La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Acconciatori e Formazione: modello ed esperienze lombarde Milano, 8 febbraio 2010 Lo standard professionale della figura di Acconciatore. Il lavoro delle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Acconciatori e Formazione: modello ed esperienze lombarde Milano, 8 febbraio 2010 Lo standard professionale della figura di Acconciatore. Il lavoro delle."— Transcript della presentazione:

1 Acconciatori e Formazione: modello ed esperienze lombarde Milano, 8 febbraio 2010 Lo standard professionale della figura di Acconciatore. Il lavoro delle Regioni e Province Autonome italiane Assunta DAMORE

2 Legge 174/2005 Disciplina dellattività di acconciatore Il quadro normativo Accordo Stato – Regioni per la definizione dello standard professionale della figura dellAcconciatore (29/03/2007)

3 LAccordo, nel quadro delle competenze istituzionali previste dal nuovo Titolo V della Costituzione, richiama la competenza delle Regioni per la formazione professionale della figura, nella definizione degli standard formativi, nella programmazione ed organizzazione dei corsi e dellesame finale, finalizzato al conseguimento dellabilitazione. L Accordo Stato – Regioni (29/3/2007)

4 Alla stesura hanno collaborato il Gruppo di Lavoro Professioni ed il Progetto Interregionale Competenze, con passaggi in Coordinamento Attività Produttive. La definizione dello standard professionale della figura dellacconciatore è il risultato di momenti di condivisione con le Parti Sociali. L Accordo Stato – Regioni (29/3/2007)

5 Standard professionale dellacconciatore omogeneo sullintero territorio nazionale. Mobilità professionale dellacconciatore abilitato sul territorio nazionale ed europeo. Esame di abilitazione volto alla verifica del possesso delle competenze richieste dal contesto produttivo. Programmazione offerta formativa: rispondente alle esigenze del mercato del lavoro; coerenti con le normative vigenti nei sistemi locali e finalizzati al conseguimento della qualifica. L Accordo Stato – Regioni: punti di forza

6 Standard Professionali insieme di prestazioni/attività che caratterizzano i processi di lavoro standard formativi: requisiti per lorganizzazione dei percorsi formativi, finalizzati allapprendimento delle conoscenze e capacità che consentono il presidio delle prestazioni/attività; standard di certificazione: indicatori che consentono di verificare ed attestare la capacità di presidiare insiemi di attività definite come connotative dei processi di lavoro. Le tipologie degli standard

7 I descrittori individuati per declinare la figura professionale sono: denominazione della figura descrizione della figura livelli di complessità aree di attività indicatori di risultato descrittori di contesto indici di conversione sistema di classificazione I descrittori dello standard professionale

8 Lo Standard professionale nazionale della figura dellAcconciatore - parte integrante dellAccordo – viene descritto attraverso due livelli: individuazione delle aree di attività caratteristiche nellambito del processo di lavoro; definizione delle prestazioni attese, da accertare in sede di esame abilitante. La definizione degli standard formativi dei percorsi (durata, contenuti e modalità attuative) è rinviata alla competenza esclusiva delle Regioni. Lo standard professionale dellAcconciatore

9 Fornisce una descrizione sintetica delle principali attività che caratterizzano la figura, collegandole agli output caratteristici di ciascuna area di attività. LAcconciatore, è la figura in grado di esercitare attività comprendenti tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere laspetto estetico dei capelli,.... trattamenti …., che non implicano prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba, e ogni altro servizio inerente o complementare. E la figura professionalmente in grado di proporre e realizzare per la clientela prestazioni conformi e funzionali alle caratteristiche e allaspetto della persona ………. (ai sensi della Legge 174/2005) § Descrizione della figura

10 A partire dallanalisi del processo di lavoro, sono state individuate le aree di attività di presidio professionale fondamentali della figura: A). Area della produzione del servizio di acconciatura - predisporre e gestire laccoglienza del cliente …. - realizzare lanalisi delle caratteristiche del capello …. - eseguire i trattamenti …. - utilizzare prodotti ed apparecchiature idonei ….. - eseguire taglio e acconciatura …. B). Area della gestione di impresa - organizzare e manutenere lambiente di lavoro nel rispetto delle norme … - gestire lattività contabile e amministrativa … - selezionare e gestire il personale … - organizzare la promozione dellattività professionale … - gestire i rapporti con le banche, associazioni di categoria, … - gestire i rapporti con i fornitori ed organizzare il magazzino … § Aree di attività / processi che presidia

