La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COME FA LAZIENDA A RAGGIUNGERE IL SUO SCOPO?. LA GESTIONE AZIENDALE LE OPERAZIONI DI GESTIONE SI SUDDIVIDONO IN è il complesso delle OPERAZIONI collegate.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COME FA LAZIENDA A RAGGIUNGERE IL SUO SCOPO?. LA GESTIONE AZIENDALE LE OPERAZIONI DI GESTIONE SI SUDDIVIDONO IN è il complesso delle OPERAZIONI collegate."— Transcript della presentazione:

1 COME FA LAZIENDA A RAGGIUNGERE IL SUO SCOPO?

2 LA GESTIONE AZIENDALE LE OPERAZIONI DI GESTIONE SI SUDDIVIDONO IN è il complesso delle OPERAZIONI collegate e coordinate tra loro che lazienda compie per raggiungere i suoi obiettivi

3 FINANZIAMENTI I FATTI DI GESTIONE TRASFORMAZIONI TECNICO-ECONOMICHE DISINVESTIMENTI INVESTIMENTI Le operazioni di gestione dette anche FATTI DI GESTIONE possono svolgersi completamente allINTERNO dellazienda oppure originare rapporti di scambio con lambiente ESTERNO FATTI INTERNI TRASFORMAZIONE TECNICO-ECONOMICA FATTI ESTERNI FINANZIAMENTI INVESTIMENTI DISINVESTIMENTI

4 LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO ENTRATE DI DENARO FINANZIATORI AZIENDA USCITE DI DENARO sono i soggetti che APPORTANO CAPITALI allazienda in cambio di una remunerazione A TITOLO DI PROPRIETA Il finanziatore diventa proprietario, o socio, lapporto è detto A TITOLO DI PRESTITO Il finanziatore diventa creditore dellazienda, lapporto è detto Con le operazioni di FINANZIAMENTO LAZIENDA SI PROCURA SOMME DI DENARO OCCORRENTI PER SVOLGERE LA SUA ATTIVITA

5 I FINANZIAMENTI FONTI DI FINANZIAMENTO CAPITALE PROPRIOCAPITALE DI DEBITO Lazienda necessita di mezzi finanziari non solo nella fase iniziale di costituzione, ma anche durante il normale funzionamento Lazienda può procurarsi i capitali occorrenti allo svolgimento della sua attività ricorrendo a due diverse APPORTO del proprietario o dei soci CONCESSO in prestito da soggetti esterni Viene chiamato anche CAPITALE DI RISCHIO CONFERIMENTI IN DENARO O IN NATURA Utili prodotti in azienda e non prelevati dal proprietario (AUTOFINANZIAMENTO) SONO REMUNERATI CON INTERESSI Si distinguono in base alla natura delloperazione in: DEBITI DI FINANZIAMENTO DEBITI DI FUNZIONAMENTO In base alla durata in: DEBITI A BREVE TERMINE DEBITI A MEDIO TERMINE DEBITI A LUNGOTERMINE

6 LA COSTITUZIONE DELLAZIENDA La persona o il gruppo di persone che intende costituire unazienda deve disporre di CAPITALI da impiegare nellattività prescelta Lazienda nasce con un iniziale CONFERIMENTO O APPORTO DI DENARO o BENI IN DENAROIN NATURA Limprenditore o i soci prelevano DENARO dal loro c/c e versano in un nuovo c/c a nome della azienda, su tale conto affluiranno i pagamenti e le riscossioni di denaro collegati con lattività aziendale Oltre al denaro, il proprietario o i soci possono CONFERIRE BENI DI LORO PROPRIETÀ da utilizzare nello svolgimento dellattività produttiva, come fabbricati, automezzi, impianti CONFERIMENTI Le risorse di cui lazienda dispone al momento della costituzione formano il suo PATRIMONIO INIZIALE

7 CAPITALE PROPRIO CAPITALE DI TERZI DEFINIZIONE Il capitale viene conferito dai soci; A titolo di proprietà viene conferito da terze persone o banche; SCADENZA del rimborso del capitale Non è prefissata;È prefissata cioè esiste una scadenza per la restituzione del capitale REMUNERAZION E La remunerazione è lutile, non è predeterminato; Predeterminata (interessi + restituzione del capitale $); RISCHIO Se il soggetto giuridico è una persona fisica si rischia intero patrimonio altrimenti solo il capitale apportato in azienda (responsabilità limitata ) Secondario i terzi sono tutelati (con garanzie reali e/o personali) quindi rischiano di meno.

