La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto Identità di genere e Pari Opportunità nell apprendimento tecnologico-scientifico Donne e Scienza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto Identità di genere e Pari Opportunità nell apprendimento tecnologico-scientifico Donne e Scienza."— Transcript della presentazione:

1

2 Progetto Identità di genere e Pari Opportunità nell apprendimento tecnologico-scientifico Donne e Scienza

3 Diamo uno sguardo al passato…

4 Ipazia Ipazia (Hypatia; Alessandria d'Egitto, 370 – Alessandria d'Egitto, 415) è stata una matematica, astronoma e filosofa bizantina. Fu linventrice dellastrolabio, del planisfero e dellidroscopio. Ottenne il rispetto di tutti per la sua sapienza ed ebbe una notevole influenza politica sulla città, e in particolare sul prefetto imperiale, Oreste.

5 Maria Gaetana Agnesi Maria Gaetana Agnesi (Milano, 16 maggio 1718 – Milano, 9 gennaio 1799) è stata una matematica e benefattrice italiana.

6 Ada Byron Augusta Ada Byron (Londra, 10 Dicembre 1815 – Londra, 27 Novembre 1852) è stata una matematica inglese, ideò il primo programma informatico della storia. Il linguaggio di programmazione Ada, finanziato e sviluppato dal Dipartimento della Difesa degli USA, è stato così chiamato in suo onore.

7 Marie Curie Maria Skłodowska, meglio nota come Marie Curie (Varsavia, 7 Novembre 1867 Sancellemoz, 4 luglio 1934), è stata una chimica e fisica polacca. Nel 1903 fu insignita del premio Nobel per la fisica (assieme al marito Pierre Curie e ad Antoine Henri Becquerel) e, nel 1911, del premio Nobel per la chimica per i suoi lavori sul radio.

8 Maria Montessori Maria Montessori (Chiaravalle, 31 agosto 1870 – Noordwijk aan Zee, 6 maggio 1952) è stata una pedagogista, filosofa, medico, scienziata, educatrice e volontaria italiana.

9 Rita Levi - Montalcini Rita Levi - Montalcini (Torino, 22 aprile 1909) è una scienziata italiana. È stata insignita del premio Nobel per la medicina nel 1986 e nominata senatrice a vita nel 2001, è socia nazionale dell'Accademia dei Lincei per la classe delle scienze fisiche.

10 Rosalind Franklin Rosalind Elsie Franklin (Londra, 25 luglio 1920 – 16 aprile 1958) è stata una chimica e fisica inglese. Non ottenne il Nobel anche perché morì prematuramente, a soli 37 anni, a causa di un tumore probabilmente generato dalla forte esposizione ai raggi X, ma è tuttavia opinione condivisa che il suo contributo in tali ricerche fu sostanziale.

11 Margherita Hack Margherita Hack (Firenze, 12 giugno 1922) è un'astrofisica e divulgatrice scientifica italiana. Nel 1995 ha ricevuto il Premio Internazionale Cortina Ulisse per la divulgazione scientifica. In segno di apprezzamento per il suo importante contributo, le è stato anche intitolato l'asteroide 8558 Hack.

12 Irène Joliot-Curie Irène Joliot-Curie (Parigi, 12 settembre 1897 – Parigi, 17 marzo 1956) è stata una chimica francese. Irène morì di leucemia, causata dalla forte a prolungata esposizione a radiazioni ionizzanti dovuta al suo lavoro, il 17 marzo 1956 a Parigi.

13 Gerty Theresa Cori Gerty Theresa Cori nata Radnitz (Praga, 15 agosto 1896 – Cambridge, 26 ottobre 1957) è stata una biochimica ceca naturalizzata statunitense, premio Nobel per la medicina nel 1947,insieme al marito Carl Ferdinand Cori e al fisiologo argentino Bernardo Houssay, per le sue scoperte su come il glicogeno viene risintetizzato dall'organismo.

14 Goeppert Mayer Maria Goeppert-Mayer, Maria (Katowice La Jolla, California 1972), chimica fisica statunitense di origine tedesca, fu insignita del premio Nobel per la fisica nel 1963.

15 Dorothy Crowfoot-Hodgkin Dorothy Mary Crowfoot Hodgkin (Il Cairo, 12 maggio 1910 – Shiptons-on- Tour, 29 luglio 1994) è stata una biochimica britannica, fondatrice della diffrazione dei raggi X e vincitrice del premio Nobel per la chimica nel 1964, «per la determinazione delle strutture di importanti sostanze biochimiche tramite l'uso di tecniche legate ai raggi X».

