La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunicazione Teatrale A.A. 2013/14 Prof. Fabrizio Deriu.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunicazione Teatrale A.A. 2013/14 Prof. Fabrizio Deriu."— Transcript della presentazione:

1 Comunicazione Teatrale A.A. 2013/14 Prof. Fabrizio Deriu

2 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/142 Orari e contatti LEZIONI –martedì14.30 – 16.30Aula 11 –mercoledì14.30 – 16.30Aula 4 –giovedì14.30 – 16.30Aula 7 RICEVIMENTO (durante il corso) –mercoledì16.30 INDIRIZZO

3 Obiettivi del corso Fornire elementi di conoscenza generale del fenomeno teatrale, in una duplice prospettiva: a) di carattere storico, esaminando alcune delle più importanti forme in cui si è manifestato ed evoluto nel corso della cultura occidentale dalla Grecia classica alla contemporaneità (nella quale il teatro in quanto spettacolo dal vivo deve fare i conti con lo spettacolo tecnicamente prodotto, ovvero cinema, televisione, nuovi media); b) di carattere teorico-critico, esaminandone le componenti costitutive e fondanti, principalmente mediante il ricorso ai cosiddetti Performance Studies (un orientamento che sviluppa lo studio dei diversi generi teatrali e performative con gli strumenti delle scienze sociali). Comunicazione Teatrale a.a. 2013/143

4 Programma Tre tipologie di lezione (o percorsi) : a)di carattere prevalentemente storico (visione e analisi di spettacoli) b)di carattere prevalentemente teorico e critico (concetti e categorie di base) c)di carattere laboratoriale (scrittura e messa in scena) Comunicazione Teatrale a.a. 2013/144

5 5 Testi desame 1. un testo a scelta fra: - V. Turner, Dal rito al teatro, Il Mulino - E. Goffman, La vita quotidiana come rappresentazione, Il Mulino 2. un testo a scelta fra: - F. Deriu, Il paradigma teatrale, Bulzoni - F. Deriu, Mediologia della performance, Le Lettere 3. Testi drammatici : a.Sofocle, Edipo re b.Molière, Il Misantropo c.Shakespeare, Amleto d.Ibsen, Una casa di bambola e.Cechov, Zio Vanja 4. Materiali integrativi (cartacei; file scaricabili dalla pagina download; siti web)

6 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/146 Testi desame 1. un testo a scelta fra: - V. Turner, Dal rito al teatro, Il Mulino - E. Goffman, La vita quotidiana come rappresentazione, Il Mulino 2. un testo a scelta fra: - F. Deriu, Il paradigma teatrale, Bulzoni - F. Deriu, Mediologia della performance, Le Lettere 3. Testi drammatici : a.Sofocle, Edipo re b.Molière, Il Misantropo c.Shakespeare, Amleto d.Ibsen, Una casa di bambola e.Cechov, Zio Vanja 4. Materiali integrativi (cartacei; file scaricabili dalla pagina download; siti web)

7 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/147 Testi desame 1. un testo a scelta fra: - V. Turner, Dal rito al teatro, Il Mulino - E. Goffman, La vita quotidiana come rappresentazione, Il Mulino 2. un testo a scelta fra: - F. Deriu, Il paradigma teatrale, Bulzoni - F. Deriu, Mediologia della performance, Le Lettere 3. Testi drammatici : a.Sofocle, Edipo re b.Molière, Il Misantropo c.Shakespeare, Amleto d.Ibsen, Una casa di bambola e.Cechov, Zio Vanja 4. Materiali integrativi (cartacei; file scaricabili dalla pagina download; siti web)

8 rito teatro rappresentazione performance spettacolo Comunicazione Teatrale a.a. 2013/148

9 Peter Brook, 16 maggio 2010 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/149 «Oggi il pubblico teatrale è unélite, parola che negli anni Sessanta era politicamente scorretta, mentre adesso è altro. Grazie alla televisione e a Internet non cè più alcuna élite nella comunicazione e nellarte, nessun prodotto artistico è inaccessibile, e il teatro come élite vuol dire un luogo rigenerante e positivo fatto per chiunque abbia voglia di andarci nel desiderio di condividere unesperienza non raggiungibile nellisolamento e davanti al gelo di uno schermo»

