La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

TITOLI. Crescente importanza dei titoli, anche in conseguenza della tendenziale assenza nellincipit degli elementi informativi essenziali. Linsieme dei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "TITOLI. Crescente importanza dei titoli, anche in conseguenza della tendenziale assenza nellincipit degli elementi informativi essenziali. Linsieme dei."— Transcript della presentazione:

1 TITOLI

2 Crescente importanza dei titoli, anche in conseguenza della tendenziale assenza nellincipit degli elementi informativi essenziali. Linsieme dei titoli può essere considerato come un giornale in pillole, un giornale parallelo

3 Titolo e articolo Il titolo è sempre riferito allarticolo, con cui intrattiene una triplice relazione Sintattica (posizione del titolo rispetto allarticolo) Semantica (cosa dice il titolo dellarticolo) Pragmatica (funzione del titolo per il lettore)

4 Il titolo è la chiave dellinterpretazione, il codice dellarticolo (Eco 1971) Unica immagine-concetto carica di contenuti patetici, estetici, politici (Dorfles, 1981) Prevalente funzione illocutoria e perlocutoria quale conseguenza della settimanalizzazione (Proietti 1992)

5 Titoli oggettivanti vs titoli soggettivanti Cronachistico-indicativi (notizia) vs drammatico-brillanti (feature) (Murialdi 1975) Informativi vs emotivi (Eco 1971) Enunciativi vs paradigmatici (Papuzzi 1992) Tipologia proposta da Lorusso e Violi (2004) Narrativi (esplicativi, di sintesi informativa) Iconici (es. discorso diretto: effetto di realtà, presa diretta) Patemici Interpretativo-conoscitivi Polarizzazione fondamentale

6 Ondelli («La messa in scena» delle notizie delle notizie nei titoli dei quotidiani. Una prospettiva linguistica,Problemi dellinformazione, XXI, 2, giugno, 1996) individua una varietà nei titoli basata sulla centralità di elementi diversi: Scena Il personaggio (Camilleri / la macchina per scrivere, Repubblica ) Il dialogo (Berlusconi: troppe inchieste sui giornali / Napolitano: cè stato sprezzo delle regole, Repubblica ) Il parlato (Un bicchierino con Hemingway, Repubblica ) -> rinvio ai titoli paradigmatici

7 Bibliografia essenziale sui titoli Tobagi e Zampolli, Le parole dei titoli, in W. Tobagi e Remeney, Il giornale e il non lettore: atti del convegno giugno 1979, Sansoni, 1981 Proietti, La vetrina del giornale: funzioni comunicative e caratteri stilistico-grammaticali della titolistica dei quotidiani tra lingua e codice iconico, in Medici e Proietti (a cura di), Il linguaggio del giornalismo, Mursia 1992 Held, G., Il titolo come strumento giornalistico: strutture, funzioni e modalità di un tipo di testo, esemplificate sulle forme del riuso linguistico in chiave comparativa, «Etudes Romanes», 1999, 42: De Benedetti, Linformazione liofilizzata. Uno studio sui titoli di giornale ( ), Cesati, 2004; Genette, Soglie, Einaudi 1989 (ed. or. 1987)

8 Esempi di titoli enunciativi La terra trema anche in Piemonte Fini:E giusto accertare le colpe Sisma di 3,9 gradi nel Cuneese: panico ma niente danni. Il presidente della Camera daccordo con Napolitano. Tremonti: niente nuove tasse La nave dei disperati attraccherà in Sicilia Il mercantile che giovedì ha tratto in salvo 140 migranti si dirige verso Porto Empedocle. Scontro aperto tra Italia e Malta. E Maroni prepara un dossier da presentare a Bruxells La Stampa online In Sicilia la nave dello scontro Con Malta è ancora scontro Razzismo, LItalia non parteciperà alla conferenza delle Nazioni Unite Corriere della sera online

9 «La Stampa», Detrazioni, il governo non cede Neve sulle Alpi. Niente emergenza a Roma «Il Fatto», Napolitano avverte i pm di Palermo «Repubblica», Subito il decreto taglia-Province Ikea cancella le donne dal catalogo per gli arabi «Corriere della Sera», Svolta nellinchiesta sul Lazio

10 Titoli paradigmatici Carattere specifico: mimesi del parlato Condensazione in una metafora o in uno slogan (Dardano: tra slogan e titolatura esistono aspetti comuni per quanto riguarda la dimensione semantica e la struttura sintattica) Ironia Gioco di parole Citazione (intertestualità) Il titolo paradigmatico evidenzia una delle funzioni del titolo: Interpretare e commentare la notizia.

