La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La tecnologia tessile (per la realizzazione delle vele) Nel Medioevo e nel Rinascimento per realizzare una nave in grado di compiere lunghe traversate.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La tecnologia tessile (per la realizzazione delle vele) Nel Medioevo e nel Rinascimento per realizzare una nave in grado di compiere lunghe traversate."— Transcript della presentazione:

1

2 La tecnologia tessile (per la realizzazione delle vele) Nel Medioevo e nel Rinascimento per realizzare una nave in grado di compiere lunghe traversate era indispensabile padroneggiare alcune tecnologie La tecnologia del legno (per la costruzione di scafi, che restano i più grandi oggetti costruiti dalluomo e per questo presentano particolari problemi) La tecnologia del ferro (per la realizzazione di chiodi ma anche di ancore e cannoni) Tecnologia idraulica (per la realizzazione di pompe di sentina) La tecnologia chimica (per la preparazione della polvere da sparo)

3 Per guidare una nave sulle rotte percorse nel medioevo e poi nel rinascimento erano inoltre necessarie conoscenze di cartografia, astronomia, aritmetica e geometria; per cercare di migliorare la vita dellequipaggio infine occorreva padroneggiare le poche conoscenze di medicina e dietologia del tempo. P e r g u i d a r e u n a n a v e s u l l e r o t t e p e r c o r s e n e l m e d i o e v o e p o i n e l r i n a s c i m e n t o e r a n o i n o l t r e n e c e s s a r i e c o n o s c e n z e d i c a r t o g r a f i a, a s t r o n o m i a, a r i t m e t i c a e g e o m e t r i a ; p e r c e r c a r e d i m i g l i o r a r e l a v i t a d e l l e q u i p a g g i o i n f i n e o c c o r r e v a p a d r o n e g g i a r e l e p o c h e c o n o s c e n z e d i m e d i c i n a e d i e t o l o g i a d e l t e m p o.

4 Le navi del periodo rappresentano per molti versi il concentrato della tecnologia del tempo. DUE AREE TECNOLOGICHE AREA NORDICA AREA MEDITERRANEA

5 Nel Mediterraneo gli scafi venivano costruiti partendo da uno scheletro formato da una chiglia longitudinale e da diverse ordinate trasversali

6 Le ordinate erano elementi in legno dalla forma tondeggiante, dette COSTOLE, sulle quali andavano appoggiate e successivamente inchiodate le tavole formanti il fasciame esterno Le ordinate erano elementi in legno dalla forma tondeggiante, dette COSTOLE, sulle quali andavano appoggiate e successivamente inchiodate le tavole formanti il fasciame esterno CHIGLIA CHIGLIA COSTOLE

7 Madiere Staminale Scalmo

8 A REA M EDITERRANEA Questo sistema di costruzione era molto complesso, ma garantiva una notevole solidità Questo sistema di costruzione era molto complesso, ma garantiva una notevole solidità Il fasciame esterno era liscio e gli interstizi tra una tavola e laltra andavano riempiti con stoppa e pece per renderli impermeabili. Il fasciame esterno era liscio e gli interstizi tra una tavola e laltra andavano riempiti con stoppa e pece per renderli impermeabili.

9 A REA N ORDICA La costruzione partiva dal fasciame esterno, le cui tavole venivano fissate alle altre con un leggero sormonto a cui solo in un secondo momento venivano fissati allinterno degli elementi di rinforzo.

10 Questo sistema di costruzione era più semplice ma presentava dei limiti intrinseci, per cui non si potevano superare certe lunghezze. Questo sistema di costruzione era più semplice ma presentava dei limiti intrinseci, per cui non si potevano superare certe lunghezze. A REA N ORDICA

11 Considerando il fatto che le conoscenze in questo periodo venivano trasmesse oralmente ed era ignoto luso del disegno e dei calcoli per la progettazione, le trasformazioni e le migliorie si evolvevano molto a rilento. I cambiamenti più importanti si ebbero soprattutto sullapparato propulsivo e nellarmamento.

12 Nel Mediterraneo esistevano sin dallantichità classica due tipi di navi Nave Lunga (Galea) Nave Lunga (Galea) Nave Tonda Era una nave molto affinata; Era lunga anche più di 30 metri; Era spinta soprattutto a remi.

13

14 Una delle novità del Medioevo fu introdotta dagli arabi, questa fu la vela latina il cui nome deriva dalla contrazione di alla trina ossia tre angoli, il cui principale vantaggio fu, che rispetto alla vela quadra, permetteva di poter navigare parzialmente controvento in modo più agevole. Albero Antenna Penna Mura Scotta

15 VELA QUADRA Vento Pennone Gola Penna Scotta Mure

16 Le galee medievali erano, biremi cioè in ciascun banco di rematori trovavano posto solo due uomini, dal Duecento, però i veneziani riuscirono a far stare su ciascun banco ben tre uomini, ciò servì ad incrementare la velocità e la potenza delle imbarcazioni del periodo. Galea (Nave Lunga)

17 In questo tipo di imbarcazioni prima della scoperta dellartiglieria un equipaggio era formato da non meno di 250 uomini che servivano a manovrare la nave e soprattutto a difenderla in caso di abbordaggio. In questo tipo di imbarcazioni prima della scoperta dellartiglieria un equipaggio era formato da non meno di 250 uomini che servivano a manovrare la nave e soprattutto a difenderla in caso di abbordaggio. Galea (Nave Lunga)

