La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VERTEBRATI Mammiferi Uccelli Rettili Anfibi Pesci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VERTEBRATI Mammiferi Uccelli Rettili Anfibi Pesci."— Transcript della presentazione:

1 VERTEBRATI Mammiferi Uccelli Rettili Anfibi Pesci

2 Cordati Primi vertebrati sono apparsi 450 milioni di anni fa. Pikaia: è un cordato, lantenato dei vertebrati

3 Cordati Cordati: animali un organo di sostegno interno detto corda. Il nome vertebrato significa dotati di vertebre. La corda, un organo sottile e allungato che corre lungo lasse dorsale del corpo, è costituita da tessuto rigido ed elastico che consente la flessione. Sulla corda possono attaccarsi i muscoli del corpi che consentono il movimento dellanimale. ANFIOSSO: Cordato attuale

4 Vertebrati Caratteristiche comuni Colonna vertebrale e ossa interne Riproduzione sessuale Gli arti di vertebrati diversi (cane, uccello, delfino) sono costituiti dallo stesso tipo di ossa Maschi e femmine producono le cellule sessuali i gameti, che incontrandosi si uniscono in ununica cellula (zigote), dalla quale si formerà un nuovo individuo.

5 Vertebrati Caratteristiche comuni Riproduzione sessuale Vivipari Ovipari Con fecondazione interna Con fecondazione esterna Ovovivipari Le femmine trattengono nel loro corpo le uova fecondate, finché il piccolo si sviluppa Le femmine depongono le uova fecondate Le femmine producono le uova e poi le covano nel loro corpo

6 Vertebrati Caratteristiche comuni Riproduzione sessuale OvipariVivipari Ovovivipari Mammiferiuccelli Con fecondazione interna Con fecondazione esterna Con fecondazione interna rettili pescianfibi

7 Vertebrati Altre caratteristiche Temperatura corporea Sistema respiratorio OMETERMI: la temperatura del corpo è costante (sangue caldo) ETEROTERMI: la temperatura del corpo varia al variare di quella esterna (sangue freddo) POLMONIBRANCHIE Mammiferi Uccelli Pesci Anfibi Rettili Anfibi Mammiferi Uccelli Rettili Pesci

8 PESCI Si sono evoluti da vertebrati privi di mascelle 400 milioni di anni fa (parenti attuali: lamprede) I primi pesci con mascelle erano i placodermi

9 PESCI Caratteristiche SCHELETRO: osseo o cartilagineo (più raro) ARTI: a forma di pinne PELLE: nuda o coperta di scaglie BRANCHIE ETEROTERMI OVIPARI o OVOVIVIPARI (rari)

10 PESCI Vita da pesce I pesci si sono adattati a vivere in acqua FORMA IDRODINAMICA: hanno una forma che rende minima la resistenza dellacqua (nuotano veloci in acqua) VESCICA NATATORIA: sacca che si riempie o si vuota di gas, per favorire il galleggiamento o laffondamento I pesci cartilaginei non hanno la vescica e per non affondare devono nuotare in continuazione MIMETISMO NELLACQUA: es. i pesci che vivono in mare aperto sono scuri in alto e chiari sul ventre

11 PESCI Vita da pesce I pesci si sono adattati a vivere in acqua RESPIRANO CON BRANCHIE: sono fatte da lamelle ricche di vasi sanguigni. I pesci, muovendosi con la bocca aperta, fanno passare lacqua, ricca di O2, sulle lamelle, lasciandovi lossigeno. OPERCOLO: protegge le branchie RIPRODUZIONE SESSUALE: lacqua facilita lincontro tra gameti maschili e femminili (FECONDAZIONE ESTERNA). La femmina deposita uova senza guscio (OVIPARI) nellacqua e il maschio le feconda col suo liquido seminale

12 PESCI Vita da pesce I pesci si sono adattati a vivere in acqua OVOVIVIPARI: le femmine degli squali non depongono le uova ma le trattengono nel loro corpo dove il piccolo si sviluppa, quindi la FECONDAZIONE È INTERNA

13 ANFIBI Si sono evoluti da pesci che aveva delle sacche che funzionano come i polmoni 370 milioni di anni fa Ancora oggi esistono pesci simili che hanno specie di polmoni: i dipnoi

14 I primi anfibi (Acantostega) Ricostruzione dellaspetto di uno dei più antichi anfibi scoperti (370 milioni di anni fa); è dotato di branchie e di arti con otto dita.