11 «Il giornale», 9 ottobre 2013 Nobel per la fisica assegnato ai teorici della particella di Dio. E il Bosone parla pure italiano «Libero» Strano asse Verdini-Renzi Doppietta per impallinare le colombe Pdl e Letta

12 Lessico Scelte determinate dalla ricerca di economia espressiva Icasticità incisiva Neologismi, tecnicismi, locuzioni poco comuni contribuiscono alla sinteticità e favoriscono lattenzione 1992 (Proietti): leghisti, extracomunitario, narcotrafficante Mode linguistiche Fusione fredda (1989) Tracimare (1987); più tardi: esondare Occasionalismi Eurocrate (1965, 1991) Telefinanziere (1989, 1991)

13 Sintassi Da un lato rivela la natura del titolo come chiave interpretativa, codice di lettura Dallaltro manifesta la sua autonomia compositiva Titoli asciugati (Beccaria 1988: 183) Bipartizione in due elementi distinti: parola+frase nominale, separati da due punti o da una virgola 1970 Bonn: Salvate lambasciatore 1976 Venezia: Terremoto 1980 Mestre, le Br uccidono ancora 1991 Croazia, tregua dopo la tempesta Il primo elemento è qui un locativo

14 Il primo elemento può essere però anche un argomento: La Mafia, prima azienda Italia Influenza della pubblicità: Rex: fatti non parole (Dardano) Oppure si può isolare lautore: Craxi: la grazia a Curcio onora lo Stato Carla, top model indignata Tendenza sintattica alla brevità e alla evidenza attraverso lomissione (ellissi) di alcuni elementi dellenunciato Efficacia visiva e di leggibilità: consente al lettore di cogliere con immediatezza gli elementi essenziali della notizia.

15 Infinito gnomico (Beccaria 1988) o infinito gerundio Sentirsi innamorati a Milano (citazione di una canzone) Vivere a Beirut con lincubo dellauto-bomba Volare in deltaplano con unaquila vicino Morire di cantiere Linfinito si carica spesso di valori perlocutori, tanto più insidiosi quanto più è dissimulata la distinzione tra il livello della notizia e il livello del commento Nucleare, disinnescare Montalto? Demolire lemergenza Luso dellinfinito e le costruzioni nominali segnalano un indebolimento della distinzione tra evento e commento

16 Stile nominale Il linguaggio giornalistico fa ampio uso di frasi nominali, cioè senza verbo in posizione di predicato, che consentono brevità, incisività, pregnanza semantico-informativa (criterio retorico della brevitas). Questo stile si afferma sin dallOttocento, perché consente la creazione di titoli seccamente indicativi La morte del papa (1878:Pio IX) Linsurrezione a Milano (1898: Bava Beccaris) Questa tendenza si stabilizza nel periodo giolittiano in cui la scrittura giornalistica rafforza la sua autonomia (Dardano 1986). Durante il fascismo prevalgono invece titoli magniloquenti, aulici, trionfalistici, sensazionalistici, propagandistici

17 Oggi: Sciopero degli universitari contro il ministro Gelmini Colpite le postazioni italiane a Bassora Lo stile nominale è un tratto caratteristico della lingua contemporanea, che attribuisce un ruolo crescente a sostantivi e verbi al participio passato; Molto presente nei titoli dei giornali: Rapiti in India due turisti italiani (LS )

18 Titolo nominale con avverbi usati come attualizzatori Ecco Gorbaciov O con elementi interiettivi come basta, stop, addio: Adesso basta Addio ai superpoteri / è lora dei superprefetti Giù le mani da… Voglia di….

19 Stile nominale e deverbali Rientrano nello stile nominale i deverbali, sostantivi astratti al posto di frasi verbali (frequente negli articoli di economia): intervento, rialzo, debutto, varo, costruzione, copertura, sanzione, finanziamento ecc.

