La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3^ Domenica di Quaresima Esodo 3,1-8. 13-15 1^ Corinzi 10,1-6. 10-12 Luca 13,1-9 FATE PENITENZA; IL REGNO DI DIO E VICINO AVANZAMENTO MANUALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3^ Domenica di Quaresima Esodo 3,1-8. 13-15 1^ Corinzi 10,1-6. 10-12 Luca 13,1-9 FATE PENITENZA; IL REGNO DI DIO E VICINO AVANZAMENTO MANUALE."— Transcript della presentazione:

1

2 3^ Domenica di Quaresima Esodo 3, ^ Corinzi 10, Luca 13,1-9 FATE PENITENZA; IL REGNO DI DIO E VICINO AVANZAMENTO MANUALE

3 Fin dalle origini, Il dialogo tra Dio e luomo intesse la storia biblica. IL NOME DELLA PRESENZA nel giardino, Dio si intrattiene con luomo. alla brezza della sera,

4 Alle origini della storia del Popolo Ebraico, Dio dialoga con Mosè, consegnandosi nelle mani di Mosè, facendogli conoscere il suo nome:

5 Rivelare il nome è come un rito solenne di consegna del proprio essere. E un rischio altissimo, sappiamo infatti che luomo ha usato il nome Dio in maniera magica per sfruttare e condizionare i più deboli…

6 Paolo ricorderà anche atteggiamenti contrari del popolo, e la mormorazione contro Dio, é segno dellantidialogo più sfacciato, segno della ribellione, dellincredulità e del sospetto.

7 e ciò nonostante Egli compie un atto di somma fiducia e consegna il proprio nome, garantisce la sua presenza vitale e amica,

8 si definisce come un Dio un Dio che sente il grido di sofferenza del popolo schiavo e scende a liberarlo; che stabilisce relazioni personali,

9 con chi lo cerca con cuore sincero. un Dio che combatte e soffre

10 STORIE DRAMMATICHE Anche davanti alle tragedie, quando Gesù è interpellato sulleccidio di Pilato, o la torre che crolla sugli operai,

11 egli non emette un giudizio sui peccati degli altri, a guardare a se stessi, ai propri peccati, alla corruzione che cè dentro di ognuno, alla innocenza scomparsa e al bisogno di convertirsi. ma obbliga i suoi interlocutori

12 Con la parabola della vigna ricorda che la conversione del cuore e la costruzione delluomo interiore a immagine di Dio coltivata senza dar frutto,

13 è frutto di una lunga fatica, di tanta attenzione, di perseveranza nel correggere se stessi e nel servire il bene.

14 Anche la storia delle disgrazie altrui e dei nostri peccati è stata scritta per nostro esempio e ammonimento e per trasmetterci un messaggio di conversione.

15 Noi oggi siamo convinti che le disgrazie non sono una punizione di Dio contro i peccati; ma piuttosto prendiamo sempre più coscienza di una colpevolezza e corresponsabilità comuni davanti allo sfacelo ecologico della natura,

16 e delle violenze inaudite che luomo perpetra contro luomo.

17 Si devono sentire in colpa coloro che pensano che la guerra coloro che propongono sia un mezzo per risolvere i problemi, di farsi giustizia da sé,

18 coloro che suscitano che con tanta disinvoltura lemulazione dei criminali e dei violenti, corrompono o insultano la giustizia, i ricchi,

19 Si devono sentire in colpa allimpegno e alla responsabilità. quanti rinunciano di educare

20 La parabola del Vangelo ci ricorda la necessità ma la necessità di riprendere i colpevoli fino al pentimento e alla rieducazione; di non giustificare il male,

21 perché la pazienza dura solo un anno, cioè a dire che i mali si ritorcono contro chi li commette; ci ricorda lurgenza della conversione,

22 la natura maltrattata si rivolta; la giustizia umana offesa esplode,

23 larroganza e lostentazione dei privilegi preparando lincendio. stanno saturando di gas infiammabili il mondo dei poveri

24 Certo la ragione umana le statue innalzate alla propria divinità ha abbattuto da sola

25 con il persistere irrazionale con il persistere irrazionale dei mali che luomo commette

26 F I N E Sunto dellomelia odierna del P. Dehoniano Natalino Costalunga


Scaricare ppt "3^ Domenica di Quaresima Esodo 3,1-8. 13-15 1^ Corinzi 10,1-6. 10-12 Luca 13,1-9 FATE PENITENZA; IL REGNO DI DIO E VICINO AVANZAMENTO MANUALE."

Presentazioni simili


Annunci Google