La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Silvano Rodato Gianni Michelon BLOG E DIDATTICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Silvano Rodato Gianni Michelon BLOG E DIDATTICA."— Transcript della presentazione:

1 A cura di Silvano Rodato Gianni Michelon BLOG E DIDATTICA

2 Il nome blog nasce dall'unione di web (Rete) e log (registro): weblog. (ovvero "traccia su rete) Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero il fenomeno ha iniziato a prendere piede nel 1997 in America; il 18 luglio 1997, è stato scelto come data di nascita simbolica del blog, riferendosi allo sviluppo, da parte dello statunitense Dave Winer del software che ne permette la pubblicazione (si parla di proto-blog). 1997America18 luglio 1997Dave Winer 1997America18 luglio 1997Dave Winer

3 Il il primo blog è stato effettivamente pubblicato il 23 dicembre dello stesso anno 1997, grazie a Jorn Barger, un commerciante americano appassionato di caccia, che decise di aprire una propria pagina personale per condividere i risultati delle sue ricerche sul web riguardo al suo hobby. Nel 2001 è divenuto di moda anche in Italia, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog. 23 dicembreJorn Barger2001modaItalia23 dicembreJorn Barger2001modaItalia

4 Il blog nasce come un diario intimo, grafica essenziale, poche righe di html e ancor meno visitatori. Un blog è uno spazio sul web dove poter raccontare storie, esperienze e pensieri una sorta di diario di bordo che ognuno di noi può "tenere" e condividere con gli altri. L'importante è poter scrivere senza complicazioni tecniche e senza intermediazioni.

5 Il BLOG… si tratta di uno spazio in Internet (generalmente gratuito – ma anche a pagamento) che chiunque può creare in modo semplice e nel quale può esprimersi liberamente. PRESENTA: facilità d'uso: non è richiesta alcuna competenza tecnica; la notizia di uninnovazione interessante circola molto facilmente; elementi strutturali: post, permalink, commenti, link, archivio,categorie, contatti, blogroll, template.

6 COMUNITA CHE OFFRONO SPAZI PER IL BLOG https://www.blogger.com/ Apripista della moda dei BLOG apre i battenti nel 1999 ed è stato fagocitato 3 anni fa da GOOGLE Uno dei siti più visitati al mondo, soprattutto dai giovani americani

7 Trae vantaggio dal patrimonio software della Microsoft Non è gratuito e si fonda sul software Movable Type adatto per chi sa muoversi liberamente con HTML COMUNITA CHE OFFRONO SPAZI PER IL BLOG

8 Vasto ed efficiente, con architettura flessibile. Fa parte del gruppo italiano DADA. Tutti i vantaggi dellomonimo software senza i problemi di intallazione. COMUNITA CHE OFFRONO SPAZI PER IL BLOG

9 Dallultima ricerca di Technorati sullo stato della blogosfera emerge, piuttosto sorprendentemente, che il numero di post in italiano sono saliti al 4° posto, dopo quelli in lingua giapponese, inglese e cinese, con un 3% di share sul volume totale di post pubblicati nel mondo.stato della blogosfera Questo valore sembra dimostrare che i blog, per una volta, si stanno affermando in Italia più velocemente che allestero… -Il trend di crescita del volume globale di blog, che sembra attestarsi intorno ai 70 milioni, si sta gradualmente appiattendo (320 giorni necessari per raddoppio) - la percentuale di post che usano TAG come strumento in classificazione sono saliti al 35% (rispetto a circa un 25% di un anno fà)

10 mini glossario, non tecnico: - blog: abbiamo detto, da weblog, o diario in rete. - blogger: l'autore di un blog. In Italia anche blognauta, bloggatore, blogghista, e chi più ne ha più ne metta... - blogosfera: l'insieme dei blog presenti in rete. - post: il singolo messaggio in un blog, con data e ora, ed eventualmente commenti e segnalazioni. - commento: i commenti al post

11 -permalink: link al singolo post in modo che sarà possibile arrivarci anche successivamente, quando sarà "sparito" dalla homepage e archiviato ad un nuovo indirizzo. Quasi tutti i servizi blog offrono questa opzione, ed è molto importante per le citazioni. - trackback: serve a tenere traccia delle segnalazioni che altri blogger hanno fatto ad uno o più dei propri post. Il software si incarica automaticamente, se previsto dall'autore, di segnalare al software del blog che lo sta citando.

12 -template: è lo scheletro, o la struttura del nostro blog. Serve come matrice per le pagine, e consente di personalizzarne l'aspetto grafico, stilistico e contenustico. -feed (RSS):il feed è un formato speciale (testuale) usato allo scopo di rendere leggibili i post di molti blogger (compreso il nostro) da un unico programma, senza passare per il blog stesso. - Html: non è bello non sapere cosa sia, comunque si tratta del linguaggio con cui sono fatte le pagine Web.

13 POST Il post è lunità di base di un blog. Semplice unità di contenuto dotata di significato autonomo. Ogni post ha un proprio indirizzo specifico, che non cambia nel tempo denominato link permanente o permalink, ed è caratterizzato da tag.

14 PERMALINK Il permalink consente larchiviazione di ogni post e lo rende reperibile anche quando scompare dallhome page perché sostituito da post più recenti. Grazie al permalink ogni post può quindi essere citato, segnalato e commentato in qualsiasi momento.

15 COMMENTI I commenti sono il principale canale di conversazione con il lettore del blog. La libertà di accesso ai commenti è una scelta dellautore del blog che può scegliere di: - disattivare la funzionalità di commento - limitarne laccesso a membri registrati o a membri invitati. - Lautore del blog può cancellare i commenti in qualsiasi momento.