11 La formazione dellAcconciatore è di competenza delle Regioni e delle Province Autonome, che provvedono alla definizione degli standard dei percorsi formativi nonché alla programmazione e organizzazione dei corsi (nel rispetto dello standard professionale e sulla base delle disposizioni vigenti in materia di formazione professionale). § Formazione

12 Lesame per il rilascio dellabilitazione professionale di acconciatore, organizzato secondo le normative di Regioni e PA, verifica il possesso delle competenze adeguate per: La predisposizione di un ambiente di lavoro correttamente attrezzato, …. Lanalisi dal punto di vista strutturale e funzionale del capello, …. Il taglio dei capelli e della barba sia conforme alla morfologia viso-corpo …. I capelli e la barba siano sottoposti a trattamenti tricologici e cosmetici secondo procedure e tecniche diversificate per ……….. La messa in piega, lacconciatura dei capelli e la barba rispondano alle caratteristiche daspetto, nonché …. Il servizio di acconciatura sia erogato secondo gli standard qualitativi previsti La corretta redazione e conservazione dei documenti contabili e amministrativi … § Esame finale

13 Le Regioni e le PA, nel contesto dei propri sistemi di formazione professionale, definiscono il sistema e le procedure per la certificazione delle competenze acquisite ed il loro riconoscimento in termini di crediti formativi in analoghi percorsi/contesti formativi ed esperienze lavorative pregresse. § Riconoscimento dei crediti formativi

14 Labilitazione allesercizio delle attività di acconciatore, rilasciata con le modalità previste dalle disposizioni di ciascuna Regione e PA secondo gli standard professionali e di certificazione finale di cui ai punti precedenti, ha valore su tutto il territorio nazionale. § Spendibilità della qualifica

15 Il Gruppo di Lavoro sulle Professioni, da settembre 2007, ha avviato un monitoraggio nelle Regioni e Province Autonome per verificare la fase applicativa dellAccordo e per censire le esperienze attivate a livello locale. La rilevazione indaga i seguenti aspetti: emanazione di atti normativi e/o atti amministrativi; articolazione dei percorsi formativi; modalità e criteri per lesame di abilitazione; relazioni con le Associazioni di categoria. I risultati del monitoraggio sono periodicamente pubblicati sul sito di Tecnostruttura, nella sezione dedicata alle Professioni. Il monitoraggio sullattuazione dellAccordo

16 Le seguenti Regioni e Province Autonome hanno adottato i seguenti atti per il recepimento della Legge 174/2005 e dellAccordo del 2007: atti amministrativi Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, PA Trento atti normativi Liguria, Umbria, Veneto (in elaborazione: Basilicata, Calabria, Emilia R., Friuli V. G. Marche, Toscana) I risultati del monitoraggio: atti approvati

17 Articolazione dei percorsi formativi 3 anni (2 anni/qualifica + 1 anno/specializzazione) Oltre al percorso base, in osservanza a quanto previsto dalla legge 174/2005, sono stati disciplinati anche i percorsi mirati al conseguimento dellabilitazione per: coloro che hanno maturato unesperienza professionale (formazione teorica); persone in possesso della qualifica di barbiere. I risultati del monitoraggio: formazione

18 Lesame di abilitazione, sostenuto al termine del percorso di specializzazione, viene organizzato secondo quanto stabilito dalle normative di Regioni e Province Autonome. I risultati del monitoraggio: esame abilitante

19 Il raccordo con le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali è stato garantito attraverso listituzione di tavoli tecnici / gruppi di lavoro / tavoli di concertazione. I provvedimenti regionali sono stati adottati previo confronto con le parti sociali. I risultati del monitoraggio: concertazione


Scaricare ppt "Acconciatori e Formazione: modello ed esperienze lombarde Milano, 8 febbraio 2010 Lo standard professionale della figura di Acconciatore. Il lavoro delle."

Presentazioni simili


Annunci Google