La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Un sistema aperto per la cooperazione internazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Un sistema aperto per la cooperazione internazionale."— Transcript della presentazione:

1 Un sistema aperto per la cooperazione internazionale

2 Covenant of Mayors Tavolo tecnico Pieve di Soligo – 12 ottobre 2011

3 Patto dei Sindaci – Procedura di adesione – Obblighi per il Comune Procedura Adesione con apposita Delibera Consiglio Municipale Predisposizione Piano Azione sullEnergia Sostenibile (SEAP) entro 12 mesi dalla Delibera, che includa un inventario base delle emissioni e indicazioni su come gli obiettivi verranno raggiunti. Predisposizione di Rapporto, a cadenza biennale, sullo stato di attuazione del Patto dei Sindaci e relativo Piano di Azione ai fini di una valutazione, monitoraggio e verifica; Organizzazione in cooperazione con la Commissione Europea, il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed altri stakeholder interessati, eventi per i cittadini Partecipazione attivamente alla Conferenza annuale dei Sindaci per unEuropa sostenibile. Commissione Europea Ufficio Patto dei Sindaci (Risposta entro i 6 mesi) Assistenza tecnica e scientifica Il Centro comune di ricerca (ISPRA) offre assistenza tecnica e scientifica per la preparazione del SEAP, oltre a fornire collegamenti ad attività e reti nel settore della protezione del clima.

4 Patto dei Sindaci – SEAP (SUSTAINABLE ENERGY ACTION PLAN) Il Piano dAzione per lEnergia Sostenibile (PAES) è il documento chiave che definisce le politiche energetiche che i Comuni intendono adottare per perseguire gli obiettivi del Il Piano non solo è un elemento obbligatorio del Patto dei Sindaci, ma è uno strumento operativo estremamente importante: 1. nei rapporti con la comunità locale, perché nel Piano sono contenute le azioni che spettano allamministrazione, ma anche quelle che toccano ai cittadini. 2. nella gestione delle azioni, perché il Piano di Azione permette di sistematizzare e armonizzare le diverse attività in corso o di futura realizzazione; Limpegno del Patto copre lintero territorio dellente firmatario (città, agglomerazioni urbane o altri Enti). Pertanto il PAES si concentra sulle misure aventi come obiettivo la riduzione locale delle emissioni di CO2 e la riduzione del consumo energetico della cittadinanza. Inoltre, il PAES include azioni che riguardano sia il settore pubblico che quello privato.

5 Patto dei Sindaci – INVESTIMENTI Edifici pubblici e privati, Incluse le case popolari, lilluminazione stradale e semaforica, Integrazione delle RES nellambiente costruito, investimenti nella riqualificazione, estensione, o nuova esecuzione di reti di teleriscaldamento/raffrescamento, incluse le reti per la cogenerazione, sistemi decentralizzati di cogenerazione a livello di edificio o quartiere. Il trasporto pubblico locale. INVESTIMENTI PREVISTI NEL SEAP

6 Procedure Covenant of Mayors

7 IDENTIFICAZIONE DELLE LINEE DI FINANZIAMENTO PER IL PATTO DEI SINDACI 1 – Strumenti Europei 2 – Strumenti Nazionali 3 – Strumenti Regionali 4 – Ingegneria Finanziaria (PPP + FTT)

8 Patto dei Sindaci – FASE 1 Realizzazione degli interventi immateriali (studio e redazione SEAP) FINANZIAMENTO DELLE AZIONI: -ELENA (European Local Energy Assistance); -EIE (Energia Intelligente per lEuropa): Mobilising Local Energy Investments -LIFE +; -POI ENERGIA (Regioni ad obiettivo Convergenza); -CIPE FASE 1REDAZIONE DEL SEAP – ASSISTENZA TECNICA

9 CARATTERISTICHE DI E.L.EN.A: -ELENA nasce da una collaborazione CE-BEI per aiutare le autorità locali a raggiungere gli obiettivi del E uno strumento per fornire Assistenza Tecnica. -E gestito dalla B.E.I. e finanziata dal budget europeo (programma CIP/EIE). -Le applicazioni sono limitate alla Efficienza Energetica; -fonti rinnovabili locali; trasporto urbano pulito (incluse reti di illuminazione e segnalazione stradale). -E focalizzato sulla possibilità di replicazione. -Richiede un rapporto minimo di leva finanziaria: rapporto 1/25 tra investimenti ed assistenza tecnica fornita) -E un contributo a fondo perduto pari al 90% dei costi eleggibili. FASE 1REDAZIONE DEL SEAP – ASSISTENZA TECNICA Patto dei Sindaci – FASE 1 Realizzazione degli interventi immateriali (studio e redazione SEAP)