15 ANFIBI Classificazione APODI (senza zampe) ANURI (senza coda) URODELI (con coda)

16 ANFIBI Caratteristiche SCHELETRO: osseo PELLE: nuda BRANCHIE nei piccoli (girini), POLMONI E PELLE negli adulti ETEROTERMI OVIPARI con uova senza guscio Gli anfibi giovani sono pesci a tutti gli effetti con le branchie. Poi, diventati adulti, iniziano a respirare con i polmoni Ricorda: anfibio deriva dal greco e significa «doppia vita» (da giovane è pesce, da adulto animale terrestre)

17 ANFIBI Caratteristiche RIPRODUZIONE OVIPARI con uova senza guscio (gelatinose) La femmina depone uova gelatinose senza guscio nellacqua, che poi il maschio le feconda (fecondazione esterna) Nasce il girino, un vero e proprio pesce (con coda, branchie ed è erbivoro). Solo dopo una lenta metamorfosi diventa rana.

18 ANFIBI Caratteristiche RESPIRAZIONE Con i polmoni Con la pelle. La pelle è sempre umida e lossigeno può sciogliersi facilmente nellacqua. Poi lossigeno arriva facilmente al sangue e quindi trasportato a tutte le cellule del corpo. DA ADUTLI GLI ANFIBI RESPIRANO

19 RETTILI Classificazione CHELONI (tartarughe) SAURI (lucertole) LORICATI (coccodrilli) OFIDI (serpenti)

20 RETTILI Caratteristiche SCHELETRO: osseo PELLE: coperta di squame POLMONI per respirare. Tutti i rettili devono respirare fuori dallacqua ETEROTERMI OVIPARI con uova con guscio

21 RETTILI Caratteristiche PELLE: coperta di squame SQUAME sono utili per evitare la disidratazione (adattamento ambiente secco) Le tartarughe hanno anche il guscio osseo (carapace) coperto di squame I rettili sono soggetti al cambio periodico della pelle (muta)

22 RETTILI Caratteristiche I RETTILI hanno bisogno di caldo ma vivono in tutti i continenti, tranne lAntartide Termoregolazione: dopo il freddo notturno il rettile si deve mettere al sole per avere lenergia necessaria ETEROTERMI Dinverno i rettili si nascondono nelle tane e riducono le attività fisiologiche (respirazione, battito cardiaco, ecc.) al minimo

23 RETTILI Caratteristiche La fecondazione è interna al corpo della femmina Luovo è protetto dallessiccamento dal guscio rigido. Il nido è scavato nella terra o sistemato in luoghi riparati (tipo sotto foglie o sassi) OVIPARI con uova con guscio rigido Alcuni rettili sono OVOVIVIPARI, cioè la femmina trattiene le uova nel proprio corpo e le «cova», fino alla nascita dei piccoli

24 UCCELLI Caratteristiche SCHELETRO: osseo PELLE: coperta di penne POLMONI per respirare. OMEOTERMI OVIPARI con uova con guscio ARTI ANTERIORI a forma di ali Quasi tutti VOLANO (tranne struzzi, emù, kiwi, casuario, pinguino, ecc.) Gli uccelli si sono evoluti dai rettili

25 UCCELLI Caratteristiche VOLO: gli uccelli hanno adattato il loro corpo per volare Sacchi aerei (riducono il peso), prolungamenti dei polmoni Ossa cave o pneumatiche (riducono il peso) ADATTAMENTO AL VOLO: riduzione del peso ADATTAMENTO AL VOLO: hanno muscoli pettorali potenti (petto di pollo) per battere le ali Lo sterno degli uccelli ha una protuberanza detta CARENA, alla quale si attaccano i muscoli pettorali

26 UCCELLI Caratteristiche TEMPERATURA DEL CORPO : gli uccelli sono omeotermi Per mantenere la temperatura del corpo costante gli uccelli hanno le piume che sono ottimi isolanti Oltre alle piume gli uccelli adulti hanno anche le penne (utili per volare) hanno bisogno di molta energia = molto cibo Periodicamente gli uccelli cambiano le penne: muta

27 UCCELLI Caratteristiche RESPIRAZIONE : gli uccelli respirano con i polmoni ma… hanno anche i sacchi aerei, prolungamenti dei polmoni, che riempiono anche le ossa e che alleggeriscono lo scheletro e sono una riserva di aria nei lunghi voli hanno il guscio che ricopre luovo e la fecondazione, interna, deve avvenire prima che si formi il guscio Le uova devono essere covate (cova) dai genitori Alcuni uccelli fanno covare le loro uova ad altri (cuculo) o le lasciano covare dal calore del sole RIPRODUZIONE : gli uccelli sono ovipari e….

