La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione LIBER Progettazione di un programma per la ricerca bibliotecaria ispirato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione LIBER Progettazione di un programma per la ricerca bibliotecaria ispirato."— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione LIBER Progettazione di un programma per la ricerca bibliotecaria ispirato ai sistemi di chatbot sviluppati in linguaggio AIML Tesi di Laurea di Davide Andriolo

2 Cosè una chatbot? chatbot+ to chat: chiacchierare bot: suffisso di robot

3 Esempio 1: Alice no, you are only repeating program

4 Esempio 1: Alice

5 Esempio 2: Giulietta parlami della 156

6 Esempio 2: Giulietta

7 Come funzionano le chatbot? AIML Artificial Intelligence Marked Language

8 Alcuni esempi di codice: I AM CALLED *, good to know you.

9 Alcuni esempi di codice: CHI FU ALAN TURING CHI E' ALAN TURING _ FELINI Alcuni felini sono belli.. Per esempio certi tipi di gattini.

10 Altre funzioni utili:

11 Potenzialità dellAIML: - risultati soddisfacenti a costi molto bassi - buon funzionamento in dominio limitato - modificabilità

12 IL PROGETTO: LIBER bibliotecario virtuale capace di ricevere input in linguaggio naturale (funzione di mediazione fra lutente e il database del sistema)

13 Requisiti: Capacità di aiutare lutente nella ricerca espandendo una query che non ha portato a risultati: If (number-search=0) then fantasmi fantasma Capacità di far fronte ad eventuali errori ortografici negli input degli utenti: abbazzia abbazia

14 Requisiti: Capacità di fornire agli utenti informazioni sullorganizzazione della biblioteca (tempi di prestito, eventuali penali, etc.) Capacità di comprendere le frasi più comuni utilizzate dagli utenti per la ricerca (necessità di uno studio sul campo che identifichi tali frasi)

15 Alcuni esempi di frasi per la ricerca: Per titolo: Per autore: Per argomento:

16 In AIML: Avete libri che parlano di *? Questi sono i libri di *, quale cercavi?

17 Testing: Modalità: Mago di Oz (Houde e Hill 1997) Fase 1 (28 utenti): Libera, ha permesso di scoprire alcune falle e di aggiungere nuovi requisiti al sistema Fase 2 (5 utenti): Scenario Based, ha permesso di osservare linterazione degli utenti con una versione più definita di LIBER

18 Prima fase di Testing: VORREI UN LIBRO DI GUERRA Libri sulla guerra o scritti da Guerra?

19 Ricerche incrociate: Mi dia Titolo di Autore Stavo cercando un libro di Autore del anno Mi servirebbe qualcosa su Argomento scritta fra il anno1 e il anno2

20 Richieste problematiche:

21 Analisi risultati Test 1: Uninterazione interamente in linguaggio naturale crea problemi in termini di visibilità (Norman 1988), portando alcuni utenti a formulare richieste eccessive per il sistema. È necessaria una nuova fase di progettazione che tenti di ovviare a tale inconveniente.

22

23 Seconda fase di Testing: Scenario: Sei uno studente universitario e hai saputo della possibilità di ricevere libri in prestito dalla biblioteca della tua facoltà. Decidi di andarci per cercare un libro di Eco di cui ti ha parlato un amico, ma hai dimenticato il titolo. In compenso, ricordi che il protagonista della storia era un bugiardo che viveva (o almeno raccontava) storie incredibili. Ti trovi di fronte al computer per effettuare la tua ricerca.

24 AVETE LIBRI DI ECO?

25 QUAL È QUELLO CHE PARLA DI UN BUGIARDO?

26 Ecco la descrizione del libro. Il suo codice di collocazione è: SBS 64573

27 Analisi risultati Test 2: 2 utenti ignorano LIBER e procedono con una classica ricerca per campi 2 utenti si soffermano a chiacchierare con LIBER e lo utilizzano almeno in parte per la loro ricerca 1 utente utilizza LIBER come funzione di Help

28 Conclusioni (1/2): LIBER aiuta gli utenti meno esperti e non costituisce un limite per quelli abituati alla classica ricerca per database, che possono ignorarlo La soluzione in modalità mista (linguaggio naturale e manipolazione diretta) riesce a veicolare maggiormente diverse tipologie dutenti verso lobiettivo finale Il rapporto asimmetrico che si viene a creare con la macchina (Winograd e Flores 1986) limita la creatività del linguaggio degli utenti, ma ciò aiuta LIBER a funzionare meglio

29 Conclusioni (2/2): Vi sono casi in cui il linguaggio naturale può far apparire un sistema informatico meno arduo, favorendone luso da parte di persone che respingerebbero un approccio formale più esplicito (Winograd e Flores 1986) Il compito della ricerca bibliotecaria può rientrare in questi casi, e può essere ben supportato da un sistema come LIBER


Scaricare ppt "Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione LIBER Progettazione di un programma per la ricerca bibliotecaria ispirato."

Presentazioni simili


Annunci Google