20 Titolo narrativo Introdotto da quando: Quando il dollaro divorziò dalleuro Quando a Berlino si fermò la storia Altri avverbi di tempo: Presto Spa Eni Enel Tra i titoli narrativi si configura il titolo introdotto da e E luomo vola a suggerire una continuità ideale con un discorso precedente sottinteso e dato per presupposto (Serianni, 1989). Proietti (1992) osserva che si tratta di un modulo di ascendenza biblico evangelica (E Gesù disse ai suoi discepoli), frequente nella lirica otto- novecentesca (Foscolo, Pascoli) e presente in numerosi titoli di opere letterarie (E le stelle stanno a guardare), canzoni (E la barca va).

21 Proietti 1992: 147 E ora il mondo vira verso Lubiana E ora arriva la bocciatura annunciata Napoli ancora Maradona-dipendente Sono anche tutti esempi di metafore

22 Mimesi del parlato Formule esortative ed esclamative Pronti via, esodo in corso E adesso? Stiamo freschi Signori, lingorgo è servito Roma, oh cara! Turisti addio

23 O: Venezia T: Tiziano, che bel tramonto! St: In mostra alle Gallerie dellAccademia i quadri della maturità dellartista dipinti con una tecnica quasi impressionistica Tiziano, che bel tramonto! Chi parla? Enunciatore ed enunciatario

24 Titoli dialogici Dialogici «Libero», 9 ottobre 2013 I 5 stelle allattacco di Re Giorgio Vuole salvare Berlusconi Lui: Ve ne fregate dellItalia» «La Repubblica», 9 ottobre 2013 Amnistia, scontro 5 Stelle-Napolitano Il Colle:«Se ne fregano del Paese La replica del Movimento: Indegno, si dimetta Berlusconi non spera più: Poteva parlare prima «CdS», 9 ottobre 2013 Francesca va alla guerra: «Iena? Ho solo fatto un po di pulizia» Orientamento polemico; impressione di immediatezza enunciativa, simulacro del presente Il DD nel titolo è spesso una sintesi, anche troppo sommaria, sensazionalistica, disincantata o ironica Frequente lomissione delle virgolette e di altri indicatori grafici del DD (attenuazione della distinzione tra notizia e commento)

25 RE, Quagliariello: "Via libera all'amnistia? Allora si applichi anche a Berlusconi" E con Cicchitto dice: "Alfano leader Pdl o due partiti" Ma sull'indulto Pd e governo divisi da Renzi video Sondaggio Serve un atto di clemenza? Votate

26 Stampa, Quagliariello: amnistia anche per BerlusconiIl Pdl? Meglio due partiti che litigi perenniAlla Leopolda voleva la clemenza, Renzi diventa un caso

27 CdS, Governo, Quagliariello rilancia: "Amnistia anche per Berlusconi"|video Il ministro Pdl: «Legge va applicata a tutti» Opinione diversa dalla Cancellieri per cui "non riguarderà il Cavaliere" Carceri, scoppia il caso Renzi. Il sindaco: «No al Colle non è lesa maestà»

28 Libero Nuove tasse sulla casa, una mini-patrimoniale per sostituire l'Imu Bonus in busta paga: se va bene saranno spiccioli

29 Il Giornale Amnistia, Quagliariello: "Valga anche per Berlusconi

30 Lunità, Quagliariello: «Amnistia anche per Berlusconi» Se amnistia e indulto saranno legge dovranno essere «applicate a tutti i cittadini», Silvio Berlusconi compreso. Così il ministro per le Riforme replica al ministro Cancellieri: «Le sue parole? Interpretate male, la misura riguarda tutti». E sul caos Pdl dice: «Alfano leader come Silvio, altrimenti meglio due partiti»

31 Il Manifesto La via maestra e le sue curve Sabato il corteo a Roma per la Costituzione. Il travaglio dell'Anpi e il nodo amnistia. Intervista a Carla Nespolo, vicepresidente dell'associazione: «Io ci sarò con i partigiani nel cuore»

32 Il fatto quotidiano, Anche le coop rosse giocano in Borsa Ma con i soldi dei soci, da Unipol a Mps Attraverso i "prestiti", le cooperative raccolgono fondi come fossero banche, ma fuori dalla vigilanza I capitali finiscono spesso in operazioni rischiose che lasciano nei bilanci buchi da milioni di euro REPLICA: "NON SIAMO ISTITUTO CLANDESTINO, CONTROLLI CI SONO E I MEMBRI CONTANO"

33 Il Foglio LA GIORNATA Giustizia, Quagliariello: "L'amnistia deve valere anche per Berlusconi Tutti gli esempi relativi al sono tratti dalla versione online delle testate citate

