La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giuseppe Fortunino Francesco Verdi, di Carlo e Luigia Uttini, nacque alle Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813 nella piccola casa colonica, oggi monumento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giuseppe Fortunino Francesco Verdi, di Carlo e Luigia Uttini, nacque alle Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813 nella piccola casa colonica, oggi monumento."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Giuseppe Fortunino Francesco Verdi, di Carlo e Luigia Uttini, nacque alle Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813 nella piccola casa colonica, oggi monumento nazionale. Nel modesto edificio, adibito anche a posteria, il padre gestiva un'osteria con annessa bottega di generi vari e la madre era filatrice. Piazza di Busseto Casa natale

4 Terre Verniane, museo civico, Busseto

5 Chiesa Santa Maria degli Angeli-Busseto

6 Fu battezzato nella chiesa di S. Michele e già nei primi anni d'infanzia si esercitava, sotto la guida di Pietro Baistrocchi, sull'organo costruito nel 1797 dal bergamasco Ferdinando Bossi. Si trasferì nel capoluogo a soli dieci anni, dove iniziò gli studi presso il ginnasio e la scuola municipale di musica, diretta da Ferdinando Provesi, Maestro di cappella alla chiesa collegiata di S. Bartolomeo. Abitò alcuni mesi a Casa Barezzi, già sede della Filarmonica Bussetana e teatro della sua prima esecuzione pubblica.

7 Chiesa Collegiata di San Bartolomeo, Busseto Monte di Pietà, Busseto

8 Partì diciottenne per Milano e dopo la mancata ammissione al Conservatorio fu accettato come alunno privato dal Maestro Vincenzo Lavigna, con il sussidio bussetano del Monte di Pietà, anticipato e integrato dalla generosità di Antonio Barezzi. Tornò a Busseto tre anni più tardi, vinse il concorso per Maestro di cappella alla chiesa collegiata e il 4 maggio 1836 sposò Margherita Barezzi, figlia del suo benefattore. Nei due anni successivi nacquero i figli Virginia e Icilio, ma morirono immediatamente dopo il trasferimento a Milano.

9 Casa Baresse, Bosseto Il forte-piano, sul quale il giovane Verdi suonò a lungo, componendo nel 1844 l'opera I Due Foscari, e infine accompagnò l'agonia del suocero morente nella stanza accanto

10 Teatro Verdi, Busseto Piazza Verdi, Busseto

11

12

13 Chiesa di San Ignazio e Scuola dei Gesuiti a Bosseto

14 Nel 1839 ottenne il suo primo successo operistico alla Scala con Oberto, Conte di San Bonifacio, ma poi seguì la morte della moglie e la seconda opera, Un giorno di regno, fu un fallimento. Tornò alla ribalta con Nabucco, che lo consacrò come uno dei maggiori compositori del tempo, tanto che gli furono commissionate una o più opere all'anno dai maggiori teatri italiani ed europei. Si trasferì a Parigi nel 1847 e iniziò a convivere con Giuseppina Strepponi, prima interprete di Nabucco nella parte di Abigaille, già conosciuta ai tempi di Oberto.

15 Piazza Verdi, Bosseto

16 Busseto, città natale

17

18 Busseto

19 Verdi raggiunse l'apice dell'essenza melodrammatica italiana con la trilogia popolare Rigoletto, Il trovatore, La traviata e grazie all'esperienza parigina de I Vespri siciliani, che lo avvicinò al gusto francese del Grand opéra, intraprese la via del rinnovamento, che lo portò a comporre, tra le altre, Aida. Tornarono a Busseto due anni più tardi, dove convissero a Palazzo Orlandi fino al 1851, in attesa che terminassero i lavori preliminari della splendida Villa di S. Agata, che fu loro dimora definitiva. Si sposarono soltanto il 29 agosto 1859 a Collonges-sous-Salève, in Savoia, in assoluto segreto. Non ebbero figli e decisero di allevare la piccola Maria Filomena Verdi, la figlia di un povero cugino delle Roncole, poi nominata erede universale. Verdi raggiunse l'apice dell'essenza melodrammatica italiana con la trilogia popolare Rigoletto, Il trovatore, La traviata e grazie all'esperienza parigina de I Vespri siciliani, che lo avvicinò al gusto francese del Grand opéra, intraprese la via del rinnovamento, che lo portò a comporre, tra le altre, Aida.

20 Villa Verdi a Sant Agata. Villanova sullArda

21 Villanova sullArda, Piacenza (Oggi)

22 Verdi nella sua villa

23 Fu l'amicizia con Arrigo Boito a far nascere Otello e poi Falstaff, ma la morte della consorte, il 14 novembre 1897, spense la sua carica vitale. Solo l'esecuzione dei Pezzi Sacri, composti tra il 1887 e il 1897, seguì il doloroso avvenimento. Verdi morì a Milano all'alba del 27 gennaio 1901 nella camera del suo appartamento al Grand Hotel et de Milan.

