La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Aprile 2011 - Marzo 2012 Piano di Zona della Valle dAosta - SUB AMBITO 2 Cantare, suonare, recitare e fare sport insieme: in altre parole … divertirsi,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Aprile 2011 - Marzo 2012 Piano di Zona della Valle dAosta - SUB AMBITO 2 Cantare, suonare, recitare e fare sport insieme: in altre parole … divertirsi,"— Transcript della presentazione:

1 Aprile Marzo 2012 Piano di Zona della Valle dAosta - SUB AMBITO 2 Cantare, suonare, recitare e fare sport insieme: in altre parole … divertirsi, conoscersi, rispettarsi e crescere!

2 Cosè il PIANO DI ZONA (PdZ) … L. 328/2000:Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali Strumento di programmazione delle politiche sociali a livello locale tramite: Lettura condivisa delle dinamiche e dei problemi di uno specifico territorio Individuazione delle possibili risposte ai bisogni sociali delle persone, delle famiglie e della comunità Attuazione della rete dei servizi

3 PRINCIPI ISPIRATORI PARTECIPAZIONE CONCERTAZIONE TERRITORIALITÀ INTEGRAZIONE UNIVERSALITÀ EQUITÀ

4 PdZ in Valle dAosta (dal 2007) OBIETTIVO: favorire il riordino, il potenziamento e la messa in rete di interventi e servizi in una prospettiva di sistema tra tutte le risorse esistenti nella regione: 74 comuni e 8 Comunità Montane Consiglio permanente degli enti locali Regione Azienda USL Cooperazione sociale Volontariato

5 GOVERNANCE del PdZ CONFERENZA del PdZ (organismo politico: linee programmatiche) TAVOLO POLITICO (organo di governo: indirizzo e controllo) UFFICIO di PIANO (organismo tecnico: definizione, elaborazione e gestione del PdZ) GRUPPO TECNICO DI ZONA (organismo tecnico Sub-ambito: attuazione e gestione del PdZ)

6 PIANO DI ZONA 1 REGIONE VALLE DAOSTA 5 ENTI CAPOFILA di SUB- AMBITO: C.M. Grand Paradis Sub-ambito 1 C.M. Mont Emilius Sub-ambito 2 C.M. Monte Cervino Sub-ambito 3 C.M. Evançon Sub-ambito 4 Comune di Aosta Sub-ambito 5 1 ENTE CAPOFILA REGIONALE Comune di Aosta

7 ATTORI del SUB-AMBITO 2: C.M. MONT EMILIUS e GRAND COMBIN GRUPPO TECNICO DI ZONA: ALESSANDRA MONDINO: coordinatore del GTZ e rappresentante della cooperazione SARA BARAILLER: rappresentante CPEL SERAFINA CASALEGGIO: assistente sociale e rappresentante della Regione Autonoma Valle dAosta MARCO CINOTTI: rappresentante USL VITTORIO CUIGNON:rappresentante del volontariato CLARISSA SEGHESIO: rappresentante ente capofila CON LA COLLABORAZIONE DI: GLADYS VALDRIGHI Dirigente Scolastica COLLABORATORI: ELIA CONTOZ:progettista LUCA DOMENEGHETTI: progettista e coordinatore tecnico di progetto

8 ATTORI del SUB-AMBITO 2: C.M. MONT EMILIUS e GRAND COMBIN ENTI LOCALI: C. M. Grand Combin e Mont Emilius 21 comuni delle C.M. Mont Emilius e Grand Combin ENTI PRIVATI: Cooperativa La Libellula Associazione di Volontariato Perce Neige ENTI PUBBLICI: I.S. delle C.M. Grand Combin e Mont Emilius Università degli Studi di Torino - Dipartimento di psicologia ASSOCIAZIONI e ALTRI SOGGETTI …

9 OBIETTIVI del PROGETTO Prevenire il disagio relazionale dei minori, in particolar modo nel rapporto fra pari (conflitti, aggressività…) Costruire ed implementare forme concrete di benessere relazionale fisico, mentale e affettivo del bambino Incrementare la capacità dei minori di comunicare e di relazionarsi con i coetanei e con gli adulti, di operare scelte responsabili e autonome e di valorizzare le loro attitudini, predisposizioni e potenzialità Promuovere il rispetto di sé e dellaltro

10 DESTINATARI POTENZIALI 315 Bambini che frequentano la 1° classe, nella.s. 2010/2011, nelle scuole primarie delle I.S. delle C.M. Grand Combin e Mont Emilius COMUNITA' MONTANA GRAND COMBIN DOUES6 GIGNOD CAP.20 GIGNOD VARINEY13 OYACE7 ROISAN11 SAINT-RHEMY12 VALPELLINE4 TOTALE C.M. GRAND COMBIN73 COMUNITA' MONTANA MONT EMILIUS NUS26 FENIS18 SAINT-MARCEL17 QUART VILLAIR39 BRISSOGNE11 SAINT-CHRISTOPHE BRET16 SAINT-CHRISTOPHE PALLEIN18 I.S. M. EMILIUS 397 TOTALE C.M. MONT EMILIUS242

11 FASI del PROGETTO

12 1) RICERCA MAGGIO-OTTOBRE 2011 Ricerca scientifica sul campo per la misurazione del disagio relazionale dei minori e delle sue caratteristiche ASSOCIAZIONI ISTITUZIONI SCOLASTICHE

