La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Legge 6 agosto 2008, n. 133 art. 64 Disposizioni in materia di organizzazione scolastica Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Legge 6 agosto 2008, n. 133 art. 64 Disposizioni in materia di organizzazione scolastica Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25."— Transcript della presentazione:

1 Legge 6 agosto 2008, n. 133 art. 64 Disposizioni in materia di organizzazione scolastica Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112

2 Rapporto alunni/docente a decorrere dall'a.s. 2009/10 incremento di un punto del rapporto alunni/docente, da realizzare comunque entro l'a.s. 2011/12 ai fini di una migliore qualificazione dei servizi scolastici e di una piena valorizzazione professionale dei docenti per un accostamento del rapporto agli standard europei tenendo conto delle necessità relative agli alunni diversamente abili

3 Il che significa eliminare 87mila insegnanti Oggi scuola primaria: insegnanti (1 ogni 11 alunni), classi (18,7 alunni per classe) Oggi scuola secondaria I grado: insegnanti (1 ogni 11alunni), classi (21 alunni per classe) Oggi scuola secondaria II grado: insegnanti (1 ogni 11,8 alunni), classi (22 alunni per classe)

4 ATA: riduzione del 17% nel triennio revisione di criteri e parametri per la definizione dellorganico del personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA) per ciascuno degli anni, il decremento non deve essere inferiore a un terzo della riduzione complessiva da conseguire

5 Piano programmatico sentita la Conferenza Unificata previo parere delle Commissioni Parlamentari competenti i due ministri predispongono un piano programmatico di interventi volti a una maggiore razionalizzazione dell'utilizzo delle risorse umane e strumentali

6 Regolamenti (entro 12 mesi) per lattuazione del Piano sentita la Conferenza unificata anche modificando le disposizioni legislative vigenti revisione dell'attuale assetto ordinamentale, organizzativo e didattico del sistema scolastico

7 Questi i criteri per i Regolamenti Razionalizzazione e accorpamento delle classi di concorso (per una maggiore flessibilità nellimpiego dei docenti) Ridefinizione dei curricoli nei diversi ordini di scuola (anche attraverso la razionalizzazione dei piani di studio e dei relativi quadri orari, con particolare riferimento agli istituti tecnici e professionali) Revisione dei criteri in materia di formazione delle classi

8 E ancora … Rimodulazione dell'organizzazione didattica della scuola primaria (compresa la formazione per i docenti interessati ai processi di innovazione ordinamentale, senza oneri aggiuntivi a carico della finanza pubblica) Revisione dei criteri/parametri per la determinazione della consistenza degli organici del personale docente e ATA Ridefinizione dell'assetto organizzativo- didattico dei centri di istruzione per gli adulti (compresi i corsi serali)

9 E ancora … Definizione di criteri, tempi e modalità per l'azione di ridimensionamento della rete scolastica (prevedendo, nell'ambito delle risorse disponibili a legislazione vigente, l'attivazione di servizi qualificati per la migliore fruizione dell'offerta formativa) Nel caso di chiusura o accorpamento di istituti scolastici di piccoli comuni, lo Stato, le Regioni e gli Enti locali possono prevedere specifiche misure finalizzate alla riduzione del disagio degli utenti

10 L'obbligo di istruzione si assolve anche nei percorsi di istruzione e formazione professionale (con l'obiettivo di ottimizzare le risorse disponibili, ai fini di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di razionalizzazione dell'attuale assetto ordinamentale)

11 SSIS Le procedure per l'accesso alle Scuole di specializzazione per l'insegnamento secondario attivate presso le università sono sospese per l'anno accademico e fino al completamento delle nuove procedure per la razionalizzazione delle classi di concorso e della determinazione dellorganico docente

12 Raggiungimento degli obiettivi prefissati Ne rispondono i dirigenti ministeriali e i dirigenti scolastici

13 Economie di spesa per il bilancio dello Stato non inferiori a 456 milioni di euro per l'anno milioni di euro per l'anno milioni di euro per l'anno milioni di euro a decorrere dall'anno 2012

14 Comitato di verifica tecnico- finanziaria è costituito all'avvio dell'azione programmatica e senza maggiori oneri a carico dello Stato è composto da rappresentanti del Miur e del Ministero dell'economia e delle finanze ha lo scopo di monitorare il processo attuativo delle disposizioni, al fine di assicurare la realizzazione degli obiettivi finanziari, segnalando eventuali scostamenti e misure correttive

15 Il 30% delle economie di spesa è destinato a incrementare le risorse contrattuali per le iniziative dirette alla valorizzazione e allo sviluppo della carriera del personale della Scuola a decorrere dall'anno 2010 subordinatamente alla verifica dell'effettivo conseguimento dei risparmi previsti


Scaricare ppt "Legge 6 agosto 2008, n. 133 art. 64 Disposizioni in materia di organizzazione scolastica Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25."

Presentazioni simili


Annunci Google