La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il modello di riferimento OSI Concetti di base. Il modello di riferimento OSI Open System Interconnection Rappresenta lo standard (anche se non da tutti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il modello di riferimento OSI Concetti di base. Il modello di riferimento OSI Open System Interconnection Rappresenta lo standard (anche se non da tutti."— Transcript della presentazione:

1 Il modello di riferimento OSI Concetti di base

2 Il modello di riferimento OSI Open System Interconnection Rappresenta lo standard (anche se non da tutti adottato) che i costruttori di apparecchiature di rete devono adottare per la gestione delle diverse fasi del processo di trasmissione. Emanato dallISO (International Organization for Standardization) nella sua versione definitiva nel 1984, descrive un modello di architettura versatile ed efficiente basato su una serie di livelli o strati (layers) gerarchici in cui adattare gli standard esistenti o indirizzare quelli futuri.

3 Concetto di protocollo Per effettuare correttamente una comunicazione tra due nodi sono fondamentali due conoscenze: Regole da seguire procedure formato dei messaggi Strumenti necessari per applicare le regole Si definisce PROTOCOLLO linsieme delle regole che governano lo scambio dei dati

4 Struttura a livelli Per motivi di ordine pratico, un sottosistema di comunicazione è strutturato in più moduli o livelli ciascuno con compiti ben definiti e limitati, organizzati in forma gerarchica in modo tale che le funzioni svolte da un livello inferiore vengano utilizzate in maniera trasparente dal livello immediatamente superiore. Le funzioni svolte da un certo livello vengono anche definite servizi. Ogni livello è pertanto caratterizzato da uno o più suoi protocolli.

5 Definizione di Interfaccia Per permettere lo scambio di informazioni tra i diversi livelli è necessario stabilire ulteriori insiemi di regole in modo tale che ogni livello possa interpretare correttamente ciò che gli perviene dal livello più alto e possa correttamente informare il livello sottostante sulle azioni da intraprendere; questi formalismi vengono anche detti Interfacce.

6 Esempio L3 L2 L1 L2 L3 L1 Protocollo di livello 3 Protocollo di livello 2 Protocollo di livello 1 Interfaccia 2/3 Interfaccia 1/2 Interfaccia mezzo fisico A B

7 Livelli e loro funzioni In una visione semplificata quale quella dellesempio precedente possiamo definire che il: Livello 1 venga definito come livello di accesso Livello 2 venga definito come livello di trasporto Livello 3 venga definito come livello di applicazione Accesso: assicura il trasferimento dei dati dal sistema alla rete Trasporto: svolge le funzioni di controllo del traffico di rete Applicazione: viene attivato dallutente o dallapplicazione di rete

8 Protocol Data Unit (PDU) Nella comunicazione tra i vari livelli vengono generate delle PDU, cioè dei blocchi di dati che costituiscono una suddivisione dellintero messaggio generato ad un livello superiore, in unità di dimensioni adatte alle specifiche della rete a cui vengono aggiunte, in testa ed in coda, informazioni atte ad identificare il mittente ed il destinatario più ulteriori codici rivelatori di errore. Indirizzo del destinatario Numero di pacchetto Testo del messaggio Codice rivelatore di errore Termine del pacchetto PDU headertrailer

9 I livelli del modello ISO/OSI 1. Livello fisico 2. Livello di collegamento dati 3. Livello di rete 4. Livello di trasporto 5. Livello di sessione 6. Livello di presentazione 7. Livello di applicazione

10 Livello fisico (physical layer) Questo livello ha il compito di gestire direttamente le risorse fisiche di interconnessione, cioè i mezzi di trasporto, assicurando il trasferimento dei singoli bit. Sono di sua competenza le caratteristiche meccaniche (ad esempio la dimensione ed il numero di piedini di un certo connettore), elettriche (al livello logico 1 corrispondono + 12 V.) e funzionali (significato di ogni piedino). Livello

11 Livello di collegamento dati (data link layer) Questo livello ha il compito di sovrintendere a tutte le operazioni logiche legate alla trasmissione, come linizializzazione della linea, il sincronismo, la corretta interpretazione dei dati. Livello 2 SYN ADD CTRL Dati SYN trama approfondisci

12 Livello di rete (network layer) Questo livello ha il compito di rendere totalmente trasparente ai livelli superiori la tecnologia di commutazione ed in generale la filosofia di instradamento adottata dalla rete. Questo instradamento avviene mediante opportune tabelle, che possono essere compilate staticamente quando la topologia e lallocazione dei nodi è stabile e conosciuta a priori oppure dinamicamente in funzione dello stato della rete in quel momento.(Si vedano i concetti di commutazione, topologia).commutazionetopologia Livello 3 Tipo canale ctrl dati pacchetto approfondisci

13 Livello di trasporto (transport layer) Questo livello ha il compito di ottimizzare luso delle risorse di rete prevenendo la congestione o multiplando lunica richiesta di collegamento su più connessioni a livello rete. E il primo livello, tra quelli appartenenti alla pila, definito end-to-end, cioè completamente svincolato dalle problematiche dei livelli sottostanti. Tra i protocolli più noti appartenenti a questo livello troviamo il TCP, molto noto in ambiente Internet. Dati

14 Livello di sessione (session layer) Questo livello ha il compito di instaurare una sessione, cioè un collegamento logico diretto tra due interlocutori, organizzandone un dialogo e la sua sincronizzazione. Per tipo di dialogo si intende la possibilità che lo scambio dei dati avvenga in modalità full-duplex oppure simplex. Per sincronizzazione invece si intende la capacità di sapere fino a che punto la comunicazione sia arrivata a buon fine, in modo da poter riprendere in caso di interruzione dallultimo scambio efficace.

15 Livello di presentazione (presentation layer) Questo livello ha lo scopo di presentare le informazioni scambiate tra le entità dei due sistemi che comunicano, in maniera compatibile con lambiente in cui vengono trattate, cioè di effettuare le opportune conversioni in modo da compensare eventuali differenze di rappresentazione e di formato dei dati. Ha inoltre il compito di assicurare la compressione e/o la necessaria crittografia dei dati da scambiare.

16 Livello di applicazione (application layer) Questo livello rappresenta il punto in cui le varie applicazioni utente interagiscono con il modello OSI. Tra i servizi che questo livello offre ci sono ad esempio la gestione di terminali virtuali, la posta elettronica, il trasferimento dei file il controllo di sistemi remoti


Scaricare ppt "Il modello di riferimento OSI Concetti di base. Il modello di riferimento OSI Open System Interconnection Rappresenta lo standard (anche se non da tutti."

Presentazioni simili


Annunci Google