La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO INCONTRO DEL 15 MARZO 2007 - COLLEGIO GALLIO Con la locuzione Disturbi Specifici dell Apprendimento si intende un.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO INCONTRO DEL 15 MARZO 2007 - COLLEGIO GALLIO Con la locuzione Disturbi Specifici dell Apprendimento si intende un."— Transcript della presentazione:

1 DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO INCONTRO DEL 15 MARZO COLLEGIO GALLIO Con la locuzione Disturbi Specifici dell Apprendimento si intende un gruppo di disordini che si manifestano con difficoltà nell acquisizione e uso di abilità di comprensione del linguaggio orale, lettura, scrittura, ragionamento e matematica. Questi disturbi sono presumibilmente legati a disfunzioni del sistema nervoso centrale e possono essere presenti lungo tutto larco della vita. Essi sono la Dislessia, la Discalculia la Disortografia la Disgrafia

2 I D.S.A. non sono da ricondurre ad altre cause, quali minorazioni fisiche,cognitive o sensoriali, non possono quindi essere assimilati allhandicap. Di conseguenza, nell ambito scolastico, lins. di sostegno (tranne rari e certificati casi gravi) non può essere deputato quale figura specifica per lintervento sugli alunni con DSA. Lintervento è di competenza degli insegnanti di classe che, nellambito della personalizzazione della didattica, devono applicare adeguati sistemi compensativi e dispensativi, al fine di assicurare il successo scolastico. Per garantire, ad ogni istituzione scolastica, un proprio punto di riferimento per colleghi e genitori, si è ritenuto opportuno attivare percorsi di formazione regionali per docenti referenti di istituto per i D.S.A.

3 D.S.A. – LA SITUAZIONE NELLA PROVINCIA DI COMO Monitoraggio - Marzo 2007 Istituzioni Scolastiche coinvolte (statali e paritarie) 99 Di queste 67 hanno segnalato la presenza di alunni certificati D.S.A. Per un totale di su

4 A.S. 06/07 Totale alunni con certificazione D.S.A Sc.PrimariaSc.Sec. I gr.Sc.Sec. II gr Rispetto al totale degli iscritti, la presenza di alunni con D.S.A è percentualmente più significativa nelle scuole sec.I grado: quasi il doppio rispetto al dato della sc. Primaria e 5 volte di più rispetto quello della sc. Sec. di II grado !

5 Il monitoraggio evidenzia inoltre: Il 76% dell individuazione avviene nella SP, in particolar modo tra la III e la IV classe (46,4%).Ben il 21% delle prime segnalazioni avvengono durante la I media. Il totale delle scuole dichiara di conoscere e applicare, in toto o in parte, le indicazioni Ministeriali e dellUfficio Scolastico Regionale Gli strumenti compensativi e le modalità dispensative sono adottate, in tutto o in parte, dal 93,7% delle scuole I referenti di istituto sono presenti nell80% delle scuole 29 scuole (46%) hanno aderito al progetto A.P.Ri.C.O. Lattuazione di buone prassi viene segnalata dal 55% delle istituzioni scolastiche

6 D.S.A. – LE AZIONI DELLAMMINISTRAZIONE A.S. 06/07 Organizzazione, promozione e sostegno attività di azione e formazione Progetto in rete sullindividuazione precoce delle Difficoltà Specifiche di Apprendimento ed attuazione di interventi mirati (5° anno di attività) Collaborazione e supporto organizzativo Formazione regionale per referenti di istituto a partire dal 2005 (3^ fase: 14 febbraio – 2 marzo) Collaborazione e supporto organizzativo al Progetto A.P.Ri.C.O (Attivazione di interventi di Prevenzione, RIeducazione e Compensazione con strumenti informatici per studenti dislessici residenti nella Regione Lombardia) Collaborazione Convegni AID (27/11/06 e il presente) Consulenza docenti, famiglie anche in collaborazione con il CTRH Como Lago.

7 Progetto in rete sullindividuazione precoce delle Difficoltà Specifiche di Apprendimento ed attuazione di interventi mirati FINALITA: Sviluppare le competenze comunicative/linguistiche con particolare riguardo al processo di lettoscrittura e prevenire eventuali conseguenze psicopatologiche secondarie dei D.S.A. PARTNERS: 9 Istituzioni scolastiche 17 Comuni U.O.N.P.I.A. –Az. Ospedaliera S.Anna di Como A.I.D. – Como Famiglie / Esperti DESTINATARI Alunni, genitori e docenti delle classi prime della scuola primaria

8 Progetto A.P.Ri.C.O. ( Associazione Italiana Dislessia, Edizioni Carthusia, Fondazione Asphi Onlus, Fondazione Vodafone, patrocinio dellUfficio Scolastico Regionale) diffondere lutilizzo di strumenti informatici con obiettivi di compensazione dei disturbi specifici di apprendimento allestire laboratori informatici, uno in ciascuna provincia, dotati di videoscrittura con correttore ortografico e software specifico per lo studio, anche con sintesi vocale. stages per alunni dislessici di avvio alluso autonomo di detti strumenti per le attività di studio. corsi formativi per docenti finalizzati allutilizzo delle nuove tecnologie per la compensazione delle difficoltà di letto-scrittura, I.C. COMO LAGO

9 Formazione regionale per referenti di istituto per i D.S.A. U.S.R. - Lombardia Formare almeno un docente per istituzione scolastica con competenze specifiche sulle problematiche relative ai D.S.A. Favorire attività di sensibilizzazione, informazione e formazione Mantenere i contatti con famiglie e enti esterni Promuovere ricerche e azioni specifiche


Scaricare ppt "DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO INCONTRO DEL 15 MARZO 2007 - COLLEGIO GALLIO Con la locuzione Disturbi Specifici dell Apprendimento si intende un."

Presentazioni simili


Annunci Google