La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

27 Gennaio Giornata della Memoria PER NON DIMENTICARE……

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "27 Gennaio Giornata della Memoria PER NON DIMENTICARE……"— Transcript della presentazione:

1 27 Gennaio Giornata della Memoria PER NON DIMENTICARE……

2 Adolf Hitler diede alla Germania il nome di Terzo Reich (terzo impero) e il suo primo obiettivo fu unire alla Germania tutte le comunità di cultura e lingua tedesca che si trovavano negli stati europei confinanti. Egli instaurò una dittatura spietata: accentrò nelle sue mani tutti i poteri ed eliminò ogni opposizione, riarmò la Germania e iniziò la persecuzione contro gli Ebrei. Hitler pensava che il popolo tedesco appartenesse alla razza dominatrice, quella ariana, corrotta dal mescolamento con altre razze inferiori, come quella ebraica………

3 ……Hitler iniziò lo sterminio allinizio della Seconda Guerra Mondiale e la svastica usata nei secoli precedenti come simbolo di fortuna con lascesa del Terzo Reich divenne ben presto un simbolo di terrore e di violenza.

4 Inizia lo Sterminio nazista. Nel 1939 la vita per gli Ebrei inizia ad essere difficile. I nazisti iniziarono a perseguitarli,giorno e notte senza un minuto di tregua. Allinizio iniziarono a rinchiuderli nei ghetti(i quartieri ebraici) ammassati in alloggi inadeguati,tagliati fuori dal mondo esterno,privati del contatto con le altre comunità ebraiche senza protezione……..

5 ……E dopo iniziarono le deportazioni di massa nei campi di concentramento. Circa sei milioni di Ebrei furono sterminati nei lager tedeschi. All inizio venivano ammassati nei treni e poi divisi in due file: una con quelli che potevano lavorare e laltra con quelli che dovevano finire nelle camere a gas. Uno dei campi più noti è quello di AUSCHWITZ.

6 Altri Ebrei vennero uccisi nei forni crematori e con questi metodi brutali si perse traccia di uomini,donne,bambini e intere famiglie.

7 Mentre altri ancora morivano in viaggio o per la fame, o per il freddo o per le malattie. Nei campi dormivano tutti ammassati. Vennero privati dei loro vestiti,rasati e costretti ad indossare dei larghi pigiami a righe.

8 Poi però qualcosa cambiò…… Hitler ordinò linvasione inaspettata dell Unione Sovietica non rispettando il patto di non aggressione firmato nel 1939 con il ministro degli esteri sovietico Vyacheslav Molotov e con il ministro degli Esteri tedesco Joachim von Ribbentrop. In realtà il patto prevedeva anche la spartizione dell Est europeo e della Polonia in due sfere: una tedesca e una sovietica. Tale accordo aveva dato tempo a Stalin per preparare l URSS all eventualità di una guerra contro lo stesso Hitler,nei confronti del quale,per ovvie ragioni,non nutriva alcuna fiducia………

9 Hitler voleva invadere lURSS perché aveva bisogno del petrolio del Caucaso e del grano dell Ucraina. Così il 22 giugno 1941 iniziò l Operazione Barbarossa che prevedeva una guerra lampo per conquistare la capitale sovietica e Leningrado.Le truppe nazi- fasciste penetrarono in profondità nel territorio russo e strinsero dassedio la città di Stalingrado. Lassedio tedesco ebbe inizio nel luglio del 1942 e fu condotto in maniera brutale casa per casa, tuttavia i Russi riuscirono a resistere per ben 180 giorni, creando le premesse della resa tedesca. Nonostante ciò, la sesta armata tedesca ricevette lordine di resistere ma il 2 febbraio 1943 il feldmaresciallo Friedrich von Paulus si arrese. La sua armata formata da uomini fu decimata e ridotta a soli uomini…….

10 …. Nell estate del 1943 la Germania attacca di nuovo,ma l URSS questa volta non ha cedimenti e costringe i nazisti ad una rapida ritirata dai territori occupati. Nel gennaio 1944 Leningrado viene liberata e l Armata Rossa avanza verso la Polonia liberando tutti i lager nazisti che incontrava e finalmente il 27 gennaio 1945 toccò al campo di concentramento di Auschwitz; le SS iniziarono ad uccidere gli ebrei rimasti per non lasciare traccia dei crimini commessi ma alla fine i sovietici prevalsero e abbatterono i cancelli del campo di Auschwitz liberando gli ebrei rimasti.

11 Il 27 gennaio 2001 si è celebrato per la prima volta il <> in ricordo delle vittime della Shoah. Art.1 1.La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio,data dell abbattimento dei cancelli di Auschwitz, <>,al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali e la persecuzione italiana dei cittadini ebrei. <>. Primo Levi.

12 Per non dimenticare questo sterminio ingiusto e perché questo non accada mai più………..

13 Progetto realizzato da: Corrado Rosa Giuseppe Magrì Classe 3^B 3° Ist. Comprensivo G.Verga


Scaricare ppt "27 Gennaio Giornata della Memoria PER NON DIMENTICARE……"

Presentazioni simili


Annunci Google