La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lungo il tratto fluviale della riserva cè il bosco igrofilo (che vive in zone umide) dove troviamo soprattutto pioppi, salici e tamerici e anche frassini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lungo il tratto fluviale della riserva cè il bosco igrofilo (che vive in zone umide) dove troviamo soprattutto pioppi, salici e tamerici e anche frassini."— Transcript della presentazione:

1

2 Lungo il tratto fluviale della riserva cè il bosco igrofilo (che vive in zone umide) dove troviamo soprattutto pioppi, salici e tamerici e anche frassini e ontani. Lo strato erbaceo è costituito da cannucce, tife e carici. Nelle zone umide è presente anche una felce, il capelvenere. Intorno al lago sono stati piantati dei boschi di pino d'Aleppo, cipresso ed eucalipto che proteggono le sponde dai processi erosivi. Tra il rimboschimento e il lago si estendono dei prati che sono sommersi periodicamente dallacqua. Qui la vegetazione è prevalentemente erbacea. Tra le varie specie si trovano anche orchidee selvatiche. Lungo la gravina cè una fascia di macchia mediterranea formata da leccio, lentisco, fillirea, alaterno, prugnolo, perastro, fico dIndia. Queste piante si sono adattate in modo diverso al clima caldo arido della zona mediterranea. Le foglie della fillirea e del lentisco sono protette da uno strato di cera che le proteggono dalla perdita di acqua. Le foglie del fico dIndia si sono trasformate in spine e il fusto in pale in cui la pianta accumula il liquido. Molte altre piante si adattano al clima arido con la pelosità dei rametti e della pagina inferiore delle foglie, una di queste piante è la roverella. Lungo la parte esterna della riserva cè una zona coltivata: Si coltivano prevalentemente cereali, ma anche olivo, vite, ortaggi e frutta.

3

4 ll Pioppo ha il fusto eretto e dritto. Le foglie sono piccole e gialle in autunno. Esse sono molto mobili e, nelle giornate di vento, si vedono sventolare anche da lontano. In primavera i pioppi riempiono laria di pollini.

5 Ha una chioma piangente, il tronco sinuoso, spesso piegato, ha rami incurvati verso il basso. Perde le foglie. Ama suoli leggeri, profondi, con buona disponibilità di acqua.

6 Le tamerici sono piante arboree che vivono vicino i corsi dacqua e producono fiori bianchi o rosa.

7 La pianta a fusto eretto può raggiungere laltezza di 4 m. Le foglie avvolgono il fusto con la forma di lamina allungata. E una specie invasiva, degli ambienti umidi. Le radici provviste di canali aeriferi le permettono, galleggiando, di non rimanere sommersa. Alcuni uccelli utilizzano il canneto per la nidificazione e come rifugio contro i predatori, mentre alcuni piccoli mammiferi spesso in primavera si nutrono dei germogli delle cannucce.

8 I carici sono delle piante erbacee della famiglia delle graminacee tipiche delle zone umide.

9 E una pianta che può raggiungere unaltezza di circa 2.5 metri. Le foglie sono erette e lineari ed i fiori raccolti in una tipica infiorescenza a spadice. Nelle zone in cui sono più abbondanti vengono predilette dalle folaghe per costruirvi il nido.

10 È una piccola felce perenne variamente ramificata. Il Capelvenere cresce nei luoghi umidi di tutta Italia; si trova nelle fessure delle rocce soggette a stillicidio, vicino alle cascate, all'imboccatura delle grotte, nei pozzi; preferisce le rocce.

11

12

13 È una conifera dalla chioma sempreverde, di forma irregolare, globosa o piramidale, stretta nelle piante giovani, alta fino a 20m. Il tronco massiccio, tende a ramificarsi a poca distanza dal suolo e si sviluppa in modo tortuoso e contorto. La corteccia grigio- chiaro è rossastra sulle spaccature. Le gemme sono brunastre, cilindriche e lunghe 1cm.

14 Leucalipto è una pianta che cresce fino a 20 metri in sei, sette anni. Il suo tronco ha una corteccia liscia. Le foglie sono ovali di colore verde. I boccioli dei fiori hanno la forma di unurna.

15 Il frutto ha la stessa forma del calice. I semi cono piccoli e numerosi. Frutto delleucalipto

16

17

18

19 È un sempreverde tipico della macchia mediterranea. Ha foglie coriacee, opposte, lucide sulla pagina superiore e dentate. I fiori sono piccoli, si sviluppano sulle ascelle delle foglie, sono bianco- verdastri e profumano; sbocciano da marzo a giugno. I frutti sono piccoli, arrotondati, diventano porpora e alla fine neri.

20 Il fico d India si presenta costituito da più fusti piatti chiamati pale da piccole foglie caduche e da numerose spine, molto piccole, disposte intorno alle gemme. I fiori gialli, a coppa, compaiono in primavera-estate. Produce i frutti in cima alle foglie, quasi simili ai fichi, ma più grossi e coronati in cima di color porpora.

21 Il lentisco è la pianta più diffusa nella zona arida e ne caratterizza laspetto soprattutto in autunno, quando sono presenti le bacche prima rosse e poi nere, che forniscono alimento a molte specie di uccelli.

22 La roverella arriva fino a 20 m di altezza. Ha la chioma globosa, il tronco eretto, la corteccia grigio-scuro. Le foglie cadono in autunno. I frutti sono le ghiande.

23 È un arbusto o piccolo albero sempreverde, tipico della macchia mediterranea. Ha una chioma irregolare di colore verde carico e il tronco eretto molto ramificato. Le foglie sono lanceolate. I fiori sono raccolti in pannocchie, I fiori sono visitati dalle api: il miele di corbezzolo è uno dei più pregiati. I frutti sono delle bacche di colore rosso con una superficie granulosa. Malgrado l'aspetto attraente, sono poco saporite.


Scaricare ppt "Lungo il tratto fluviale della riserva cè il bosco igrofilo (che vive in zone umide) dove troviamo soprattutto pioppi, salici e tamerici e anche frassini."

Presentazioni simili


Annunci Google