13 RICERCA: ASSOCIAZIONI QUESTIONARI Operatori di tutte le associazioni coinvolte (maggio-giugno 2011) 2 FOCUS GROUP operatori delle associazioni coinvolte (giugno 2011) Rilevazione dei bisogni formativi degli operatori

14 RICERCA: ISTITUZIONI SCOLASTICHE Insegnanti delle I.S. Mont Emilius e Grand Combin Rilevazione della qualità delle relazioni tra pari nelle classi dal punto di vista degli insegnanti (settembre-ottobre 2011) 2/3 classi per ogni C.M. (massimo 12 classi) Rilevazione della rete di relazioni tra pari da parte di un ricercatore universitario (settembre-ottobre 2011) QUESTIONARI TEST SOCIO-METRICO

15 2) FORMAZIONE AGOSTO-SETTEMBRE 2011 Formazione specifica rivolta agli operatori delle associazioni sportive e culturali che aderiranno al progetto, rispetto alla lettura e alla gestione del disagio relazionale espresso dai minori 3 giornate di 6h ciascuna

16 OBIETTIVI della FORMAZIONE Stimolare una meta-riflessione e una consapevolezza specifica sul proprio agire Fornire strumenti di lettura e di gestione del disagio relazionale espresso dai minori Promuovere capacità e pratiche educative per sostenere le relazioni sociali positive tra i minori

17 3) REALIZZAZIONE delle ATTIVITÀ OTTOBRE MARZO 2012 Attività sportive finalizzate a: Sperimentare positive relazioni fra pari Far emergere le tensioni emotive Vivere la cooperazione e il gioco di squadra Allenarsi ad accettare la sconfitta Valorizzare le risorse e le capacità di ciascuno Vivere lonestà, la correttezza e il fair play

18 3) REALIZZAZIONE delle ATTIVITÀ OTTOBRE MARZO 2012 Attività musicali per: Conoscere le musiche e i popoli Sperimentare il piacere del canto corale Vivere la musica come strumento di espressione Attività teatrali che favoriscono: La conoscenza dellio e dellaltro La possibilità di drammatizzare il disagio Il riconoscimento delle emozioni La recitazione legata ad argomenti di attualità

19 CONTRIBUTO alle ASSOCIAZIONI Per le attività svolte con i minori è previsto un importo lordo massimo di da suddividere tra tutte le associazioni che aderiranno al progetto sulla base dellimpegno orario di ciascuna, fino ad un massimo di 15-20h per ogni singolo operatore È previsto un importo lordo massimo di per le seguenti spese: Attrezzature per attività sportive, motorie, musicali e teatrali Ingresso impianti Trasporto e assicurazione

20 4) VALUTAZIONE dei RISULTATI GENNAIO -FEBBRAIO 2012 Ricerca scientifica sul campo per la rilevazione dei cambiamenti prodotti dalle attività musicali, sportive e teatrali svolte nelle classi sulla qualità delle relazioni tra i bambini

21 VALUTAZIONE: ASSOCIAZIONI Operatori di tutte le associazioni coinvolte Rilevazione: Qualità delle relazioni tra i bambini nelle classi a seguito delle attività musicali, sportive e teatrali Variazioni nellinsegnamento della disciplina grazie alla formazione svolta. (gennaio-febbraio 2012) QUESTIONARI

22 VALUTAZIONE: ISTITUZIONI SCOLASTICHE Insegnanti delle I.S. Mont Emilius e Grand Combin Qualità delle relazioni tra i bambini nelle classi a seguito delle attività musicali, sportive e teatrali svolte (gennaio-febbraio 2012) 2/3 classi per ogni C.M. (massimo 12 classi) Qualità delle relazioni tra i bambini nelle classi da parte di 1 ricercatore universitario a seguito delle attività musicali, sportive e teatrali svolte (gennaio-febbraio 2012) QUESTIONARI TEST SOCIOMETRICO

23 5) PRESENTAZIONE delle ATTIVITÀ MARZO 2012 EVENTI DOSSIER CONFERENZE

24 Mettere a disposizione esperti, materiale ludico e attrezzature adeguate per la realizzazione delle attività sportive, musicali e teatrali di cui sopra secondo i valori del progetto e in sintonia con gli obiettivi propri dellassociazione ADERIRE al PROGETTO VUOL DIRE …

25 Ad ogni OPERATORE si RICHIEDE di: Partecipare a titolo gratuito alle seguenti attività: 3 incontri di formazione (6 ore cadauno) 1 riunione di progettazione delle attività con i minori Svolgere attività sportive, musicali e teatrali con i bambini ricevendo un compenso orario per le prestazioni erogate Compilare periodicamente una scheda di monitoraggio delle attività svolte con i minori Contribuire alla realizzazione di un dossier finale relativo alle esperienze effettuate con i minori, in collaborazione con gli insegnanti delle I.S. delle due Comunità Montane

26 ASSOCIAZIONI ADERENTI …

27 Per INFO e ADESIONI … ADESIONI Al termine della riunione informativa Entro il 20 maggio 2011 c/o C.M. Mont Emilius INFORMAZIONI Coordinatore tecnico di progetto: Luca Domeneghetti

28


Scaricare ppt "Aprile 2011 - Marzo 2012 Piano di Zona della Valle dAosta - SUB AMBITO 2 Cantare, suonare, recitare e fare sport insieme: in altre parole … divertirsi,"

Presentazioni simili


Annunci Google