La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INS. SIMIONATO CRISTINA. COMPETENZE: Consolidare il concetto di valore. Gestire il gioco della compravendita seguendo le regole in modo contestualizzato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INS. SIMIONATO CRISTINA. COMPETENZE: Consolidare il concetto di valore. Gestire il gioco della compravendita seguendo le regole in modo contestualizzato."— Transcript della presentazione:

1 INS. SIMIONATO CRISTINA

2 COMPETENZE: Consolidare il concetto di valore. Gestire il gioco della compravendita seguendo le regole in modo contestualizzato OBIETTIVI FORMATIVI: Promuovere linteresse verso il momento della spesa, dei suoi tempi, delle sue modalità. Favorire il lavoro di gruppo attraverso la progettazione dello spazio gioco - mercato. Promuovere la drammatizzazione e il linguaggio attraverso il gioco della compravendita.. Utilizzare in modo corretto il numero. ( prezzo, somma, resto).

3 ALLESTIAMO NELLAULA LANGOLO DELLA COMPRA-VENDITA… PER FARLO OCCORRE CONCORDARE I PREZZI DEI VARI PRODOTTI

4 è stato un po difficile metterci daccordo sui prezzi da mettere alle scatole…" … poi rappresentiamo le confezioni da utilizzare per la compra-vendita, con i rispettivi prezzi stabiliti …

5 PER IL GIOCO DELLA COMPRA-VENDITA SONO NECESSARI I SOLDI! DECIDIAMO DI COSTRUIRCELI … i soldi che valgono UGUALE devono avere lo stesso colore come quelli veri! abbiamo preparato un pacchetto da 10 pezzi per i soldi che valgono fino a 5, invece per i soldi che valgono: 6, 7, 8, 9,10 ne abbiamo fatti solo 5 pezzi perché valgono di più: te lo dice il numero! E con un solo pezzo ci puoi comperare tanto!

6 I BAMBINI NON VEDONO LORA DI PROVARE QUESTO NUOVO GIOCO, ANCHE SE IL NOSTRO SUPERMERCATO NON E ANCORA PRONTO DEL TUTTO …SUBITO OSSERVANO CHE bisogna stabilire i ruoli: chi compera, con quanti soldi, chi sta alla cassa … con 10 vediamo cosa posso comperare … devo guardare quanto costano le cose… ALLA FINE DELLA SPESA SI PAGA ALLA CASSIERA CHE CONTROLLA SE I SOLDI BASTANO O SE NE MANCANO …

7 SPIEGHIAMO LE NOSTRE RAPPRESENTAZIONI DOPO LA PRIMA SIMULAZIONE DI COMPRA-VENDITA Leonardo è il cassiere, il suo compito è di dare il resto quando ha comprato troppo poco … che ha speso poco e ha pagato con più soldi di quello che ha speso. Deve anche capire quanto ha speso, Giovanni ha speso 5. Leonardo è il cassiere e sta alla cassa. Sta guardando il prezzo attaccato alle scatole. Mattia è quello che compera. Comprando queste 3 cose ha speso 10.

8 I BAMBINI DECIDONO DI PREPARARE UNO SFONDO ADEGUATO AL SUPERMERCATO, QUINDI, SI METTONO SUBITO ALLOPERA … sullo sfondo dobbiamo disegnare quello che si compera: bottiglie, detersivi, medicine, biscotti,frutta e verdura … Io disegno le bottiglie grandi dei detersivi! Io disegno le scatole dei gelati che mi piacciono, qua nel posto dei surgelati! Noi disegniamo le scatole del latte e i vasetti dello yogurt qua, nel frigo! E noi le carote e le fragole nel reparto della frutta e verdura!

9 DOPO AVER PREPARATO LO SFONDO APPROPRIATO, CONCORDANO DI RAGGRUPPARE I PRODOTTI ESPOSTI A SECONDA DELLA TIPOLOGIA (detersivi, colazione, banco-frigo…) COME AL SUPERMERCATO VERO. VENGONO COSI MESSI DENTRO A SCATOLE. NASCE LESIGENZA, DAI BAMBINI, DI AVERE UN ORDINE CHE RENDA PIU SEMPLICE IL COMPITO DI FARE LA SPESA E IL RIORDINO QUANDO IL GIOCO E TERMINATO, LA CATEGORIZZAZIONE. Incolliamo le immagini dei prodotti nella scatola che li contiene, così ci regoliamo quando facciamo la spesa … ed è più facile riordinare.

10 … DOPO AVER ALLESTITO ADEGUATAMENTE IL NOSTRO SUPERMERCATO, GIOCHIAMO ANCORA A FARE LA SPESA… Decidiamo che ogni bambino che fa la spesa può avere 10. Quante cose può comperare? Dipende da quanto costa quello che sceglie! Se compera cose che costano 1 o 2 ne può prendere tante! Se invece sceglie la spesa che costa di più, come 5, o 7 ne può prendere 2 o 3 scatole al massimo! Deve sempre guardare quanto costa e tenere in mente quanti soldi ha!!

11 NELLA NOSTRA SIMULAZIONE, I BAMBINI, A TURNO, FANNO SIA LA SPESA, SIA IL CASSIERE … Chi ha comperato, porta la sua spesa alla cassa. Il cassiere fa lo scontrino scrivendo i prezzi e fa il conto di quanto cè da pagare. Chi ha fatto la spesa paga con 10. Se non li ha spesi tutti … perché il cassiere facendo il conto sullo scontrino ha scritto un numero più piccolo di 10, allora deve avere il resto. Ma se ne ha speso di più, non vale! Deve riportare indietro nel supermercato qualcosa, finchè i soldi bastano!

