La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il DM 22/02/2006 riguardante la prevenzione incendi negli edifici destinati ad uffici Trento, 29 giugno 2006 arch. Roberto Lenzi Corpo permanente dei vigili.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il DM 22/02/2006 riguardante la prevenzione incendi negli edifici destinati ad uffici Trento, 29 giugno 2006 arch. Roberto Lenzi Corpo permanente dei vigili."— Transcript della presentazione:

1 Il DM 22/02/2006 riguardante la prevenzione incendi negli edifici destinati ad uffici Trento, 29 giugno 2006 arch. Roberto Lenzi Corpo permanente dei vigili del fuoco Provincia Autonoma di Trento

2 Assoggettabilità ai controlli di prevenzione incendi DPR 26/05/1959 n. 689 Tabella B numero 6 Aziende in genere nelle quali sono occupati contemporaneamente in un unico edificio a più di un piano oltre 500 addetti DPR 26/05/1959 n. 689 Tabella B numero 7 Attività esercitate in locali costruiti prevalentemente in legno o con solai o scale in legno, nelle quali sono occupati contemporaneamente oltre 15 addetti

3 Assoggettabilità ai controlli di prevenzione incendi DM 16/02/1982 Punto 89 Aziende ed uffici nei quali siano occupati oltre 500 addetti

4 Struttura del decreto Decreto propriamente detto Oggetto e campo dapplicazione Obiettivi Disposizioni tecniche Commercializzazione CE Disposizioni complementari e finali

5 Struttura del decreto Regola tecnica (Allegato) Titolo I - Generalità 1. Termini, definizioni e tolleranze dimensionali 2. Classificazione Titolo II – Uffici nuovi con oltre 500 presenze 3. Ubicazione 4. Separazioni - Comunicazioni 5. Caratteristiche costruttive 6. Misure per levacuazione in caso di emergenza

6 Struttura del decreto 7. Aerazione 8. Attività accessorie 9. Servizi tecnologici 10. Mezzi ed impianti di estinzione degli incendi 11. Impianti di rivelazione, segnalazione e allarme 12. Sistema di allarme 13. Segnaletica di sicurezza 14. Organizzazione e gestione della sicurezza antincendio

7 Struttura del decreto Titolo III – Uffici nuovi fino a 500 presenze 15. Uffici di tipo 1 (da 26 a 100 presenze) 16. Uffici di tipo 2 (da 101 a 300 presenze) 17. Uffici di tipo 3 (da 301 a 500 presenze) Titolo IV - Uffici esistenti soggetti ai controlli di prevenzione incendi

8 Oggetto e campo dapplicazione Edifici e/o locali destinati ad uffici con oltre 25 persone presenti I Titoli II e III si applicano agli uffici nuovi o soggetti a modifiche sostanziali Uffici esistenti in possesso di CPI o con parere di conformità non devono essere adeguati Uffici esistenti non in possesso di CPI devono essere adeguati al Titolo IV entro 5 anni

9 Oggetto e campo dapplicazione Uffici < 500 presenze esistenti non soggetti a modifiche non devone essere adeguati Presenze: Numero complessivo di addetti e di ospiti contemporaneamente presenti, coincidente con il massimo affollamento ipotizzabile

10 Deroga anomala Uffici nuovi fino a 500 addetti che non riescono ad osservare le disposizioni del decreto Domanda motivata di deroga al Comando VVF competente per territorio (pagamento per 6 ore) Parere entro 60 giorni - Losservanza è rimessa alla diretta responsabilità del titolare

11 Classificazione Uffici di tipo 1 (da 26 a 100 presenze) Uffici di tipo 2 (da 101 a 300 presenze) Uffici di tipo 3 (da 301 a 500 presenze) Uffici di tipo 4 (da 501 a 1000 presenze) Uffici di tipo 5 (oltre 1000 presenze)

12 Uffici nuovi > 500 presenze Resistenza al fuoco del sistema strutturale e di compartimentazione Superfici massime dei compartimenti Reazione al fuoco dei prodotti di rivestimento e darredo

13 Uffici nuovi > 500 presenze Misure per levacuazione: Affollamento Capacità di deflusso Caratteristiche delle vie duscita Scale Ascensori antincendio e di soccorso

14 Uffici nuovi > 500 presenze Attività accessorie: Locali per riunioni Servizi logistici Archivi e depositi Autorimesse

15 Uffici nuovi > 500 presenze Servizi tecnologici: Impianti produzione calore Impianti di condizionamento e ventilazione Impianti elettrici

16 Uffici nuovi > 500 presenze Mezzi ed impianti destinzione degli incendi: Estintori Impianti di estinzione incendi Impianti di rilevazione, segnalazione e allarme

17 Uffici nuovi > 500 presenze Segnaletica di sicurezza Organizzazione e gestione della sicurezza antincendio

18 Uffici nuovi 500 presenze Uffici tipo 1 (fino a 100 persone) Criteri DM 10/03/1998 Resistenza al fuoco, vie di fuga, impianti, attività accessorie Segnaletica e gestione della sicurezza

19 Uffici nuovi 500 presenze Uffici di tipo 2 (da 101 a 300 presenze) Uffici di tipo 3 (da 301 a 500 presenze) Applicazione del Titolo II (oltre 500 presenze), con alcuni sconti

20 Uffici esistenti > 500 presenze Adeguamento al Titolo IV entro 5 anni


Scaricare ppt "Il DM 22/02/2006 riguardante la prevenzione incendi negli edifici destinati ad uffici Trento, 29 giugno 2006 arch. Roberto Lenzi Corpo permanente dei vigili."

Presentazioni simili


Annunci Google