8 E meglio avere più CP o C3?

9 E meglio avere debiti o avere i tuoi risparmi in banca ? Il capitale di terzi va restituito con gli interessi alle scadenze stabilite. Quindi UNAZIENDA è SANA quando ha CP > C3i IN QUESTO CASO si DICE CHE LAZIENDA è CAPITALIZZATA

10 GRADO DI CAPITALIZZAZIONE Il grado di capitalizzazione di unazienda si ottiene facendo il rapporto fra CP e C3i GC > 1 CP>C3i 200/100= 2 GC = 1 CP=C3i 100/100=1 GC < 1 CP

11 Es: calcola il grado di capitalizzazione delle due aziende e commenta la loro situazione Es AZIENDA BORSA AZIENDA VALCAMONICA CP C CP C

12 LE OPERAZIONI DI INVESTIMENTO FATTORI PRODUTTIVI Beni e servizi Forza lavoro FORNITORI LAVORATORI AZIENDA USCITE DI DENARO Con le operazioni di INVESTIMENTO LAZIENDA IMPIEGA I CAPITALI RACCOLTI NELLACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI E PRESTAZIONI LAVORATIVE pagamento Prezzo di acquisto pagamento Salari e stipendi

13 GLI INVESTIMENTI CON I FINANZIAMENTI RACCOLTI LAZIENDA EFFETTUA GLI INVESTIMENTI CHE SI DISTINGUONO IN BENI destinati a essere trasformati, consumati, venduti (materi prime, merci) BENI STRUMENTALI Partecipano più volte al processo produttivo (macchinari, impianti) SERVIZI Forniti da altre aziende PRESTAZIONI LAVORATIVE del personale dipendente FATTORI A LUNGO CICLO DI UTILIZZO FATTORI A BREVE CICLO DI UTILIZZO Nelle AZIENDE INDUSTRIALI prevalgono gli investimenti in fattori a LUNGO CICLO DI UTILIZZO (macchinari, impianti, automezzi) Nelle AZIENDE COMMERCIALI prevalgono gli investimenti in fattori a BREVE CICLO DI UTILIZZO (merci destinate alla vendita)

14 INVESTIMENTI possono essere esaminati sotto 2 ASPETTI ASPETTO ECONOMICO Lazienda sostiene un a spesa cioè un COSTO ASPETTO FINANZIARIO = sorge un debito oppure = uscita i denaro

15 LE OPERAZIONI DI TRASFORMAZIONE TECNICO-ECONOMICA L AZIENDA COMBINA TRA LORO I FATTORI PRODUTTIVI ACQUISITI PER REALIZZARE Aziende INDUSTRIALI PRODUZIONE DIRETTA trasformazione fisica di materie prime in beni o servizi Aziende COMMERCIALI PRODUZIONE INDIRETTA mediante trasferimento di beni nello spazio e nel tempo

16 LE OPERAZIONI DI DISINVESTIMENTO CLIENTI AZIENDA PAGANO IL PREZZO STABILITO ALLAZIENDA Con le operazioni di DISINVESTIMENTO LAZIENDA RECUPERA I MEZZI MONETARI INVESTITI E PUO DESTINARLI A NUOVE PRODUZIONI BENI e SERVIZI ENTRATE DI DENARO VENDE I PROPRI BENI O SERVIZI

17 DISINVESTIMENTI possono essere esaminati sotto 2 ASPETTI ASPETTO ECONOMICO Lazienda sostiene un RICAVO ASPETTO FINANZIARIO = sorge un credito oppure = entrata di denaro

18 GLI ASPETTI DELLA GESTIONE FATTORI PRODUTTIVI FORNITORI LAVORATORI CLIENTI LA GESTIONE può essere esaminata sotto ASPETTO TECNICO - ASPETTO ECONOMICO - ASPETTO FINANZIARIO BENI E SERVIZI INPUTOUTPUT COSTI DI ACQUISTO RICAVI DI VENDITA CLIENTI ENTRATE MONETARIE O CREDITI USCITE MONETARIE O DEBITI FORNITORI LAVORATORI


Scaricare ppt "COME FA LAZIENDA A RAGGIUNGERE IL SUO SCOPO?. LA GESTIONE AZIENDALE LE OPERAZIONI DI GESTIONE SI SUDDIVIDONO IN è il complesso delle OPERAZIONI collegate."

Presentazioni simili


Annunci Google