La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI la DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI causata dal PRELIEVO del DATTERO di MARE causata dal PRELIEVO del DATTERO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI la DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI causata dal PRELIEVO del DATTERO di MARE causata dal PRELIEVO del DATTERO."— Transcript della presentazione:

1 la DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI la DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI causata dal PRELIEVO del DATTERO di MARE causata dal PRELIEVO del DATTERO di MARE

2 Il dattero di mare (Lithophaga lithophaga) è un mollusco bivalve che vive nella roccia calcarea sottomarina scavando gallerie per una profondità di diversi centimetri Il dattero di mare (Lithophaga lithophaga) è un mollusco bivalve che vive nella roccia calcarea sottomarina scavando gallerie per una profondità di diversi centimetri Le rocce in cui vivono i datteri di mare, generalmente, sono ricoperte da moltissime altre forme di vita animali e vegetali Le rocce in cui vivono i datteri di mare, generalmente, sono ricoperte da moltissime altre forme di vita animali e vegetali

3 Le pareti rocciose sono quasi sempre ricoperte da un grandissimo numero di forme viventi; sono proprio i loro colori a rendere spettacolari i nostri fondali Le pareti rocciose sono quasi sempre ricoperte da un grandissimo numero di forme viventi; sono proprio i loro colori a rendere spettacolari i nostri fondali

4 per prelevare i datteri di mare bisogna smantellare le rocce: i datterari sono subacquei che con vari mezzi frantumano le rocce per estrarne i molluschi per prelevare i datteri di mare bisogna smantellare le rocce: i datterari sono subacquei che con vari mezzi frantumano le rocce per estrarne i molluschi questo comporta la distruzione di tutte le forme viventi che si trovano sulla superficie dello scoglio questo comporta la distruzione di tutte le forme viventi che si trovano sulla superficie dello scoglio

5 il danno si può presentare a chiazze il danno si può presentare a chiazze o può estendersi su vaste zone, ecco perché si parla di desertificazione o può estendersi su vaste zone, ecco perché si parla di desertificazione

6 I biologi della Stazione di Biologia Marina dellUniversità di Lecce studiano da diversi anni gli effetti della pesca del dattero di mare e soprattutto la capacità dei fondali di essere ricolonizzati dalle specie che ci vivevano prima del passaggio dei datterari I biologi della Stazione di Biologia Marina dellUniversità di Lecce studiano da diversi anni gli effetti della pesca del dattero di mare e soprattutto la capacità dei fondali di essere ricolonizzati dalle specie che ci vivevano prima del passaggio dei datterari

7 La ricolonizzazione dei fondali danneggiati è notevolmente rallentata dai ricci di mare che, essendo animali brucatori, si nutrono di tutto ciò che cerca di ricrescere. La ricolonizzazione dei fondali danneggiati è notevolmente rallentata dai ricci di mare che, essendo animali brucatori, si nutrono di tutto ciò che cerca di ricrescere.

8 situazione iniziale situazione dopo 1 mese situazione dopo 6 mesi in assenza di ricci dopo solo 6 mesi la superficie studiata appare notevolmente ricolonizzata in assenza di ricci dopo solo 6 mesi la superficie studiata appare notevolmente ricolonizzata per valutare leffetto dellattività dei ricci di mare si è compiuto un semplice esperimento: si sono fissate delle gabbie a proteggere dai ricci un pezzo di fondale nudo e successivamente lo si è fotografato nel tempo per valutare la ricolonizzazione per valutare leffetto dellattività dei ricci di mare si è compiuto un semplice esperimento: si sono fissate delle gabbie a proteggere dai ricci un pezzo di fondale nudo e successivamente lo si è fotografato nel tempo per valutare la ricolonizzazione

9 I biologi hanno mappato il danno causato dalla pesca del dattero di mare sui fondali salentini

10 Nonostante la legge punisca la pesca, la detenzione e il commercio del dattero di mare a partire dal 1988 (D.L. n° 40 del Mistero della Marina Mercantile), spesso le nostre abitudini alimentari ci spingono a trasgredire e, contemporaneamente, ad accentuare il processo di desertificazione delle nostre coste… Nonostante la legge punisca la pesca, la detenzione e il commercio del dattero di mare a partire dal 1988 (D.L. n° 40 del Mistero della Marina Mercantile), spesso le nostre abitudini alimentari ci spingono a trasgredire e, contemporaneamente, ad accentuare il processo di desertificazione delle nostre coste… …ogni volta che mangiamo un piatto di datteri di mare abbiamo sulla coscienza la distruzione di un metro quadro di fondale marino …ogni volta che mangiamo un piatto di datteri di mare abbiamo sulla coscienza la distruzione di un metro quadro di fondale marino


Scaricare ppt "La DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI la DESERTIFICAZIONE Dei FONDALI MARINI causata dal PRELIEVO del DATTERO di MARE causata dal PRELIEVO del DATTERO."

Presentazioni simili


Annunci Google