La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituzioni di economia I dieci principi delleconomia Decisioni Individuali Interazioni tra Individui Funzionamento dei sistemi economici Quanto lavorano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituzioni di economia I dieci principi delleconomia Decisioni Individuali Interazioni tra Individui Funzionamento dei sistemi economici Quanto lavorano."— Transcript della presentazione:

1 Istituzioni di economia I dieci principi delleconomia Decisioni Individuali Interazioni tra Individui Funzionamento dei sistemi economici Quanto lavorano Cosa consumano Quanto risparmiano Come impiegano i risparmi Come compratori e venditori di un determinato bene riescono a definirne il prezzo e la quantità venduta Crescita del reddito medio La popolazione che non riesce a trovare lavoro Il tasso a cui aumentano i prezzi

2 Istituzioni di economia Principio 1. Gli individui devono affrontare scelte alternative Burro e cannoni Efficienza: ottenere il massimo risultato possibile dalle risorse di cui disponiamo Equità: distribuzione della prosperità economica in parti uguali tra i membri della società Previdenza sociale – Sussidi di disoccupazione Imposte sul reddito delle persone fisiche

3 Istituzioni di economia Principio 2. Il costo di qualcosa è ciò a cui si deve rinunciare per ottenerla Gli individui devono confrontare i costi e i benefici di comportamenti alternativi, ma, in molti casi, il costo di un comportamento non è così ovvio come potrebbe sembrare. Costo-opportunità Ciò a cui si deve rinunciare per possedere un determinato bene

4 Istituzioni di economia Principio 3. Gli individui razionali pensano al margine Variazioni marginali Modesti cambiamenti incrementali rispetto ad un piano dazione predefinito Un soggetto razionale decide di compiere unazione solo se Il beneficio marginale supera il costo marginale.

5 Istituzioni di economia Principio 4. Gli individui rispondono agli incentivi Il comportamento degli individui cambia al variare dei costi Tasse elevate sulla benzina … automobili più piccole Effetti diretti ed indiretti

6 Istituzioni di economia UNA DECISIONE NON INFLUISCE SOLO SU CHI LA PRENDE, MA ANCHE SUGLI ALTRI. PRENDE, MA ANCHE SUGLI ALTRI. PRINCIPIO 7 A VOLTE LINTERVENTO DELLO STATO PUO MIGLIORARE IL RISULTATO DEL MERCATO PRINCIPIO 5 LO SCAMBIO PUO ESSERE VANTAGGIOSO PER TUTTI PRINCIPIO 6 I MERCATI SONO DI SOLITO UNO STRUMENTO EFFICACE PER ORGANIZZARE LATTIVITA ECONOMICA

7 Istituzioni di economia Principio 5. Lo scambio può essere vantaggioso per tutti Le Nazioni traggono beneficio dalla capacità di intrattenere rapporti di scambio, potendosi in questo modo specializzare in ciò che sanno fare meglio e godendo, allo stesso tempo, di una maggiore varietà di beni e servizi.

8 Istituzioni di economia Principio 6. I mercati sono di solito uno strumento efficace per organizzare l attività economica In una economia di mercato, alla pianificazione centralizzata si sostituiscono le decisioni di milioni di individui e di imprese: le imprese decidono chi assumere e che cosa produrre; gli individui a chi offrire il proprio lavoro e che cosa acquistare con il reddito che ne ricavano. Individui e imprese interagendo sul mercato si comportano come se fossero guidati da una mano invisibile (Smith) che li conduce verso il migliore risultato possibile.

9 Istituzioni di economia Principio 7. A volte lintervento dello Stato può migliorare il risultato del mercato I mercati funzionano correttamente, solo se i diritti di proprietà sono fatti rispettare. Lo Stato può intervenire nelleconomia per promuovere lefficienza e lequità. La mano invisibile non è infallibile per cui si possono verificare delle situazioni dettefallimento di mercato: situazione in cui il mercato non riesce ad allocare le risorse in modo efficiente. Possibili cause del fallimento: -Esternalità: effetto dellazione di un soggetto economico sul benessere di altri soggetti non coinvolti. -Potere di mercato: capacità di un soggetto economico di influenzare sostanzialmente e indebitamente i prezzi di mercato

10 Istituzioni di economia LINSIEME DELLE DECISIONI INDIVIDUALI E LINTERAZIONE TRA INDIVIDUI FORMANO LECONOMIA. PRINCIPIO 8 IL LIVELLO DI BENESSERE DI UN PAESE DIPENDE DALLA SUA CAPACITADI PRODURRE BENI E SERVIZI PRINCIPIO 9 I PREZZI AUMENTANO QUANDO LO STATO STAMPA TROPPA MONETA PRINCIPIO 10 NEL BREVE PERIODO I SISTEMI ECONOMICI SI CONFRONTONO CON LALTERNATIVA TRA INFLAZIONE E DISOCCUPAZIONE

11 Istituzioni di economia Principio 8. Il livello di benessere di un Paese dipende dalla sua capacità di produrre beni e servizi Le disuguaglianze di tenore di vita nei diversi paesi del mondo sono notevoli. Ciò è dovuto a differenze di produttività, cioè dalla quantità di beni e servizi prodotti da un individuo nellunità di tempo. Il tasso di crescita della produttività di un paese determina il tasso di crescita del suo reddito medio, ed il suo eventuale rallentamento non è mai dovuto alla concorrenza esercitata da altri paesi, ma ad uninsufficiente crescita della produttività interna. Lo Stato può agevolare tale crescita offrendo istruzione e strutture avanzate.

12 Istituzioni di economia Principio 9. I prezzi aumentano quando lo Stato stampa troppa moneta La crescita generalizzata del livello dei prezzi in un sistema economico porta uno Stato a stampare sempre più moneta provocando linflazione. Poiché uninflazione elevata impone dei costi alla società, il mantenimento di un tasso di inflazione moderato è uno degli obiettivi principali della politica economica in tutti i Paesi del mondo.

13 Istituzioni di economia Principio 10. Nel breve periodo i sistemi economici si confrontano con lalternativa tra inflazione e disoccupazione Se laumento di moneta nelleconomia di un Paese da una parte porta allinflazione, dallaltra, almeno nel breve periodo, porta a ridurre la disoccupazione. Il rapporto di scambio tra inflazione e disoccupazione viene descritto nella curva di Phillips. Nel breve periodo, molti provvedimenti di politica economica hanno effetti contrastanti su inflazione e disoccupazione. La curva di Phillips è perciò fondamentale per comprendere molte tendenze del sistema economico, ed è rilevante per la comprensione del ciclo economico, dato dalle oscillazioni periodiche (spesso imprevedibili e marcate) di variabili economiche, quali occupazione e reddito.


Scaricare ppt "Istituzioni di economia I dieci principi delleconomia Decisioni Individuali Interazioni tra Individui Funzionamento dei sistemi economici Quanto lavorano."

Presentazioni simili


Annunci Google