10 Peter Brook, 16 maggio 2010 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1410 «Oggi il pubblico teatrale è unélite, parola che negli anni Sessanta era politicamente scorretta, mentre adesso è altro. Grazie alla televisione e a Internet non cè più alcuna élite nella comunicazione e nellarte, nessun prodotto artistico è inaccessibile, e il teatro come élite vuol dire un luogo rigenerante e positivo fatto per chiunque abbia voglia di andarci nel desiderio di condividere unesperienza non raggiungibile nellisolamento e davanti al gelo di uno schermo»

11 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1411 Società della comunicazione Comunicare è una essenziale funzione umana (propria, oltre che delluomo, di tutte le specie animali). Cosa distingue la moderna società della comunicazione da quella di altre epoche e/o di altri luoghi? Laumento, la duttilità, la precisione dei mezzi tecnici di comunicazione (P. Valery, Scritti sullarte, 1934). La loro diffusione, economicità, pervasività (ultimo ventennio del XX secolo: tecnologia elettronica digitale): MEDIAMORFOSI

12 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1412 MEDIAMORFOSI (anche mediatizzazione) Adattamento dei linguaggi e dei saperi allimporsi dei processi di tecnologizzazione e industrializzazione. Ciò comporta una profonda trasformazione dei modi in cui la conoscenza umana è prodotta, circola, si conserva, si tramanda e si rinnova.

13 La (ri)producibilità tecnica «Verso il 1900, la riproduzione tecnica aveva raggiunto un livello che le permetteva non soltanto di prendere come oggetto tutto linsieme delle opere darte tramandate e di modificarne profondamente gli effetti, ma anche di conquistarsi un posto autonomo tra i vari procedimenti artistici. Per lo studio di questo livello nulla è più istruttivo del modo in cui le sue due diverse manifestazioni – la riproduzione dellopera darte [fotografia] e larte cinematografica – hanno agito sullarte nella sua forma tradizionale» [W. Benjamin, 1936] Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1413

14 Il sistema degli spettacoli Comunicazione Teatrale a.a. 2013/ ANNI FA (o poco più) Soltanto teatro nel senso di spettacolo dal vivo OGGI Teatro Cinema Televisione Computer Telefoni cellulari Tablets …

15 aspetto TECNOLOGICO il supporto fisico il medium gli oggetti: film, nastro VHS, DVD, file digitale, aspetto CULTURALE il linguaggio i contenuti i codici espressivi le strutture formali il cammino storico Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1415

16 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1416 Particolarità della comunicazione teatrale come oggetto di studio –come evento, accadimento performance –come oggetto materiale testo (audiovisivo)

17 Programma Tre tipologie di lezione (o percorsi) : a)di carattere prevalentemente storico (visione e analisi di spettacoli) b)di carattere prevalentemente teorico e critico (concetti e categorie di base) c)di carattere laboratoriale (scrittura e messa in scena) Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1417

18 Programma Tre tipologie di lezione (o percorsi) : a)di carattere prevalentemente storico (visione e analisi di spettacoli) b)di carattere prevalentemente teorico e critico (concetti e categorie di base) c)di carattere laboratoriale (scrittura e messa in scena) Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1418

19 PERCORSO STORICO 1. Il teatro greco (e romano) 2. Teatralità medioevale 3. Il Rinascimento in Italia 4. La Commedia dellArte 5. Europa fra Cinque e Seicento –La scena elisabettiana (Inghilterra) –Il teatro spagnolo dal Medioevo al Siglo de Oro –Il Grand Siècle francese 6. Il teatro del Settecento 7. Il primo Ottocento Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1419

20 PERCORSO STORICO (segue) 8. Il secondo Ottocento – Wagner, il Gesamtkunstwerk e il teatro di Bayreuth – Naturalismo e dramma borghese 9. Le rivoluzioni del Novecento –La regìa –Avanguardie storiche, danza e vaudeville –Maestri del teatro nella Russia dei Soviet –Pirandello: il teatro nel teatro –Brecht: il teatro epico –Beckett: il teatro dellassurdo Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1420

21 PERCORSO STORICO Seconda metà del XX secolo 10. Il teatro di ricerca contemporaneo –Antonin Artaud –John Cage e l happening –The Living Theatre –Peter Brook –Jerzy Grotowski –Odin Teatret –Teatrodanza 11. Osservatorio italiano –Eduardo De Filippo e il teatro dialettale –Totò e i generi popolari –CB (ovvero: Carmelo Bene) –Dario Fo –La performance epica Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1421

