La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI 5 aprile 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI 5 aprile 2006."— Transcript della presentazione:

1 1 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI 5 aprile 2006

2 2 DEFINIZIONI AGEVOLAZIONE. Per agevolazione fiscale si intende un trattamento preferenziale accordato dalla legge in determinati casi. Consiste solitamente in unaliquota ridotta o nella concessione di crediti dimposta, deduzioni dallimponibile, detrazioni dimposta, esenzioni. DISABILE. E considerato disabile colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione (art. 3, co. 1, L. n. 104/92). DISABILE GRAVE. Qualora la minorazione abbia ridotto lautonomia personale in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità (art. 3, co. 3, L. n. 104/92).

3 3 QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI FISCALI QUALSIASI CONTRIBUENTE USUFRUISCE DI AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE SPESE SOSTENUTE PER FARE FRONTE A NECESSITA DI CARATTERE SOCIALE O RIGUARDANTI LA SALUTE (ad esempio, spese sanitarie, protesi, mutui stipulati per lacquisto o la costruzione dellabitazione principale, tasse pagate per listruzione secondaria o universitaria) LAGEVOLAZIONE FISCALE CONSISTE NELLA DETRAZIONE DALL IRPEF DEL 19 % DI QUANTO PAGATO

4 4 I DISABILI GODONO DI ALTRE PARTICOLARI AGEVOLAZIONI FISCALI AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO MAGGIORE DEDUZIONE PER I FIGLI A CARICO DISABILI AGEVOLAZIONE PER LACQUISTO DI ALTRI MEZZI DI AUSILIO E I SUSSIDI TECNICI ED INFORMATICI AGEVOLAZIONI PER LE SPESE PER LASSISTENZA PERSONALE – COMPRESI I CONTRIBUTI OBBLIGATORI PER PERSONE ADDETTE ALLASSISTENZA AGEVOLAZIONI PER LACQUISTO ED IL MANTENIMENTO DEI CANI GUIDA AGEVOLAZIONI SULLE SPESE DI INTERPRETARIATO PER I SORDOMUTI AGEVOLAZIONI PER LABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

5 5 AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO - 1 DISABILI AMMESSI: 1) Disabili con ridotte o impedite capacità motorie (comma 1 e 2, Legge 104/1992) 2) Non vedenti e sordomuti (art. 1, Legge 68/1999) 3) Disabili con handicap fisico o mentale GRAVE titolari dellindennità di accompagnamento (comma 3, art. 3, Legge 104/1992) 4) Disabili con GRAVE limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazione (comma 3, art. 3, L. 104/1992) I DISABILI DI CUI AL PUNTO 4 DEVONO ESSERE IN POSSESSO DI PATENTE SPECIALE E LAUTOVETTURA DEVE ESSERE ADATTATA

6 6 AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO - 2 VEICOLI AMMESSI: 1) Motocarrozzette 2) Autoveicoli o motoveicoli per uso promiscuo o per trasporto specifico del disabile Adattati (anche il solo cambio automatico di serie è considerato adattamento) per i disabili con patente speciale Anche non adattati per i disabili GRAVI (c.3, art. 3, L. 104/1992) 3) Autocaravan (solo per detrazione del 19 % ai fini IRPEF – non godono dellagevolazione dellIVA agevolata al 4 % )

7 7 AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO - 3 AGEVOLAZIONI: 1) Aliquota IVA del 4 % invece che del 20 % sullacquisto del veicolo una sola volta ogni 4 anni ( SOLO PER DISABILI CON CERTIFICAZIONE AI SENSI DELLA L. 104/1992) – valgono i limiti di cilindrata: 2000 cc. se a benzina 2800 cc. se diesel 2) Detrazione IRPEF del 19 % sul prezzo di acquisto del veicolo, IVA e adattamenti compresi, fino al limite di ,99 ( delle vecchie lire) nella dichiarazione dei redditi A scelta in una sola volta o in 4 rate (per incapienza) 3) Esenzione permanente dal pagamento del BOLLO e esenzione dal pagamento delle imposte di trascrizione sul passaggio di proprietà (REGIONE LOMBARDIA)

8 8 AGEVOLAZIONI PER IL SETTORE AUTO - 4 BENEFICIARI: 1) Lo stesso disabile, se ha sostenuto la spesa 2) Un familiare che ha sostenuto la spesa, se il disabile è a suo carico ( reddito inferiore a 2.840,51 pari alle vecchie Lire, senza tenere conto dei redditi esenti)

9 9 AGEVOLAZIONI DEL 41 % PER LE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE (modif. dalla L. 266/2005 FINANZIARIA 2006 – precedentemente 36 %) Tutti i contribuenti possono detrarre dallIRPEF il 36 % delle spese di: Ristrutturazione Restauro e risanamento conservativo Manutenzione straordinaria (Ordinaria solo nelle parti comuni dei condomìni) Messa a norma degli edifici per quanto riguarda gli impianti Realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali Cablatura degli edifici Contenimento dellinquinamento acustico Adozione di misure di sicurezza statica ed antisismica Conseguimento di risparmi energetici Eliminazione delle barriere architettoniche

10 10 AGEVOLAZIONI FISCALI PER LABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE PER I DISABILI IVA AGEVOLATA AL 4 % SOLO PER GLI INTERVENTI RELATIVI ALLABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE – PER ALTRI LAVORI NON CONNESSI VIGE LALIQUOTA IVA NORMALE DETRAZIONE IRPEF DEL 41 % DEL TOTALE DELLA SPESA PER REALIZZARE INTERVENTI SU IMMOBILI - RATEIZZABILE IN 10 ANNI (con la presentazione della dichiarazione dei redditi Mod. UNICO o Mod. 730) DETRAZIONE IRPEF DEL 19% SULLA PARTE RESIDUALE (detrazione del 19 % sulla quota residua del 59 % della spesa)

