche locali in Trentino PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio per la Promozione delle Minoranze Linguistiche Locali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La promozione delle minoranze linguistiche locali in Trentino PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio per la Promozione delle Minoranze Linguistiche Locali."— Transcript della presentazione:

1 La promozione delle minoranze linguistiche locali in Trentino PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio per la Promozione delle Minoranze Linguistiche Locali Servizio au zo halta di mindarhaitn vo dar provinz vo Tria Servisc per la Promozion de la mendranzes linguistiches locales Omt za unterstitzn de lokaln sprochminderhaitn Via Gazzoletti, Trento Tel fax Internet::

2 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali MAPPA DELLE MINORANZE LINGUISTICHE LOCALI Cianacei / Canazei Ciampedel / Campitello di Fassa Mazin / Mazzin Poza / Pozza di Fassa Vich / Vigo di Fassa Soraga Moena Palai en Bersntol / Palù del Fersina Vlarotz / Fierozzo Garait / Frassilongo Lusern / Luserna

3 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LINTERVENTO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO IN DIFESA DELLE MINORANZE LOCALI La Provincia di Trento è un ente territoriale con una particolare autonomia garantita costituzionalmente: è competenza a emanare leggi ed adottare i conseguenti provvedimenti amministrativi è dal 1971 trasferimento alla Provincia delle funzioni più incisive è lorganizzazione amministrativa è articolata in Servizi che sono le unità fondamentali e operative della struttura provinciale

4 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LAZIONE DELLA PROVINCIA AUTOMOMA DI TRENTO unattenzione sviluppatasi nel tempo La complessità delle azioni di tutela: ò non riguarda una sola materia ò è trasversale e riferita ad ambiti diversificati ò ha come riferimento un dato sociale

5 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LEVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO I FONDAMENTI La Costituzione n art. 3 –pari dignità dei cittadini senza distinzione di lingua n art. 6 –principio costituzionale di tutela delle minoranze linguistiche –limite di merito alla competenza legislativa –rispetto dellinteresse nazionale

6 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LEVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO I FONDAMENTI I° Statuto di Autonomia (1948) è art. 2 n pari dignità e salvaguardia caratteristiche etniche e culturali è art. 87 n insegnamento del ladino nella scuola elementare n rispetto toponomastica, cultura e tradizioni

7 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LEVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO LEVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO I FONDAMENTI II° Statuto di Autonomia (1972) è art. 2 (confermato) è art. 15 destinazione di idonei stanziamenti per la tutela delle tre minoranze linguistiche è art. 48 garanzia di una rappresentanza ladina in Consiglio provinciale è art valorizzazione iniziative culturali e rispetto toponomastica e tradizioni 4 insegnamento lingua e cultura ladina nella scuola 4 principio territoriale (L.P. n. 19/1976)

8 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LEVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO I FONDAMENTI n Statuto del Comprensorio ladino di Fassa 4Sviluppo e attuazione civiltà ladina 4Gruppo linguistico ladino n Legge provinciale n. 3/2006, art. 19 Statuto del Comun General de Fascia: deliberato da tutti i Comuni ladini ed approvato con legge provinciale. La legge disciplina i compiti e le funzioni amministrative del ComunGeneral. Statuti delle Comunità comprendenti i comuni mòcheni e Luserna: gli statuti delle Comunità devono contenere specifiche disposizioni volte ad assicurare la tutela di queste popolazioni.

9 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali GLI ISTITUTI DI DEMOCRAZIA n Democrazia diretta –Legge regionale n. 15/1972 –D.P.G.R. n. 3/L-1984 –Legge provinciale n. 3/2003 n Rappresentanza –Legge costituzionale n. 2/2001 –Legge provinciale n. 2/2003 –Legge provinciale n. 3/2006

10 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali IL DECRETO LEGISLATIVO n. 592/93 e s.m. Norme di attuazione dello Statuto speciale n estensione della tutela alle popolazioni mòchene e cimbre n uso della lingua ladina negli uffici, atti pubblici e carte didentità bilingui n insegnamento della lingua e della cultura ladina nella scuola e reclutamento insegnanti n precedenza dei ladini negli uffici pubblici e nei concessionari di pubblici servizi n ripristino dei cognomi in forma originaria n interventi di promozione attraverso trasmissioni radio-televisive n rilevazione della popolazione ladina tramite censimento

11 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LA LEGGE n. 482/99 ndisciplina delle delimitazioni territoriali e organismi di coordinamento neducazione linguistica nuso della lingua ammessa a tutela nadozione toponimi conformi a tradizioni e usi locali nripristino dei cognomi originari nconvenzioni con il servizio pubblico radio- televisivo nfinanziamenti agli enti locali Legge quadro a tutela delle minoranze linguistiche

12 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LA LEGGE PROVINCIALE n. 4/1999 NORME PER LA TUTELA DELLE POPOLAZIONI DI LINGUA MINORITARIA NELLA PROVINCIA DI TRENTO 4 Principi 4 Determinazioni territoriali 4 rilevazione della popolazione mòchena e cimbra tramite censimento 4 Istituzione del Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali 4 Conferenza delle minoranze 4 Fondo provinciale per la tutela delle minoranze linguistiche locali