22 PERCORSO STORICO 1. Il teatro greco (e romano) EDIPO RE 2. Teatralità medioevale 3. Il Rinascimento in Italia 4. La Commedia dellArte 5. Europa fra Cinque e Seicento –La scena elisabettiana (Inghilterra) AMLETO –Il teatro spagnolo dal Medioevo al Siglo de Oro –Il Grand Siècle francese IL MISANTROPO 6. Il teatro del Settecento 7. Il primo Ottocento Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1422

23 PERCORSO STORICO (segue) 8. Il secondo Ottocento – Wagner, il Gesamtkunstwerk e il teatro di Bayreuth – Naturalismo e dramma borghese CASA DI BAMBOLA 9. Le rivoluzioni del Novecento –La regìa ZIO VANJA –Avanguardie storiche, danza e vaudeville –Maestri del teatro nella Russia dei Soviet –Pirandello: il teatro nel teatro –Brecht: il teatro epico –Beckett: il teatro dellassurdo FINALE DI PARTITA Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1423

24 Programma Tre tipologie di lezione (o percorsi) : a)di carattere prevalentemente storico (visione e analisi di spettacoli) b)di carattere prevalentemente teorico e critico (concetti e categorie di base) c)di carattere laboratoriale (scrittura e messa in scena) Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1424

25 PERCORSO CRITICO Alcune parole chiave Produzione artistica Multimedialità Racconto Drammaturgia Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1425

26 PERCORSO CRITICO Alcune parole chiave Produzione artistica Multimedialità Racconto Drammaturgia Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1426

27 Produzione artistica diretta espressione dei comportamenti e delle relazioni tra gli esseri umani nelle società; capacità di resistere nel tempo, non solo e non tanto in senso materiale, quanto come depositi di importanti significati sociali; capacità di mantenere, al di là del loro primo immediato apparire, un valore di testimonianza di comportamenti e forme vitali in grado di stimolare rapporti, scambi, nuove comunicazioni ed esperienze, anche al di fuori della realtà culturale e del periodo in cui si sono originati. Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1427

28 Aspetti essenziali della produzione artistica forme dellimmaginario racconto comunicazione / espressione proposta di modelli di comportamento (carattere sociale; relazione opere/pubblico) rapporto con la realtà (partecipazione/contestazione) grandi schemi (o categorie): mitico, fiabesco, tragico, comico, grottesco, ecc. Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1428

29 PERCORSO CRITICO Alcune parole chiave Produzione artistica Multimedialità Racconto Drammaturgia Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1429

30 Multimedialità arti visive letteratura musica spettacolo ecc. Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1430 FORME MATERIALI

31 Multimedialità Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1431 CONVERGENZA DIGITALE mono-medialità

32 PERCORSO CRITICO Alcune parole chiave Produzione artistica Multimedialità Racconto Drammaturgia Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1432

33 Racconto dato costante e necessario della comunicazione umana un modo essenziale per trasmettere avvenimenti e conoscenze usi e funzioni pratici e immediati funzioni specifiche e più mediate forme e modi Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1433

34 Forme del racconto miti fiabe parabole cronache novelle romanzi … Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1434

35 Modi del racconto (secondo Platone) narrativo puro mimetico misto Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1435

36 PERCORSO CRITICO Alcune parole chiave Produzione artistica Multimedialità Racconto Drammaturgia Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1436

37 Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1437 Drammaturgia L AZIONE come materiale di base della comunicazione teatrale

38 Drammaturgia (1) testo drammatico materiale verbale elaborato per la scena trattamento e montaggio dei segni pluricodice della scena [A. Cascetta-L. Peja, Ingresso a teatro, 2003] Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1438

39 Drammaturgia (2) dellautore degli attori del regista dello scenografo del musicista ecc. Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1439 composizione dello spettacolo, risultato di una serie di drammaturgie parziali:

40 PERCORSO CRITICO: gli elementi della comunicazione teatrale Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1440 TESTO (materiale verbale) TEMPO SPAZIO SCENICO ATTORE

41 PERCORSO CRITICO Gli elementi costitutivi SPAZIO modelli di spazio scenico: anfiteatro, proscenio, arena, non-specifici, multifunzione TESTO materiale verbale: dialoghi, monologhi, didascalie, ecc. ATTORE gesto, mimica, movimento, danza, stili di recitazione, vocalità, ecc. TEMPO ritmo, partizioni, scansioni, ecc. Comunicazione Teatrale a.a. 2013/1441


Scaricare ppt "Comunicazione Teatrale A.A. 2013/14 Prof. Fabrizio Deriu."

Presentazioni simili


Annunci Google