La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LIDROSFERA. Il ciclo dellacqua Ghiacci 2.3%0.017%0.6% Fiumi e laghi Acque Sott. Oceani e mari 97% Deflusso al mare evaporazione 0.01% atmosfera precipitazioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LIDROSFERA. Il ciclo dellacqua Ghiacci 2.3%0.017%0.6% Fiumi e laghi Acque Sott. Oceani e mari 97% Deflusso al mare evaporazione 0.01% atmosfera precipitazioni."— Transcript della presentazione:

1 LIDROSFERA

2 Il ciclo dellacqua Ghiacci 2.3%0.017%0.6% Fiumi e laghi Acque Sott. Oceani e mari 97% Deflusso al mare evaporazione 0.01% atmosfera precipitazioni

3 Il nostro pianeta è ricoperto per 3/4 della sua superficie da acque salate. I tre bacini principali sono gli Il nostro pianeta è ricoperto per 3/4 della sua superficie da acque salate. I tre bacini principali sono gli OCEANI Pacifico Atlantico Indiano

4 ASPETTI CHIMICO-FISICI DELLACQUA MARINA SALINITA: la quantità media di sali disciolti in un litro dacqua marina è di 35 g cioè il 35. La salinità può dipendere da diversi fattori quali: EVAPORAZIONE APPORTO DI PIOGGE APPORTI FLUVIALI SALINITA: la quantità media di sali disciolti in un litro dacqua marina è di 35 g cioè il 35. La salinità può dipendere da diversi fattori quali: EVAPORAZIONE APPORTO DI PIOGGE APPORTI FLUVIALI

5 I sali disciolti provengono dai minerali asportati alle rocce e al terreno che sono costituiti principalmente da carbonato di calcio e silicio. Il sale più abbondante è tuttavia il cloruro di sodio (NaCl). Questo sale, infatti, è altamente solubile in acqua a differenza dei carbonati e silicati che si depositano sul fondo. Questi ultimi, inoltre, vengono utilizzati per costruire gli esoscheletri di molluschi, coralli e spugne. I sali disciolti provengono dai minerali asportati alle rocce e al terreno che sono costituiti principalmente da carbonato di calcio e silicio. Il sale più abbondante è tuttavia il cloruro di sodio (NaCl). Questo sale, infatti, è altamente solubile in acqua a differenza dei carbonati e silicati che si depositano sul fondo. Questi ultimi, inoltre, vengono utilizzati per costruire gli esoscheletri di molluschi, coralli e spugne.

6 GAS DISCIOLTI Il mare scambia con latmosfera sia OSSIGENO (O 2 ) che ANIDRIDE CARBONICA (CO 2 ). La solubilità di questi gas dipende dalla TEMPERATURA dellacqua: I mari più freddi contengono più gas disciolti e quindi contengono più esseri viventi rispetto ai mari caldi. Il mare assorbe moltissima della CO 2 che si accumula nellatmosfera perché in acqua essa si trasforma in ACIDO CARBONICO (H 2 CO 3 ). Il mare scambia con latmosfera sia OSSIGENO (O 2 ) che ANIDRIDE CARBONICA (CO 2 ). La solubilità di questi gas dipende dalla TEMPERATURA dellacqua: I mari più freddi contengono più gas disciolti e quindi contengono più esseri viventi rispetto ai mari caldi. Il mare assorbe moltissima della CO 2 che si accumula nellatmosfera perché in acqua essa si trasforma in ACIDO CARBONICO (H 2 CO 3 ).

7 I raggi del sole riescono a penetrare nellacqua di mare solo per i primi 200 m. Le varie radiazioni dello spettro luminoso non sono assorbite allo stesso modo: La radiazione rosso - arancio viene assorbita per prima perché ha lunghezza donda maggiore ed è quindi meno penetrante. La radiazione azzurra è più penetrante perché ha lunghezza donda minore e riesce ad andare più in profondità. Per questa ragione il colore dominante nei mari è lazzurro. I raggi del sole riescono a penetrare nellacqua di mare solo per i primi 200 m. Le varie radiazioni dello spettro luminoso non sono assorbite allo stesso modo: La radiazione rosso - arancio viene assorbita per prima perché ha lunghezza donda maggiore ed è quindi meno penetrante. La radiazione azzurra è più penetrante perché ha lunghezza donda minore e riesce ad andare più in profondità. Per questa ragione il colore dominante nei mari è lazzurro.

8 Lacqua del mare viene riscaldata dai raggi solari in modo diverso a seconda della latitudine e della profondità. La temperatura diminuisce a seconda della profondità in modo non regolare definendo tre strati: STRATO SUPERFICIALE STRATO TERMOCLINO STRATO PROFONDO Lacqua del mare viene riscaldata dai raggi solari in modo diverso a seconda della latitudine e della profondità. La temperatura diminuisce a seconda della profondità in modo non regolare definendo tre strati: STRATO SUPERFICIALE STRATO TERMOCLINO STRATO PROFONDO Fino a 200 m La temperatura dipende dalla latitudine e dalle stagioni Fino a 1000 m Brusca diminuzione della temperatura Fino a 5°C Oltre i 1000 m La temperatura diminuisce regolarmente Fino a -2°C

9 Allaumentare della profondità aumenta anche il peso della colonna dacqua sovrastante. Laumento di pressione è costante e corrisponde a 1 atm ogni 10 m di profondità. La forte pressione impedisce allacqua degli abissi di congelare anche se la temperatura scende sotto gli 0°C. Allaumentare della profondità aumenta anche il peso della colonna dacqua sovrastante. Laumento di pressione è costante e corrisponde a 1 atm ogni 10 m di profondità. La forte pressione impedisce allacqua degli abissi di congelare anche se la temperatura scende sotto gli 0°C.