24 I funerali in forma semplice, il 30 gennaio, per la sepoltura al Cimitero Monumentale furono seguiti da quelli solenni, il 26 febbraio, per il trasporto della salma sua e di Giuseppina nella Cappella della Casa di Riposo per Musicisti.

25 I funerali di Verdi

26

27 Casa di Riposo per Musicisti in Piazza Buonarroti, Milano, fondata da Giuseppe Verdi nel 1899

28 Teatro alla Scala, Milano Debutto: Oberto. Un giorno di regno. Nabuco. I lombardi alla prima crociata. Giovanna dArco. Otello. Falstaff

29 Teatro Imperiale di Pietroburgo, Rusia Debutto: La forza del destino

30 Teatro Apollo di Roma, destrutto in seguito alle costruzione dei muraglioni del Tebere Debutto: Un ballo in maschera. Teatro dellOpera del Cairo Debutto: Aida

31 Teatro Grande G. Verdi, Trieste. Debutto: Stiffelio

32 Teatro La Fenice, Venezia. Debutto: Ernani. Attila. Rigoletto. La Traviata. Simon Boccanegra

33 Teatro Argentina, Roma. Debutto: I due Foscari.La battaglia di Legnano.

34 Opera National di Parigi. Francia. Debutto: Jerusalem. Don Carlos. Les vepres siciliennes

35 Teatro San Carlo, Napoli. Debutto: Alzira. Luisa Miller

36 Teatro alla Pergola, Firenze Debutto:Macbeth.

37 I principali interpreti del Don Carlos, alla Scala, 1868 Principali interpreti del Don Carlos, al teatro della Concordia di Cremona.

38 La prima rappresentazione dellOtello allOpera di Parigi Otello, atto I, de la scena della tempesta Otello, atto I, al Teatro Reale di Roma La Traviata, al Teatro della Scala

39 Giuseppe Verdi e i principali interpreti dellAida al teatro delle Muse di Ancona Francesco Tamagno nella scena finale dellOtello

40 LAida. Atto II, al Castello Sforzesco di Milano. Estate Musicale Milanese 1938 LAida. A Gorizia. Carro di Tespi 1938). I vespri siciliani. Balletto delle quatro stagioni, al Teatro Massimo di Palermo, nel 1937

41 Curiosità Fu sostenitore dei moti risorgimentali (pare che durante l'occupazione austriaca la scritta W V.E.R.D.I. fosse letta come W Vitttorio Emanuele Re dItalia). Il grido della gente era: Viva, Verdi!

42 Compositor italiano dedicado en forma casi exclusiva a la ópera, género para el que compuso 26 obras. Su vida acompaña su obra: puede dividirse en tres períodos. El primero nace en sus comienzos y llega hasta el estreno de Il Trovatore y La Traviata en 1853, con obras en las que los coros tienen un papel preponderante. El segundo período concluye en 1871 con la composición de Aida. Tras una pausa de más de 15 años, compuso las obras de su último período: la ópera trágica Otello y la bufa Falstaff, dos obras que están inspiradas en Shakespeare al igual que Macbeth y creadas para la escena por Boito. Sus óperas encontraron inspiración en autores románticos como Schiller (Luisa Miller), Víctor Hugo (Ernani), Dumas hijo (La Traviata), Byron (Los Corsarios) o Scribe (Un bailo in Maschera), como también en dramaturgos españoles (Il Trovatore).

43 Cronología 1813 Nació el 10 de octubre en Le Roncóle Se presentó al Conservatorio de Milán, pero no fue aceptado Se casó con Margherita Barezzi Estrenó su primera ópera, Oberto, en La Scala Le llegó la fama con Nabucco Con el estreno de Rigoletto comienzó una segunda etapa creativa Se casó por segunda vez con la cantante Giuseppina Strepponi El Jedive de Egipto le encargó una ópera, Aída, para la apertura del Canal de Suez Fue nombrado diputado y luego senador Estrenó Otello después de quince años casi sin actividad Último estreno en vida: Falstaff Murió en Milán el 27 de enero en su estudio

44 Principales Obras 1842 Nabucco (ópera) Rigoletto (ópera) La Traviata (ópera) Simón Bocanegra Un ballo in Maschera (ópera) La fuerza del destino (ópera) Aída (ópera) Misa de Réquiem Otello (ópera) Falstaff (ópera). Opera di Giovanni Boldini (1886)

45 Vive in ogni suono della sua musica Vive en cada sonido de su música Lina/08 Música: Obertura de La Traviata. Director:Waldo de los Ríos


Scaricare ppt "Giuseppe Fortunino Francesco Verdi, di Carlo e Luigia Uttini, nacque alle Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813 nella piccola casa colonica, oggi monumento."

Presentazioni simili


Annunci Google