34 Ironia Figura complessa: per funzionare deve essere riconoscibile ma se è troppo scoperta perde di efficacia. Il discorso ironico si gioca tra riconoscibilità e leggerezza (citazione mascherata di un discorso altrui, eco). Per questo secondo Mizzau (Lironia, 1984) lironia si basa sul dialogismo, la polifonia, linterdiscorsività. In apparenza riduce, ma in realtà è una forma di enfasi. Presuppone un riferimento delluditorio a valutazioni condivise ad assunti di base sul mondo e ad aspettative sulla situazione comunicativa attualizzata. Chi fa ironia ha in mente una norma, di qui il senso di superiorità o di moralismo associati ad alcune forme di ironia alla quale la realtà dovrebbe conformarsi. Il titolo ironico è valutativo, scarsamente informativo Enfatizza il contratto forte con i lettori

35 Giochi di parole Alle urne con il battiquorum Veltrusconi Superlativi (iperboli) Governissimo Funzione di richiamo attraverso luso ammiccante di materiali lessicali rari, esotici, curiosi; Effetti di brillantezza disinvolta, casual, talora un po snobbistica

36 Paronomasia Accostamento di due parole che hanno forma simile e significato diverso. Effetto di collisione semantica sfruttato nei giochi di parole. Molto usata nei messaggi pubblicitari (dove facilita la memorizzazione e produce un effetto ludico): Ava come lava Conti perché non sei solo un conto (Monte dei Paschi) I like Ike (campagna per le elezioni presidenziali in Usa 1952: Einsenhower) Paronomasia in absentia Vai in Honda Più rischiosa perché richiede una maggiore competenza nel pubblico

37 Esempi di giochi di parole Da il manifesto: Parti lateranensi ( ) Assalto alla dirigenza ( ) Terzo caso di "sequestro di dirigente" in Francia. E accaduto a Grenoble, nella sede della Caterpillar. Sequestrati 4 dirigenti nell'ufficio del direttore dopo che l'azienda aveva annunciato il licenziamento di 733 operai Non rompeteci la valle ( ) Il pastore tedesco ( ) (antanaclasi) Fecondo me ( ) Di botta e di governo (1° ) Voto a perdere ( ) Morattila ( ) Testimoni di Genova ( ) Fini giustifica i mezzi ( ) Furor di popolo ( ) (antanaclasi) Falce e mastella ( ) Da «Pubblico»: Obtorto Call ( ) Arenata ( )

38 Altri esempi di paronomasia nel linguaggio ordinario Traduttore traditore Vista la svista? Chi non risica non rosica Moglie maglio Sposa spesa Penna pena Prender fischi per fiaschi Dalle stelle alle stalle Si munge, si mangia Nomen omen Traum ist schaum Onori oneri Annessi e connessi Beata solitudo, sola beatitudo Homo humus Fama fumus Donna danno Il troppo stroppia Lozio è il padre dei vizi

39 I giochi paronimici sono veicolo di comicità, satira, umorismo paradossale o demenziale (giochi di parole e malapropismi): Linverno è lastricato di buone intenzioni (Flaiano, FE 27) Siamo obesi di lavoro Le pietre emiliane (Totò) Saluti dalle pernici del Monte Bianco; / si sono tutti alcolizzati contro di me; / le zucchine mi piacciono trafelate; / ma questo lo discuteremo in separata sedia; / ha un completo di inferiorità.. (Flaiano, FE 87)

40 La paronomasia nei titoli giornalistici (ammiccamenti, doppi sensi e invenzioni). Straordinari stradivari (La repubblica, ) Il piacere è tutto mostro (Panorama, ) Versi perversi (Il Venerdì di Repubblica, ) Aldo gradimento (LUnità, )

41 Antanaclasi (diafora) Gioco linguistico tra due termini omonimi ma con significato diverso, ripetizione con mutamento di senso; anche tautologia apparente, dove di due occorrenze identiche, luna esprime un fatto, laltra un valore (Perelman e Tyteca, 1958) Abbiamo a cuore il vostro cuore Non chiedere al prossimo quando passa il prossimo quellarte che fa parer uomini gli uomini (Leopardi) Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce (Pascal) Gli affari sono affari Io non sono più io