18 La nave tonda, a differenza della galea, era destinata al commercio, era più tozza e panciuta ed era mossa quasi sempre a vela, ciò richiedeva una minor quantità di equipaggio e, di conseguenza, comportava minori spese per gli armatori del tempo. Nave Tonda

19 Allinizio lattrezzatura velica era molto semplice composta da un solo albero ed una sola vela, solo più tardi vennero aggiunti altri due alberi: uno verso prua e uno verso poppa (TRINCHETTO e MEZZANA che si aggiungevano allalbero di MAESTRA) Più il Bompresso (albero inclinato che sporgeva da prua) Nave Tonda

20 Mezzana Trinchetto Bompresso Maestra

21 LA CARTOGRAFIA La navigazione però non si riduce vele, scafi e remi. Per navigare, infatti, è necessario conoscere la rotta tra due punti noti e soprattutto la posizione della nostra imbarcazione durante la navigazione

22 Cartografia Nel Medioevo i navigatori riuscivano a compiere traversate di centinaia di miglia affidandosi solo alle loro capacità ed alla loro sensibilità, senza strumenti o carte nautiche. Nel Medioevo i navigatori riuscivano a compiere traversate di centinaia di miglia affidandosi solo alle loro capacità ed alla loro sensibilità, senza strumenti o carte nautiche. Anche se restavano allinterno del Mediterraneo, alcune rotte richiedevano lunghe traversate in mare aperto decisamente impegnative, che venivano realizzate utilizzando come punto di riferimento astronomico il sole e le stelle, in particolare la stella polare.

23 La caratteristica di quella stella è quella di essere sostanzialmente ferma nel cielo e allora veniva utilizzata, in modo ovviamente approssimativo, per seguire una rotta specifica. Cartografia In questo periodo si diffuse anche uno dei più importanti strumenti nautici: la Bussola.

24 Inventata in Cina,inizialmente questa, era un ago attaccato ad una scheggia di legno e posto in un recipiente dacqua e veniva usato per aiutare i navigatori a seguire una rotta precedentemente presa con un rivelamento stellare. Bussola Ben presto lago finì per essere incollato su un cartoncino capace di ruotare su un perno. Sulla parte superiore di questo supporto veniva disegnata la rosa dei venti con i rispettivi punti cardinali.

25 Oltre alla bussola nel Mediterraneo si svilupparono altri due importantissimi strumenti nautici: la carta nautica e la toleta del marteloio. La carta nautica veniva costruita esclusivamente con lausilio della bussola riportando uno schema geometrico detto martelogio. La toleta del marteloio era un sistema di calcoli che, attraverso la risoluzione di alcuni semplici problemi geometrici, calcolava il guadagno controvento in caso di bordeggio oppure permetteva di ritrovare la rotta dopo una deviazione dovuta a una tempesta. La toleta del marteloio era un sistema di calcoli che, attraverso la risoluzione di alcuni semplici problemi geometrici, calcolava il guadagno controvento in caso di bordeggio oppure permetteva di ritrovare la rotta dopo una deviazione dovuta a una tempesta.

26 LICONOGRAFIA NEL 400 La maggior parte delle informazioni tecniche venivano trasmesse oralmente da una generazione allaltra e anche se esistevano alcuni libri scritti dai capimastri più famosi, per lo più appunti, erano molto difficili da interpretare. Per questo motivo acquistano molta importanza le fondi iconografiche che forniscono un numero elevatissimo di informazioni sugli usi ed i funzionamenti delle imbarcazioni immediatamente precedenti alla scoperta dellAmerica.

27 Da un manoscritto del 1400 ci arriva la testimonianza di un tipo di imbarcazione da trasporto e da guerra usata soprattutto nei mari dellEuropa settentrionale; il suo nome era C OCCA La nave aveva un solo albero, sistemato nella zona maestra armato con una sola vela.

28 Uno dei tipi di imbarcazione più usati era la galea da mercato o galea grossa. Si tratta in realtà di un tipo ibrido di galea, nel senso che era una specie di galea più grande, più alta e più pesante attrezzata per muoversi quasi esclusivamente a vela e capace di trasportare un discreto carico. GALEA DI MERCATO Erano navi lunghe circa 40 metri e, cosa molto interessante, erano dotate di 150 remi ciascuno manovrato da un uomo, tale sistema veniva utilizzato quando limbarcazione si trovava in tratti di bonaccia.

29 Questa, rispetto alle galee, aveva lo scafo più grande e robusto con un castello di poppa ormai e quasi perfettamente integrato nelle strutture dello scafo. CARACCA Il ponte di poppa era protetto da una struttura a capanna che ricorda quelle montate sulle galee anche se il timone ormai era manovrato dallinterno. Un altro tipo si imbarcazione successiva alle galee fu senza ombra di dubbio la C ARACCA.

30 BIBLIOGRAFIA Testi : Immagini: Lavoro coordinato dalla professoressa Maria Giovanna Langiu Hanno collaborato per le materie specifiche di navigazione i professori : Antonello Aversano e Gianuario Masia


Scaricare ppt "La tecnologia tessile (per la realizzazione delle vele) Nel Medioevo e nel Rinascimento per realizzare una nave in grado di compiere lunghe traversate."

Presentazioni simili


Annunci Google