13 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali PRINCIPI PRINCIPI è Promozione, sviluppo e salvaguardia delle caratteristiche etniche, culturali e linguistiche delle minoranze è Lingua, cultura, usi e costumi delle minoranze come patrimonio di tutta la comunità provinciale

14 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali ISTITUZIONE DEL SERVIZIO PER LA PROMOZIONE DELLE MINORANZE LINGUISTICHE LOCALI Compiti ò Coordinamento ed impulso delle attività dei servizi provinciali competenti ò Assistenza e consulenza agli enti locali ò Raccolta di atti normativi, giurisprudenza e dottrina in materia di minoranze ò Raccolta istanze e segnalazioni da parte comunità minoritarie ò Rapporti con le istituzioni territoriali, nazionali e internazionali che si occupano di minoranze

15 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali CONFERENZA DELLE MINORANZE Composizione l Giunta provinciale l Sindaci l Presidenti dei Comprensori l Rappresentanti degli Istituti Culturali Compiti 4 Verifica stato di attuazione normativa e progettualità 4 Individuazione nuovi interventi

16 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali LE LINEE DI AZIONE DELLA PROVINCIA è Politica culturale è Politica linguistica è Politica economica

17 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA CULTURALE LE NORME ò Statuto speciale e norme di attuazione ò Legge provinciale n. 29/75 - Istituto culturale ladino ò Legge provinciale n. 17/85 ò Legge provinciale n. 18/87 - Istituto culturale mòcheno-cimbro ò Legge provinciale n. 9/02 - Costituzione del Fondo provinciale per le minoranze ò Legge provinciale n. 7/04 - Istituto Culturale mòcheno e Istituto Culturale cimbro

18 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA CULTURALE MISURE ò Istituto culturale = strumento agile e dotato di autonomia – autorità linguistica ò Piano di promozione della cultura ladina ò Fondo perequativo assegnato ai Comuni per le minoranze linguistiche

19 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA CULTURALE NODI CRITICI n Finanziamento pubblico predominante n Creatività e nuovi soggetti rappresentativi n Valorizzazione degli organismi consultivi

20 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA LINGUISTICA - LA SCUOLA NORME Significato strategico della scuola nellattuazione di una politica di salvaguardia e promozione della lingua minoritaria è Decreto legislativo n. 592/ Lingua e cultura ladina come materia dinsegnamento obbligatorio nella scuola dellobbligo - riserva di posti per i ladini è Legge provinciale n. 4/ programmi di insegnamento in ladino….. è Legge provinciale n. 7/ ….e anche in mòcheno e cimbro. Creazione del Sorastant de la scola ladines è Legge provinciale n. 5/2006- Scola ladina de Fascia: creazione delConsei general per l'educazion e la formazion e del Consei de la scola ladina – garanzia dellinsegnamento di mòcheno, cimbro e tedesco anche in scuole situate fuori dalle zone di minoranza

21 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA LINGUISTICA - LA SCUOLA MISURE POLITICA LINGUISTICA - LA SCUOLA MISURE n Programmi scolastici - Sezione ladina dellIPRASE (Istituto per la ricerca e laggiornamento) n Stato giuridico ed economico del personale n Riserva/ precedenza nellaccesso allimpiego n Indennità per luso della lingua ladina n Fondi specifici a disposizione delle scuole

22 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA LINGUISTICA - LA SCUOLA NODI CRITICI POLITICA LINGUISTICA - LA SCUOLA NODI CRITICI è Stabilizzazione del personale docente è Predisposizione materiale didattico nella lingua minoritaria tutelata

23 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA LINGUISTICA BILINGUISMO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE POLITICA LINGUISTICA BILINGUISMO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ò Decreto legislativo n. 592/93 e s.m. - garanzia utilizzo della lingua minoritaria nei rapporti con le pubbliche amministrazioni, atti pubblici e carte didentità bilingui ò Ufficio servizi linguistici e culturali del Comprensorio ladino ò Normazione linguistica e grafìa ufficiale affidata agli Istituti culturali di riferimento sulla base di requisiti scientifici e modalità definiti dalla Provincia (L.P. 7/2004) ò Fondo nazionale - servizi di traduzione = sportelli linguistici ò Indennità linguistica

24 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA LINGUISTICA RADIO/TELEVISIONE POLITICA LINGUISTICA RADIO/TELEVISIONE ä Decreto legislativo n. 592/93 - convenzioni con la RAI per trasmissioni in lingua minoritaria ä Legge provinciale n. 1/ promozione delle minoranze attraverso la diffusione di programmi in lingue europee e RAI Bolzano ä Piano per la programmazione di trasmissioni televisive sulle minoranze

25 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali POLITICA LINGUISTICA TOPONOMASTICA n Legge provinciale n. 16/1987 n Legge provinciale n. 7/2004 éadeguamento della toponomastica ai toponimi in lingua ladina, mòchena e cimbra érepertorio dei toponimi delle località ladine, mòchene e cimbre

26 Provincia Autonoma di Trento - Servizio per la promozione delle minoranze linguistiche locali CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE l Tutela delle minoranze come banco di prova dellAutonomia e della sua capacità di valorizzare il proprio territorio e le proprie risorse l Necessità di un costante confronto con lesterno, anche col contributo dellUniversità


Scaricare ppt "La promozione delle minoranze linguistiche locali in Trentino PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio per la Promozione delle Minoranze Linguistiche Locali."

Presentazioni simili


Annunci Google