La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anno 20051 Dalle lattazioni ai singoli controlli… Il TEST DAY MODEL ITALIANO Ufficio Ricerca & Sviluppo ANAFI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anno 20051 Dalle lattazioni ai singoli controlli… Il TEST DAY MODEL ITALIANO Ufficio Ricerca & Sviluppo ANAFI."— Transcript della presentazione:

1 anno 20051 Dalle lattazioni ai singoli controlli… Il TEST DAY MODEL ITALIANO Ufficio Ricerca & Sviluppo ANAFI

2 anno 20052 Gli indici genetici Gli strumenti per scegliere I padri di toro Le madri di toro I tori da utilizzare in azienda Calcolare gli indici = ripulire il dato misurato dagli effetti ambientali = stimare G

3 anno 20053 Selezionare per una maggiore funzionalità 1993: introduzione dellICM (funzionalità mammella) 2000: introduzione dellIAP (funzionalità arti & piedi) 2001: introduzione indice longevità funzionale e cellule somatiche 2002: il nuovo PFT 2004: TEST DAY MODEL!

4 anno 20054 Il miglioramento degli indici Nuove metodologie Nuovi programmi OBIETTIVO: Migliorare laccuratezza delle stime

5 anno 20055 Perchè il test day model Perché utilizza linformazione così come è raccolta Perché stima meglio gli effetti ambientali Perché stima con più accuratezza gli indici delle vacche Perché migliora la qualità della valutazione genetica dei tori

6 anno 20056 I dati non utilizzati controlli a meno di 5 giorni controlli a più di 305 giorni cellule superiori a 20 milioni latte inferiore a 1 kg latte superiore a 100 kg grasso inferiore a 2% e superiore a 6% proteina inferiore a 1,5% e superiore a 5% età inferiore a 18 mesi e superiore a 120 mesi ordine di parto superiore a 3 Controlli anomali

7 anno 20057 La qualità dei dati Programma fortran che stima le curve di lattazione dai controlli ed elimina i controlli fuori curva

8 anno 20058 Controlli anomali (esempi)

9 anno 20059 Il modello Canadian Test Day Model Multi carattere (L,G,P,Cellule), multi lattazione (1,2,3). Il test day model utilizzato negli altri Paesi non è una valutazione simultanea di tutti i caratteri: Tiene conto delle correlazioni fra lattazioni ma non fra caratteri

10 anno 200510 Gli effetti del modello Allevamento-anno-giorno di controllo TRAPS: Tempo Regione = area di produzione Age = età al parto Parity = ordine di parto Stagione di parto Funzione per: Giorni di lattazione

11 anno 200511 Contemporanee GennaioFebbraioMarzoAprileMaggio 15/0115/0418/0321/0210/05 X a b d c e

12 anno 200512 Gli effetti fissi - latte

13 anno 200513 Gli effetti fissi - cellule

14 anno 200514 Pubblicazione IGT Toro provato con 70% di attendibilità e 20 allevamenti Pubblicazione nella lista ufficiale con 75% di attendibilità e 20 allevamenti TORI DI IMPORTAZIONE Dato Italiano se lindice ha almeno il 75% di attendibilità e figlie in 20 allevamenti Dato Interbull in assenza del dato italiano

15 anno 200515 Criterio di pubblicazione IGV Almeno 2 controlli Almeno 1 controllo oltre i 60 giorni Almeno 30% di attendibilità

16 anno 200516 Le informazioni sui tori ARPAGONE 0 2 4 6 8 6 366696 126156186216246276 gg di lattazione Kg latte 1 latt 2 latt 3 latt MTOTO 0 2 4 6 8 6 366696 126156186216246276 gg di lattazione KG latte 1 latt 2 latt 3 latt CAPRI -2 0 2 4 6 8 6 366696 126156186216246276 gg di lattazione KG latte 1 latt 2 latt 3 latt

17 anno 200517 Il toro 2000 kg a latte

18 anno 200518 Gli indici ufficiali Indice latte grasso e proteina (a 305 gg) EBV305 tot = 0,333 x EBV305 1 + 0,333 x EBV305 2 + 0,333 x EBV305 3 Indice per le cellule (media giornaliera) EBV tot = 0,333 x EBV 1 + 0,333 x EBV 2 + 0,333 x EBV 3 Indice per la persistenza PERS tot = 0,50 x PERS 1 + 0,25 x PERS 2 + 0,25 x PERS 3

19 anno 200519 Le informazioni in più Indice latte, grasso, proteina, cellule per: Primipare Secondipare Terzipare Indice persistenza: (latte a 280gg/latte a 50-70gg)x 100 Tasso di maturità: incremento dalla prima alla terza lattazione Curve di lattazione

20 anno 200520 Un indice più preciso Non assume una persistenza media ma calcola la persistenza vera in base ai dati Cerca di prevedere in anticipo il valore del toro nelle tre lattazioni

21 anno 200521 Previsione lattazioni successive Quando il toro ha solo primipare: Padre e madre ci aiutano a stimare la direzione Le primipare ci aiutano a stimare il livello Quando si aggiungono le secondipare: Cè una prima verifica dellattendibilità del pedigree Ci aiutano a stimare il livello delle terzipare Quando si aggiungono le terzipare: Non si prevede più nulla

22 anno 200522 Un esempio…

23 anno 200523 Second crop Allarrivo delle figlie di second crop la stima di ogni lattazione è verificata: Le primipare perfezionano il livello delle primipare; Le secondipare perfezionano il livello delle secondipare; Le terzipare perfezionano il livello delle terzipare. La variabilità totale dellindice e più ALTA rispetto al modello a lattazioni

24 anno 200524 Second crop

25 anno 200525 Informazioni più accurate Le informazioni in più

26 anno 200526 Aiuto alla gestione

27 anno 200527 Si sta lavorando su… Scala degli indici secondari Indici morfologici per: Posizione capezzoli posteriori Conformazione Indice fertilità delle figlie

28 anno 200528 Indice fertilità Tasso di non ritorno a 56 gg Indice multicarattere fatto utilizzando: NRR56 (manze e vacche) Intervallo tra parti Intervallo parto – prima inseminazione Angolosità (come sostituto del BCS) Latte


Scaricare ppt "Anno 20051 Dalle lattazioni ai singoli controlli… Il TEST DAY MODEL ITALIANO Ufficio Ricerca & Sviluppo ANAFI."

Presentazioni simili


Annunci Google