10 I moti del mare sono di tre tipi: Moti irregolari Moti periodici Moti costanti Le onde Le maree Le correnti

11 Le onde sono increspature della superficie del mare dovute al vento. Esse trasmettono energia ma non materia. Le onde possono presentarsi anche in assenza di vento a seguito della propagazione di energia che il vento trasmette allacqua a grandi distanze dal luogo delle onde. In tal caso si parla di onde morte. Le onde oceaniche possono raggiungere anche i 18m di altezza. Le onde più alte, fino a 30 m, sono quelle provocate da terremoti con epicentro sottomarino e si dicono tsunami. La scala di Beaufort classifica le onde in una scala da 1 a 12 definendo gli effetti del vento sulla terraferma e in alto mare in relazione alla sua velocità. Le onde sono increspature della superficie del mare dovute al vento. Esse trasmettono energia ma non materia. Le onde possono presentarsi anche in assenza di vento a seguito della propagazione di energia che il vento trasmette allacqua a grandi distanze dal luogo delle onde. In tal caso si parla di onde morte. Le onde oceaniche possono raggiungere anche i 18m di altezza. Le onde più alte, fino a 30 m, sono quelle provocate da terremoti con epicentro sottomarino e si dicono tsunami. La scala di Beaufort classifica le onde in una scala da 1 a 12 definendo gli effetti del vento sulla terraferma e in alto mare in relazione alla sua velocità.

12

13 Le maree sono periodiche variazioni del livello del mare provocate dallattrazione della Luna e del Sole nei confronti della Terra. Nel corso di un giorno lunare (intervallo di tempo tra due passaggi successivi della Luna sul meridiano locale) si alternano 2 basse maree e 2 alte maree. La marea giunge con un certo ritardo sulla costa rispetto al passaggio della Luna sul meridiano locale e questo tempo si chiama ora di porto. Negli oceani, lenorme massa dacqua che si solleva per effetto delle maree può anche risalire il corso dei fiumi per diversi chilometri (Mascarè). Le maree sono periodiche variazioni del livello del mare provocate dallattrazione della Luna e del Sole nei confronti della Terra. Nel corso di un giorno lunare (intervallo di tempo tra due passaggi successivi della Luna sul meridiano locale) si alternano 2 basse maree e 2 alte maree. La marea giunge con un certo ritardo sulla costa rispetto al passaggio della Luna sul meridiano locale e questo tempo si chiama ora di porto. Negli oceani, lenorme massa dacqua che si solleva per effetto delle maree può anche risalire il corso dei fiumi per diversi chilometri (Mascarè).

14 Le correnti sono movimenti di enormi masse dacqua che si spostano nel mare come grandi fiumi che hanno temperatura, densità e salinità diverse dallacqua circostante. La portata delle correnti oceaniche è elevatissima: la Corrente del Golfo ha una portata maggiore di quella di tutti i fiumi della Terra messi insieme. Le correnti superficiali sono influenzate dai venti costanti che spirano a certe latitudini Le correnti profonde sono invece determinate dalla differenza di densità e temperatura che provocano moti ascendenti e discendenti. Le correnti sono movimenti di enormi masse dacqua che si spostano nel mare come grandi fiumi che hanno temperatura, densità e salinità diverse dallacqua circostante. La portata delle correnti oceaniche è elevatissima: la Corrente del Golfo ha una portata maggiore di quella di tutti i fiumi della Terra messi insieme. Le correnti superficiali sono influenzate dai venti costanti che spirano a certe latitudini Le correnti profonde sono invece determinate dalla differenza di densità e temperatura che provocano moti ascendenti e discendenti.

15 Il mare agente di modellamento Il mare attraverso le onde, le correnti marine e le maree esercita unazione geodinamica sulle coste alterandone la morfologia. La prima fase è quella detta di ALTERAZIONE, in cui le onde disgregano e asportano materiale roccioso con laiuto dellazione chimica dellacqua. La seconda fase è quella del TRASPORTO del materiale eroso. Lultima fase è quella del DEPOSITO di tali detriti: i frammenti più grossolani si depositano vicino alla costa, quelli più fini sedimentano sui fondali al largo. Il mare attraverso le onde, le correnti marine e le maree esercita unazione geodinamica sulle coste alterandone la morfologia. La prima fase è quella detta di ALTERAZIONE, in cui le onde disgregano e asportano materiale roccioso con laiuto dellazione chimica dellacqua. La seconda fase è quella del TRASPORTO del materiale eroso. Lultima fase è quella del DEPOSITO di tali detriti: i frammenti più grossolani si depositano vicino alla costa, quelli più fini sedimentano sui fondali al largo.


Scaricare ppt "LIDROSFERA. Il ciclo dellacqua Ghiacci 2.3%0.017%0.6% Fiumi e laghi Acque Sott. Oceani e mari 97% Deflusso al mare evaporazione 0.01% atmosfera precipitazioni."

Presentazioni simili


Annunci Google