10 Perfezionare studi di mercato e fattibilità; Business plan; Energy audit; Preparazione di procedure di gara e modelli contrattuali, ed ogni altra assistenza necessaria a sviluppare programmi dInvestimento, esclusi i contributi ai costi dinvestimento (hardware); Staff aggiuntivo acquisito dal beneficiario finale. FASE 1REDAZIONE DEL SEAP ED AUDIT ENERGETICO COMUNALE (ELENA) FINANZIAMENTI PER: Patto dei Sindaci – FASE 1 Realizzazione degli interventi immateriali (studio e redazione SEAP)

11 Patto dei Sindaci – FASE 1 LIFE + Beneficiari: Le domande devono essere presentate da enti pubblici e/o privati, soggetti e istituzioni all interno dell UE FASE 1LIFE + Azioni: Life + Natura e Biodiversit à : l obiettivo principale dell azione è la protezione, conservazione ed il monitoraggio dei sistemi naturali. Life + Politica e Governance ambientali: Obiettivi principali: -cambiamenti climatici;Rumore; -Acque;Sostanze chimiche; -Aria;Ambiente e salute; -Suolo;Risorse naturali e rifiuti; -Ambiente urbano;Innovazione; -Foreste;Approcci strategici. Percentuale di Finanziamento pari al 50% delle spese ammissibili 75% per il programma HABITAT

12 FASE 2REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI EUROPEAN ENERGY EFFICIENCY FUND Patto dei Sindaci – FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI Fondo europeo per l'efficienza energetica - European Energy Efficiency Fund (EEE–F) Attraverso questo programma sono messi a disposizione degli Enti locali 146 milioni di euro di prestiti a tasso agevolato; Finanzia gli investimenti per lutilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili; La produzione di energia rinnovabile e gli interventi di efficienza energetica; Il fondo offre i seguenti strumenti finanziari: - Grant - Senior e Junior Loan; - Garanzie; - Equity (capitale di rischio).

13 FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI REGIONE VENETO - FESR ASSE 2 – ENERGIA – Azioni Varie VENETO SVILUPPO (Finanziaria Regionale) FONDO DI ROTAZIONE PER AZIONI DI TUTELA E RISANAMENTO DELLATMOSFERA Legge Regionale n. 2/2007 Patto dei Sindaci – FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI

14 Patto dei Sindaci – FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI LEASING FINANZIARIO IMMOBILIARE Finanziamento degli investimenti LEASING OPERATIVO Finanziamento di attrezzature ed impianti MUTUO Finanziamento degli investimenti EMISSIONI OBBLIGAZIONARIE Finanziamento degli investimenti EMISSIONI OBBLIGAZIONARIE IN POOL Finanziamento degli investimenti

15 FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI PROJECT FINANCING + FTT (Finanziamento Tramite Terzi) Finanziamento degli investimenti DISMISSIONI Finanziamento degli investimenti – riduzione del debito FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE Finanziamento degli investimenti – riduzione del debito FONDI COMUNITARI BEI (es. Global Loans; Individual Loans) Patto dei Sindaci – FASE 2 REALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI

16 NEXT STEPS Programma dazione COSTITUZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO DI CONCETTO CON QUELLO DEL F.R. GIA AVVIATO CONDIVISIONE OBIETTIVI SCELTA INIZIATIVE PROGETTUALI CRONOPROGRAMMA DEL PROGETTO QUADRO E DEI RELATIVI PROGETTI TEMATICI Struttura di coordinamento Sistema di comunicazione Gestione di transazioni a distanza AVVIO INIZIATIVE PROGETTUALI Innovazione, economia della conoscenza e sviluppo del capitale umano Infrastrutture materiali e immateriali Ambiente, energia e proattivit à ambientale Cultura, valorizzazione delle tipicit à locali, sviluppo integrato del turismo e marketing territoriale Innovazione degli Enti locali, solidarietà, sicurezza e consolidamento della cooperazione istituzionale


Scaricare ppt "Un sistema aperto per la cooperazione internazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google