11 11 PER ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE SI INTENDE: COSTRUZIONE DI ASCENSORI, MONTASCALE, RAMPE, MONTACARICHI, REALIZZAZIONE DI STRUMENTI CHE ATTRAVERSO LA COMUNICAZIONE, LA ROBOTICA O ALTRO MEZZO TECNOLOGICO, SIANO ADATTI A FAVORIRE LA MOBILITA ESTERNA ED INTERNA DELLE PERSONE DISABILI SPETTANO SEMPRE LE AGEVOLAZIONI: IVAALIQUOTA AGEVOLATA AL 4 % IRPEFDETRAZIONE DEL 19 % LA DETRAZIONE IRPEF DEL 41 % SPETTA SOLAMENTE SE SONO EFFETTUATI INTERVENTI EDILIZI SU IMMOBILI E NON SPETTA PER IL SOLO ACQUISTO DI STRUMENTI, SIA PURE DIRETTI A FAVORIRE LA COMUNICAZIONE E LA MOBILITA DEL DISABILE

12 12 ALTRE AGEVOLAZIONI: IVA AL 4 % DETRAZIONE IRPEF DEL 19 % Spese sostenute per lacquisto di mezzi necessari alla deambulazione ed al sollevamento dei disabili (con invalidità permanente di tipo motorio, visivo, uditivo o del linguaggio) Per lacquisto dei sussidi tecnici ed informatici diretti a facilitare lautosufficienza, lintegrazione e la riabilitazione degli stessi.

13 13 ALTRE AGEVOLAZIONI: DETRAZIONE IRPEF DEL 19 % Spese sostenute dai sordomuti (riconosciuti ai sensi della L. 26 maggio 1970, n. 381) per i servizi di interpretariato. Spese sostenute dai non vedenti per lacquisto del cane guida una sola volta in ogni 4 anni – cumula con la detrazione per lacquisto dellautovettura per ,99.

14 14 DEDUZIONI PER LE SPESE MEDICHE E DI ASSISTENZA QUALIFICATA Spese mediche generiche e quelle per lassistenza dei disabili Sono compresi lassistenza infermieristica e riabilitativa di personale qualificato. In caso di ricovero in istituto non è possibile portare in deduzione lintera retta ma solo la parte che riguarda le spese mediche e paramediche di assistenza specifica. Queste spese possono essere anche sostenute per i familiari non a carico

15 15 DEDUZIONE DELLE SPESE DI ASSISTENZA GENERICA Spese sostenute per gli addetti alla propria assistenza personale, nellipotesi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana (risultante da certificazione medica) FINO AL LIMITE DI 1.820,00 Queste spese possono essere anche sostenute per i familiari non a carico

16 16 ALTRE AGEVOLAZIONI PER I NON VEDENTI: DETRAZIONE FORFETARIA DI 516,46 per il mantenimento del cane guida. Aliquota IVA agevolata del 4 % per le spese sostenute per le prestazioni di composizione, legatoria e stampa di prodotti editoriali in Braille e i supporti audiomagnetici specifici.

17 17 ALTRE AGEVOLAZIONI DEDUZIONE MAGGIORATA PER I FIGLI DISABILI Deduzioni massime teoriche previste per i familiari a carico: Coniuge (o 1° figlio in mancanza del coniuge) 3.200,00 Figlio o altro fam. a carico 2.900,00 Figlio di età inferiore a 3 anni 3.450,00 Figlio DISABILE 3.700,00 La deduzione massima teorica diminuisce progressivamente allaumentare del reddito (es. circa 80 % per redditi di ,00)

18 18 LE AGEVOLAZIONI FISCALI SPETTANO SOLO PER LE SOMME CHE SONO RIMASTE EFFETTIVAMENTE A CARICO DEL CONTRIBUENTE QUINDI AL NETTO DI EVENTUALI CONTRIBUTI (ad es., contributi L. 9 gennaio 1989 n. 13 che spettano per linstallazione di montacarichi, ascensori o montascale per disabili)

19 19 Se il disabile è fiscalmente a carico (non percepisce redditi superiori a 2.840,51 = Lire ) TUTTE LE AGEVOLAZIONI FISCALI SPETTANO ANCHE AL FAMILIARE DEL DISABILE CHE SOSTIENE LE SPESE Le spese mediche non specialistiche e di assistenza specifiche spettano al familiare che le sostiene anche se il disabile non è fiscalmente a carico

20 20 LE AGEVOLAZIONI FISCALI RIGUARDANO LIVA E LIRPEF LAGEVOLAZIONE FISCALE RIGUARDANTE LIVA AGEVOLA TUTTI I CONTRIBUENTI DISABILI (che acquistano un bene o servizio aumentato dellIVA al 4 % invece che allaliquota ordinaria) LAGEVOLAZIONE FISCALE RIGUARDANTE LIRPEF AGEVOLA SOLO I CONTRIBUENTI DISABILI CHE HANNO UN REDDITO E PERTANTO SONO SOGGETTI ALL IRPEF (in quanto hanno un rimborso pari al 19 % o al 41 % dellIRPEF pagata o da pagare) NEL CASO NON HANNO PAGATO IRPEF PERCHE PRIVI DI REDDITO NON HANNO ALCUN RIMBORSO

21 21 PER ULTERIORI INFORMAZIONI

22 22 PRESENTAZIONE A CURA DI: Dott. Guido De Carlo Capo Area Servizi Agenzia delle Entrate Ufficio di Salò


Scaricare ppt "1 LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI 5 aprile 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google