16 ARCHIVIO Dopo una certa permanenza sullhome page del blog, i post, sostituiti progressivamente dagli interventi più recenti, vengono trasferiti in pagine d'archivio, così possono essere rintracciati anche in base alla loro data di pubblicazione. Larchivio è presente sulla pagina principale di ogni blog.

17 CATEGORIE Alcuni servizi permettono di registrare gli interventi in categorie. Quando si pubblica un nuovo post bisogna definire in quale delle categorie deve essere inserito. Chi visita il blog può scegliere tra due modalità di lettura: leggere il blog ordinato dal post più recente al più vecchio o leggere solo una categoria di post. Per leggere solo una categoria di post si clicca sul link apposito e si apre una pagina con tutti i post della categoria presentati in ordine cronologico inverso.

18 LINK E BLOGROLL I blog sono ipertesti collettivi, quindi è indispensabile la presenza dei link per metterli in relazione con la rete. Il blogroll è la lista dei blog preferiti o consigliati dallautore del blog. E posizionato di solito su un lato della pagina principale del blog. Se un blog viene segnalato in molte liste di blogrolling è ritenuto attendibile e autorevole.

19 CONTATTI E TEMPLATE Contatti : in quasi tutti i blog è presente una sezione per i contatti e le informazioni personali, con link che rimandano ad una breve presentazione dellautore o ad un indirizzo di posta elettronica (atavar). Template: ogni servizio di blog-hosting offre agli utenti una rosa di template, cioè veste grafica, tra cui scegliere e la possibilità di personalizzare il modello scelto.

20 BLOG DIDATTICO La prima esperienza di blog didattico che ha avuto risonanza in Italia è stata quella di Peter Ford alla British School of Amsterdam nel Lesperimento di Ford iniziò con un singolo weblog di classe ospitato su Manila, una piattaforma di blog-hosting che ora è al completo.

21 Nel 2003 nasce lEducational Blogger Network (eBN),la rete internazionale che unisce docenti e organizzazioni che, dalla scuola materna all'università, usano i weblog per l'insegnamento e l'apprendimento. Obiettivo dell'iniziativa è facilitare l'accesso e la diffusione della tecnologia weblog per l'insegnamento in tutte le discipline. Il blog è ricco di news, suggerimenti e strumenti per iniziare un weblog e restare aggiornati su tecnologie e dinamiche che riguardano l'educazione. Una directory di risorse propone esempi di uso dei weblog, sia in classe sia per l'organizzazione scolastica.

22 BLOG DIDATTICI IN ITALIA BLOG DIDATTICI IN ITALIA Nel gennaio 2003 Carmelo Ialacqua inaugura nel suo sito Edublogit la sezione dedicata ai weblog e didattica. Roberto Manfredi, professore di Matematica presso il Liceo Scientifico "A. Einstein" di Milano è stato il primo che ha accolto linvito di Ialacqua a provare il blog a scuola.

23

24 … AppassionataMente un blog creato e curato da Maria Teresa Bianchi, insegnante di Matematica e Fisica al Liceo Mazzatinti di Gubbio,oggi la più autorevole, conosciuta e attiva docente impegnata a promuovere la pratica dei blog didattici nella rete e nel mondo della formazione.

25 Perché il blog didattico? scrivere in contesti più stimolanti di quelli proposti dalla tradizionale didattica; leggere, informarsi e documentarsi sul web, imparando a selezionare il materiale presente in Internet; costruire utili elenchi di siti "validati", cioè consigliabili per serietà e scientificità, da proporre a docenti e studenti che realizzano ricerche in rete; approfondire determinate tematiche che possono aprire un dibattito allinterno di una comunità più ampia della stessa classe (magari coinvolgendo altre classi, o scuole).

26 Blog didattico e docenti Per un docente, i weblog presentano un mezzo veloce di comunicazione con gli allievi. Attraverso un blog di classe un docente può: - fornire lezioni, compiti e comunicazioni agli allievi; - moltiplicare le possibilità di accesso a materiali di particolare importanza, attraverso appositi link; g_per_la_scuola

27 -potenziare linterazione della classe anche attraverso discussioni e chat on line; - fornire ulteriori stimoli per approfondimenti e compiti extra scolastici; - mantenere i contatti con gli studenti assenti; - coinvolgere i genitori nelle attività dei figli; - per ricevere dei feedback: leggendo regolarmente il blog di classe si può verificare il livello di apprendimento e i progressi dei propri studenti, conoscere meglio la loro personalità, i loro interessi e le loro esigenze formative.

28 Anne Davis Anne Davis distingue cinque diversi modi in cui linsegnante può usare il blog: 1) come spazio di riflessione, discussione, e condivisione; 2) come spazio dove fornire informazioni che riguardano la vita della classe e riguardo alla materia del corso; 3) come spazio personale di riflessione sulla propria vita professionale; 4) come quaderno, portfolio e diario di formazione dei propri alunni; 5) come spazio collettivo per progetti di apprendimento collaborativo di tutta la classe.

29 Blog didattico e studenti Per gli studenti il blog si rivela un ottimo strumento didattico: un'occasione di ripasso attivo e di rielaborazione dei concetti appresi, La possibilità di utilizzare una modalità di comunicazione che richiede chiarezza, linearità e grande capacità di sintesi.

30 Attraverso i weblog gli studenti possono svolgere operazioni anche molto complesse, come : - analizzare informazioni rilevanti, - individuare fonti per studi e ricerche, - raccogliere e vagliare criticamente materiali e siti, - confrontare ipotesi, - sviluppare pensiero critico e capacità argomentative.


Scaricare ppt "A cura di Silvano Rodato Gianni Michelon BLOG E DIDATTICA."

Presentazioni simili


Annunci Google