La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Tavolo Provinciale sulle Politiche Giovanili nel Verbano Cusio Ossola (24 marzo 2005)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Tavolo Provinciale sulle Politiche Giovanili nel Verbano Cusio Ossola (24 marzo 2005)"— Transcript della presentazione:

1 Il Tavolo Provinciale sulle Politiche Giovanili nel Verbano Cusio Ossola (24 marzo 2005)

2 Il tentativo Costruire insieme politiche giovanili territoriali Il Tavolo è aperto a chiunque voglia partecipare e cerca di mettere una E al posto di una O…

3 Mettere una E al posto di una O… GIOVANI E ISTITUZIONI GIOVANI E ISTITUZIONI (Associazioni) (Comuni, Provincia) (Associazioni) (Comuni, Provincia) che fanno le Politiche Giovanili del territorio che fanno le Politiche Giovanili del territorio SEGRETERIA TECNICA che coordina, prepara e conduce +

4 FORMAZIONEINFORMAZIONE RETETERRITORIALE SCAMBIO DI BUONE PRASSI + accesso alle opportunità + sinergie e collaborazioni + competenze progettuali e gestionali + conoscenza del territorio e delle sue risorse Temi di lavoro e risultati attesi

5 Strumenti di lavoro PortaleProvincialeDedicatoIncontriPeriodiciItineranti reti virtuali E reti di persone

6 SVILUPPARE/RAFFORZARE SVILUPPARE/RAFFORZARE VALORIZZARE/PROMUOVERE VALORIZZARE/PROMUOVERE con il territorio una progettualità comune sulle politiche giovanili locali Creare luoghi e spazi per… COORDINARE/SUPPORTARE COORDINARE/SUPPORTARE

7 Un esempio: Il Bando 2005 della Legge Regionale 16

8 Le esigenze 1. Promuovere la costituzione di associazioni giovanili 2. Favorire lo sviluppo dei progetti attivi sul territorio 3. Creare modalità innovative per la comunicazione e la messa in rete dei soggetti

9 Tre tipologie di azione 1. Promuovere la costituzione di associazioni giovanili Contributi per nuove associazioni giovanili 2. Favorire lo sviluppo dei progetti attivi sul territorio Azioni aggiuntive a progetti esistenti 3. Creare modalità innovative per la comunicazione e la messa in rete dei soggetti Progetto di eccellenza sulla comunicazione

10 Caratteristiche delle azioni Costituzione di associazioni giovanili Destinatari Gruppi giovanili che si costituiscono in associazione entro il 2005 Finanziamento Da 500 a Co-finanziamento Non richiesto Fondi destinati allazione Associazioni giovanili nate negli anni % del finanziamento versato alla presentazione dellatto costitutivo

11 Caratteristiche delle azioni Azioni aggiuntive Destinatari Comuni, Unioni e Consorzi di Comuni, Comunità Montane, forme associative e di cooperazione fra i medesimi Associazioni e Cooperative giovanili Finanziamento Da a Fino al 50% del costo del progetto complessivo (= progetto in essere + azione aggiuntiva) Es.: Un progetto che costa può richiedere fino a per unazione aggiuntiva Co-finanziamento LEnte titolare del progetto deve co-finanziare almeno il 20% del progetto complessivo (la percentuale restante viene finanziata da soggetti partner) Fondi destinati allazione

12 Caratteristiche delle azioni Progetto di eccellenza Destinatari Comuni, Unioni e Consorzi di Comuni, Comunità Montane (almeno 3) Associazioni e Cooperative giovanili (almeno 2) Finanziamento Fino a Fino all83% del costo del progetto Es.: Un progetto che costa può richiedere fino a Co-finanziamento LEnte titolare del progetto ed i soggetti partner devono co-finanziare almeno il 17% del progetto Fondi destinati allazione Un gruppo costituito da:

13 Risultati ottenuti 1. Obiettivo: Promuovere la costituzione di associazioni giovanili. Bando L Risultato: nate 3 Associazioni Contributi stanziati: euro Contributo di euro a una neonata associazione

14 2. Obiettivo: Favorire lo sviluppo dei progetti attivi sul territorio Risultati ottenuti Bando L Risultato: finanziati 3 progetti di enti locali e 2 progetti di organizzazioni giovanili Contributi stanziati: euro

15 3. Obiettivo: Creare modalità innovative per la comunicazione e la messa in rete dei soggetti Risultati ottenuti Bando L Risultato: finanziato un progetto di eccellenza sulla comunicazione con ente capofila il Comune di Verbania Contributi stanziati: euro

16 Interventi a favore dei giovani

17 Ambiti di intervento a favore dei giovani (bozza di legge) Forme di partecipazione alle decisioni che li riguardano Servizi per linformazione dei giovani Agevolare laccesso e la fruizione di iniziative a favore dei giovani Sostegno alle organizzazioni di giovani Osservatorio per conoscere la condizione giovanile

18 Ambiti di intervento a favore dei giovani (PG nel VCO) Partecipazione: Apertura del Tavolo ai giovani Informazione: Progetto sulla comunicazione, sportello Eurodesk Accesso e fruizione: Potenziamento delle sale prove e eventi organizzati da giovani Organizzazioni giovanili: Bando Legge Conoscenza: Ricerche e scambio di prassi


Scaricare ppt "Il Tavolo Provinciale sulle Politiche Giovanili nel Verbano Cusio Ossola (24 marzo 2005)"

Presentazioni simili


Annunci Google