16 Nobel negati alle donne di scienza Rosalind Franklin Jocelyb Bell-Burnell Lise MeitnerChien Shiung - Wu Annie Jump Cannon Nettie Maria Stevens Con il nome "Nobel Negati" definiamo alcune ricercatrici, che pur avendo preso parte a progetti premiati, furono penalizzate rispetto ai loro colleghi. Non hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento scienziate di rilievo come la biologa molecolare Rosalind Franklin, l'astronoma Jocelyn Bell-Burnell, le fisiche Mileva Maric-Einstein, Lise Meitner e Chien-Shiung Wu. Rosalind Franklin, Jocelyb Bell-Burnell Lise Meitner, Chien Shiung - Wu, Annie Jump Cannon, Nettie Maria Stevens

17 Rosalind Franklin Diede un contributo rilevante alla biologia molecolare, fornendo le prove sperimentali della struttura del DNA. Per questa scoperta ricevettero il Nobel i suoi colleghi Crick e Watson che realizzarono il modello a doppia elica grazie alle fotografie della diffrazione ai raggi X del DNA scattate dalla Franklin, sottratte dal laboratorio della scienziata. La verità fu rivelata solo molti anni dopo, dallo stesso Watson, nel suo libro "La doppia elica", dove lo scienziato racconta l'episodio del furto in termini scherzosi. Jocelyn Bell-Burnell Scoprì, quando era ancora studente di Astronomia, i pulsar, corpi celesti la cui apparizione fu del tutto inaspettata, poiché non si inserivano nel contesto teorico dell'epoca. Il Nobel per la scoperta fu assegnato al relatore della sua tesi, il professor Anthony Ewish. Lisa Meitner Fu la prima donna ad ottenere la cattedra di fisica presso una università tedesca. Fornì la prima interpretazione esatta della fissione nucleare, ma il Nobel fu assegnato solo ad Otto Hahn con cui aveva lavorato in questo campo. Chien-Shiung Wu Una delle 86 scienziate che parteciparono al Progetto Manhattan. Il suo risultato scientifico più importante fu la dimostrazione, mediante un esperimento da lei sviluppato, che il "principio di parità" fino ad allora ritenuto intoccabile non è sempre valido in campo subatomico. Per questa scoperta il Nobel andò ai suoi colleghi Tsung Dao Lee e Chen Ning Yang. Annie Jump Cannon ( ) Prima donna eletta Direttore della American Astronomical Society, all'osservatorio dell'Università Harvard di Cambridge, Massachusetts, scoprì 300 stelle variabili, cinque novae e una "nova nana" (SS Cygni). E' ricordata soprattutto per la lunga ricerca, finanziata da Ruth Draper, durante la quale analizzò e catalogò circa 500 mila spettri stellari. Ne teorizzò le differenze, gettando cosi le basi dello studio dell'evoluzione delle stelle. Il suo metodo per classificarle é tuttora in uso. Nettie Maria Stevens ( ) Fu una delle prime scienziate a farsi un nome nel campo della biologia. Nel 1905 ricevette il premio "Ellen Richards" e nello stesso anno pubblicò una ricerca che rivoluzionerà le conoscenze biologiche sulla determinazione ereditaria del sesso attraverso i cromosomi, ponendo le basi teoriche e metodologiche su cui si fonderà nel 1910 il famoso laboratorio delle mosche drosofile, diretto da T. H. Morgan (premio Nobel di genetica nel 1933).

18 Il caso di Mileva Maric - Einstein Quello di Mileva Maric è un caso che ha suscitato molte polemiche: moglie del fisico di Ulm per sedici anni, divise con lui i momenti cruciali della formulazione della teoria della relatività. Studiavano e lavoravano insieme, al punto che si definivano "ein stein" ("una sola pietra"). Il lavoro di Mileva si confuse talmente con quello di Albert che non è più possibile ricostruirlo e capire quanto meritasse il Nobel assegnato al marito.

19 Realizzato da Francesco Palmeri & Ettore Seminara Un ringraziamento speciale a tutte le ragazze della 4°C Informatica!


Scaricare ppt "Progetto Identità di genere e Pari Opportunità nell apprendimento tecnologico-scientifico Donne e Scienza."

Presentazioni simili


Annunci Google