42 Antitesi Definizione dissociativa (Perelman e Tyteca, 1958): Contrapposizione di idee attraverso la messa in relazione di parole di significato opposto o in contrasto: We work you play (Indesit) Più lo mandi giù, più ti tira su (Lavazza) Chi cè cè, chi non cè non cè (Limoncé) Presume di rifar tutto perché nulla sa fare (Leopardi) "Pace non trovo e non ho da far guerra; e temo e spero; e ardo e sono un ghiaccio; e volo sopra l cielo e giaccio in terra; e nulla stringo e tutto l mondo abbraccio…" (F. Petrarca, Canzoniere, CXXXIV, vv.1-4)

43 Titolo e fotografia Nel quotidiano il manifesto il titolo è comprensibile solo in rapporto allimmagine (5 aprile 2009: Immagine della giornata della Cgil: Capolavoro), a sinistra: Il cuore del problema) (rapporto simbolico vs rapporto di complementarietà) Limmagine favorisce un approccio emozionale, timico, a scapito dellapproccio razionale, mediato dal discorso (logos: presa di distanza dalla immediatezza emotiva dellesperienza) Rinvio al rapporto implicito/esplicito: lespressione razionale (discorsiva) comporta il passaggio dalla simultaneità del pensiero alla articolazione lineare del discorso

44 Metonimie Il Cremlino La Casa Bianca, Palazzo Madama, Palazzo Chigi, Belgrado, Berlino, ecc. Proietti registrava come metonimia nuova Colle che sostituisce polemicamente o ironicamente Quirinale Sineddoche LItalia trova loro Basket dargento Metafore Juve, Boniperti torna al timone

45 Figure nel discorso giornalistico Esempi di Loporcaro Silenzi spezzati (sinestesia) solo dallallegria dei fuochi (metonimia) che si riflettono sul candore della neve appena caduta LEtna continua a sprigionare le sue cartoline (metafora) dallinferno (antonomasia) di cenere Soldati americani che qui caddero per aprire un varco alla libertà (metafora) Emergono storie di vite spezzate (metafora: vita come filo) Il futuro è una incognita (metafora matematica) da ricostruire sulle macerie (metafora edilizia) E nelle mani che torturano pensieri (metafora), mani che si cercano, mani che si intrecciano e si stringono (anafora) Le parole che non trovi, le parole che non ci sono (anafora) Per darsi e farsi coraggio (paronomasia) E poi quei quaderni, reliquie (metafora+metonimia) di sogni e pensieri La stanchezza che non la senti più (anacoluto) E i bambini di San Giuliano, storditi, vanno incontro alla vita (metafora)

46 Abusi del termine metafora: Il sole splende a San Giuliano e speriamo che questa sia una metafora che porti bene In quella stessa Forcella, metafora della Napoli peggiore Personificazioni: Il colpo di coda dellinverno, deciso a non mollare Una primavera timida a mostrarsi

47 Metafora (Da metapherein=trasportare). Sostituzione di una parola con unaltra parola il cui significato è in una relazione di somiglianza con la prima (Jakobson: asse delle similarità). similitudo brevior? Es.: è un pozzo di scienza; brillava per disinvoltura; il serpente monetario La distinzione tra similitudine e metafora […] non si regge su presupposti formali, bensì pragmatico-cognitivi in senso stretto. La prima figura è fondata sulla percezione statica delle affinità (e delle differenze) che legano due entità; mentre la seconda si basa su un meccanismo di natura eminentemente dinamica, che produce una qualche forma di fusione, o per meglio dire compresenza, tra i due enti raffrontati. (Bertinetto, Come vi pare. Le ambiguità di come e i rapporti tra paragone e metafora, 1979:160)

48 Aristotele Metafora come trasferimento a un oggetto del nome che è proprio di un altro (Poetica) Il trasferimento avviene a) Dal genere alla specie (sineddoche: genus pro specie) b) Dalla specie al genere (sineddoche species pro genus) c) Da specie a specie: metafora a tre termini (propriamente: specie- genere-specie: il dente della montagna: la cima sta al genere aguzzo come vi sta il dente: A:B=C:B) d) Per analogia: metafora basata su una proporzione a quattro termini (B:A=D:C) (La vecchiaia è la sera della vita: La vecchiaia (B) sta alla vita (A) come la sera (D) sta al giorno(C) questa formula spiega anche le catacresi: metafore che colmano vuoti della lingua (es. collo della bottiglia, gambe del tavolo). La metafora ha carattere conoscitivo e si basa sulla capacità di ben vedere le somiglianze