28 UCCELLI Caratteristiche Alcuni uccelli fanno covare le loro uova ad altri ( cuculo ) o le lasciano covare dal calore del sole

29 MAMMIFERI Caratteristiche SCHELETRO: osseo PELLE: rivestita da peli POLMONI per respirare. OMEOTERMI: i mammiferi hanno bisogno di molta energia = più cibo VIVIPARI ma alcuni sono OVIPARI ARTI con molte forme (ali, pinne, zampe, ecc.) Hanno le GHIANDOLE MAMMARIE I mammiferi si sono evoluti dai rettili (180 ml) Molto differenti sia per forme sia per dimensioni

30 MAMMIFERI Caratteristiche SCHELETRO: osseo DENTI: I mammiferi hanno diversi tipi di denti (eterodontìa), in funzione di quello che mangiano I mammiferi hanno una doppia dentizione: la dentizione da latte e la dentizione definitiva

31 MAMMIFERI Caratteristiche In inverno, soprattutto dove fa molto freddo, i mammiferi non riescono a trovare da mangiare e vanno in letargo: perdono capacità di autoregolazione della temperatura e diventano eterotermi OMEOTERMI: i mammiferi hanno bisogno di molta energia per mantenere la temperatura corporea costante la frequenza respiratoria e cardiaca diminuiscono e la temperatura si abbassa, fino anche a 15 °C Per mantenere la temperatura costante i mammiferi hanno i peli Tutti i mammiferi hanno almeno qualche pelo, anche le balene

32 MAMMIFERI Caratteristiche POLMONI per respirare. Inoltre i piccoli dipendono per lunghi periodi dai genitori Unaltra caratteristica dei mammiferi è lapprendimento attraverso il gioco Tutti i mammiferi, anche quelli marini (cetacei) devono respirare aria con i polmoni

33 MAMMIFERI Caratteristiche MONOTREMI: mammiferi che depongono le uova (echidna, ornitorinco) RIPRODUZIONE: sessuale e fecondazione interna VIVIPARIOVIPARI PLACENTATI hanno la placenta MARSUPIALI: vivipari ma partoriscono figli immaturi (marsupio) ornitorinco echidna

34 MAMMIFERI Caratteristiche RIPRODUZIONE: sessuale e fecondazione interna VIVIPARI PLACENTATI hanno la placenta MARSUPIALI: vivipari ma partoriscono figli immaturi. I piccoli raggiungono poi il marsupio e si attaccano ai capezzoli, per succhiare il latte Piccolo di marsupiale immaturo

35 MAMMIFERI Caratteristiche RIPRODUZIONE: sessuale e fecondazione interna VIVIPARI PLACENTATI hanno la placenta. Le femmine producono piccole uova (ovuli) che sono fecondate e trattenute nel corpo della madre in un organo detto UTERO. MARSUPIALI: vivipari ma partoriscono figli immaturi Nellutero gli ovuli crescono grazie ad un organo detto placenta, dal quale parte il cordono ombelicale. Attraverso placenta e cordone avviene lo scambio delle sostanze nutritive (cibo e O 2 ) e di rifiuto tra mamma e figlio.

36 MAMMIFERI Caratteristiche ALLATTAMENTO TUTTI I MAMMIFERI HANNO LE GHIANDOLE MAMMARIE MONOTREMI: hanno uova ricche di tuorlo, ma usciti dalluovo bevono il latte che cola dal pelo della mamma MARSUPIALI: molti capezzoli ai figli immaturi il latte è inizialmente spruzzato in bocca PLACENTATI: i piccoli succhiano il latte dalle mammelle della mamma


Scaricare ppt "VERTEBRATI Mammiferi Uccelli Rettili Anfibi Pesci."

Presentazioni simili


Annunci Google