12 RAPPRESENTIAMO IL GIOCO DELLA SPESA NEL NOSTRO SUPERMERCATO …

13 LE NOSTRE RAPPRESENTAZIONI SONO CHIARE E SIGNIFICATIVE …

14 Alcune frasi nelle spiegazioni dei disegni: Giovanni : ho comperato una vaschetta di gelato che costava 7. Avevo 10 per pagare. La cassiera mi ha dato 3 di resto perché ho speso meno. Leonardo C.: ho comperato 3 cose. Costavano: una 3, laltra1 e laltra 3. Ho speso 7. Avevo il soldo bianco che vale 10. Chiara, la cassiera mi ha dato il resto: 3 perché non ho pagato giusto! Chiara T : Leonardo ha messo la sua spesa sul tavolo dove cera la cassa. Ha speso 13. Aveva solo 10° che erano pochi. Ha pagato lo stesso con 10 perché voleva… ma non va bene pagare con meno soldi! Nel negozio vero non si può! Luca : ho comperato 20 cose perché me lha detto Nicolò. Chiara era la cassiera e non è riuscita a fare il conto perché ho comperato troppo! Io sì, se ero il cassiere riuscivo! Sofia : ho comperato 3 cose: latte che costa 1, the che costa 1, detersivo che costa 2. Ho speso 4. Giovanni era il mio cassiere. Ho pagato con 10, mi ha dato il resto: 6 perché non avevo i soldi giusti, e 10 è di più di 4 di 6 numeri Nicolò: ho comperato la scatola gigante di cereali: 4, i biscotti: 3, ho speso 7. Mattia era il mio cassiere, ho pagato con 10, di più di 7: della mia spesa, allora Mattia mi ha dato il resto: 3

15 Benedetta : io ero la cassiera, il mio compito era di dare il resto, ma solo quando uno sbaglia a pagare perché non ha i soldi giusti. Leonardo mi ha portato la sua spesa: ha comperato: sapone da 2, gomme da 1, detersivo da 2. In tutto ha speso 5. Mi ha pagato con 10 Leonardo V.: Benedetta ha fatto la spesa. Nella borsa ha: le gomme che costano 1, cibo per tartarughe che costa 4, lorzo che costa 2. Ha speso in tutto 7. Io ero il cassiere e mi ha pagato con 10. Mi ha dato di più soldi, allora le ho dato il resto : 3. Perché bastava 3 per arrivare a 10! Chiara P : Luca è il cassiere, deve fare il conto. Vuol dire tipo: 1 più 2 che fa 3… fa il conto di quanto io ho speso. Avevo comperato: cereali da 3, biscotti da 3, latte da 1. Ho speso 7. Ho pagato con 10. Mi ha dato il resto di 3 perché non avevo i soldi giusti, ne avevo di più! Mattia : io ho comperato 3 cose: detersivo da 3, the da 1, riso da 3. Ho speso 7. Ho pagato con 10. La cassiera mi ha dato il resto. Tommaso : avevo 10 e ho comperato i bastoncini da 6, i crackers da 2 e ho speso 8. Io ho dato 10 alla cassiera Ambra quando ho pagato. Lei mi ha dato 2 di resto perché 10 è di più di 8 di 2!

16 CONSIDERAZIONI DOPO UNALTRA SIMULAZIONE DI COMPRAVENDITA: NICOLO: se tu spendi 5 e dai al cassiere i soldi giusti: 5, NON TI DEVE DARE IL RESTO PERCHE SONO GIUSTI! AMBRA: il resto te lo da il cassiere quando gli dai i SOLDI SBAGLIATI LUCA: ma con i soldi sbagliati non puoi dargliene di meno, MA DI PIU va bene, e allora se è così il cassiere ti da il resto … noi per capire quanto si spende, facciamo con le dita, ma al supermercato Grande: vero la cassiera non fa mica con le dita! SOFIA: là cè la cassa che fa da sola … LEONARDO: ti scrive sul pezzo di carta tutto! CHIARA: sì infatti, scrive quanti soldi devi pagare e quanti devi averne di resto! NICOLO: ma non sempre ti da il resto! CHIARA: sì, ho capito, ma ti dico che la cassa fa tutto! LUCA: basta mettere la spesa sulla lucetta che fa biip TOMMASO: e passando di là fa capire quanto si spende e tutto! BENEDETTA: così si fa prima! Maestra ce la comperi anche a noi la cassa così quando giochiamo non serve contare e facciamo presto!!!

17 CONSIDERAZIONI FINALI I bambini si sono divertiti a gestire il gioco della compravendita e hanno saputo rispettare le regole in modo contestualizzato (tranne qualche piccola eccezione). Attraverso la progettazione e realizzazione dello spazio gioco- mercato è stato favorito il lavoro di gruppo, i bambini infatti, si sono accordati tra di loro per allestire e realizzare questo nuovo spazio Questa attività oltre a promuovere linteresse verso il momento della spesa e delle sue modalità ha permesso la drammatizzazione e lo sviluppo linguistico. Linterpretazione dei vari ruoli ha messo i bambini in condizione di sviluppare ragionamenti e fare semplici calcoli numerici di addizione e sottrazione. È stato inoltre sollecitato il consolidamento del significato del concetto di VALORE e di CAMBIO.


Scaricare ppt "INS. SIMIONATO CRISTINA. COMPETENZE: Consolidare il concetto di valore. Gestire il gioco della compravendita seguendo le regole in modo contestualizzato."

Presentazioni simili


Annunci Google