49 Tesauro (nel Seicento) riconduce la metafora alla argutezza e ne esalta la brevità, cioè la concentrazione di più sensi in una stessa espressione; la brevità produce meraviglia, riflessione attenta che ti imprime nella mente il concetto Vico, Principi di scienza nuova (1725) considera la metafora la forma originaria del linguaggio Fontanier (nellOttocento) distingue tra metafore dinvenzione e metafore duso (distinzione fondamentale secondo Briosi: non tutto il linguaggio è metaforico)

50 Concezione interattiva della metafora (Richards, 1967, e Max Black, Modelli, archetipi, metafore, 1983). Si contrappone alla concezione sostitutiva o comparativa: più che esprimere delle similarità, la metafora sembra crearle. Rapporto tra veicolo e tenore, fonte e target, interazione di idee, convergenza di immagini. La metafora è un meccanismo operante nel linguaggio di ogni giorno, che crea e manifesta nello stesso tempo il nostro modo di vedere la realtà.

51 Metafora come logica sensoriale Ortony (1980) La metafora è usata per esprimere qualcosa di altrimenti inesprimibile (metafore sinestetiche, musica luminosa) Serve a predicare in modo compatto un fascio di proprietà (Cacciari 1998) È evocatrice di immagini e perciò adatta a esprimere lesperienza soggettiva In generale consente di descrivere il nuovo attraverso il riferimento al già familiare (strumento dellaccordo).

52 Metafora come strumento di innovazione del lessico (iconimo) Iconimo: Motivazione posta alla base di un termine in relazione ad un contesto sociale Gli iconimi più produttivi sono quelli legati ad aspetti centrali della società. Loporcaro: nellitaliano contemporaneo le principali sfere iconimiche sono lautomobile (ammortizzatori sociali, partire in quarta, fare retromarcia, essere su/giù di giri, rimettersi in carreggiata), lo sport e in particolare il calcio (discesa in campo, autogol, a tutto campo, dribblare), ma anche la criminalità organizzata (regolamento dei conti sulle pensioni, spacciatori di bombe killer; ecc.) vedi da ultimo rottamazione, scendere in campo. Dietro luso metaforico è in agguato lo spostamento del punto di vista

53 Teoria cognitivista della metafora Lakoff e Johnson, Metaphors we live by (1980), trad. it. Metafora e vita quotidiana, 1998 Distinzione tra la metafora come attività cognitiva e le espressioni metaforiche, occorrenze verbali di questa attività La metafora è un processo cognitivo, un modo di ragionamento allinterno dei processi inferenziali, un ponte tra linguaggio ed esperienza percettiva, tra pensiero preverbale e pensiero verbale (C. Cacciari, La metafora: un ponte tra il linguaggio e lesperienza percettiva, Lingua e stile, XXXIV, 1999)

54 Ipotesi di Johnson e Lakoff (1980) Le metafore permettono di coprire mediante un insieme ridotto di schemi concettuali elementari (strutture concettuali profonde) il massimo numero possibile di domini di esperienza, ancorandoli a pochi privilegiati domini di base. Tra questi schemi emerge quello della spazialità, cui vanno ricondotti schemi più specifici, come Lo schema del contenitore (dentro-fuori) Lo schema del cammino (da..a..) Lo schema della verticalità (sopra-sotto) Lo schema dellazione (agente-agito-strumento dellazione) I domini di base sono quelli in cui troviamo qualità gestaltiche legate alla percezione (vista, tatto, ecc.), alla cinestesi (senso del movimento) e alla propriocezione (senso del proprio corpo). La sinestesia può essere considerata una metafora tra i domini base: si impiegano termini relativi a una modalità sensoriale per indicare qualità proprie di unaltra (es. dolce melodia). Il significato non si crea dal nulla, trae origine dallesperienza corporea e non cè un modo unico per accedere al significato.

55 Metafora e vita quotidiana La metafora non è uno scarto dal linguaggio normale (referenziale) a fini poetici e letterari, ma un meccanismo operante a qualsiasi livello della lingua quotidiana. Es. Il concetto di discussione è concepito come una guerra: La tua posizione è indifendibile Ha attaccato i punti deboli Ha demolito tutta la tua argomentazione Dovete usare strategie persuasive Gianni ha la meglio in tutte le dispute

56 Metafora e ideologia Le metafore mettono in primo piano determinati aspetti, lasciandone nellombra altri. Poiché la applicazione di una metafora concettuale ci porta a vedere (categorizzare, assegnare caratteristiche e proprietà) un concetto sotto una certa luce, e a lasciare in ombra altre sue caratteristiche, nelluso di determinate metafore sono insiti aspetti ideologici.

57 Wodak e Reisigl, Retorica del razzismo e dellantisemitismo, in Giannini e Scaglione, Introduzione alla sociolinguistica, Carocci, 2004: Funzione discriminatoria della metafora: personificazioni e antropomorfizzazioni (animazione di soggetti collettivi immaginati: razze, nazioni, etnie, cfr. Anderson, Comunità immaginate, 1988). Metafora metonimia e sineddoche vengono sfruttate per creare uguaglianza e omogeneità, livellare le differenze e annullare le individualità: assimilazione del singolo nel tutto (anomizzazione). Metafore percettive sfruttate per il discorso della discriminazione (colore chiaro vs scuro; armonioso vs rumoroso), metafore spaziali (interno/esterno, centro/periferia, confine, limite/ estensione, espansione), metafore naturalistiche (fenomeni naturali, meteorologia: immigrazione come disastro naturale, valanga, inondazione, corrente, sradicamenti e reimpianti, inquinamenti, fusioni, corpi estranei, ecc.)

58 Cfr. F. Rigotti, Il potere e le sue metafore, Feltrinelli 1992 Legenda: M= linguaggio medico; F=linguaggio forense; P=linguaggio politico

59 Es. Processo di costruzione dellUE UE come cammino, viaggio Marcia di avvicinamento Via libera Lungo e tortuoso cammino Remare insieme Prendere a bordo Facciamo un passo dopo laltro Trovare una strada UE come costruzione Accelerare la costruzione Paesi fondatori

60 UE come partita o gioco dazzardo (metafora utilizzata in caso di dissidi e opinioni divergenti) È un colpo davvio al pallone La partita la giocheranno alla Convenzione Stiamo facendo un gioco al rialzo Il vostro documento è una scommessa Cfr. Corriere della Sera, 14 dic. 2002; La Stampa, 20 gen sullallargamento della UE a 25 membri

61 Metafore nelle politiche 2013

62 Berlusconi (Ballarò ) F: Si sente al tramonto presidente? Ero indirizzato a un tramonto operoso avevamo perso la maggioranza perché il tradimento di Fini e dei suoi Per quanto riguarda invece gli alleati nella trincea del lavoro gli alleati sono quelli che sono sul campo siamo stati superati in velocità Ma io innanzitutto non do al mio allenatore una selva di vincoli per cui lui non può fare lallenatore E una squadra determinata cambio il paese non cambio lallenatore Io sono stato classificato come miglior allenatore, eh miglior allenatore, miglior imprenditore italiano nel dopoguerra no?! su 100 persone lei pensa ci siano 100 Santi?

63 Monti, Leader il tradimento degli italiani da parte della politica questa è la sfida tradimento del patto Monti, Agorà un provincialismo di cortile questa mia salita in politica alleanze della sinistra che hanno vinto due volte con Prodi ma che poi si sono sgretolate se un bambino ha una malattia e interviene il medico, poi se il paziente migliora, il medico deve somministrare la stessa terapia o provare a somministrarne unaltra più adeguata V: il malato come sta adesso? M: il malato quando adesso emette i titoli BTP che prima erano gli indicatori della febbre ma siamo a livelli fisiologici, quindi quellaspetto di malattia, di difficoltà finanziaria dello stato è andato via, anzi per arrivare a quello abbiamo dovuto aggravare di più la recessione G: questo Monti medico secondo me è il Monti migliore lo scudo messo in piedi da Draghi ha abbassato la febbre queste riforme significano spallate io mi aspetto che continui quella frana

64 Bersani, Agorà, ce li avevo (riferito alle banche) alle porte che urlavano Cominciamo col vedere se le muraglie cinesi Conduttore Che cosè questa polvere sotto il tappeto di cui parla lei? Quando non hai tempo per pulire, arriva lospite metti qualcosa sotto il tappeto poi si vede dopo Labbiamo detto in tutte le lingue dal primo giorno ma channo bacchettato tocca sempre andare a spanne Noi dobbiamo mettere il cacciavite gli scappa lacqua dalle mani questo diavolo di paese io dico sempre: Il dottore consiglia di non misurarsi la pressione tutti i giorni Sul primo punto penso che nessuno possa essere, cominciando da me, unancora di salvezza

65 La stampa Manovra, sindacati sul piede di guerra Sanità salva, ma pochi sgravi sul lavoro La Repubblica Manovra, Uil pronta allo sciopero La guida: i numeri e le misure Nella legge di stabilità niente tagli su sanità Letta: "Giù tasse a famiglie e aziende" video Video Alfano: ''Cederemo patrimonio pubblico'' CdS Editoriale Legge di Stabilità, cifre sullacqua

66 Metaplasmo Questione di registro Esempi: assassinio/esecuzione divertimento/sballo

67 Metaplasmi nei titoli «Libero», 9 ottobre 2013 Follia Pd: multe in base al reddito Vogliono massacrare i più ricchi e far gioire gli evasori fiscali

68 Metafore e metaplasmi Regolamento di conti sulle pensioni Museruola a Donat Cattin, il popolo Dc vorrebbe giustiziarlo (metafore, di cattivo gusto) Due coniugi giustiziati a Palermo (metaplasmo, adozione del punto di vista della criminalità) Uccisi due coniugi a Corleone, forse avevano visto cose che non dovevano vedere (espressioni del codice mafioso: freddare, pizzo, pizzini, struscio, attentatuni) RE, : Inginocchiati e poi gli sparano alla testa Velletri, esecuzione per un commerciante. Le indagini: faida tra pusher Loporcaro: Usare le parole della delinquenza per riportare notizie sulla delinquenza produce uno spostamento del punto di vista

69 Intertestualità del titolo Rapporto con i titoli delle altre testate Dialogo con gli altri testi Riuso di titoli di opere letterarie, film, canzoni ecc. : Cronaca di una morte annunciata (da García Márquez) A Sangue freddo (da Truman Capote) Relazioni pericolose (da S. Friars) Effetto notte (F. Truffaut, 1973) Cera una volta in America (S. Leone (1984) Tutti in fila per un posto al sole / Tavolino selvaggio Capi Rai, crescete e moltiplicatevi / Storie di ordinaria amministrazione (da Bukovski, Storie di ordinaria follia; poi titolo di un film di Marco Ferreri)

70 «Pubblico», : Effetto domino (< Effetto notte di François Truffaut) Il piccolo principe (< Antoine de Saint- Exupéry) «Pubblico», Cera una volta nelle primarie (< Cera una volta in America, Sergio Leone) LUnità» Caos carceri: storie di ordinaria disperazione (

71 Millumino dincenso (La Stampa,

72 Altri esempi di citazioni (spesso mascherate tramite paronomasia) Da il manifesto: Quello che il calcio ( ) Vengo anchio ( ) Bello ciao ( ) La piccola vendetta lombarda ( ) Ceravamo tanto amati ( )

73 Tendenza al manierismo La perdita di referenzialità a vantaggio di funzionalità espressive e impressive, motivata da esigenze di innovazione, vivacizzazione e spettacolarizzazione rischia oggi di perdere originalità e forza innovativa, come conseguenza della ripetizione Giulio Nascimbeni proponeva un premio per le testate che avessero evitato luso di formule come Annunciato (< Cronaca di una morte annunciata di Garcia Marquez) Ordinario (< Storie di ordinaria follia di Ferreri: ordinaria burocrazia, ordinaria corruzione…) Eccellente (

74 Strumenti di consultazione Mortara Garavelli, Manuale di retorica, Bompiani, 1988 Lausberg, Elementi di retorica, il Mulino 1969 G. Beccaria, Dizionario di linguistica e di Filologia, Metrica, Retorica, Einaudi 1996 Dogana, Le parole dellincanto, Angeli 1990

75 Griglia di analisi dei titoli Piano enunciazionale: chi parla? Titoli oggettivi (enunciativi) vs titoli soggettivi (paradigmatici) Piano linguistico Lessico Sintassi Piano proposizionale: cosa dice? Piano retorico: come lo dice? Parole neutre Figure di parola e loro funzione (ornamentale, evocativa, costitutiva) Giochi di parole (paronomasia, antanaclasi, antitesi, citazioni) Metafore, metonimie, sineddochi


Scaricare ppt "TITOLI. Crescente importanza dei titoli, anche in conseguenza della tendenziale assenza nellincipit degli elementi informativi essenziali. Linsieme dei."

Presentazioni simili


Annunci Google